Jump to content
shinobi

Sondaggio: Quanti F-Close hai ottenuto?

Numero F-Close  

303 members have voted

  1. 1. Quanti F-Close hai ottenuto nella tua vita seducendo le donne?

    • Da 0 a 10 F-Close
      201
    • Da 10 a 25 F-Close
      57
    • Da 25 a 50 F-Close
      20
    • Da 50 a 100 F-Close
      15
    • + di 100 F-Close
      6
    • + di 250 F-Close
      4


Recommended Posts

Jumpy
17 hours ago, senza nome said:

hai del.materiale o siti/libri/corsi/ecc. da cui posso attingere per imparare a "giudicare di meno"/" non giudicare"?

Neanche a farlo apposta... feci questa domanda al mio insegnante un paio di lezioni fa... mi deve far sapere.
Lo scrivo anche come mio promemoria :)

14 hours ago, .screen said:

Ti faccio un esempio palese. Un mio amico doveva venire in vespa con me e l'ho fatto montare dietro. Fra poco non mi toccava neanche quanto aveva paura del contatto fisico con me. Perché aveva una forte repulsione per il contatto fisico maschile.

Ora, lui non l'ho mai sentito dire male di gay o comunque dell'idea di farsi maschi o cose simili. Mai. Quindi non l'ho mai sentito giudicare questa cosa. Eppure se qualcuno gli svelasse che gli piacciono gli uomini.. non sarebbe probabilmente la miglior persona per gestire questa cosa.

Non so se sia la stessa cosa. In example, faccio balli latini ormai da alcuni anni.

Ci son ragazze che ti abbracciano e ti si strusciano addosso senza tanti problemi, indifferentemente dal fatto che siano fidanzate o che il fidanzato possa o no vederle.

Altre che proprio non riescono ad arrivare ad un tale livello di condivisione e di intimità con un uomo che non sia il marito o il fidanzato.

Come se non riuscissero a isolare il fatto che il trasporto che c'è nel ballo, nel 70-80% dei casi, è un trasporto che nasce, cresce e finisce con il ballo.

E viceversa, quasi un colmo dei colmi, un gay dichiaratissimo che balla senza problemi... con le donne ovvio :P

Credo più che altro siano imbarazzi o pippe mentali personali.

14 hours ago, .screen said:

Ho fatto 3 anni di improvvisazione teatrale e ci dicono appunto di non giudicare le proposte e accettarle. Oggi sono entrato in una scena prendendo una scarpa dal pavimento (l'aveva lanciata una ragazza) guardando un mio compagno e urlandogli "ma cazzo Giulio! Tieni sempre in disordine le tue cose!!".

Solo che dato che lui ha un blocco emozionale pazzesco... mi ha rifiutato la proposta con un "ma dai sempre a pensare a ste cose.. vieni ad aiutarmi con i mobili".

[...]

Non è un caso, lo fa sempre. L'alta settimana un mio amico è entrato, gli ha detto "si.. ho scopato tua moglie". E lui ha sorriso senza dire nulla. Maccheccazzo!

Ribattezzai il corso di teatro: "l'arte di cercarsi le figuredimmerda senza farne un problema" :P

Come compitino di fine anno, ho un monologo in dialetto siciliano (da ragazzo passai un mese ad Agrigento: al rientro parlavo mezzo siciliano :P ).

Di prima impronta, fatto senza pensarci tanto, venne neanche tanto male.

Ora che lo devo migliorare e raffinare... sono in difficoltà: mi scatta il giudizio di continuo ed ho una parte del cervello continuamente impegnata a tenerlo a freno :P

Ovvio che, se ti capita durante la recitazione... dall'esterno si nota.

Share this post


Link to post
Share on other sites

senza nome
7 minuti fa, Jumpy ha scritto:

Neanche a farlo apposta... feci questa domanda al mio insegnante un paio di lezioni fa... mi deve far sapere.
Lo scrivo anche come mio promemoria :)

Non so se sia la stessa cosa. In example, faccio balli latini ormai da alcuni anni.

Ci son ragazze che ti abbracciano e ti si strusciano addosso senza tanti problemi, indifferentemente dal fatto che siano fidanzate o che il fidanzato possa o no vederle.

Altre che proprio non riescono ad arrivare ad un tale livello di condivisione e di intimità con un uomo che non sia il marito o il fidanzato.

Come se non riuscissero a isolare il fatto che il trasporto che c'è nel ballo, nel 70-80% dei casi, è un trasporto che nasce, cresce e finisce con il ballo.

E viceversa, quasi un colmo dei colmi, un gay dichiaratissimo che balla senza problemi... con le donne ovvio :P

Credo più che altro siano imbarazzi o pippe mentali personali.

Ribattezzai il corso di teatro: "l'arte di cercarsi le figuredimmerda senza farne un problema" :P

Come compitino di fine anno, ho un monologo in dialetto siciliano (da ragazzo passai un mese ad Agrigento: al rientro parlavo mezzo siciliano :P ).

Di prima impronta, fatto senza pensarci tanto, venne neanche tanto male.

Ora che lo devo migliorare e raffinare... sono in difficoltà: mi scatta il giudizio di continuo ed ho una parte del cervello continuamente impegnata a tenerlo a freno :P

Ovvio che, se ti capita durante la recitazione... dall'esterno si nota.

Grazie. Se mi facessi sapere in seguito, te ne sarei grato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jumpy
1 hour ago, .screen said:

Ora, considerato che andrei dallo psicologo proprio eliminare le pippe mentali, capisci che avrebbe poco senso? O ne trovo uno messo meglio di me o sennò lascio volentieri stare e continuo ad arrangiarmi.

Ebbi modo di seguire in differita, il seminario di uno dei più grandi chitarristi contemporanei... uno dei più grandi nomi al mondo nella chitarra moderna.

Geniale, la sua tecnica sempre a livelli eccelsi... ma didatticamente non mi ha lasciato nulla... perchè per lui, semplicemente, certi passaggi, certe intuizioni gli vengono naturali.

Può farti vedere mille volte "come fa" ma non riuscirebbe a spiegarti com'è arrivato a fare quello che fa.

O come quando andavo a chieder a mio padre (natural) consigli sulle donne... 'ccazzo poteva dirmi? Come fai a spiegare un'attitudine naturale? :P

Quindi IMHO ... anche se è un mezzo squilibrato, se delle cose le ha studiate, può almeno trasmetterti quello che ha studiato per metterti nelle condizioni di applicarlo da solo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Milan85
3 ore fa, Jumpy ha scritto:

Ebbi modo di seguire in differita, il seminario di uno dei più grandi chitarristi contemporanei... uno dei più grandi nomi al mondo nella chitarra moderna.

Geniale, la sua tecnica sempre a livelli eccelsi... ma didatticamente non mi ha lasciato nulla... perchè per lui, semplicemente, certi passaggi, certe intuizioni gli vengono naturali.

Può farti vedere mille volte "come fa" ma non riuscirebbe a spiegarti com'è arrivato a fare quello che fa.

O come quando andavo a chieder a mio padre (natural) consigli sulle donne... 'ccazzo poteva dirmi? Come fai a spiegare un'attitudine naturale? :P

Quindi IMHO ... anche se è un mezzo squilibrato, se delle cose le ha studiate, può almeno trasmetterti quello che ha studiato per metterti nelle condizioni di applicarlo da solo.

Quelli che han molto più successo con le donne in modo natural ho notato che, pur facendo n mila cazzate, fanno alcune cose benissimo. 

Solitamente non sanno spiegare come fanno, ovviamente, e nemmeno quale siano queste cose.

Ma se sono ad un livello vicino al suo io le noto e le capisco, eccome. Poi farle mie è più complesso, ma ci provo. A volte ci riesco pure.

azzardo: non è che il chitarrista è troppo più bravo di te? Ed è per questo motivo che non ti può (per ora) insegnare nulla?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aghori
6 ore fa, Jumpy ha scritto:

Ebbi modo di seguire in differita, il seminario di uno dei più grandi chitarristi contemporanei... uno dei più grandi nomi al mondo nella chitarra moderna.

Geniale, la sua tecnica sempre a livelli eccelsi... ma didatticamente non mi ha lasciato nulla... perchè per lui, semplicemente, certi passaggi, certe intuizioni gli vengono naturali.

Può farti vedere mille volte "come fa" ma non riuscirebbe a spiegarti com'è arrivato a fare quello che fa.

O come quando andavo a chieder a mio padre (natural) consigli sulle donne... 'ccazzo poteva dirmi? Come fai a spiegare un'attitudine naturale? :P

Quindi IMHO ... anche se è un mezzo squilibrato, se delle cose le ha studiate, può almeno trasmetterti quello che ha studiato per metterti nelle condizioni di applicarlo da solo.

OT

di chi parli, Jumpy? 

In realta credo che alcuni per quanto grandi siano semplicemente poco capaci di immedesimarsi in un allievo.

Altri ugualmente grandi lo sono. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jumpy
16 hours ago, Milan85 said:

Solitamente non sanno spiegare come fanno, ovviamente, e nemmeno quale siano queste cose.

 

13 hours ago, To Megatherion said:

In realta credo che alcuni per quanto grandi siano semplicemente poco capaci di immedesimarsi in un allievo.

Appunto ;)

13 hours ago, To Megatherion said:

di chi parli,

Spoiler

Pat Metheny, uno dei miei artisti preferiti di sempre. Seminario in cui la sua stessa presenza era effettivamente l'unico valore aggiunto :P

In quanto ha parlato di cose che più o meno affronta quasi chiunque ha fatto corsi di jazz, improvvisazione e conosce un po' di musica di insieme.

Poi l'impressione che non c'era uno schema, una struttura da seguire, piuttosto più del tipo "ehi ragazzi.. sono Pat Metheny... son qui... a vostra disposizione... chiedetemi cosa volete sapere...". Il che va anche bene... ma non ti lascia nulla di definito.

Seguii invece, in presenza, venne proprio qui vicino,  una lezione aperta con Stef Burns, anche lui non si soffermò su nulla in particolare ma me ne tornai effettivamente con nuovi spunti e conoscendo a menadito diversi pezzi di Vasco: li espose in maniera molto approfondita, quasi maniacale... ossia, quasi ad ogni passaggio si fermava e spiegava "qui ho fatto questo e quest'altro" "di qua ci ho messo questa nota perchè suona meglio di quest'altra", "in questo passaggio quasi tutti usate questo accordo... è sbagliato... il vero accordo è quest'altro"... e così via.

Ho poi un vecchissimo videocorso di Tuck Andress... davvero a livelli stratosferici (la prima volta che sentii in radio Tuck & Patti pensavo che i chitarristi fossero due :P )... ecco "troppo" più bravo di me, però come difficoltà è molto graduale e progressivo.

Certo, alla fine non suoni come lui, ma ti fa capire molto bene il suo modo di vedere la chitarra come un pianoforte in cui puoi suonare e gestire separatamente bassi, accordi e melodia.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
^'V'^
Il 19/5/2017 alle 10:19 , Lilian ha scritto:

Se Io è il vocabolario, devo lasciarMi scrivere il mio linguaggio, ma è proprio Là, che la mia penna si ferma.

Ma almeno abbiamo là seconda nota..

Anche se tra il Mi e il La, c'è il , e il Sol.

Ho suonato il Fa di recente, in questo modo ho toccato il Sol

Ma la melodia mi rapisce completamente, e rischio di rimanere incastrato al Fa(r)-Sol.

Per questo la mia penna si ferma, perché sono rapito dalle note di mezzo, in realtà da ogni nota, ma non riesco a suonare l'Accordo con cui suonarle tutte assieme.

Forse anche adesso sono Là, in questo momento, mentre ti scrivo,

Ma ci capiamo io e te, forse.

...


Protetti, guidati nella caccia, guidati nel sesso...

depositphotos_12836929-stock-photo-beaut

Il mio petalo ha il copyright di qualcun altro :)

Era l'accesso autorizzato alla fonte prima di cui domandavo,

Anche se probabilmente quell'accesso autorizzato posso darmelo solo Io stesso, aggiungendo altre due note :


Do

La via del Re.

Ed in questo modo non posso che trovarmi d'Accordo :)

...
...

La cosa irritante, è trovarsi ad entrare ed uscire dallo State autorizzato, continuamente.

Avrai capito che ho trovato la V che guida i marinai dell'oceano, grazie :

"Sognare non è vivere e desiderare non è sognare. Spingere invece il desiderio fino a sentire il bisogno assoluto di una determinata cosa, spingerlo al punto da sentire di non poter vivere senza di essa: ecco la Chiave che ci apre le porte più massicce, la Forza che demolisce gli ostacoli più insuperabili."

Anche se ai miei occhi restava una domanda, non una risposta.

Perseverando, la V che guida i pirati delle acque, mi ha portato qui :

"Per intraprendere bisogna Sapere; per compiere occorre Volere; per Volere veramente si deve Osare; per Raccogliere in pace i frutti della propria audacia bisogna tacere"


Il che mi riporta al percettivo...

Al :




...

C'è stato altro in mezzo, 

Ma allungherei troppo,

Mi auguro con te che le torce siano guida per tutti, ed i forconi, vengano usati per creare nutrimento. 

Se non torno, tanto mi annoiavo <3

P.s.  :

petalo-di-rosa-san-valentino_19-119092.j

Se vuoi per qualche motivo diventare Re... (io foldo, mi tengo la Jolie con le ali e la Brughiera, l'Outworld).

Beh, ti comunico la formula. 

Do, Re mi fa, Sol la. Sì. 

Era sempre stata lì nella scala vibrazionale. 

Do, Master, Dom. 

Re mi fa. Fammi Re. 

Sol la. Il Sole è là, non ho intenzione di prenderne il posto agli occhi degli human. (cfr charisma Modulo 2, essere uno strumento del Sole). 

Sì. 

Se vuoi essere Re. 

Se per un po' di potere sei disposto ad avere sulla testa la spada pendente delle ignoranze e paure umane, rinunciando alla Vera Vita al di fuori delle mura del castello. 

Tutto intorno e dentro, le mura. 

Do, Re mi fa, Sol la. Sì. 

L'autorità del Re è potere on demand. 

Ha un padrone. Che ha il potere e lo autorizza. 

Do. 

Vox populi, vox dei. 

Essere Re è la forma di schiavitù meglio cammuffata della storia del bondage. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Me stesso
Il 11/10/2013 alle 20:31 , GeorgeKaplan ha scritto:

non venire a presentarmi una LTR se prima non hai almeno fatto il giro di tutte le capitali europee...

Vorrei fossi mio fratello

Edited by Me stesso

Share this post


Link to post
Share on other sites
PINASO
Il 9/10/2013 alle 18:36 , shinobi ha scritto:

Getter ovviamente vale 1.

Lo scopo del sondaggio è capire quanti F-close si abbia ottenuto con la propria esperienza, cioè quante tipe si è sedotto fino ad arrivare alla F-chiusura.

Ovviamente chi è agli inizi avrà avuto meno esperienza, altrimenti non sarebbe qui probabilmente, chi invece mastica un po' di metodo da un po' sicuramente avrà avuto più occasioni e quindi chiusure.

Ps. Si anche io interpreto le parole di Franco nel modo espresso da The seducer. In pratica avere abbastanza compreso la psicologia femminile per non finire a inzerbinarsi, rovinare il rapporto e soffrire di conseguenza come troppo spesso succede a chi non è preparato...

PSS. Ho aggiunto anche il mio voto! Da 10 a 25 (purtroppo però molto più vicino al 10 che al 25...)

Se vai a letto con una donna non hai compreso la psicologia femminile, magari ci va con te perché hai il bel faccino

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lilian
4 ore fa, ^'V'^ ha scritto:

Se vuoi per qualche motivo diventare Re... (io foldo, mi tengo la Jolie con le ali e la Brughiera, l'Outworld).

Beh, ti comunico la formula. 

Do, Re mi fa, Sol la. Sì. 

Era sempre stata lì nella scala vibrazionale. 

Do, Master, Dom. 

Re mi fa. Fammi Re. 

Sol la. Il Sole è là, non ho intenzione di prenderne il posto agli occhi degli human. (cfr charisma Modulo 2, essere uno strumento del Sole). 

Sì. 

Se vuoi essere Re. 

Se per un po' di potere sei disposto ad avere sulla testa la spada pendente delle ignoranze e paure umane, rinunciando alla Vera Vita al di fuori delle mura del castello. 

Tutto intorno e dentro, le mura. 

Do, Re mi fa, Sol la. Sì. 

L'autorità del Re è potere on demand. 

Ha un padrone. Che ha il potere e lo autorizza. 

Do. 

Vox populi, vox dei. 

Essere Re è la forma di schiavitù meglio cammuffata della storia del bondage. 

Rem, più che Re,

Gente che dorme.

Io parlavo del ReMaj(o)

Che porta DoSi esattamente dove deve, per un salto d'ottava.

DoSi di Vera Vita.

...

Sol Re, là 

Fa Re, là,

È un accordo che ho già suonato, una falsa armonia...

...Sol La,

Sono uscito dai recinti,  

Di fronte a me una Key-Board di possibilità...

...Mi muovo tra le pause alla ricerca delle note per accompagnare Là Musica;

Mi richiama a sé una nuova regola di composizione:

Sono Ergo Sum

 

 

 

 

Edited by Lilian

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.