Jump to content
gelsomino

#Coronavirus, solo notizie reali no fake.

Recommended Posts

Orph
17 ore fa, Dr.Scalper ha scritto:

Pure a me frega poco. Non se ne salva nessuno per me.

Beninteso pure a me frega relativamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Edo
4 minuti fa, Orph ha scritto:

Vero che la ratifica parlamentare è avvenuta li ma il consiglio dei ministri che ha approvato la cosa era quello del banana con meloni ministro.

Ovvio che poi con monti essendo all'opposizione votavano contro a tutto praticamente.

Questo fuor di parte politica per chiarezza e perchè secondo me il discorso è semplicemente che probabilmente all'epoca manco sapevano cosa sarebbe stato questo mes (meloni e salvini dico una era ministro delle politiche giovanili e l'altro parlamentare europeo) semplicemente seguivano la linea del banana.

Poi con monti erano all'opposizione quando c'è stato da ratificare in aula.

La cronistoria questa è.

esatto

ancora una volta invece di tacere fanno fake news ahah

e comunque come le manda a dire Conte mai nessuno, mitico

l'ho rivalutato durante questa quarantena

Share this post


Link to post
Share on other sites

Orph
2 minuti fa, Edo ha scritto:

e comunque come le manda a dire Conte mai nessuno, mitico

l'ho rivalutato durante questa quarantena

Da personaggio secondario "vaso di coccio" tra Salvini e Di Maio è diventato protagonista (potenza delle pandemie) 

Entrerà nei libri di storia (speriamo non per aver distrutto il paese. e vabbè non sarebbe nemmeno colpa solo sua del resto)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ArmandoBis
Posted (edited)
8 ore fa, Mich! ha scritto:

Ciao Armando,

da studioso della materia mi piacerebbe molto discutere di questi guadagni e di queste perdite derivanti dall'uscita dell'UE.

Ma sopratutto dal peso specifico di ambedue gli aspetti.

Se ti va di argomentare e discutere sono molto interessato.

Premessa fondamentale: uscire dall'Euro è cosa buona e giusta.

Uscire dall'UE non è vantaggioso, perché poi si entrerebbe nel gioco delle ritorsioni commerciali e data l'integrazione già avvenuta non ne varrebbe la pena.

Piccolo passo indietro: nel 1992 vennero abolite tutte le barriere tariffarie all'interno dell'Unione. Diversi mesi prima avevo letto alcuni articoli dove si esprimeva preoccupazione, uno mi pare che fosse su una rivista bancaria. In sostanza si diceva che la scienza economica affermava che in casi di integrazione commerciale spinta sarebbero aumentate le disparità tra fra paesi e ci sarebbe stato un forte flusso migratorio dai quelli più poveri a quelli più ricchi.

Nulla di tutto questo avvenne.

Perché?

Semplice: perché i diversi Stati avevano ciascuno la propria moneta e ogni eventuale perdita di competitività, per qualunque ragione fosse avvenuta, sarebbe stata compensata da un deprezzamento della valuta.

Chi aveva scritto quell'articolo ricordava male la teoria a cui si rifaceva, inaugurata dallo scritto di Mundell del '61, che se non ricordo male si riferiva agli scambi tra due paesi con un regime di cambio fisso fra le rispettive monete.

Poi, però, al cambio fisso ci siamo arrivati: il 1 gennaio 1999 è entrato in vigore l'Euro, e piano piano tutte le cose temute dall'anonimo articolista si sono avverate: calo dell'occupazione, perdita di competitività, divergenza fra paesi, emigrazioni.

Eravamo entrati nello scenario descritto da Mundell una quarantina d'anni prima.

Ovviamente, la stampa ha avuto buon gioco a spiegare questo declino con l'innata, o incorreggibile - fate voi - inferiorità degli italiani (da cui chi scrive si tira immancabilmente fuori) ignorando, o fingendo di ignorare, quello che c'è scritto in ogni manuale di economia a livello base.

È difficile spiegare a chi è giovane oggi che cos'era la politica qualche decennio fa. Non è che si capisse molto più di adesso, a dir la verità. Però, qualche differenza c'era. Quando entrammo nello SME (una sorta di accordo valutario in cui ci si impegnava a mantenere i cambi entro ristrette bande di oscillazione) Napolitano tenne un discorso in cui motivava l'opposizione del Partito Comunista. È un piccolo e prezioso saggio di politica economica (fu scritto da Spaventa) che per molti aspetti può essere applicato all'Euro.

Da allora le cose cominciarono a cambiare, l'ordine economico del dopoguerra venne smantellato pezzo per pezzo, fino a giungere all'attuale (dis)ordine neoliberale. Con la sinistra che da Marx è passata a Milton Friedman.

Edited by ArmandoBis

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fabbio
Il 10/4/2020 alle 20:34 , sfulcrum ha scritto:

D'accordo con te sull'allarmismo, il problema è stato più logistico:

Quei 100 che arrivano più dieci più alcuni giovani brutti brutti con numeri di cpap e ventilatori finiti come li gestisci con risorse finite?.

Infatti l'unico problema era quello, allora...

In primo luogo dai la precedenza ai più giovani. Ed è buffo come a qualcuno sembrerà brutale anticipare di qualche giorno la morte di un ottantenne con tre gravi patologie quando per esempio la connivenza o l'incapacità di combattere la criminalità organizzata nella terra dei fuochi, o gli interessi politici ed economici dietro l'Ilva di Taranto, hanno causato e causano migliaia di morti per tumore anche di giovani e bambini, di cui non è mai fregato un emerito cazzo a nessuno.

In secondo luogo si potenzia subito e al massimo le terapie intensive e tutto quanto serve. È costosissimo?  Va bene tanto è nulla in confronto alla crisi economica causata da una quarantena di mesi.

Terzo. Si sa benissimo qual è la ristrettissima categoria a rischio e invece di isolarla rigidamente si isola sommariamente l'intera popolazione! È tutto al contrario! Sembra una barzelletta, tipo quanti carabinieri ci vogliono per avvitare una lampadina? 5 uno che regge la lapadina e 4 che girano la sedia. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Maldoner
Posted (edited)

Ci siamo ritrovati impreparati.

E non è facile essere sempre preparati, specialmente in tempi di quiete.

Specialmente in un mondo in cui tutti si lamentano di tutto.

Specialmente quando non puoi (non ti conviene) prendere decisioni fastidiose.

Specialmente quando non sei autonomo, ma sei vincolato da ciò che pensa e fa chi ti sta attorno.

Specialmente in un mondo in cui ognuno sostanzialmente pensa (anche giustamente) solamente ai fatti suoi (e ci butto dentro tutti: singoli individui, imprenditori, stato, sindacati, parlamentari, banche, giornalisti, ricchi, poveri ecc ecc).

Di per sé questa situazione potrebbe essere estremamente formativa. Ma credo che torneremo in tempi brevi a comportarci come al solito.

Edited by Maldoner

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mich!
10 ore fa, ArmandoBis ha scritto:

Premessa fondamentale: uscire dall'Euro è cosa buona e giusta.

Uscire dall'UE non è vantaggioso, perché poi si entrerebbe nel gioco delle ritorsioni commerciali e data l'integrazione già avvenuta non ne varrebbe la pena.

Piccolo passo indietro: nel 1992 vennero abolite tutte le barriere tariffarie all'interno dell'Unione. Diversi mesi prima avevo letto alcuni articoli dove si esprimeva preoccupazione, uno mi pare che fosse su una rivista bancaria. In sostanza si diceva che la scienza economica affermava che in casi di integrazione commerciale spinta sarebbero aumentate le disparità tra fra paesi e ci sarebbe stato un forte flusso migratorio dai quelli più poveri a quelli più ricchi

Come ogni cosa uscire dall'UE ha aspetti positivi e aspetti negativi.

Come citato da te tra quelli negativi vi è ovviamente il gioco delle ritorsioni commerciali, anche se per limitare i danni potresti appoggiarti sui paesi extra UE.

Anche se uscendo potresti ribaltare gli eventuali dazi sulla merce in entrata dalla stessa UE.

Vedo come altro aspetto fortemente negativo l'adozione di un'altra moneta, meno forte dell'euro. La speculazione inizierebbe il giorno dopo e sarebbe un bagno di sangue.

Lati positivi la possibilità di non avere vincoli di bilancio, la possibilità di adottare politiche che facciano bene all'economia reale, la possibilità di abbassare la pressioni fiscale.

Aggiungo anche la maggior disponibilità economica dato che tra quanto versiamo e quanto ritorna indietro dall'UE siamo in disavanzo.

 

Premesso ciò per uscire servirebbero politici di livello. Non ne vedo neanche mezzo. 

Quindi credo che il tuo resterà una vaga possibilità.

Ma che l'UE vada assolutamente cambiata mi pare evidente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ArmandoBis
31 minuti fa, Mich! ha scritto:

Come ogni cosa uscire dall'UE ha aspetti positivi e aspetti negativi.

Come citato da te tra quelli negativi vi è ovviamente il gioco delle ritorsioni commerciali, anche se per limitare i danni potresti appoggiarti sui paesi extra UE.

Anche se uscendo potresti ribaltare gli eventuali dazi sulla merce in entrata dalla stessa UE.

Vedo come altro aspetto fortemente negativo l'adozione di un'altra moneta, meno forte dell'euro. La speculazione inizierebbe il giorno dopo e sarebbe un bagno di sangue.

Lati positivi la possibilità di non avere vincoli di bilancio, la possibilità di adottare politiche che facciano bene all'economia reale, la possibilità di abbassare la pressioni fiscale.

Aggiungo anche la maggior disponibilità economica dato che tra quanto versiamo e quanto ritorna indietro dall'UE siamo in disavanzo.

 

Premesso ciò per uscire servirebbero politici di livello. Non ne vedo neanche mezzo. 

Quindi credo che il tuo resterà una vaga possibilità.

Ma che l'UE vada assolutamente cambiata mi pare evidente.

Allora: l'adesione all'euro è una cosa, l'adesione all'UE è un altra.

Non tutti i paesi UE hanno l'euro.

In giro leggo cose folli, scritte da gente malata.

Ma la gente malata è tanta.

C'è gente che afferma che se uscissimo dall'euro verremmo poi buttati fuori dall'Europa.

A parte che non è vero, ma questo denota come si tratti di malati, persone che pensano che un'unione fra Stati diversi possa, anzi, debba funzionare istituendo un regime di terrore e, se non basta, asservire l'economia di interi paesi.

Perché è questo che stiamo rischiando. L'idea che hanno molti, soprattutto a sinistra, è che lo stato italiano debba essere definitivamente liquidato e che tutte le decisioni politiche ed economiche che ci riguardano debbano essere prese altrove.

L'idea è che gli italiani non possano governarsi da soli e quindi sia giocoforza cedere i poteri rilevanti a entità sovranazionali.

Ovviamente li faranno passare per organismi tecnici e non politici, ma di fatto questo segnerà la fine del nostro paese.

Tutto questo, se si verificherà, è stato ottenuto semplicemente scrivendo giorno dopo giorno sui giornali falsità a ripetizione.

Avete presente cos'è successo in Grecia?

Ecco, ciò che è successo è quanto la propaganda ha sostenuto che sarebbe dovuto accadere in caso un paese uscisse dall'euro.

Invece si è verificato esattamente l'opposto.

Tutto quello che hai detto semplicemente non è vero, è frutto della propaganda dei giornali (che prima erano tutti a destra e oggi sono tutti di sinistra, ma i padroni sono sempre gli stessi... Qualcosa vorrà dire, no?).

Se l'Italia tornasse ad avere una propria moneta, riscrivendo prezzi e contratti in vigore in un rapporto 1:1 con l'euro, più o meno a livello di cambio un'unità della nuova moneta verrebbe scambiata a 0,80 euro.

All'inizio bisognerà mettere un certo controllo al movimento di capitali, che potrà essere allentato o rimosso nel giro di uno, due anni.

Difficilmente questo accadrà. L'Italia rischia davvero di essere cancellata dalla carta geografica. La gente ormai vive in uno stato di allucinazione permanente. Ha creduto a tutte le palle che le hanno raccontato.

Hanno creduto che un paese ricco, con tutte le infrastrutture industriali intatte e le persone perfettamente in grado di mandarle avanti, sia in realtà un paese fallito.

Perché? Perché è indebitato. Con chi? Al 70-80% con se stesso...

Se non è una malattia mentale questa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabbio
Posted (edited)
Il 10/4/2020 alle 21:01 , Caraibika ha scritto:

Mah, secondo me invece finita questa storia i cinesi staranno meglio di tutti,

Ma infatti il fatto che gli usa ci provino non vuol dire che ci riescano. Hanno centrato comunque il secondo obiettivo, creare un nuovo 'nemico pubblico numero uno' per ottenere carta bianca dalla propria opinione pubblica altrimenti storicamente riluttante ad ogni tipo di intervento fuori dai confini nazionali

Cita

sono i soli ad avere uno stato che prende decisioni drastiche rapidamente, hanno i mezzi di produzione, la liquidità e l'ambizione di diventare la superpotenza dominante.

Ma certo, è per questo che cercano di fermarli 

Cita

L'Europa non si è mai ripresa del tutto dalla crisi del 2008, il coronavirus servirà solo a piantare l'ultimo chiodo sul progetto Euro -

Se la vedi come 'europa', cosa che non è a dispetto delle promesse iniziali, ma se la vedi come 'grande Germania' sta benissimo. E l'unico paese che avrebbe potuto e dovuto rompere l'unione visto il rapporto peso sull'economia europea/svantaggi ricevuti era un Italia incapace di farlo causa classe dirigente inadeguata. Adesso invece.... speriamo...

Cita

rivelatosi una truffa per quasi tutti gli europei, tranne alcuni banchieri e i loro collusi - 

E per la Germania eh

Cita

mentre gli USA non li vedo affatto bene, avranno ripercussioni sociali pesanti e non so se stavolta stampare tonnellate di dollari basterà per tenerli in carreggiata.

Scommetti invece che fra un po' troveranno un vaccino o dimostreranno di aver gestito meglio di tutti l'emergenza o altra giustificazione random e saranno più forti di prima? Uguale il regno unito. 

Cita

Questo potrebbe essere un punto di svolta della storia mondiale anche a livello politico-economico

Sicuramente lo è 

 

Edited by Fabbio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabbio
Il 11/4/2020 alle 10:56 , gort ha scritto:

Vero, in genere secondo me è meglio abbassare le orecchie e andare per la propria strada.

Il frustrato ha la sua soddisfazione e ne esci il più velocemente possibile dalla rottura di balle.

In alcuni Paesi, se incominci ad abbaiare, può essere che non ne esci vivo.

Non fraintendermi però. Non volevo dare giustifucazioni, esponevo solo le motivazioni più probabili. Poi si, all atto pratico è sempre meglio abbozzare in questi casi. Sconveniente anche rivolgersi all'inefficiente giustizia italiana salvo casi gravi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.