Vai al contenuto

Mi prende in giro o sbaglio io?


marco_pi
 Condividi

Messaggi raccomandati

marco_pi

Ciao a tutti, condivido con voi questa esperienza che sto vivendo e che devo ammettere mi confonde non poco. Il che so che rappresenta già di per se un piccolo problema dato che non dovrebbe darmi motivo di scrivere qui. Ma è cosi.


C’è questa ragazza con cui ho avuto qualche precedente diversi anni fa quando eravamo adolescenti. E’ durata veramente poco e non abbiamo concluso nulla. Nel corso del tempo ci siamo visti per caso di tanto in tanto, ma essendo già impegnato con un altra non mi sono mai sforzato di riaprire la cosa. Sono sempre stato convinto di piacerle e di certo anche lei sa di piacermi.


Adesso ci risentiamo da qualche mese, dopo che lei ha mostrato chiari segnali d’interesse una sera che ci siamo incontrati.

All’inizio niente di speciale, ero ancora a metabolizzare la fine dell’altra storia.

Appena ho iniziato ad insistere un pò di più ha cominciato a fare la principessina stronza - non rispondeva sempre ai messaggi e quando proponevo di vederci inventava sempre qualche scusa.


Non me la prendevo più di tanto, pensavo fosse un gioco e che voleva vedere fin dove arrivavo, ma visto che continuava ho optato per un bel freeze di un paio di settimane. Il quale ha funzionato alla grande in accoppiata al fatto che poi una sera mi ha beccato con un altra.

Mi ha scritto la notte stessa con una frase senza senso e sorrisini vari, di certo per vedere se rispondevo subito e capire se stavo combinando qualcosa con l’altra. E io ovviamente ho risposto il giorno dopo.

Sono stato molto freddo e ho chiuso la conversazione dato che cercava di rifarsi con complimenti e frasi demenziali.


Fin qui tutto ok non fosse che qualche giorno dopo ci ripenso su, mi convinco di essere stato forse troppo duro e la ricontatto. Lei è disponibile, molto più del solito, tanto è vero che qualche giorno dopo ci vediamo, stiamo con alcuni amici e a fine serata restando da soli arrivo al k-close.

Non eccezionale, devo ammetterlo, forse anche per colpa mia visto che provavo ancora rancore verso di lei per via dei suoi atteggiamenti. Che deve aver percepito.

Sta di fatto che la ricontatto un paio di giorni dopo, parliamo un pò e la invito a vederci la sera.

All’inizio ci sta, ma poco prima ci ripensa e dice che non è il caso, che non ha senso che io e lei ci frequentiamo e che è meglio lasciar perdere. Io non mollo, sento aria di ennesimo test, le dico espressamente che mi piace e che voglio vederla. Risponde dicendo che la cosa vale anche per lei ma che forse non prova un interesse forte.

Dice inoltre che quando è con me, anche se non dico o faccio niente, si blocca (questa non l'ho mai capita).

A questo punto devo ammettere che ci sono rimasto un pochino male, visto che ero convinto del contrario. Non mi capacitavo dell’idea perché non ci credevo e sinceramente non ci credo neanche ora; ho commesso l’errore di riscriverle qualche giorno dopo e infatti la cosa non ha portato a nulla.

Giorni dopo mi scrive lei, cose senza senso giusto per parlare, ma chiudo subito.


E’ seguito un freeze di un mese circa durante il quale ci è capitato di incontrarci una volta per caso. Abbiamo riparlato scherzando molto e quando non ero con lei notavo chiaramente che cercava di incrociarmi con lo sguardo.

Nelle settimane seguenti speravo si facesse sentire lei ma non è successo, così mi sono deciso io per l'ennesima volta invitandola a bere qualcosa per l’aperitivo. Sembrava essere felice dell'invito. Si presenta con due ore di ritardo senza avvisare. E per di più con un amico. Vi chiederete cosa stavo a fare ancora li due ore dopo, ma vi assicuro che non ero ad aspettarla, ormai ci avevo rinunciato ed ero con alcuni amici, ma quando è arrivata mi ha visto da solo - sorridente (pessima figura comunque).

Ero abbastanza incazzato ma non ho dato a vederlo e dopo aver scambiato qualche parola in tranquillità con lei e l’amico, notando che anche se in torto continuava a tirarsela, sono andato via.


La rivedo sul tardi in un altro locale e appena mi vede fa gli occhi da cerbiatta e dopo qualche minuto me la ritrovo che mi gironzola intorno guardandomi e sperando le dica qualcosa. Non le ho detto più niente per tutta la sera, aspettando si scusasse lei. Non lo ha fatto. Anzi, notando che non le davo retta è ritornata subito in modalità sono io la principessa. C’è stato qualche sguardo da parte di entrambi, sempre freddo da parte mia. Sono andato via senza salutarla.


A questo punto sarei tentato di cancellarla definitivamente visto che mi fa perdere un sacco di tempo prezioso con i suoi atteggiamenti senza senso e sempre uguali.


Di certo qualcosa l’ho sbagliata anche io, forse tutto dall’inizio, e infatti sono qui per capire. Se poi riuscite anche a farmi capire le sue azioni ve ne sarei grato, visto che io non ci riesco.

Sicuramente le ho dato troppo peso e ho sbagliato a ricontattarla troppo spesso, ma sento di dover essere quello che ha il compito di far accadere le cose e che deve smuoversi per averle.


In generale però riesce sempre a farmi entrare nella testa questa strana idea secondo la quale dovrei sentirmi in colpa io di qualcosa che ho sbagliato a fare. E’ come se non ci fosse un modo corretto di approcciarla. Ti entra in testa e inizi a pensare solo a come fare per fare la cosa giusta. Ma sbagli sempre. E intanto sprechi energia e perdi terreno.

Stavolta però non ci casco, ho capito l’errore di averle dato troppa importanza - cosa che ha fiutato. Non accadrà mai più.


Come procedere?


Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...