Vai al contenuto

Da una vita di tutto, al nulla. Cronaca delle mie inaspettate sofferenze


 Condividi

Messaggi raccomandati

Fedox

Cari amici

vi scrivo la mia storia per condividerla con voi, probabilmente piu esperti e meno coinvolti.

Non solo per avere un consiglio pragmatico, ma anche per conoscere la vostra opinione a riguardo.

Iniziamo dal principio, sarà doloroso ma ripercorrerò i miei ultimi 4 anni di vita relazionale.

La conobbi per caso. Lei è di un paesino vicino la mia città.

Lei è piu piccola di me di 4 anni, ci prendiamo. Lei è ingenua e dolce.

Una domenica d'estate viene e ci incontriamo alla stazione centrale della mia città: è un fulmine. Lei mi guarda, io la guardo, sorride in un modo che non avevo mai visto.

Da lì è stato un capitombolo di emozioni. Ogni settimana viene a trovarmi, prende il treno prestissimo per stare da me la mattina, e passiamo bellissime giornate insieme. Mi conosce cosi poco, ma dimostra un attaccamento a me che mi sorprende, travolge, non mi fa capire piu niente. Io studiavo all'università, lei finiva la scuola al suo paese. Ma ogni santo fine settimana trovava il modo, lei, di correre da me. Una storia assurda, improbabile, bellissima. Mi ha corteggiato in maniera assurda

Tempo pochi mesi mesi mi invita ad andarla a trovarla a casa sua. Imbarazzato ma preso, mi coinvolge nel suo mondo , iniziamo a girare in tutti i paesetti bellissimi della sua terra, ed il coinvolgimento fisico e sessuale è stato subito travolgente: io sono stato il suo primo.

Stiamo bene. Il rapporto è caratterizzato da un mio atteggiamento protettivo nei suoi confronti, continuamente affascinato dal suo essere semplice e totalmente dedicata a me. Passiamo anni, in cui le faccio scoprire tantissime cose, vediamo tantissimi posti, le insegno tante cose, la porto a casa mia, nei miei posti. Lei negli anni fa gesti meravigliosi nei miei confronti. Mi sta vicino in momenti difficili della mia vita, molto.

Finisce la scuola, inizia l'università.

Inizia lo stress, non va benissimo. Lei ha avuto per anni il paragone con me, che ho sempre avuto risultati eccellenti negli studi. Vedo che inizia a sentirsi inadeguata. Insicura. Piano piano si blocca...

Diventa gelosa in maniera morbosa. Iniziano le scenate, totalmente irrazionali, anche imbarazzanti. A volte piange dicendo che lei non mi piace . Terrorizzata che possa trovare qualcuna di meglio. Piano piano inizia a guardarmi con occhi diversi...forse invidia? Un immotivato rancore ogni tanto intravedo nei suoi comportamenti verso di me. Iniziano i litigi, sempre piu frequenti, sempre piu futili. Sempre per la gelosia, inizio a sentire il peso. Piano piano lei smette di parlarmi come faceva un tempo. Stavamo comunque sempre insieme, io ne sono sempre stato sinceramente innamorato, e anche quando la situazione diventava difficile per me, le stavo vicino. Ho anche allentato i rapporti con i miei amici, per stare con lei. Per un periodo ero cosi saturo dei suoi comportamenti anomali che mi sono allontanato: non ho mai pensato di lasciarla, ma ero meno entusiasta.

Nell'ultimo anno la situazione è precipitata: la sua gelosia, diffidenza, meccanismi ormai di un immotivato rancore verso di me, rendevano tutto pesante e difficile. In compagnia, tendeva a maltrattarmi, come a volermi screditare. Si è trasformata.

Dalla ragazza ingenua, dolce, innocente che ha fatto cose commoventi per me ogni giorno, tutti i giorni, per anni, era diventata una cosa strana, una ragazza con cui condividevamo grande passione sessuale, ma il dialogo lo aveva azzerato, ed un sottile meccanismo di rancore e mobbing aveva preso piede nei miei confronti.

Continuano le scenate, a volte i pianti, e la colpa è sempre mia.

Di punto in bianco, mentre con sforzi cercavo di far tornare l cose come prima, smette ogni comunicazione affettiva. Chiude un interruttore. Chiude la relazione. LEI che poche settimane prima tremava di gelosia.

Mi rovesca contro un veleno assurdo, manipolando il passato, rinnegando tutto quello che aveva fatto e spergiurato.

C'è un altro, sicuramente. Lo ha "quasi" ammesso. Mi ha seppellito di falsità, è totalmente una persona diversa.

Cerca costantemente l'approvazione di chi non la considera, cosa che prima non faceva.

Vi dico solo che in questi ultimi 2 mesi è stata in grado di avere un comportamento, nei mei confronti, di una crudeltà, di una indifferenza, ma anche di un falsità...che sono totalmente impensabili da parte della persona che ho conosciuto e vissuto per anni. E' trasformata: ha iniziato a frequentare gente "diversa", temo.

Come è possibile avere un così radicale cambiamento, un atteggiamento di rancore totalmente immotivato, quasi di cattiveria, nei confronti della persoan con cui hai condiviso tutto, e dico tutto, e che ti ha dato tutto ?

Io oggi sono un professionista di successo, ....ma mi sento svuotato, amareggiato, depresso, incredulo. Sono stato colpito nel piu intimo negli affetti e provo un senso di disgusto e tradimento da parte di chi non me lo aspettavo.

Come fare? Mi manca..la rivoglio con me. L'attrazione che lei aveva per me era una cosa inarrestabile, e umanamente nonostante le cose che mi ha fatto sono legato a lei:è la persona piu vicina che ho. Ma de facto ora è come fosse una estranea..è un paradosso che mi fa stare male.

Come è possibile che improvvisamente dalla persona che era il suo mondo si comporta come le fossi totalmente indifferente? O addirittura mi abbia sostituito con qualcuno appena conosciuto? Tutto quello che voleva desiderava fino a distruggersi ora non vale piu, bensì vale l'opposto?

E' normale una cosa cosi?

Cosa posso fare? tagliare le comunicazioni la getterebbero ancora di piu nelle braccia del coglioclone temo, ma ora quasi non mi parla piu.

Modificato da Fedox
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Leopard85

Cari amici

vi scrivo la mia storia per condividerla con voi, probabilmente piu esperti e meno coinvolti.

Non solo per avere un consiglio pragmatico, ma anche per conoscere la vostra opinione a riguardo.

Iniziamo dal principio, sarà doloroso ma ripercorrerò i miei ultimi 4 anni di vita relazionale.

La conobbi per caso. Lei è di un paesino vicino la mia città.

Lei è piu piccola di me di 4 anni, ci prendiamo. Lei è ingenua e dolce.

Una domenica d'estate viene e ci incontriamo alla stazione centrale della mia città: è un fulmine. Lei mi guarda, io la guardo, sorride in un modo che non avevo mai visto.

Da lì è stato un capitombolo di emozioni. Ogni settimana viene a trovarmi, prende il treno prestissimo per stare da me la mattina, e passiamo bellissime giornate insieme. Mi conosce cosi poco, ma dimostra un attaccamento a me che mi sorprende, travolge, non mi fa capire piu niente. Io studiavo all'università, lei finiva la scuola al suo paese. Ma ogni santo fine settimana trovava il modo, lei, di correre da me. Una storia assurda, improbabile, bellissima. Mi ha corteggiato in maniera assurda

Tempo pochi mesi mesi mi invita ad andarla a trovarla a casa sua. Imbarazzato ma preso, mi coinvolge nel suo mondo , iniziamo a girare in tutti i paesetti bellissimi della sua terra, ed il coinvolgimento fisico e sessuale è stato subito travolgente: io sono stato il suo primo.

Stiamo bene. Il rapporto è caratterizzato da un mio atteggiamento protettivo nei suoi confronti, continuamente affascinato dal suo essere semplice e totalmente dedicata a me. Passiamo anni, in cui le faccio scoprire tantissime cose, vediamo tantissimi posti, le insegno tante cose, la porto a casa mia, nei miei posti. Lei negli anni fa gesti meravigliosi nei miei confronti. Mi sta vicino in momenti difficili della mia vita, molto.

Finisce la scuola, inizia l'università.

Inizia lo stress, non va benissimo. Lei ha avuto per anni il paragone con me, che ho sempre avuto risultati eccellenti negli studi. Vedo che inizia a sentirsi inadeguata. Insicura. Piano piano si blocca...

Diventa gelosa in maniera morbosa. Iniziano le scenate, totalmente irrazionali, anche imbarazzanti. A volte piange dicendo che lei non mi piace . Terrorizzata che possa trovare qualcuna di meglio. Piano piano inizia a guardarmi con occhi diversi...forse invidia? Un immotivato rancore ogni tanto intravedo nei suoi comportamenti verso di me. Iniziano i litigi, sempre piu frequenti, sempre piu futili. Sempre per la gelosia, inizio a sentire il peso. Piano piano lei smette di parlarmi come faceva un tempo. Stavamo comunque sempre insieme, io ne sono sempre stato sinceramente innamorato, e anche quando la situazione diventava difficile per me, le stavo vicino. Ho anche allentato i rapporti con i miei amici, per stare con lei. Per un periodo ero cosi saturo dei suoi comportamenti anomali che mi sono allontanato: non ho mai pensato di lasciarla, ma ero meno entusiasta.

Nell'ultimo anno la situazione è precipitata: la sua gelosia, diffidenza, meccanismi ormai di un immotivato rancore verso di me, rendevano tutto pesante e difficile. In compagnia, tendeva a maltrattarmi, come a volermi screditare. Si è trasformata.

Dalla ragazza ingenua, dolce, innocente che ha fatto cose commoventi per me ogni giorno, tutti i giorni, per anni, era diventata una cosa strana, una ragazza con cui condividevamo grande passione sessuale, ma il dialogo lo aveva azzerato, ed un sottile meccanismo di rancore e mobbing aveva preso piede nei miei confronti.

Continuano le scenate, a volte i pianti, e la colpa è sempre mia.

Di punto in bianco, mentre con sforzi cercavo di far tornare l cose come prima, smette ogni comunicazione affettiva. Chiude un interruttore. Chiude la relazione. LEI che poche settimane prima tremava di gelosia.

Mi rovesca contro un veleno assurdo, manipolando il passato, rinnegando tutto quello che aveva fatto e spergiurato.

C'è un altro, sicuramente. Lo ha "quasi" ammesso. Mi ha seppellito di falsità, è totalmente una persona diversa.

Cerca costantemente l'approvazione di chi non la considera, cosa che prima non faceva.

Vi dico solo che in questi ultimi 2 mesi è stata in grado di avere un comportamento, nei mei confronti, di una crudeltà, di una indifferenza, ma anche di un falsità...che sono totalmente impensabili da parte della persona che ho conosciuto e vissuto per anni. E' trasformata: ha iniziato a frequentare gente "diversa", temo.

Come è possibile avere un così radicale cambiamento, un atteggiamento di rancore totalmente immotivato, quasi di cattiveria, nei confronti della persoan con cui hai condiviso tutto, e dico tutto, e che ti ha dato tutto ?

Io oggi sono un professionista di successo, ....ma mi sento svuotato, amareggiato, depresso, incredulo. Sono stato colpito nel piu intimo negli affetti e provo un senso di disgusto e tradimento da parte di chi non me lo aspettavo.

Come fare? Mi manca..la rivoglio con me. L'attrazione che lei aveva per me era una cosa inarrestabile, e umanamente nonostante le cose che mi ha fatto sono legato a lei:è la persona piu vicina che ho. Ma de facto ora è come fosse una estranea..è un paradosso che mi fa stare male.

Come è possibile che improvvisamente dalla persona che era il suo mondo si comporta come le fossi totalmente indifferente? O addirittura mi abbia sostituito con qualcuno appena conosciuto? Tutto quello che voleva desiderava fino a distruggersi ora non vale piu, bensì vale l'opposto?

E' normale una cosa cosi?

Cosa posso fare? tagliare le comunicazioni la getterebbero ancora di piu nelle braccia del coglioclone temo, ma ora quasi non mi parla piu.

Non ho mai avuto relazioni a lungo termine ma per quello che ho letto qua, sembra un classico. Di discussioni come la tua ne ho lette a palate.

Che dire, sembra che vada a finire quasi sempre cosi. Se leggi il manuale di Franco, Manual of Seduction http://www.italianseduction.club/forum/t-46934-franco-la-raccolta/ sembra quasi un comportamento standard ed almeno il manuale spiega perche va a finire cosi.

Ps: l'ho letto almeno 3 volte questo manuale, ogni volta ti apre la mente anche se lo trovo un po cinico.

Link al commento
Condividi su altri siti

Fedox

Esiste un modo,qualsiasi esso sia, per far invertire questo processo distruttivo? Mi manca, come persona, umanamente.

La scintilla é stata un altro, lo sò. E probabilmemte ci si vede, e piu qiesto le parla e la vede piu lei ha allentato i contatti. Prima sesso ma freddezza, poi incontri freddi, poi solo chat, ora semlre meno... una discesa vertiginosa.

Lei ha un mondo di emozioni sensazioni e vita con me enorme, e mi sono accorto che psicologicamemte lo ha affossato, manipolato, in modo quasi patologico.

Razionalmente io ho tutto per essere migliore di chiunque esso sia...come esperienze passate e credo cm uomo. Ma mi sono sicuro inzerbinato : fini a 3 mesi fa lei sbroccava perche le mandavo pochi sms ora nn scrive e non risponde..prima mi stalkerava su facebook ora è fissa co chissa chi.

Abbiamo un mondo di complicitá di cose nostre di dolcezze di sesso..

Ha sbroccato totalmente.

Cosa devo fare per riaverla, qualsiasi cosa. Avete consigli sensati? Fino ad ora ogni giorno è stato peggio e non la vedo da un mese.

Link al commento
Condividi su altri siti

jack frusciante

La situazione è davvero messa male! Scusa la franchezza...non è più un discorso di inzerbinamento da parte tua o il coglioclone di turno ! Lei ha attuato una svalutazione totale nei tuoi confronti.. Non è normale se e' immotivata...almeno nella superficie! Hai davanti un bel problema! Innanzitutto..meglio che ti calmi e ritrovi un minimo di pace interiore.. Perché non dipende purtroppo molto da te ,il suo ritorno! Non vedo soluzioni in proposito mi dispiace dirlo ! Con qualsiasi tattica attuabile.. Non vedo uno spiraglio! Ha attuato una specie di autodistruzione irreversibile! E' un attacco da parte sua nei tuoi confronti, non del rapporto! Per questo dico non vedo tattiche attuabili (mi dispiace) . Posso però forse individuare due probabili motivi : 1)lei ti sta dando la colpa per la fine del rapporto (attuato invece da lei) perché forse in passato le hai "fatto" o causato .. Una grossa delusione interiore che non ti ha mai comunicato! Ma deve essere un qualcosa successo tempo addietro che le ha provocato un senso di "odio" nei tuoi confronti,e il fatto che tu non ti sei curato della cosa(a modo suo)a provocato questo processo mentale di crudeltà nei tuoi confronti! In poche parole ce l'ha a morte con te .. Anche a costo di rimetterci 2000 euro farebbe qualcosa contro di te! E il motivo non te lo direbbe mai più! Teoria un po' assurda .. Ma le donne sanno esserlo ! 2)personalità borderline! Potrebbe essere.. E' passata da un iperidealizazzione a una svalutazione totale..quasi fossi uno sconosciuto! I tratti ci sono ma la durata del rapporto mi fa titubare ! In questo caso ci sono una miriade di articoli , post e manuali vari! Su cui ti puoi documentare ! In ogni caso ascolta me un attimo.. Comincia seriamente a pensare al tuo bene! Comincia a distaccarti da questa persona.. Vuole il tuo male in maniera sistematica ! Dimentica la persona che conoscevi e' morta ..non esiste più! Il suo nuovo io ti può causare grossi problemi anche di natura depressiva ! Vedo che sei molto innamorato e attaccato.. Attiva il processo inverso.. E comincia a pensare al tuo bene! Tutto questo ti sembrerà esagerato a dir poco ! Però ogni giorno che realizzerai a poco a poco ..sempre di più di una realtà simile ti può causare un forte stress! Quindi io al tuo posto comincerei a valutare anche questa realtà per quanto possa sembrare assurda ! Naturalmente spero vivamente di sbagliarmi totalmente.. Good Luck

Link al commento
Condividi su altri siti

Fedox

Non so cosa pensare. Si, di fatto ha attuato una svalutazione incredibile nei miei confronti...rancori,credo invidie. Ha una autostima molto bassa..cercava continuamente conferme in me. Ora è come trasformata, mi sembra interpreti un personaggio.

Non lo so..sò solo che ha covato e cova ancora dei rancori innaturali, ha sofferto di gelosia morbosa senza nessun motivo e credo cje inconsciamemte me ne fa una colpa. Ed ora si sta vendicando? Non lo sò Se è borderline...

Ma mi serve una mano concreta perche non posso sopportare di vederla come fosse un altra persona magari a rovinarsi con qualche coglione rimediato all'ultimo.

Abbiamo un patrimonio di attrazioni ed emozioni: come usarlo per riavvicinarla?

Link al commento
Condividi su altri siti

Namasdei

Ciao Fedox, sarò sincero e crudo.

Al momento non hai la minima speranza di riavvicinarti a lei e forse non l'avrai mai più, sei stato il suo primo amore, avete condiviso tutto, tu le hai dato molto e lei lo ho dato a te ma con sincerità penso che questa storia sia un capitolo ormai chiuso, un qualcosa da consegnare ai libri di storia.

So che non mi crederai, so anche che stai pensando che mi sbaglio, che lei è diversa dalle altre, lei è morale, lei ha la testa sulle spalle, ha sani principi e via dicendo.

Ma la verità è che avete condiviso ogni cosa ormai, la vostra storia sarebbe dovuta arrivare ad un nuovo step, purtroppo ad un certo punto o ti sposi o ti lasci.

Lei ha deciso di mollarti e ti scarica tutto addosso in quanto aveva delle aspettative che non sono state mantenute.

Dovresti completare tagliare con lei, bloccala ovunque, diventa un fantasma e dalle tremare la terra sotto i piedi, toglile le certezze che ha in questo momento e cioè che tu le sbavi dietro.

Diventa un fantasma e pensa a te stesso, lavoro su te stesso, ripensa agli errori commessi così sarai pronto per altre esperienze future.

Sai fanno tutte così, la mia mi molló 1 anni fa dal nulla, senza segnali, senza il minimo avvertimento.

Una mattina si è alzata ed ha buttato nel cesso 7 anni, progetti insieme ed una quasi convivenza e tutto per un coglioclone durato meno di una mosca d'estate.

Ho sofferto, ma ne sono uscito, non l'ho mai contattata, lei tornò, ci feci sesso e la mandi via.

Me ne sono anche pentito, perché avrei dovuto non considerarla.

Oggi sto con un'altra, non ho aspettative, me la godo giorno per giorno, ma so con certezza che non soffrirò come la prima volta.

Sai cosa c'è anche?

Frequentane altre e la tua One ti sembrerà una nullità al confronto, non all'inizio certo ma con il tempo capirai che vedere lei non è come vedere l'apparizione della Madonna.

Pensa a te, te lo meriti dopo 4 anni anche perché con sincerità ti dico, "sta storia è morta" !!

Link al commento
Condividi su altri siti

Leopard85

Non puoi fare niente nell'immediato che non sia peggiorare le cose. Con la mia oneitis di 4 anni fa è andata a finire allo stesso modo, la devo ringraziare perche è stata lei a tagliare del tutto con me, bloccandomi ovunque sui social e non facendosi piu vedere nell'ambiente che frequentavo, ponendo fine alla mia agonia.

Ad oggi non l'ho piu vista e sto sotto con altre... tranquillo il giro si ripete.

Link al commento
Condividi su altri siti

BrianBoru

Lascia perdere. Ormai è di un altro.

Il suo atteggiamento finto geloso e tutto il resto era finalizzato a trovare una giustificazione per lasciarti. Per lasciarti ha imparato a considerarti una merda. Va da se che non la riconquisti in nessun modo. Lasciala andare. Non farla soffrire ancora riprovando a conquistarla. Dalle l'ultima goccia del tuo amore.

E trovatene un'altra.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Essere Tricky

Hey amico, leggendo la tua storia...ho letto la mia. La trovi in "Bene. E' ora della mia storia".

Identica alla mia...prima ero il suo tutto, adesso valgo zero. In pochi mesi si è trasformata... era sempre nervosa quando stava con me, incazzata, rancorosa. Mi maltrattava ma pretendeva massimo rispetto.

Un giorno, dopo una litigata per me come le altre, se n'è andata...dicendo che voleva stare sola.

Tutte chiacchiere. Il giorno dopo si vedeva con un altro, poi si è messa con un altro ancora.

Lo so, a te sembra assurdo. Sembra assurdo che la lei con cui ha passato tanti anni sia diversa.

Esce con persone che prima non aveva mai frequentato? E' normale.

Cosa devi fare? Fuggire. Io ho raccolto i miei cocci, il giorno stesso, e sono sparito.

Per un mese ho continuato a morire leggendo stati su whatsapp, facebook e altro. Stavo malissimo.

L'ho cancellata dappertutto. Non vedo più nulla di Lei... niente del suo nuovo amore, niente della sua nuova felicità. Il nulla più assoluto

Questo mi ha aiutato e ora, a distanza di 4 mesi e mezzo, sto meglio. Si ricomincia a igranare, piano piano...tra alti e bassi.

Ma vai via, da Lei. Fuggi. Non restare a farti del male, accetta la cosa. Lo so, a pensarci ti gira la testa.

Non è più Lei, non è più quella ragazza di cui ti sei innamorato. Si trasformano, diventano mostri, come nel video di Istrice dei Subsonica.

Ricordati sempre: La fame va e viene, ma la dignità una volta persa non torna mai più.

Custodisci la tua dignità, chiudi ogni ponte, piangi, vivi il tuo dolore. Ma stacca la spina, il prima possibile.

Per loro valiamo nulla, in un certo momento. Probabilmente non abbiamo nemmeno colpe reali, tranne l'adagiarsi un pò sugli allori.

Impareremo dagli errori, tutti quanti. Parla con altre ragazze, anche in amicizia. A me ha aiutato molto.

Forza e coraggio

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Fedox

Grazie delle vostre parole.

Mi chiedo, davvero non c'è nulla da fare? Se non mettere una pietra tombale senza nessun tentativo?

Davvero io, con tutto quello che sono stato e che valgo ( e vi assicuro che al 100% chiunque stia conoscendo non può valere che un decimo di me...senza falsa modestia) non posso fare nulla ?

Io le ho fatto perdere al testa, l'ho fatta piangere e tremare, le ho insegnato tutto.

Davvero non ho alcuna leva per riaverla? E' la scelta piu facile, andarseme, o l'unica?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...