Vai al contenuto

Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò e andò ad aprire


Know_
 Condividi

Messaggi raccomandati

Know_

NON C'ERA NESSUNO!

Avete presenti le vostre paure? Quell'ansia che a volte vi tiene imprigionati?

Le avete mai sentite quelle dannatissime manette ai polsi, quelle fottute catene alle caviglie?

Io le conosco bene, ho ancora le cicatrici sulla pelle.

Ma è solo da qualche tempo che mi son reso pienamente conto. E d è venuta da se la voglia di liberarmene.

Giorno per giorno, anzi attimo per attimo, cerco di essere, il mio alter ego super eroe, che tanto cerco, e attribuisco ad alcune persone guida.

Ovviamente contemplo che gli errori fanno parte della vita, e anche le dure batoste che ne possono conseguire.

Non cerco la perfezione quindi ma la libertà.

Sta sera, una delle mie più grandi paure/seghe mentali mi si è presentata davanti. Potevo scegliere. Rimanere uno SCHIAVO e star mene al calduccio fra l ovatta, oppure spezzare in mille pezzi quelle fottute fobie e VIVERE. Vi assicuro che l ansia era pesantissima.

Ma?

Ho agito. "Ho aperto la porta", e sapete chi c 'era? Nessuno. O almeno nessun "mostro" che non potessi fare a pezzi.

C"'era la libertà. La vita che voglio. E il me stesso di questa sera era uno con le palle sotto. Sono appena rientrato nella mia dolce e accogliente tana, e qui si sta bene. Ma a dirvi la verità li fuori, a sconfiggere quei fottuti schiavisti interiori si sta ancora meglio.

Ricordatevi sempre che le fobie sono reali, proprio perché voi le considerate tali. E quando vi governano, ricordate, la corona sul capo gliel'avete messa voi.

Se le affrontate, le paure che vi tormentano, spariranno. E sarete liberi.

P.s.

Per concludere la serata alla insegna del vero me. Dopo aver gia sconfitto gran parte dei miei demoni interiori.

Ho rincontrato un tizio molto più grande, che da ragazzino mi umiliò. Provavo una calma interiore spaventosa, soprattutto perché unita a freddissime idee violente. Mi son fermato a parlarci. Credo mi si leggesse negli occhi cosa stessi provando. Ha riprovato ha fare il figo, a rimpostare il suo frame, ma gli si leggeva nel suo stupido viso che aveva paura, era un misero test. Sta volta non gli è andata bene, a parole l ho dominato, e anche fisicamente. Ad un certo punto nel parlare mi ha dato una spintarella. Doveva abbassare la tensione gli stavo a 20 cm io in piedi lui seduto. Bhe gli son tornato a 10 cm col sorrisone stampato e gli occhi da assassino. A ripensarci vado in estasi. E non è questione di dominanza. Non mi forte nulla. E'il vero me. Se avessi avuto uno scontro con quel tipo gli avrei piantato le chiavi della macchina alla gola.

Ma ho saputo gestire alla grande la situazione.

Ora sono io! E son sempre più orgoglioso di me stesso.

Modificato da Know_
  • Mi piace! 5
Link al commento
Condividi su altri siti

dickinson1

Le paure per eliminarle vanno affrontate.

Molti tendono a girare attorno all'ostacolo,ma cosi' non va.

Un cavallo durate una gara cosa fa? Vede l'ostacolo e si ferma,torna indietro o gli gira attorno?

Il cavallo non ha paura e lo salta,magari lo butta giu'.

ma a lui non interessa,ha fatto quello che doveva fare.

La volta successiva conoscendo l'ostacolo saltera' piu' in alto.

Noi dobbiamo essere come dei cavalli ,saltiamo l'ostacolo per mostargli che siamo piu' forti...ma lo possiamo anche abbattere

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...