Vai al contenuto
Zema

SPIN OFF - NON SONO UN PUA

Recommended Posts


Kagan

Ogni volta che leggo un post di Zema, penso che un giorno sarò morto.

Con la vita che mi scorre davanti.

E come in un incubo, mi vedo morire due volte.

Di morte. E di rimpianti

Zema è uno di quelli che mi ricorda che se non ora, perderò tutto per sempre. 

Grazie. :)

4 ore fa, Zema ha scritto:

Dopo mesi dall'ultimo mio thread della serie "SPIN OFF", ho deciso di scrivere un nuovo capitolo, questa volta incentrato su un tema differente. 

Leggo spesso le presentazioni dei novizi, che giustamente, presi dall'eccitazione di aver trovato questo mondo, quello del "Sarge", con tutti i suoi termini in codice e tecniche, vogliono diventare dei "PUA", dei Pick Up Artist, magari dopo aver affrontato la lettura di qualche manuale come "The Mystery Method" o "The Game".

Questo √® normale, pure io fino a met√† 2014 o gi√Ļ di l√¨, tendevo ad identificarmi in alcuni sondaggi (a che livello di rimorchio sei? ahaha) come "PUG",¬†Pick Up Guru o "PUM", Pick Up Master per quanto riguarda l'ambiente delle discoteche o comunque del rimorchio notturno.¬†

Non voglio che questo thread diventi una sorta di arringa verso chi, approdando qui sopra ed essendo alle prime armi, √® sopraffatto dalla smania di diventare, appunto, un "artista del rimorchio"¬†ma bens√¨ sto scrivendo questo thread per dare modo, non solo ai novizi¬†di conoscermi, ma anche agli utenti pi√Ļ navigati, di vedere oltre ai miei rinomati successi sul piano numerico delle conquiste.

Il titolo stesso della discussione è programmatico:

NON SONO UN PUA.

Dopo quasi 6 anni di permanenza su ItalianSeduction, posso dire in definitiva, che non ho nulla da spartire con gli ormai super datati "artisti del rimorchio" d'oltreoceano, a cui spesso (e purtroppo) ancora si fa riferimento in tanti thread.

Tecniche e manuali americani hanno appesantito in maniera notevole il nostro bagaglio culturale sull'argomento seduzione con inutili orpelli e canned imbarazzanti. Sbarazzarci dei "punti cardine" dettati dai vari Mystery e Neil Strauss non è stato facile, ciò nonostante posso dire che ad oggi, 2018, la situazione rispetto qualche anno fa qui sul forum è migliorata nettamente.

Si sta andando verso un approccio¬†pi√Ļ naturale e spontaneo¬†alla seduzione, ci stiamo ripulendo dai meccanicismi e dal canned preconfezionato che per anni hanno caratterizzato questo mondo. Questa rivoluzione anzi, questa rinascita, √® sicuramente un bene non solo per noi stessi ma anche per le donne con cui abbiamo a che fare quotidianamente.

Tornando a noi e al motivo di questo thread..

Perché io, Zema, non posso e non VOGLIO definirmi PUA?

Facciamo un passo indietro.

Ho intrapreso questo percorso di miglioramento personale, un po' per tante cose, un po' per egocentrismo, un po' per sfida personale, e ovviamente un po' per conquistare una ragazza che al tempo (biennio 2011/2013) mi aveva portato ad una lancinante One - Itis. Insomma, per le motivazioni per cui la maggior parte di voi che mi stanno leggendo sono iscritti a questa piattaforma. 

Quando mi presentai su IS, avevo 18 anni, 250 Kiss Close alle spalle (quasi il 99,9% in discoteca) ed una ONS (da cui poi nacque la mia prima ed unica relazione a lungo termine del tempo), fine. Sicuramente non ero una macchina da sesso (anzi tutt'altro), ma neppure proprio un caso proprio disperato. Avevo sicuramente del potenziale inespresso.

La voglia, ma soprattutto la fame di risultati mi ha portato a quintiplicare, nel corso del 2013, i miei risultati unicamente in termini numerici: a fine 2013 avevo toccato la tanto famosa "quadrupla cifra" per quanto riguarda i Kiss Close (ben 1048) e la doppia cifra delle ragazze portate a letto era stata di poco sfondata (ero passato da 1 a Novembre 2012 a 11 a Dicembre 2013).

Tutto questo in un solo anno di permanenza qui sopra, senza leggere nessun manualetto americano, senza usare nessuna routine del cubo o strane tecniche da PUA da strapazzo.

La vera svolta per√≤ credo sia arrivata nel 2014. Anno della mia consacrazione su ambiti esterni alle discoteche. Se nel corso della mia "carriera sargistica", infatti, avevo pressoch√© fatto sesso e/o ottenuto altro unicamente da ragazze conosciute in discoteca, nel 2014 cambiarono le carte in tavola: affiancai per la prima volta in maniera costante, alle mie gi√† collaudate abilit√† di Dance Gamer,¬†la seduzione in chat (il cos√¨ detto "Chat Game").¬†Iniziarono cos√¨ ad arrivare gli appuntamenti con sconosciute approcciate su Facebook completamente a freddo, sviluppando mano a mano modalit√† e opening del tutto inusuali e personalizzati che mi permisero di arrivare a fine 2014 con un numero di Kiss Close pi√Ļ che duplicato (2127) ed addirittura un incremento percentuale¬†dei miei Fclose impressionante: da 11 che ero a Capodanno 2013 arrivai¬†il¬†31 Dicembre 2014 a¬†41.

Ora ti starai chiedendo cosa c'entrano queste statistiche con quello che voglio spiegarti.

E' giusto che te lo chieda. 

Sono approdato qui sopra da (quasi) vergine, avendo fatto esperienza solo con¬†una sola ragazza, e nell'arco di 2 anni, ripeto, 2 anni, avevo portato a letto un numero di ragazze superiore a quasi tutti gli utenti del forum (anche molto pi√Ļ grandi ed esperti di me) per non parlare dei 2000 Kiss Close fatti in scioltezza come se fossero la cosa pi√Ļ semplice del mondo.¬†

Come ci sono riuscito? 

Ci sono riuscito affidandomi alle mie abilità, apprendendo da chi già otteneva risultati e che conoscevo, spendendo soldi (che neanche avevo), tempo ed energie per fare esperienze.

E S P E R I E N Z E

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Waitforit

E' veramente stupendo il percorso che hai fatto, Zema.

E' meraviglioso vedere come sei salito sulle spalle dei giganti per creare un mondo tutto tuo, una capacità di esprimere la tua arte in piena coerenza con te stesso e con quello che sei.

Hai fatto una tra le scelte pi√Ļ coraggiose, quella di lasciare che la tua passione divenisse un'ossessione, e che quell'ossessione divenisse totalizzante nella tua vita, lasciando perdere tutto il resto, fino a farne un lavoro.

Forse molti di coloro che approdano sul forum non puntano a questo, forse cercano semplicemente un modo per superare una OneITIS, cercano il coraggio per un approccio in pi√Ļ nelle storie degli altri, cercano la sicurezza per non vivere una vita a met√†. Forse molti, come me, si accontentano della mediocrit√†, in campo sargistico, dunque mi permetto di lasciare l'opinione di un mediocre: a me Mystery √® servito davvero tanto.

Mystery mi ha dato una panoramica sulle interazioni sociali che, da nabbo completo, non immaginavo nemmeno lontanamente.

E non ha davvero importanza che sia schematico, nerd all'inverosimile, spesso approssimativo: offre dei punti saldi, ed era esattamente a quei punti saldi che avevo bisogno di aggrapparmi per avere il coraggio di buttarmi, di fare le prime esperienze.

Forse i miei primi successi non sono stati legati al Metodo quanto al mio rinnovato coraggio nel lanciarmi in situazioni che in passato avrei accuratamente evitato.

Non lo so e non posso dirlo, mi baso sui risultati.

Mystery mi ha offerto un abito da indossare, sotto il quale rimanevo sempre io, coerente a me stesso. Credo sia per questo che funzionava.

Tu e Aivia offrite di pi√Ļ, una ristrutturazione profonda di quanto c'√® al di sotto dell'abito: sono decisamente percorsi pi√Ļ impegnativi, pi√Ļ totalizzanti - motivo per il quale, nonostante la curiosit√†, non sono ancora n√© un predator n√© un armageddoner - pi√Ļ mirati a migliorare la persona prima ancora che i suoi atteggiamenti.

Adoro il modo di fare di Aivia, mi sono sempre sentito profondamente in risonanza con le sue parole. Ignorantemente, in passato, ho cercato di "imitarle", di adottare il suo atteggiamento credendo fosse quello che lo rendeva abile in quelle competenze che io stesso desideravo acquisire.

Risultato: pali infiniti. Ed √® giusto cos√¨, perch√© nella mia ignoranza credevo che "l'abito facesse il monaco demone", mentre la vostra proposta √® molto pi√Ļ profonda.

In conclusione, non demonizzerei il Metodo Mystery... lo considererei come una di quelle scalette con soli tre gradini, che stanno nelle biblioteche, che consentono di raggiungere i libri pi√Ļ completi, che stanno pi√Ļ in alto.

I vostri insegnamenti, per esempio.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Zema
13 ore fa, Kagan ha scritto:

 

 

2 ore fa, Waitforit ha scritto:

 

Grazie davvero di cuore ad entrambi per i vostri interventi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MICHEALHEAD
Inviato (modificato)

Della serie che il vero miglioramento sta¬†nel ragionare proprio fuori dagli schemi della quotidianit√° e vedere oltre quello che si ha gi√° vissuto e dare il massimo proprio nelle occasioni pi√ļ al limite. Del resto come in ogni ambito¬†campioni ci si diventa superandosi ogni volta e sfiorando sempre i propri limiti focalizzandosi sul presente.

Modificato da MICHEALHEAD

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Case
Il 7/5/2018 alle 19:27 , Zema ha scritto:

Provate e fallite. Provate ancora e fallirete fino a quando i risultati arriveranno. Non sognate di voler diventare PUA, sognate di diventare voi stessi, di diventare maestri della vostra arte. Di diventare artisti del vostro mondo di vivere. Io ho creato attorno al Game un mondo tutto mio, fatto di simboli, termini, linguaggio del corpo e situazioni che sono diventati cult per un'intera generazione di questo forum, tutto ciò partendo unicamente dall'esperienza.

Grazie Zema per questo tuo post. Come tutti quelli della serie SPIN OFF, lo trovo di grande ispirazione a persistere e a non mollare, anche nei momenti pi√Ļ bui.

Personalmente, non ho mai avuto intenzione di diventare un PUA. Il termine stesso e il suo significato mi davano come un senso di repulsione istintiva. Mentre invece sentivo una connessione immediata con le parole tue, di Aivia, e degli altri esponenti del Cartello.

Inizialmente,  mi sono avvicinato alla seduzione spinto da un senso di rivalsa nei confronti di un passato nel quale (per mia responsabilità) ho ottenuto troppo poco; non solo nella seduzione ma un po' in tutti gli ambiti. Volevo insomma sentirmi uguale alle altre persone intorno a me.

Poi, ho capito che la maggior parte delle persone che conosco nella vita reale si accontentano di quello che capita, in termini di relazioni con l'altro sesso. Non volevo cadere anch'io in questo errore: volevo di pi√Ļ, volevo il massimo, e lo voglio ancora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Boulevard
On 5/7/2018 at 11:42 PM, Kagan said:

Ogni volta che leggo un post di Zema, penso che un giorno sarò morto.

Con la vita che mi scorre davanti.

E come in un incubo, mi vedo morire due volte.

Di morte. E di rimpianti

Zema è uno di quelli che mi ricorda che se non ora, perderò tutto per sempre. 

"Abbiamo due vite: la seconda inizia quando ci rendiamo conto di averne soltanto una" (Confucio)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!

Iscriviti a ItalianSeduction

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

√ó

Lo sai già, ma te lo dobbiamo dire comunque...

Utilizziamo i cookie ūüć™ per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicit√† e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.