Jump to content
Pike_Hunter

La chiamata inaspettata. Gestire il ritorno di una ex

Recommended Posts

vol-à-voile
Posted (edited)

Io non sto dicendo che tua sia migliore di lei, sto semplicemente dicendo che lei non fa per te e come vedi te ne sei accorto tu stesso.

La carne è carne e quando ti si presenta davanti è chiaro avere un sussulto. Io lo ho tutt’ora quando vedo la mia ex che mi fece precipitare e fortunatamente arrivare su questo forum.
Dopo 3 anni me la sono riscopata durante l’ ultimo Natale ed avrei potuto farlo anche diverse volte durante il periodo natalizio (con il suo attuale fidanzato in vacanza natalizia a sciare), però in cuor tuo ti sale sempre quel campanello di allarme che ti fa dire “lascia stare, per uno che non ti scopi ce ne sono altre 100 che ti aspettano a gambe aperte”.

Ricostruire un rapporto con una persona che ha palesemente disatteso le tue aspettative e si ritrova addirittura ad avere niente in comune con le tue passioni o più semplicemente con i tuoi modi di vedere le cose... ma perché? Dovresti mettere l’orgoglio da parte perché come razionalmente hai visto scrivendo quel papiro non c’è affatto un nesso comune che ci unisca 

Edited by vol-à-voile

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pike_Hunter
1 ora fa, vol-à-voile ha scritto:

Io non sto dicendo che tua sia migliore di lei, sto semplicemente dicendo che lei non fa per te e come vedi te ne sei accorto tu stesso.

Se ho fatto passare il messaggio di essere migliore di lei mi spiego meglio. Non mi reputo migliore, ognuno di noi 2 ha qualità diverse.

Effettivamente mi ha fatto un pò traballare la cosa, tant'è che non saprei nemmeno se nel caso sarebbe opportuno riscoparla.

Perdonatemi se quando scrivo tiro giù sempre dei papiri. È un pò il mio modo di fare 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites

sasa4
8 ore fa, Pike_Hunter ha scritto:

Questa cosa effettivamente è stata la goccia per non rivolerla. Anche perchè è una cosa che dura da 7 mesi, lui ha una compagna malata ed io mi domando la sua coscienza cosa le dice quando cornificano quella poveretta. Lei sà tutto e continua a volerlo vedere.

-

Il discorso per cui un minimo la giustifico è che a lei è mancato un padre, una figura maschile che le volesse bene come un padre vuole bene alla figlia (legame unico e necessario per le ragazze). Inoltre amo la sua famiglia, sua madre ed il suo compagno sono stati per me dei grandi, mi hanno accolto come un figlio. 

-

Però effettivamente abbiamo preso due strade di crescita diverse e lei, con la storia del 60enne è proprio caduta in basso per conto mio. È stato anche motivo di vanto per lei come se cornificare una donna e farsi uno più grande (58 🤣) la facesse sentire più donna.

-

Io sinceramente la compatisco, perché lei stà solo cercando una figura che da piccola non ha mai avuto e che il compagno di sua madre non ha mai riuscito a colmare.

Esercizio numero 1.

Cosa noti in questi passaggi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pike_Hunter
4 minuti fa, sasa4 ha scritto:

Esercizio numero 1.

Cosa noti in questi passaggi?

Noto probabilmente una presa di coscienza da parte mia sul fatto di non essere la ragazza che fà per me. Sono però ancora legato al suo nucleo familiare e ad una vecchia routine che svolgevo insieme a lei.

Tu che ne pensi @sasa4

Share this post


Link to post
Share on other sites

sasa4
53 minuti fa, Pike_Hunter ha scritto:

Noto probabilmente una presa di coscienza da parte mia sul fatto di non essere la ragazza che fà per me. Sono però ancora legato al suo nucleo familiare e ad una vecchia routine che svolgevo insieme a lei.

Tu che ne pensi @sasa4

Ci sono delle contraddizioni.

E nota bene, te lo sto dicendo sperando di aiutarti a riflettere in ciò che accade in queste situazioni.

Prima è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, poi la giustifichi, poi è caduta in basso, poi la compatisci.

Stai cercando di convincerti di un qualcosa.

La pancia dice una cosa, la mente un'altra.

Inoltre sono tutta una serie di frasi di chi cerca di mettersi in una posizione di superiorità rispetto ad un'altra persona.

Ripensa a quando a scuola tuo padre ti giustificava per l'assenza, quando a casa tua madre ti compativa per un errore che avevi fatto etc.

Questo rappresenta il tentativo del tuo ego di recuperare un pò di autostima e risolvere questo stato di angoscia, cercando di convincerti di stare al di sopra e sminuire o controllare il valore dell'altro.

È una semplice dissonanza cognitiva.

Tu non devi giustificare proprio nessuno o compatire nessuno, lei si tromba un 50enne ed è assolutamente responsabile della sua vita e delle sue azioni essendo maggiorenne. Che poi ciò nasconde, correttamente, quello che dici riferendoti all'attaccamento alla figura paterna, è un altro discorso.

Ma questo posso dirlo io o pincopallino che siamo al di fuori della situazione e, come vedi, non mi metto a compatirla o altro, dico che con buona probabilità il meccanismo è questo. Stop.

E ti invito a leggere anche quest'altra serie di frasi:

- Razionalmente? No... anche perché non è una persona affidabile con il lavoro che faccio, diceva spesso di usare questa cosa ( il mio lavoro) per risolvere le questioni o addirittura per intimidire le persone

- Quando mi faceva certi discorsi ho sempre detto " ok, lei non sarà mai la donna della tua vita" anche perché ci sarebbe stato il rischio di perdere il lavoro ad avere certi atteggiamenti.

- Quindi se effettivamente spero in un minimo ritorno è per via di tutto questo ed anche perché io e lei avevamo una certa intesa. Ci siamo subito capiti fin dall'inizio e ci siam fatti delle grandi risate. Le persone ci definivano la coppia perfetta per come ci completavamo.

- Se tornasse sarebbe solo per me una questione legata all'ego. Ma non sò dirti con certezza cosa sceglierei. Mentirei se ti dicessi che non ci penserei ad una possibile riscostruzione.

Ti rimando ai meccanismi di cui sopra.

Però la conclusione è giusta. La prima parte.

Se tornasse sarebbe solo una questione legata all'ego per entrambi.

Sei giovane, intelligente e hai forza di volontà.

Spero tu abbia capito il motivo per cui ti ho scritto questo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pike_Hunter
6 ore fa, sasa4 ha scritto:

Ci sono delle contraddizioni.

E nota bene, te lo sto dicendo sperando di aiutarti a riflettere in ciò che accade in queste situazioni.

Prima è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, poi la giustifichi, poi è caduta in basso, poi la compatisci.

Stai cercando di convincerti di un qualcosa.

La pancia dice una cosa, la mente un'altra.

Inoltre sono tutta una serie di frasi di chi cerca di mettersi in una posizione di superiorità rispetto ad un'altra persona.

Ripensa a quando a scuola tuo padre ti giustificava per l'assenza, quando a casa tua madre ti compativa per un errore che avevi fatto etc.

Questo rappresenta il tentativo del tuo ego di recuperare un pò di autostima e risolvere questo stato di angoscia, cercando di convincerti di stare al di sopra e sminuire o controllare il valore dell'altro.

È una semplice dissonanza cognitiva.

Tu non devi giustificare proprio nessuno o compatire nessuno, lei si tromba un 50enne ed è assolutamente responsabile della sua vita e delle sue azioni essendo maggiorenne. Che poi ciò nasconde, correttamente, quello che dici riferendoti all'attaccamento alla figura paterna, è un altro discorso.

Ma questo posso dirlo io o pincopallino che siamo al di fuori della situazione e, come vedi, non mi metto a compatirla o altro, dico che con buona probabilità il meccanismo è questo. Stop.

E ti invito a leggere anche quest'altra serie di frasi:

- Razionalmente? No... anche perché non è una persona affidabile con il lavoro che faccio, diceva spesso di usare questa cosa ( il mio lavoro) per risolvere le questioni o addirittura per intimidire le persone

- Quando mi faceva certi discorsi ho sempre detto " ok, lei non sarà mai la donna della tua vita" anche perché ci sarebbe stato il rischio di perdere il lavoro ad avere certi atteggiamenti.

- Quindi se effettivamente spero in un minimo ritorno è per via di tutto questo ed anche perché io e lei avevamo una certa intesa. Ci siamo subito capiti fin dall'inizio e ci siam fatti delle grandi risate. Le persone ci definivano la coppia perfetta per come ci completavamo.

- Se tornasse sarebbe solo per me una questione legata all'ego. Ma non sò dirti con certezza cosa sceglierei. Mentirei se ti dicessi che non ci penserei ad una possibile riscostruzione.

Ti rimando ai meccanismi di cui sopra.

Però la conclusione è giusta. La prima parte.

Se tornasse sarebbe solo una questione legata all'ego per entrambi.

Sei giovane, intelligente e hai forza di volontà.

Spero tu abbia capito il motivo per cui ti ho scritto questo.

 

 

Sono pienamente d'accordo. Mi trovo in un momento dove un giorno provo nostalgia e l'altro totale voglia di indipendenza volendo andare avanti.

Se il messaggio passato è stato quello di mettermi in una posizione superiore alla sua posso smentire immediatamente. Racconto le cose dal mio punto di vista per questo magari il messaggio che passa è questo. Però vi garantisco essere una ragazza con tantissime qualità, altrimenti tutti questi anni non ci sarei mai stato. Sà il fatto suo ecco.

Adesso ho bisogno di staccare un attimo. Non pensarci e continuare per la mia strada, al momento combinerei solo un casino se mi azionassi quindi meglio evitare.

Voglio guardare al futuro come giustamente mi state dicendo di fare.

Grazie per il vostro tempo e le vostre riflessioni!

Share this post


Link to post
Share on other sites
King of kings
Posted (edited)
On 4/27/2020 at 12:27 PM, Pike_Hunter said:

riscoparla

Non ora, non é il momento.

Sei ancora sotto.

Prima ti riprendi.

On 4/27/2020 at 8:39 PM, Pike_Hunter said:

Non pensarci

Pensaci invece, cerca di tirare fuori tutto quello che hai dentro. Ascolta le tue emozioni.

Impara a conoscerle.

Impara che sono solo temporanee e passeranno.

Man mano inizierai a vedere il tutto in modo diverso.

Crescerai da ciò.

E nel momento in cui non sentirai più il bisogno di lei, nel momento in cui la sua chiamata non ti fa andare il cuore a mille.

Allora potrai decidere se tornare da lei o meno.

Questo percorso richiede tempo

E la maggior parte delle volte ti porta su strade che non si intersecheranno nuovamente con le sue.

Strade più adatte a te.

Cammina senza voltarti !

 

Un abbraccio

 

 

Edited by King of kings

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.