Vai al contenuto

Le difficoltà nell'adolescenza ci hanno segnato, anche quando siamo migliorati?


Night_train
 Condividi

Messaggi raccomandati

Night_train

Ciao a tutti,

ieri sera discutevo con un mio amico, che ha una storia simile alla mia. Sarebbe una storia di successo, ma vediamo meglio.

In breve, fino ai 18-19 anni:

  • Enormi difficoltà con ragazze e in generale con le relazioni
  • Nessuna storia
  • Sfottuto come brutto dai compagni
  • Vittima di bullismo (non fisico, ma a dirla tutta avrei preferito un po' di pugni in faccia rispetto allo sfottimento continuo, che neanche volevo andare a scuola ogni mattina)

Gli anni dopo:

  • Palestra
  • Una cultura notevole (e ci credo, dopo che passi tutti i giorni a leggere perché non sai che altro fare, visto che di amici decenti ne hai due, che vedi solo il sabato e la domenica)
  • Non so che altro, visto che parliamo di epoche molto antecedenti a IS
  • Comunque cominciano ad arrivare le donne, e mi capitano tra le mani anche diverse HB 8-9 che mi avrebbero schifato alla grande nei bei tempi andati
  • Scopro la seduzione con The Game (credo di essere stato uno dei primi ad averlo in Italia, in Inglese) e le cose si impennano ancora, credo semplicemente perché correggo tutti gli errori di servilismo e betizzazione che facevo

Insomma, sarebbe una storia di successo, soprattutto se aggiungiamo che quei vecchi compagni di scuola che mi sfottevano oggi dimostrano il doppio della mia età e indossano comode pantofole. Eppure, pensavamo io e il mio amico (che non bazzica la seduzione ma ha avuto bei risultati lo stesso), quella roba delle medie e del liceo, non ci avrà lasciato un segno? Entrambi siamo in LTR da molto tempo. Però, ora come in tutte le storie precedenti, è come se fossimo incapaci di affezionarci realmente a una donna, Siamo sempre a caccia. Credo di avere usato questo concetto anche in un altro post: ci sentiamo come bambini che hanno passato molto tempo a sognare i giocattoli, e ora che li possono comprare non ne hanno mai abbastanza. E la cosa più importante (per me almeno): non mi sono mai sentito veramente "innamorato".

Vorrei evitare equivoci. Ovvio che tutti vogliamo farcene molte, mica sto qui a cercare giustificazioni per non passare come il comunissimo "vecchio porco". E' che a volte non mi interessa neanche finirci a letto con una ragazza, che magari manco mi ispira più di tanto, e che vale 10 volte meno della mia LTR. Però faccio di tutto per averla. Voglio sapere che sono interessante ai suoi occhi, che mi vuole e che si toglierebbe i vestiti per me. E ogni volta mi stupisco perché istintivamente mi chiedo "ma che ci troverà in me questa qui?".

Per chiudere: quegli anni di carestia e desideri frustrati ci hanno lasciato un segno, una fame atavica? Incapaci di accontentarci di una donna, per quanto di valore? O è una vendetta? Siamo diventati stronzi ad alti livelli per quello, o lo saremmo stati comunque?

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

Samurai;)

Ciao! Ho circa 15 anni meno di te ma noto gli stessi segni

Fino alla tua stessa età:

Nessuna storia

Invisibile (a parte per una ragazzina che ha fatto di tutto per avermi..)

Circolo sociale quasi inesistente

Negli anni seguenti ho le prime storielle, poi la prima storia dove siamo entrambi molto coinvolti. Finisce. Da quella volta ho avuto diverse frequentazioni, storie ecc ma non son più rimasto così coinvolto ed è stata e continua ad essere una continua ricerca di conferme: dopo un paio di mesi con una ragazza comincio a cercare altri feedback e riesco ad essere naturale solo quando la ragazza con cui interagisco la reputo in qualche modo non superiore a me. In questi casi son spesso loro a fare il primo passo. Conosco bene i flirt fatti solo per vedere fin dove si spingono. Non è una bella cosa, è come una corsa consumistica verso la nuova persona che si interessa a noi.

Link al commento
Condividi su altri siti

Connor

Se fossi davvero stronzo non ti chiederesti "questa cosa ci trova in me".

Se pensi di avere comunque un tuo equilibrio ti sconsiglierei di indagare a fondo la faccenda.

Se invece avverti la tua situazione come un disagio, ti suggerire di cercare in tempi precedenti a quelli che hai descritto.

Saluti

C.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Paolo1986

Ho 29 anni...anche io ho avuto una brutta adolescenza, i miei mi costrinsero ad andare al liceo classico che non mi piaceva,ero scarso,ero insicuro, non sapevo fare nulla ed inoltre non avevo personalità/assertività quindi ero succube del pensiero altrui e di quello che facevano gli altri. Poi andando all'università sono maturato ed ho capito tutte le mie lacune, ho sviluppato la mia assertività/personalità, ho seguito ciò che mi interessava e sono diventato molto più indipendente dagli altri. Dai 20 in poi sono cambiato radicalmente ed ho avuto una grande crescita. Io consiglio a tutti di trovare la forza interiore per cambiare e mandare a fanculo tutte le ancore negative e darci al miglioramento giorno per giorno! E ciò che consiglio,state lontanissimi da persone pessimiste che vi abbassano il frame!!!! Chi sta con chi galoppa impara a galoppare!

  • Mi piace! 4
Link al commento
Condividi su altri siti

IO.SI.TU.NO

Secondo me quegli anni difficili ti hanno lasciato un segno, non in termini di fame atavica di figa come dici tu (visto che poi con alcune nemmeno ti importa finirci a letto), ma in termini di insicurezza personale...evidentemente hai ancora bisogno dell'approvazione altrui per sentirti attraente.

Questo in ogni caso credo sia uno dei pochi lati negativi...la crescita personale l'hai avuta e gli anni difficili ti hanno fatto capire molte cose ad altri sconosciuti.

Il fatto di non riuscire ad amare, soprattutto ora che sei in LTR, mi fa pensare a 2 cose:

1 non sei caratterialmente portato per le relazioni lunghe e impegnative

2 cambia ragazza, probabilmente ci stai insieme solo per una sorta di comodità data dal tempo

Modificato da IO.SI.TU.NO
Link al commento
Condividi su altri siti

Night_train

Prima di tutto grazie per i vostri commenti.

La definizione di Samurai ("corsa consumistica") mi piace proprio e rispecchia quello che penso di questa situazione. Non è proprio un disagio, Connor. Vivo tutto sommato bene. E' solo una riflessione sulla mia corsa continua, appunto.

La mia LTR non la cambierei, non ci sto per comodità ma perché abbiamo testato bene e siamo compatibili a tutti i livelli. E ripeto, molte di quelle con cui gioco non ne valgono neanche un decimo. Questo a volte mi dispiace veramente tanto. Anche perché, per quanto io rispetti i teorici della non monogamia (Aivia in primis), io sento Il rimorso di poter fare del male a qualcuno che mi ha scelto. Ma il giorno dopo ricomincio daccapo.

Forse è carattere, iosì (tanto per abbreviare il nome...). Ma appunto, il carattere ce lo formiamo nell'adolescenza. Intendiamoci, sono felice di aver superato tutto. Come molti qui, mi sento euforico a dire "ce l'ho fatta" dopo una partenza così scarsa, e sicuramente voglio verificare continuamente che è tutto vero. Forse mi manca qualcosa nell'affettività, ma ho imparato a viverci, anche se il vecchio Wilde mi fa pensare ("Cosa guadagna un uomo se conquista il mondo e perde l'anima sua?"). Chissà se qualche PUA di successo qui si è fatto la stessa domanda.

P.S. (off topic alla grande): comunque, quando vedo un ragazzino sfottuto dagli altri mi sale il sangue agli occhi. Un paio di volte sono intervenuto che sembravo il padre. Per quelli più giovani qui intorno: non fatelo mai, anche se vi sembra qualcosa di banale. Molti non si rendono conto di quanto faccia male. Il vostro amico vi odierà per tutta la vita, e voi neanche vi ricorderete il perché.

  • Mi piace! 5
Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 mesi dopo...
spankers

Stessa cosa per me, adolescenza deludente a causa di una statura ridotta a cui si e` aggiunto il fatto di aver fatto la "primina", mi concentro sullo studio e sullo sport, ma viro inevitabilmente ad essere un nerd dedicando il poco tempo libero a fumetti, videogames e film. Finisco l'universita` a 23 anni e mi trasferisco all'estero per conto mio, senza soldi e senza appoggi. Lavoro importante, giro il mondo. Un paio di relazioni importanti, attualmente in LTR, ho sempre la sensazione addosso di non aver vissuto certe cose, di essermi divertito poco e niente, e di aver avuto troppe poche donne, per il resto mi va bene.

Dottore, e` grave?

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 mesi dopo...
Deckard87

Io è una domanda che mi faccio spesso...e cioè se in futuro rimpiangerò mai il passato.

Sto ancora facendo un percorso per uscirne e per dire "ce l'ho fatta" e la cosa che già ora mi da più fastidio è pensare ad aver perso tempo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...