Vai al contenuto

Come rientrare tra le grazie della mia ex?


kakanoglu

Messaggi raccomandati

kakanoglu

La mia storia comincia 7 anni fa, conosco una ragazza dolcissima in chat (io appena 18enne, lei un anno più piccola ed Asiatica cresciuta in Italia), ed ancor prima di vederci dal vivo siamo già ''innamorati''.
Potrei anche togliere le virgolette, perchè al nostro primo incontro è veramente subito amore! Io sono sempre stato un ragazzo molto introverso e timido, ergo non sono il tipo che alla prima o alla seconda uscita bacia/abbraccia la ragazza perchè davvero, sono bloccato : vuoi per mia indole, vuoi perchè ho subito un'infanzia difficile che mi ha portato ad essere schivo nei confronti delle persone. Fattostà che se non conosco BENE la gente, mi vien difficile fare il primo passo, non sono un tipo brillante ne simpaticissimo, i miei interessi son diversi da quelli delle ''masse'' e questo rende le cose ancor più complicato.
 Comunque, comincia la nostra relazione a distanza (io Siciliano, lei del centro Italia) e ci vediamo quando possiamo. Finite le superiori, comincio a salire più spesso da lei e negli ultimi anni cerco di stabilizzarmi la cercando un lavoro : ci riesco in parte ma dura poco per cui decidiamo di iscriverci all'università.
Da un rapporto di ''dipendenza completa'', davvero MOLTO INTENSO, davvero...sento che lei si trasforma, com'è ovvio che sia crescendo, e diventa più autonoma (raramente esce con gli amici poichè non ne ha quasi nemmeno uno, ed io tendo ad isolarmi dai miei di amici perchè essendo lei da sola, era ciò di cui aveva bisogno : un uomo totalmente dedito a lei). Lei si iscrive nella sua città, io avrei voluto anche ma avrei dovuto viaggiare per diverse ore tutti i giorni avendo scelto una facoltà che li non c'era, per cui di COMUNE ACCORDO decidiamo che torno giù per frequentare gli studi.
 In tutto ciò, a Febbraio circa di quest'anno pianifichiamo un viaggio intercontinentale nel suo paese di origine (insieme alla mamma e al suo compagno, al nipote del compagno ed al fratello), per cui faccio il passaporto e mi preparo entusiasta a questa avventura.
Tutto sembra proseguire per il meglio, finchè dopo 20 giorni di seguire le lezioni lei si fa sentire sempre meno (io invece sempre più attaccato vivendo una nuova esperienza in una nuova città, da solo e con una famiglia che non è il massimo molto spesso...). Mi stranisco, chiedo il perchè ed inizialmente mi chiede scusa, poi comincia a dire che si guarda intorno... che crede di non amarmi già da un pezzo, ma che è confusa e vuole STARE DA SOLA e PENSARE A SE STESSA senza pensieri su altre persone/relazioni : il giorno dopo mi rivela che c'è un ragazzo che le piace, molto più piccolo di noi ma boh, tutto li, lei ribadisce di voler stare da sola e pensare solo a se, che mai penserebbe di cominciare na cosa con lui. Io le do spazio, non la presso e la lascio riflettere pur rimanendoci male, continuiamo a sentirci ma dentro di me comincio a morire un pò alla volta.
 3 o 4 giorni dopo mi manda un messaggio : ho baciato un altro (lui), non sono più legata a te.
 Muoio letteralmente, nonostante ciò continuiamo a sentirci ed io (SBAGLIANDO) giorno dopo giorno le chiedo come va con questo nuovo tipo : lei inizialmente non vuole dirmi niente, io la convinco e mi dice tutto ciò che han fatto.. TERRIBILE!
 Devo ammetterlo, essendo il mio primo amore non ero preparato a questo genere di cose e soprattutto non avrei mai immaginato che potesse lasciarmi per un altro : sentivo già da mesi che qualcosa stava cambiando ma pensavo si stesse trasformando in un rapporto più maturo, ed anche se mi avesse lasciato per stare effettivamente sola penso l'avrei presa un attimino meglio. In tutto ciò, ovviamente, il viaggio pianificato va a farsi benedire (loro andranno lo stesso).
 Da li, sia per i miei trascorsi, per la mia indole (più volte sono stato abbandonato in passato ma avevo dimenticato la sensazione), sia perchè comincio a perdere i capelli e ad abbassare la mia autostima, impazzisco letteralmente : alterno momenti di pura rabbia a momenti di totale disperazione, e l'errore più grande e che non potendo condividerli con nessuno (pochi amici e troppo diversi da me, famiglia ''particolare''...) li condivido con lei.
 Le elenco tutte le mie frustrazioni, le mie paure, poi la mia rabbia...poi i miei tentativi disperati di farle capire che posso cambiare e possiamo riprovarci, poi ancora la rabbia, le paure... un loop infinito che dura un mese pieno.
 Ovviamente la ferisco con questo mio atteggiamento, anche se lei sa quanto soffro perchè sa bene quanto sensibile sia e conosce bene i miei difficili trascorsi infantili : sa praticamente TUTTO di me, più di mia madre, e questo è stato un altro errore che ho fatto.. quello di diventare più un ''migliore amico'' che il suo ragazzo perchè si sa (e io non lo sapevo), ci vuole sempre un certo grado di ''non fiducia'' per farsi amare dalla propria donna..!
 Ho dato per scontato che, pur mostrandomi spesso debole, lei sarebbe sempre rimasta con me. E anche se mi avesse lasciato, mai avrei immaginato in questo periodo così difficile per me, mai per un altro e mai avrei immaginato di starci così male.
Chiedendo spiegazioni sul perchè mi abbia lasciata, dapprima disse di voler stare da sola.. poi che le piaceva quello e che aveva bisogno di sentir le farfalle allo stomaco... poi cominciò a colpevolizzarmi dicendo che io ero sceso giù per studiare lasciandola da sola, che io l'ho data sempre per scontata, che non ho fatto nulla per impegnarmi a ''farmi piacere da lei fisicamente'' quando dava segnali evidenti che qualcosa era cambiato...!
 In tutto ciò, sua madre l'ha ''abbandonata'' poco prima che io tornassi in Sicilia, ovvero è partita per un viaggio di 4 mesi lasciandole sulle spalle l'affitto da pagare e tutte le spese (la mia ex lavoricchia qui e li da anni per pagarsi cibo ed affitto, appunto).
 Sono andato dallo psicologo, ho cominciato ad assumere Iperico o erba di San Giovanni  (antidepressivo naturale), e il mio errore è stato quello di condividere ancora tutta la mia disperazione ed esasperazione con lei.
 Un giorno la imploravo di darmi un'altra possibilità, quello dopo di vederci da amici (ovviamente il mio obiettivo era sempre quello), e quando lei capiva e stroncava ogni mia possibilità mi arrabbiavo o deprimevo con lei.
Sono arrivato a pensare più volte al suicidio (una sera che, chiamandola, mi disse che era in casa da lui dopo una serata al cinema e sarebbe rimasta li a dormire ed impazzii..), sempre condividendo l'idea con lei.
 Ha provato pena per me a sprazzi, poi odio incondizionato.
 Mi ha bloccato dappertutto e io la contattavo con altri numeri, stavo messo proprio male e lo so, sono un cretino che ha sbagliato TUTTO!
 Qualche giorno fa mi sblocca SOLO su whatsapp, e mi scrive che lo fa perchè quell'altro ragazzo non si merita niente, che è stupido e pensa solo a divertirsi (precisando di non farmi illusioni perchè con me, ormai, la storia è bruciata).
 Io provo a farle capire che posso cambiare, che posso darle tutto quel che cerca, classico atteggiamento da zerbino adottato più e più volte e sbaglio ancora una volta ma credetemi, sto messo proprio male a livello emotivo e pur sapendo di sbagliare speravo di convincerla in qualche modo..!
 Lei mi dice che anche se io so di cosa ha bisogno, non vuole quelle cose da me perchè fisicamente non le piaccio più...!
 Io le mando un messaggio dove le consiglio di non innamorarsi in futuro, perchè quando arriverà qualcuna meglio di lei saran pronti a sostituirla senza pietà un pò come lei ha fatto con me, e la concedo. Non legge nemmeno il messaggio, lo fa solo il giorno dopo ma, ovviamente, non risponde.
 Son passati tre giorni di no contact, immagino che la storia con quel tipo sia stato solo un fuoco di paglia ma non posso esserne certo : son sicuro che abbia e stia attraversando un periodo difficile anche lei, e vorrei solo starle accanto...! Salire domani da lei e ricominciare da zero, perchè è una ragazza veramente fantastica in tutto (apparte il modo con cui mi ha lasciato).
 So di avere sbagliato TUTTO e davvero TUTTO da quando mi ha lasciato, lo so bene e mi mangio le mani OGNI SANTO GIORNO.
 Anche se tutte le mattine mi sveglio piangendo e il mondo mi è crollato addosso (non riesco a studiare, ne ad uscire, tendo ad isolarmi spesso e sto pagando le spese per una casa nella quale non riesco a stare perchè da solo) devo dire che durante la giornata, adesso, alterno momenti di lucidità ai soliti momenti di totale abbandono e disperazione.
Ribadisco, so bene di essermi comportato da perfetto idiota, ma adesso (chissà fra un'oretta) a mente serena capisco che devo lasciarla in pace se voglio tener viva quella piccolissimissimissimissima speranza di tornar con lei.
 Perchè ci credo ancora, sto forse vivendo un'illusione ma non posso farci niente. Son sempre stato un ragazzo dalla bassa autostima ed adesso che son di nuovo solo dopo 7 anni di complicità, tutte le mie frustrazioni son tornate a galla.
E' terribile, credetemi, e l'unica via di scampo che riesco ad immaginare adesso è quella di tornar con lei, seppur fra mesi e mesi.
 Capisco bene che le statistiche sono a mio completo sfavore, lo so bene, ma non ho più un obiettivo nella vita : il mio unico obiettivo, da 7 anni, è stato quello di tenermela stretta e renderla felice. Poco importava se avessi un buon lavoro o un lavoro brutto o nessun lavoro, l'importante era rimanere con lei. In effetti ho sempre pensato che la realizzazione del mio essere dovesse dipendere da una relazione perfetta, e non dalla mia autorealizzazione professionale.
 Lo so, ho sbagliato tutto, completamente. Sin dal primo istante, anche se siamo stati veramente bene insieme, veramente felici e veramente ci siam supportati in maniera incondizionata nei momenti bui.

 Adesso ho paura, chiedo consigli sul cosa fare anche se da un mese cerco e leggo di esperienze altrui per trovarli, per trovare conforto e la forza di reagire. Ma non ci riesco, ogni giorno è sempre peggio, ma almeno son riuscito a non scriverle per 3 giorni ( lo so, sono ridicolo ).
 Se mi avesse lasciato con modalità diverse e in un momento diverso da quello che sto passando adesso, credo non mi sarei abbassato a tanto ma boh, non posso saperlo. Son pieno di rimorsi, tutti i santi giorni, non riesco ad andare avanti...!
 L'unica cosa che mi spinge ad alzarmi al mattino è il pensiero che, forse, facendo in un modo o in un altro, lei possa pentirsi della propria scelta ed io possa avere un'altra opportunità per dimostrarle tutto quello che c'è da dimostrare per tornare con lei.
 Sono patetico, lo so, e chiedo scusa per essermi dilungato.
 Come devo comportarmi per poter avere una minima minima minima possibilità di tornare con lei e farla innamorare di nuovo, anche fra mesi..?
 Solo una possibilità mi serve, se poi va male va male..!
 
 Questo è ciò che ho scritto in un altro forum, prima di imbattermi in questo sito. Premesso ciò, ho letto ciò che, generalizzando, consigliate per riconquistare l'ex. Devo aggiungere che, a mio avviso, i motivi che l'han portata a lasciarmi siano legati al fatto che non mi impegnavo più per la mia autorealizzazione (dal punto di vista fisico e professionale) ne per il nostro rapporto. Capisco bene di aver fatto questi errori, lo capisco solo adesso. Ma vista la mia particolare situazione (lontananza), vorrei chiedere una consulenza per capire STEP DOPO STEP cosa fare per tornare tra le sue grazie. Mi fido di voi, ripongo la fiducia in voi. Grazie in anticipo, spero riusciate ad aiutarmi.

Link al commento
Condividi su altri siti

BrianBoru

Se leggi un po' il forum lo capisci da solo quali sono le dinamiche di un rapporto di coppia, cosa ti è successo e cosa devi fare.

Se invece non ti vuoi prendere questo fastidio ti riassumo tutto in una parola. Next.

Link al commento
Condividi su altri siti

kakanoglu

Kurayami intanto grazie mille per la risposta e la comprensione, soltanto leggere le tue parole mi ha strappato un sorriso e mi ero quasi dimenticato come si fa a sorridere.

Bè, io capisco bene che devo lavorare su me stesso, veramente! E ci sto provando, ho ripreso a dedicarmi a una delle mie passioni più grandi (canto) e pian piano noto che la mia ossessione nei suoi confronti diventa più lieve (anche se, devo dirlo, alterno momenti di apparente normalità a momenti di vera disperazione).

Soprattutto al mattino non riesco ad alzarmi, è il momento più difficile e va avanti da un mese e mezzo ormai, faccio incubi tremendi e dormo anche 12-14 ore di fila con conseguenti dolori fisici alla schiena ed alle ossa. Mi sveglio piangendo e continuo a dormire per non pensarci..! E quando, inevitabilmente, devo alzarmi piango, piango come un neonato a pranzo..! A volte piango anche nel tragitto per l'università, al supermercato.. so che non è normale, sto lavorando parecchio su questo e credo ci voglia tempo per riprendermi definitivamente.

Ma ripeto, CAPISCO BENISSIMO che devo rialzarmi e pensare SOLO a me stesso. 

Il fatto è che sono...ancora speranzoso nel fatto che magari, col tempo, lei possa capire cosa ha perso : apparte questa mia malattia (dipendenza affettiva, avuta sempre da che io mi ricordi visto che sin da piccolo, tra bullismo e problemi legati ai miei e alla loro separazione assai burrascosa, ho sempre avuto bisogno di qualcuno che mai ho avuto, sin quando lei è arrivata...) io sono un ragazzo onesto, sincero, fedele, MAI giudizioso, comprensivo, razionale (oddio, non adesso ovviamente) e che pensa sempre al bene altrui in pari col bene proprio... che si è sempre impegnato al 100% nei confronti del partner e credo che queste siano qualità che non tutti possiedono.

Lei, dal suo canto, è una bellissima persona, veramente FANTASTICA e NON VOGLIO PERDERLA PER SEMPRE...!

 Dovrei mettermi il cuore in pace, lo so, e mi sto impegnando nel farlo ma allo stesso tempo spero che, dopo averla ''dimenticata come ossessione'' ed essermi concentrato su me stesso, possa avere una minima chance (rivedendola) per tentare un NUOVO approccio con lei, da persona nuova quale sarò. Tutto da ZERO, almeno vorrei provarci...! Ed a tal proposito volevo chiedere : devo chiudere tutti i contatti con lei? Non cercarla mai più? Impormi un no-contact lungo settimane o mesi? Rimanerle ''amico'' e contattarla una volta ogni una o due settimane? Son sincero quanto patetico, io ci spero in un ritorno insieme, anche se fosse fra 3 o 6 mesi o un anno. Non voglio dire che sarà l'obiettivo primario della mia vita, ho capito che non funziona così, ma non voglio perderla, proprio no...!

 E qualsiasi consiglio per NON PERDERLA è ben accetto, mi aiuterebbe tantissimo...!
Vorrei quanto meno aver la possibilità di giocarmi un'ultima chance...consapevole del fatto che possa andare male, ma giocarmela in maniera tale da non avere rimorsi che mi porterei dietro per chissà quanto tempo..!

E sono disposto a tutto pur di avere questa ultima, piccolissima occasione..!

* Per BrianBoru : non ho tempo per leggere i forum purtroppo, davvero, e da quel poco che ho letto ho capito che ogni situazione è differente dalle altre, per cui va presa in maniera diversa.

 Grazie mille per la disponibilità comunque, non avete idea di quanto aiuto possiate darmi.

Modificato da kakanoglu
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×
×
  • Crea Nuovo...