Vai al contenuto

Herodotus

Partecipante
  • Numero contenuti

    34
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Herodotus

  • Livello
    Partecipante attivo

Profile Information

  1. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Sto già molto meglio, e devo ringraziare sia un gruppo di nuove ragazze che ho conosciuto, sia la lettura de "Le vostre zone erronee". Ho capito che ero semplicemente molto preso dal suo aspetto fisico, e da questa sua aura di fascino ma in realtà sotto sotto è incredibilmente instabile. Mentre parlava con me, diceva di non volersi fidanzare, di stare bene da sola e volersi godere la vita ma poi, dopo poco, ho avuto modo di conoscere il suo nuovo ragazzo. Inutile dire che questa cosa, mi ha fatto quasi piacere: ho capito di averla idealizzata, non conoscendola bene, e adesso riesco perfettamente a vederla per ciò che è. Una bella ragazza, sicuramente, anche matura (forse non su come si relaziona) ma con i suoi bei difetti e le sue grosse instabilità. Adesso la sua presenza mi irrita, perché non sopporto chi mi fa perdere tempo e non è schietto e sincero con me. Non eravamo fatti per stare assieme, non sono il suo tipo, io che apprezzo la schiettezza in una ragazza, mi ero interessato ad una che tutto è tranne che schietta. Pensavo quasi quasi di ringraziarla, mi ha fatto aprire gli occhi in una maniera incredibile.
  2. Bisogno di cambiamenti, consigli?

    Questo forse. Non riesco a uscire con una ragazza che non mi prende tanto per. Sicuramente non ho l'idea di "quella giusta" o cose simili, ma nemmeno quella leggerezza che ti fa dire: okay, usciamo tanto per vedere. Devo provare a ignorare questo mio sentore.
  3. Bisogno di cambiamenti, consigli?

    Ti ringrazio per la tempestiva risposta, purtroppo queste ragazze, benché fossero, a detta di alcuni miei amici, carine, non riuscivano a piacermi fisicamente (si sa, la bellezza è soggettiva). Voglio fare esperienze ma come? Frequento sempre lo stesso circolo sociale, e i membri sono sempre gli stessi, quindi non riesco a conoscere gente nuova. Certo, uscire in strada e parlare alla prima sconosciuta che passa non penso sia la cosa migliore (non sono il tipo): pensavo magari di uscire accompagnato da un amico o meglio, un'amica, e proporre sondaggi inventati alle ragazze che si incontrano. Inoltre, cosa che vorrei davvero poter fare, è fregarmene di tutto: sono il tipo che se va male con una, di quelle che mi prendono ovviamente, sta lì a pensare di aver sbagliato qualcosa e non che magari lei non fosse interessata o che c'era ben poco da fare o semplicemente doveva andare così.
  4. Bisogno di cambiamenti, consigli?

    Salve a tutti, sono un ragazzo di 20 anni che finalmente ha capito di dover cambiare, ma attenzione, per me e non per gli altri. Non sono brutto, né sicuramente bello, ma alla fine la bellezza è soggettiva e non conta tutto, sicuramente sono magro, specie busto e braccia, ma sono così di costituzione e per me non è un problema. Ho molti amici stimati e che mi stimano, una bella famiglia, vari hobbies e una discreta cultura: l'università mi soddisfa e sta andando bene, perciò non posso dire di dover cambiare perché insoddisfatto della mia vita o che altro. Ho capito di dover cambiare atteggiamento dopo il mio ultimo insuccesso con una HB che mi aveva preso molto: fin'ora non sono mai stato fidanzato, vuoi perché nessuna mi avesse mai preso più di tanto vuoi perché non ci so fare con quelle che mi piacciono. Qualche ragazza si è interessata a me, anche in modo piuttosto evidente (e non lo dico per vantarmi, non sono il tipo), ma, non essendo interessato io, l'ho bellamente ignorata. Dopo quest'ultima hb, ho incominciato ad aprire gli occhi: quando mi piace una ragazza, mi faccio prendere dalle emozioni, la penso troppo spesso, e a volte nutro eccessive speranze nella buona riuscita di una frequentazione e, cosa peggiore, ignoro del tutto le altre. Così non va: ogni volta che è andata così, è finita con una sua scusa del tipo "restiamo amici" o simile, questo perché non ho avuto modo di essere me stesso e attrarla. Certo, può darsi che la cosa fosse destinata a non funzionare (dopotutto alcuni amici miei, si comportano come me e sono bellamente fidanzati) ma ho deciso di cambiare per me. Voglio essere totalmente padrone delle mie emozioni, vivere alla leggera questo lato della vita (l'unico su cui sono un po' più pesantuccio, lo ammetto) non idealizzare la solita ragazza di turno, che letture mi consigliate? Ho iniziato "Le vostre zone erronee" e, inutile dirlo, mi sta prendendo moltissimo. Ho letto il "Divest" di Ivan il grande e sto cercando di metabolizzarlo, sia per provarlo su qualcuna di queste hb sia per non sbagliare in futuro. Voi membri che avete sicuramente più esperienza di me, che magari eravate un po' come me e siete riusciti a smussare un po' la vostra personalità, cosa potete consigliarmi?
  5. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Grazie mille, ci proverò!
  6. Secondo voi può funzionare con una che non ha concesso un day 1, benché non ti abbia rifiutato apertamente e con la quale non ci sia chissà che rapporto di amicizia, e che ora si è fidanzata?
  7. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Ci provo, ma non è facile. Tra l'altro frequenta il mio ambiente e spesso la vedo. Cerco di ignorarla ma mi hanno detto che si percepisce tensione tra noi due, cosa che avrei voluto evitare. Vorrei essere totalmente indifferente.
  8. Gestire il rifiuto

    Sono esattamente come te, anzi, mi è anche successa una situazione simile. Il suo rifiuto, tra l'altro velato, nemmeno apertamente purtroppo, mi ha fatto dubitare di me e mi ha fatto capire che ho corso troppo con la testa e che mi sono dato troppe speranze. Bisogna andarci cauti senza però snaturarsi, altrimenti non funzionerà comunque.
  9. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Infatti è quello che penso anche io, ma perché sto cosi? Non voglio perdere altro tempo eppure non sono padrone di me stesso.
  10. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Scusate se riapro la discussione ma ho bisogno di suggerimenti. Non riesco a togliermela dalla testa, ci provo in tutti i modi ma niente. Quando l'ho rivista, mi sono comportato come se nulla fosse, ma quando ha detto che si frequentava con un ragazzo (e mi guardava) ho avuto un nodo alla gola. Razionalmente so che non c'è speranza e che forse ho nutrito troppe speranze ma non appena sento qualcosa su di lei, ritornano le emozioni. Non la sto contattando, ovviamente, e dal vivo cerco di ignorarla del tutto, ma una settimana fa ho saputo che si è fidanzata ufficialmente e questo mi ha fatto male. Continuo a ripetermi che non ne vale la pena, ma sono sempre giù di corda. Parlo tranquillamente con altre ragazze, ma non riesco a trovarle attraenti. Come devo fare?
  11. mi ha dato buca.... insistere o lasciar perdere???

    Hai fatto bene a non insistere per quella sera, l'avrebbe infastidita. Aspetta un po', se non ti contatta lei fatti sentire di nuovo e vedi che ti dice. Se rifiuta di nuovo, meglio lasciar stare.
  12. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Grazie mille, per ora sto facendo due cose su tre. Il tempo aiuterà. Grazie.
  13. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Grazie mille anche a te. Qualche consiglio su come dimenticarla più in fretta?
  14. Friendzone indirietta, ma voglio uscire

    Grazie a tutti delle risposte, Percival, la tua in particolare mi è piaciuta molto. Probabilmente nexterò, per quanto sia preso da lei, non ne ricaverei altro che frustrazione o illusioni e sinceramente non mi va. Resta solo un po' di rammarico ma d'altronde non si può piacere a tutti. Grazie mille.
  15. Salve a tutti, verso Giugno inizio a interessarmi verso un'amica del mio gruppo di uscite: ci conosciamo da un anno e mezzo ma lei è stata fidanzata prima e poi ha avuto un flirt con un mio caro amico (finito male per l'indecisione di lui e la cosa ha creato grandi tensioni nel nostro gruppo). Decido di provarci, e inizio a contattarla sebbene non ci fossimo mai cercati prima. Lei sempre molto fredda e distaccata, in ogni modo partecipa alla vacanza di gruppo in cui io, sbagliando lo so, mi faccio prendere dai sentimenti e faccio il premuroso e l'affettuoso con lei. A fine vacanza, le chiedo di uscire e lei mi dice di sì. Tuttavia sia io che lei dobbiamo ripartire il giorno stesso del ritorno, e quindi non riusciamo a vederci prima di 20 giorni. In questo periodo, la cerco chiedendole come stia ma senza parlare di argomenti troppo profondi, semplicemente per ricordarle che esisto. Lei mi cerca un paio di volte, mi fa anche uno scherzo telefonico, ma nulla di più. Ritornati, le propongo di uscire ma lei, sempre impegnatissima, rimanda sempre. Riusciamo a vederci in gruppo, e secondo una mia amica mi lanciava di sottecchi delle occhiate ma io quella sera avevo deciso di non provarci più di tanto. Nel frattempo un'altra ragazza mi chiede di uscire e acconsento, lei lo viene a sapere e in chat mi sembra abbastanza irritata (mi chiama per nome intero e non vuole dirmi quale sia il problema). Mi faccio sempre risentire io, e lei ha sempre degli impegni (inoltre abita lontano e io non ho ancora la macchina). Una mia cara amica, mia confidente, senza che io le chiedessi di fare alcunché le chiede, in modo molto tranquillo, di me: lei risponde che non è scattata la scintilla, che ha cercato di farmelo capire rimandando sempre e che se fosse stata interessata saremmo sicuramente usciti, che non ha mai visto più di un amico in me e che le dispiace che io ora non la stia più cercando. Adesso, io voglio avere successo con lei e l'ho messa in freeze da più di una settimana ma non so come comportarmi. Dovrei farmi sentire di tanto in tanto e flirtare in modo molto distaccato, o ignorarla del tutto?
×