Jump to content

Focalizzazione


mad4hb
 Share

Recommended Posts

mad4hb

Dopo tanto tanto tempo che ho passato più nella Real life che sul Forum, sento il bisogno di fermarmi e riflettere. Come sapete a me piace farlo con voi, perché qui trovo pensieri paralleli ai miei che mi permettono di allargare le mie vedute senza scadere nel banale o nella semplice pacca sulla spalla.

Ragazzi, vi ringrazio in anticipo perché so che anche solo avere un posto dove scrivere e condividere i miei pensieri ed i miei dubbi è una cosa più che positiva, quasi inestimabile.

Dopo questa doverosa introduzione, voglio passare al succo del discorso. Non so se riuscirò ad essere succinto, credo proprio che ne uscirà una lunga riflessione fiume, mi auguro che possa servire ad altri oltre che a me.

Per chi non mi conosce, faccio un breve riassunto delle puntate precedenti.

La mia vera carriera di ex-afc è iniziata pochi mesi fa, quando mi sono fermato a riflettere ed ho capito che dovevo rimboccarmi le maniche e darmi veramente da fare prendendo i miei rischi, ma ottenendo finalmente SODDISFAZIONI (naturalmente non parlo solo di donne, è un discorso a tutto tondo). Per chi vuole dettagli, può trovarli qui (scusate l'autocitazione).

Da allora ho iniziato a SENTIRE profondamente quello che ho scritto nel thread citato, ovvero ad ESSERE PADRONE dei miei pensieri e delle mie azioni.

Credevo che la cosa non sarebbe stata facile per me, ma alla fine è stata molto più che semplice, naturale, e mi ha permesso finalmente di imparare tantissimo su di me e sugli altri.

In questo periodo ho sviluppato molti concetti, quasi una nuova filosofia di vita, che era in me ma non emergeva con naturalezza. Solo alcuni di questi ho potuto condividerli con voi, principalmente a causa della mancanza di tempo, ma anche e forse soprattutto per motivi di riservatezza che non posso spiegare. Vi chiedo scusa e vi prometto che presto vi renderò partecipi di questi pensieri, anche perché ho bisogno del vostro parere.

Come risultato di questa nuova filosofia di vita, in questo priodo sono stato dorgato di vita, ho fatto un sacco di esperienze e soprattutto di errori, ho visto cose e conosciuto persone che non avrei mai creduto possibili e reali. Questo è stato un continuo e sistematico "uscire dalla sfera di fiducia". Ora mi sento un po' logoro ed ho bisogno di ricucire i pezzettini di me che ho trovato strada facendo e magari ricostruire una personalità più grande.

La cosa principale che mi assilla è che... (datemi un attimo e vi sembrerà meno strano quanto sto per dirvi) non mi sento un ragazzo, e le ragazze non mi interessano più di tanto.

Attualmente desidero essere un UOMO, e cerco DONNE.

Forse è meglio che prima di continuare con frasi arrampicate spieghi quello che intendo.

Tante ragazze ho conosciuto, ma veramente poche donne. La differenza non è l'età. Secondo me la differenza tra una ragazza ed una donna è nell'atteggiamento, nell'approccio alla vita. Simile a quanto accade per noi maschietti: la differenza tra un ragazzo ed un uomo è nell'assumersi responsabilità, essere disposto al sacrificio per altri. Ma, attenzione, non per chiunque. Sto parlando di uomini e donne, non di santi! La differenza quindi è anche nella scelta, che è ancora una responsabilità, in fin dei conti.

Forse la sto facendo "fuori dal vaso", forse perlare di serietà e focalizzazione qui, in un forum dedicato alla seduzione è un po' come bestemmiare nel Vaticano. Quello di cui sto parlando, però, non è il passaggio ad una vita monastica di sacrifici e rinunce, tutt'altro. Il mio motivo è proprio eliminare stress, quello che deriva dallo spargere energie in giro senza raccoglierne nulla (succede e lo sappiamo tutti).

Pensate un'attimo insieme a me. Ci sono momenti in cui stai benissimo, come quando sei in compagnia degli amici veri, che magari ti stanno prendendo a pizze perché hai fatto una stronzata, ma lo sai che lo fanno per il tuo bene, perché sai che te ne vogliono (te lo hanno dimostrato in più di una occasione). In momenti come questi, anche se ti senti a disagio - essere ripresi non è mai piacevole - non puoi far a meno di sentirti anche grato ed amato. Cose simili possono accadere con i nonni, i genitori, i fratelli. Queste sono persone che si mettono nei tuoi panni, ti avvisano di quello che sentono e te lo dicono. A volte ti propongono anche soluzioni, e tutto questo lo fanno per te.

Se succede con delle ragazze, queste di solito sono amiche a cui tieni e con cui mai panseresti di fare altro che grandi chiaccherate, semmai qualche grattino, a volte (per chi ci riesce) "sesso tra amici", ma niente di più (hai deddo niente... qualcuno penserà!). In sostanza quello ceh ottieni sonoIl caldi e sinceri consigli (e per i più fortunati anche altro).

A volte però una sensazione simile si prova con ragazze-non-ancora-amiche. Queste sono quelle che mostrano PREMURA nei tuoi confronti (ma anche nei confronti di altri, perché no?), ossia attenzione ed affetto, ma senza imposizione e chiusura.

Ci sono arrivato: queste sono le persone su cui intendo focalizzarmi. Se sono maschi li chiamo amici, o persone che potrebbero diventarlo, se sono femmine le chiamo donne, e sono quelle che desidero.

Per me è arrivato il momento di tagliare qualche ramo secco, e soprattutto imparare a potare in fretta per il futuro. Ovviamente so che persone di questo tipo sono rare, e non ho la minima intenzione di morire di :segaz: nell'attesa di trovare la donna della mia vita (chi miconosce ormai lo sa: sono già abbastanza fuori di testa, non ho bisogno di ettolitri di sbobba che mi annebbiano la vista). Semplicemente ho deciso di investire solo in persone che secondo me hanno le caratteristiche che ho detto. Le altre le considero conoscenze, se femmine e carine persino posibili trombate, ma nulla di più. Semmai da passare in futuro ad amici.

Forse sembra egoista. Ebbene non sembra: lo è! A forza di prender botte in testa o ti metti un casco o diventi scemo. Spero che il casco che ho scelto vada bene e serva a non farmi rincretinire del tutto.

Quello di cui ora sono alla ricerca ora è un metodo per valutare il compotamento di chi mi circonda (ok, principalmente ragazze) alla ricerca di queste caratteristiche. Oppure, meglio ancora, una maniera per instillare simili comportamenti nei miei confronti, il che non mi sembra affatto impossibile: PNL, aiutami tu!

Mi è venuta in mente una cosa che, senza pensarci, ho fatto questa sera, esprimendo il mio interesse per il valore affettivo delle cose più che per quello venale. Credo che questo comunichi come valore l'attenzione per le persone cui si vuol bene. Sono daccordo che è una cosa banale, ma credo che, una volta espresso, un tale valore ci ponga su un terreno diverso, forse a rischio dal punto di vista del PUing estremo, ma che al momento mi sembra confortevole, ed è ciò di cui ho bisogno.

Penso proprio che inserirò questa nota nel mio bagaglio, vi faro sapere tecniche che eventualmente svilupperò e risultati. Ora è prematuro, ma aspetto vostri commenti... se ritenete ne valga la pena.

Link to comment
Share on other sites

kirk

Bellissimo post :)

Gli argomenti sono tanti, ma ne scelgo uno che mi è piaciuto di più:

Definire i propri criteri di giudizio. Stabilire come valutare le azioni degli altri e le nostre azioni.

Stabilire un filtro che smisti gli imput che ci giungono dall'esterno.

O lo facciamo noi, o lo fanno gli altri. O accettiamo i criteri di giudizio imposti dalla società e dall'educazione, o accettiamo quelli che definiamo noi.

Nessun criterio di giudizio può dirsi assoluto, perchè si tratta di convenzioni culturali. Infatti ti sposti di qualche kilometro, magari in un altro Paese, e ti accorgi che quello che da te è considerato normale, presso "gli altri" può essere addirittura offensivo.

Ma nonostante le regole di giudizio siano così traballanti nelle loro fondamenta logiche, tanto da sembrare un'assurdità, esse sono necessarie alla libertà. Alla libertà non importa quali esse siano, quanto il fatto che CI siano.

Cancellare le proprie regole di giudizio e di comportamento in nome della libertà sarebbe come vendere i propri terreni per evitare di essere limitati dai loro confini. Il fatto è che se non sei limitato dai confini del TUO terreno, sarai limitato dai confini dei terreni ALTRUI. La libertà, nella nostra società, è vincolata da una serie di paletti: o sono quelli che hai piantato tu ai confini del tuo terreno, oppure sono quelli che hanno piantato gli altri.

Il fatto è che non esiste un criterio oggettivo per stabilire le caratteristiche del proprio terreno, se non un criterio di precedenza temporale: prima stabilisci i tuoi confini, più libero sarai di sceglierne l'estensione, la forma etc.

Chi, accecato dall'utopia della libertà assoluta, arriva tardi, dovrà scegliere tra due cose: accontentarsi di un terreno molto piccolo in una zona impervia, oppure lottare continuamente contro gli altri per il proprio spazio.

Una persona timida e insicura è una persona che non ha ancora piantato i propri paletti e si trova quindi continuamente sballottato da una parte e dall'altra. Si trova in una condizione in cui deve essere sempre all'erta per non superare i confini degli altri, deve muoversi su sottili lingue di terra tra un campo e l'altro, cercando di non mettere mai il piede in fallo. Vive nel timore degli attacchi degli altri.

Quando finalmente si deciderà a piantare il primo paletto, a mostrarlo agli altri ed eventualmente anche a difenderlo, getterà le basi per la propria sicurezza interiore. Non importa quanto piccolo, inizialmente, sarà il suo terreno: dentro c'è SEMPRE la libertà, che è prima di tutto una sensazione.

 

Link to comment
Share on other sites

Dylan84

sentita e sinera gratitudine per questi due post, kirk e mad4hb

Link to comment
Share on other sites

Mascott

Grandissimo post. Quando l'ho letto mi è venuto in mente un concetto chiave della seduzione(almeno per me) : cercare di sedurre tante donne per arrivare alla donna della propia vita. A volte vedo ragazze magnifiche(hb10+++) che basta un minimo di ec di una frazione di secondo che ti ipnotizzano. Quando,raramente, vedo queste hb, mi sento una enfasi totale all'interno e ritorno ad avere il controllo della mia mente e capisco perchè sono qui a provare a sedurre tante donne.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...