Jump to content
Erlenmeyer

Data Science

Recommended Posts

TADsince1995
Posted (edited)
13 minuti fa, fffff98 ha scritto:

Fino a quando non sentiró di aver ripagato questo debito da qua faccio fatica a schiodarmi.

Lo capisco. Ma tra un po' di tempo, se sentirai odore di $$$ vedrai che tutte ste remore ti passeranno! ūüėȬ†E poi un capo che mi dice quelle cose mi farebbe gi√† girare i coglioni non poco.

13 minuti fa, fffff98 ha scritto:

Ho già ricevuto altre 2 offerte di lavoro nel mentre, una era in Svizzera! Chissà quanto cavolo avrei preso!

Non so se l'ho gi√† scritto. A 18 anni fui chiamato da un'azienda di Milano, ma all'epoca c'era ancora sto rompimento di coglioni del servizio militare e non mi presero. Avrei 21 anni di esperienza a Milano adesso, iniziata negli anni 90, chiss√† cosa sarei... A 24 superai un colloquio da una grossa azienda di elettronica, non ci andai perch√© non era informatica¬†e a¬†27 anni mi chiam√≤ un'azienda di consulenza irlandese, offrivano 60k pi√Ļ benefit, ma per pigrizia e perch√© all'epoca stavo benissimo dov'ero rifiutai.

Chissà cosa sarei adesso.

13 minuti fa, fffff98 ha scritto:

Considera che voglio evolvere pi√Ļ sul lato project management che sviluppo vero e proprio, dicono che sono un attore mancato ūüėĀ.

Per me l'ideale sarebbe stare in una posizione a metà strada. Gestire un progetto, ma senza abbandonare il codice, che è la mia grande passione da quando ho 9 anni. Una sorta di Lead Developer e in qualche modo lo sono stato perché un buon 80% di quello che ho fatto finora l'ho fatto con assoluta libertà creativa, senza essere un puro spalatore di codice.

Sono un nerd di merda, resistance is futile! ūüėĄ

Edited by TADsince1995

Share this post


Link to post
Share on other sites

robinbreak
Posted (edited)
8 hours ago, fffff98 said:

Lo so Tad,

peró il mio capo mi ha formato da 0 sia come professionista che come persona.

Infatti lui dice sempre che sono in debito nei confronti della società perchè praticamente fatturo pochissimo (con 2 anni di esperienza ci sta...).

Fino a quando non sentiró di aver ripagato questo debito da qua faccio fatica a schiodarmi. Ho già ricevuto altre 2 offerte di lavoro nel mentre, una era in Svizzera! Chissà quanto cavolo avrei preso! Io sono di zona Varese ma nato a Milano quindi la Svizzera per me è a mezz'ora.

Poi sinceramente ora sono poco vendibile sul mercato, ho già dei progetti all'attivo ecc... ma non me la sento di fare un colloquio e dire o mi date così o ciao.

Senza dover immaginare.

Se ti va di imparare a programmare PLC ed HMI, ed entrare nel mondo dell'automazione industriale, ti potrei offrire $80-$100k CAD all'anno lordi in partenza, per poi arrivare anche a $300k se diventi ipercazzuto o se ti metti in proprio.

Però l'inverno fa freddo.

Cosa stai a fare nel settore blockchain che è almeno una decade lontano dalla maturità del prodotto/mercato?

Il capo quando ti dice che devi restare sta solo sfruttando i tuoi sensi di colpa. √ą il suo mestiere.

Feci un'offerta simile ad un mio amico ingegnere strutturale, lui rifiutò perchè il capo lo riempì di sensi di colpa. Ora dopo 8 anni è ancora a Roma a fare la fame a 1600 euro al mese sotto lo stesso capo. 

Certo a Roma si vive bene, io stesso torno in italia due volte all'anno per vacanzare.

Ho anche provato ad aprire azienda in italia e in Albania, fallendo miseramente, perchè soprattutto al sud non c'è cultura del lavoro.

Ho imparato la lezione (pagandola molto cara).

L'italia è terra di vacanza, non di lavoro.

Alla faccia dell'articolo 1 della costituzione. L'italia è in verità una repubblica fondata sull'assistenzialismo e sul lamento.

Io stesso quando ero in Italia ero lavorativamente un coglione, perchè circondato da gente senza cultura lavorativa.

Non oso immaginare cosa sarei oggi, se fossi rimasto nel belpaese.

Mi vengono i brividi

Edited by robinbreak

Share this post


Link to post
Share on other sites

DreamSpirit
4 ore fa, robinbreak ha scritto:

e sul lamento.

Io stesso quando ero in Italia ero lavorativamente un coglione, perchè circondato da gente senza cultura lavorativa.

Non oso immaginare cosa sarei oggi, se fossi rimasto nel belpaese.

Mi vengono i brividi

Riusciresti a scriverlo in un post, la differenza tra ita e i posti esteri in cui sei stato? 

Share this post


Link to post
Share on other sites


fffff98
On 10/1/2019 at 11:06 PM, robinbreak said:

Cosa stai a fare nel settore blockchain che è almeno una decade lontano dalla maturità del prodotto/mercato?

Il capo quando ti dice che devi restare sta solo sfruttando i tuoi sensi di colpa. √ą il suo mestiere.

Feci un'offerta simile ad un mio amico ingegnere strutturale, lui rifiutò perchè il capo lo riempì di sensi di colpa. Ora dopo 8 anni è ancora a Roma a fare la fame a 1600 euro al mese sotto lo stesso capo. 

Considera che il¬†settore in questione pur essendo lontano dall'adozione comune √® gi√† quasi saturo ūü§Į (se si conta quante aziende ci si stanno muovendo).

Il capo non ha mai fatto leva sui miei sensi di colpa, ha solamente paura che finito il contratto di 3 anni (apprendistato) io me ne vada verso altri lidi sfruttando il fatto di essere stato formato a loro spese. Come ben potrai immaginare il mio lavoro non fa fatturare se hai poca esperienza o giochi o non giochi come si suol dire e io sto forse iniziando a far fatturare adesso alla società, dopo 2 anni. Evidenzio il FORSE... 

Tra 4/5 anni conto di andarmene dall'Italia cercando attivamente un'offerta, non "aspettando" che l'offerta arrivi ma per ora va bene così.

Quando mi prefisso obbiettivi grossi e riesco a raggiungerli "di corsa" di solito una volta raggiunti ho un collasso psico fisico, come mi sta succedendo da inizio agosto ad oggi dove ho solo cazzeggiato in pratica (sia a lavoro che free time).

Per questo se dovessi buttare in ballo io "vediamo quanto prendo a lavorare a Milano" so che non reggerei in questo momento, ho già preso la mia rivincita da 20 enne e sto aspettando di compiere il passo 2 = vivere da solo (o con coinquilini).

Dopo questo potr√≥ pensare al passo 3 = "fatturerei se fossi un freelancer? Sono io che ho per le palle l'azienda?" e se la risposta sar√† S√Ć allora decider√≥ il da farsi lavorativo altrimenti si studia ancora...

Share this post


Link to post
Share on other sites
robinbreak
On 10/5/2019 at 12:20 PM, fffff98 said:

Considera che il¬†settore in questione pur essendo lontano dall'adozione comune √® gi√† quasi saturo ūü§Į (se si conta quante aziende ci si stanno muovendo).

Il capo non ha mai fatto leva sui miei sensi di colpa, ha solamente paura che finito il contratto di 3 anni (apprendistato) io me ne vada verso altri lidi sfruttando il fatto di essere stato formato a loro spese. Come ben potrai immaginare il mio lavoro non fa fatturare se hai poca esperienza o giochi o non giochi come si suol dire e io sto forse iniziando a far fatturare adesso alla società, dopo 2 anni. Evidenzio il FORSE... 

Io sono convinto che il blockchain e' il futuro, e' la base sulla quale si sviluppano tutta una serie di tecnologie che hanno la potenzialita' di essere immensamente utili al genere umano.

Sono anche convinto che ad oggi ci sono troppi player sul mercato in una tecnologia decisamente acerba. Guardate che il blockchain di base risolve problemi di cui ora si occupano politici, burocrati, vari apparati statali e banche centrali. Non riesco ad immaginare un mercato piu' difficile nel quale entrare. La tua concorrenza e' radicata nel sistema-societa' umano da circa 200 anni, ed ha indubbiamente portato benessere. Per eseguire il business plan su larga scala serve una rivoluzione. O una catastrofe finanziaria totale (ok ecco, da quel punto di vista blockchain e' un'assicurazione quindi forse tutto sommato un senso lo ha).

Edited by robinbreak

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

√ó
√ó
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie ūüć™ per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicit√† e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.