Jump to content
Yuber

Il diritto all' oblio non esiste nei paesini

Recommended Posts

purple pill
1 minuto fa, Boulevard ha scritto:

Ahahahah rotolo

Manca il seguito fenomenale in cui alla fine gli dice che se l’è trombata comunque e gli sfila le 100 euro 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites

Yuber
2 ore fa, purple pill ha scritto:

Io non ti conosco, ma se fossi un tuo amico ti direi di lasciar perdere.

In questo forum - e va beh, per ovvie ragioni - pare che scopare sia il centro di tutto.

in un certo senso è pure vero che è il sale della vita; ma per l’appunto ti serve la vita prima di metterci il sale.

Andare a baccagliare ragazze in giro è una cosa che richiede abilità sociali che, per forza di cose, o non hai o, se mai le hai avute, ormai saranno atrofizzate.

io fossi in te la prenderei un po’ più alla larga.

Altrimenti rischi di diventare il milionesimo uomo rovinato da questa sottocultura, che se presa dal verso sbagliato rischia di farti diventare soggettone come nemmeno gli anni che hai raccontato t’han fatto diventare 

Beh in realtà a me approcciare piace moltissimo e ne sono stato imposibilitato per anni per via della situazione in cui mi trovo nella mia città.

Mi piace pensare di essere una persona con un certo tatto e se vedo che alla ragazza di turno la sto infastidendo la saluto con un sorriso e senza rancore.

Io approccio perché fa stare bene me soprattutto e non voglio ottenere nulla in cambio (se riesco a scopare tanto meglio ma se non succede io mi diverto lo stesso).

Sono sempre stato così e mi compiango del fatto che non posso essere me stesso nelle mie zone perché ho un grosso stigma sociale che va a minare la mia autostima.

Non dico di essere Casanova per carità ma possiedo  delle  skill sociali che mi rendono una persona tutto sommato "amabile".

Concordo sul fatto di essere fuori allenamento ma tornerò ad essere l uomo spensierato , genuino,sincero e simpatico che ero.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Akira93

Quello della provincia è un problema soprattutto mentale. Certe volte sembra che non riesci a uscirne da certi schemi o non puoi fare molto. 

Cambiare ambiente aiuta molto, almeno a prendere consapevolezza anche se non si risolve tutto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

purple pill
9 ore fa, Akira93 ha scritto:

Quello della provincia è un problema soprattutto mentale. Certe volte sembra che non riesci a uscirne da certi schemi o non puoi fare molto. 

Cambiare ambiente aiuta molto, almeno a prendere consapevolezza anche se non si risolve tutto. 

Come diceva @BrianBoru, i tuoi problemi caratteriali sono tuoi, non sono problemi della tua città (il tu è generico, ovviamente).

Che poi, in realtà diversi studi  hanno dimostrato che è anche l’ambiente a formare le predisposizioni caratteriali a livello hardwired, genetico.

sia come sia, é vero che se sei un outsider in provincia lo sarai anche in una metropoli da 10 milioni di abitanti. Ed è vero pure che le situazioni da cui sei fuggito in provincia le ritroverai anche lì, perché la società umana a livello macroscopico è fatta in un certo senso come un frattale. 

il fatto però è che in una metropoli 

1) sei molto più libero di farti cazzi tuoi

2) si spettegola ma i pettegolezzi viaggiano su un ambiente molto più dispersivo, quindi sono molo più diluiti e meno dannosi.

3) si è tutti molto più anonimi. Sei hai 15 anni e fai il punk sei UN punk, no Antò lu punk.

4)) in virtù di questo, i tuoi torti o presunti tali non sono condanne a vita. Quello che hai fatto a 18 anni, quando arrivi a 30 gli altri a malapena se lo ricordano. Io a casa mia ho trovato gente che della mia adolescenza (non solo della mia, ovviamente) si ricordava più di me. Si ricordavano pure episodi che non erano proprio mai successi, pensa un po’. 

5) Esisteranno gruppi, gruppetti e pseudo-élites, ma non si arriverà mai ai livelli di tribalismo familista-amorale e ai relativi doppi standard “io posso/tu no” che vigono nei piccoli centri del sud 

6) ci sono più occasioni per tutti e la gerarchia sociale è molto più fluida, quindi ci sarà meno gente incarognita a nascondersi dietro quel moralismo naïf e odioso con cui in provincia i frustrati fanno scontare al prossimo le proprie frustrazioni 

eccetera eccetera eccetera 

Detto questo, a me le metropoli fanno cagare, soprattutto l’aria che ormai nelle città industriali è irrespirabile.

Ma in un certo senso  comunque riesco a respirare più lì che a casa mia

Edited by purple pill

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.