Jump to content
andreaponte

Fine LTR, ricominciare

Recommended Posts

principemassa
3 ore fa, andreaponte ha scritto:

Ora io non sono disperato ma diciamo che non sarei dispiaciuto se lei capisse di aver sbagliato e tornasse con me, in caso contrario però non mi dannerei l'anima. 

Scusami ma non comprendo. Da questa tua frase sembra che tu più per amore/sentimento la rivoglia perchè ti scoccia che lei se ne sia andata..Delle due l'una: o ci stai male davvero (visto che scrivi su questa sezione del forum) e non vuoi ammetterlo a te stesso e a noi, o te ne importa ben poco.

Penso, inoltre, che sia altamente sbagliato che tu dica che vorresti che "lei capisse di aver sbagliato", primo perchè può essere benissimo non sia così, che, cioè, in realtà, per lei il non stare insieme a te sia la cosa più giusta al mondo (e su questo non possiamo sindacare), secondo il tuo sembra quasi un ragionamento vendicativo. Ti invito, soprattutto per il tuo bene, a iniziare a distaccare la mente da lei, da quello che lei può pensare e a quello che tu vorresti che lei facesse: al momento non puoi influenzarla in alcun modo, dunque è bene che ti concentri solo su te stesso.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

Forse lo sbaglio sta nel fatto che la relazione era ormai diventata una routine,

Più che altro lo sbaglio è che dopo solo un anno e mezzo dici che già era un routine. Una relazione deve essere sempre tenuta accesa da nuovi stimoli. Nei primi tempi (vostro compreso) è molto più facile, soprattutto quando si è così giovani con meno preoccupazioni a carico. Questa tua affermazione mi porta a pensare, una nuova volta, che lei per te non fosse poi così importante. Sia chiaro che non è una critica nei tuoi confronti: può benissimo essere che tu ti fossi già (inconsciamente?) stufato di lei, ma, magari, non te ne sei ancora reso conto del tutto. Ci sono tante tue frasi che depongono a favore di questa ipotesi...

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

Io dico che tornerà, anche se magari sbaglio, non perché è una speranza, ma per fatti ben precisi.

Sì sbagli! Sbagli perchè non puoi sapere cosa sarà, e vivere con questa idea/speranza può solo farti star male. Poco importa l'ambiente di contorno: magari domani mattina conosce, per caso, un altro ragazzo (sempre che già non ci sia) e tutta la tua argomentazione circa l'essere timida, l'aver poche amiche, crolla immediatamente. Quanti, anche qui su IS, dopo esser stati lasciati si sono ritrovati soli? Eppure si sono create nuove cerchie di amicizie e nuove opportunità. O, ripeto, può anche essere che lei, piuttosto di tornare con te, se ne vorrà stare da sola. Le variabili sono infinite!

In più c'è un dato da cui tu non devi prescindere: lei ti ha detto di non amarti più! Direi che questa frase, di per sè, è sufficiente per farti capire che non tornerà.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

, ho diverse ragazze che ci starebbero anche domani mattina ma, sarà un mio limite, ora non ho neanche voglia di fare qualcosa con queste e voglio impegnarmi maggiormente a stare bene da solo senza dipendere da una ragazza

Questo è molto giusto. E, di tutte, questa mi sembra l'unica frase da cui traspare il tuo "dolore" per la perdita. Ora, quindi, non è di certo il momento di fare "chiodo scaccia chiodo", perchè, probabilmente, non risolveresti nulla. Devi solo centrarti su te stesso.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

lei era palesemente scossa, nervosa, si incazzava, non voleva essere toccata e mentre io ridevo e facevo autoironia lei aveva lo sguardo perso e il nervosismo le si vedeva sulla pelle

Questo non è il "vortice emozionale" del quale parlavo, bensì una delle reazioni standard quando ci lasciano. Ripeto sei giovane (e non è di certo una colpa!) e, dunque, quasi sicuramente è la prima volta che vivi una situazione del genere. Il fattore emozionale/irrazionale è quello per il quale, per esempio, quando ci lasciano ci riferiscono frasi assolutamente non corrispondenti alla realtà o travisano i fatti in una maniera del tutto insana. Per farti capire: una ragazza che ti lascia dicendoti "non soddisfacevi i miei desideri" quando tu, invece, eri lì ad accontentarla in ogni cosa, ecco che sta completamente rileggendo il rapporto in una maniera sbagliata, perchè trascinata dalla sua irrazionalità. E lì, come dice anche xyz, è inutile che tu provi a farla ragionare/cercare logica nei discorsi. 

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

è "dimenticata" di ridarmi alcuni miei vestiti che lei usava spesso perché gli ricordavano me, secondo me è un modo per lasciare uno spiraglio aperto

Sì, è probabilmente un modo per tenersi uno spiraglio aperto, ma non, come dici tu, per un bluff, bensì perchè è un modo di fare loro tipico. Lasciano ma allo stesso tempo non chiudono del tutto, perchè fa sempre comodo avere una porticina dove rientrare.

Sei tu che, invece, quella porta la devi chiudere del tutto e basta. Tornerà? Non tornerà? Tornerà e vi lascerete di nuovo dopo due giorni? Tornerà e starete insieme per tutta la vita? Sono domande per te, in questo momento, del tutto inutili.

Ripeto: dedicati solo a te stesso, a migliorare e maturare tu come persona singola. Smetti di interessarti a quello che lei fa (social compresi). Adotta il freeze, in pratica, ma nel modo giusto. Dopo che avrai riacquisito serenità e tranquillità potrai fare tutte le valutazioni del caso, compresa quella relativa al fatto se - qualora si presentasse l'occasione - sia opportuno o meno tornare insieme a lei.

Leggendoti mi pare abbastanza ovvio che tu debba fare un po' di ordine circa questo tuo rapporto, comprendere bene cosa fosse e cosa lei rappresentasse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

andreaponte
Posted (edited)
3 ore fa, principemassa ha scritto:

Scusami ma non comprendo. Da questa tua frase sembra che tu più per amore/sentimento la rivoglia perchè ti scoccia che lei se ne sia andata..Delle due l'una: o ci stai male davvero (visto che scrivi su questa sezione del forum) e non vuoi ammetterlo a te stesso e a noi, o te ne importa ben poco.

È vero è una situazione paradossale lo devo ammettere, lei per me è stata una persona molto importante ma non so perché dopo un primo giorno di sofferenza vera sono riuscito a rialzarmi e non sembrare ridicolo e bisognoso. Ora non dico di essere stra felice e di dare un party per questo, solo che sto meglio di quanto inizialmente preventivato, magari gli effetti arriveranno dopo. Se però tu mi chiedi se mi piacerebbe riaverla ti dico sì, anche se ho avuto dubbi su di noi lei resta comunque importante. 

Penso, inoltre, che sia altamente sbagliato che tu dica che vorresti che "lei capisse di aver sbagliato", primo perchè può essere benissimo non sia così, che, cioè, in realtà, per lei il non stare insieme a te sia la cosa più giusta al mondo (e su questo non possiamo sindacare), secondo il tuo sembra quasi un ragionamento vendicativo. Ti invito, soprattutto per il tuo bene, a iniziare a distaccare la mente da lei, da quello che lei può pensare e a quello che tu vorresti che lei facesse: al momento non puoi influenzarla in alcun modo, dunque è bene che ti concentri solo su te stesso.

Hai ragione, non è scontato che abbia fatto la scelta sbagliata, né tantomeno che se ne accorga e me lo venga a dire, ma comunque io non mi voglio assolutamente vendicare, non è un mio obiettivo farla stare male. So benissimo che ora come ora non posso influenzarla ma è comunque ovvio che mi torni spesso in mente, mi rattristisco ma non ne faccio una tragedia. 

Più che altro lo sbaglio è che dopo solo un anno e mezzo dici che già era un routine. Una relazione deve essere sempre tenuta accesa da nuovi stimoli. Nei primi tempi (vostro compreso) è molto più facile, soprattutto quando si è così giovani con meno preoccupazioni a carico. Questa tua affermazione mi porta a pensare, una nuova volta, che lei per te non fosse poi così importante. Sia chiaro che non è una critica nei tuoi confronti: può benissimo essere che tu ti fossi già (inconsciamente?) stufato di lei, ma, magari, non te ne sei ancora reso conto del tutto. Ci sono tante tue frasi che depongono a favore di questa ipotesi...

Può sembrare che alla mia età sia facile, probabilmente lo è rispetto alle relazioni dei più grandi ma io comunque mi davo da fare, sempre nei limiti del possibile per l'età, con cene e uscite nel weekend ad esempio. A me non dispiaceva comunque la routine perché comunque erano presenti sia momenti di divertimento, sia d'amore e sia di passione. Tu dici che forse inconsciamente mi ero stufato di lei, questo non te lo so dire, avevo dei momenti in cui mi sentivo molto lontano da lei e momenti in cui invece lei era la cosa più importante del mondo. Eppure non penso di essere pazzo, sono un ragazzo normalissimo e non ho problemi di famiglia né niente. 

Sì sbagli! Sbagli perchè non puoi sapere cosa sarà, e vivere con questa idea/speranza può solo farti star male. Poco importa l'ambiente di contorno: magari domani mattina conosce, per caso, un altro ragazzo (sempre che già non ci sia) e tutta la tua argomentazione circa l'essere timida, l'aver poche amiche, crolla immediatamente. Quanti, anche qui su IS, dopo esser stati lasciati si sono ritrovati soli? Eppure si sono create nuove cerchie di amicizie e nuove opportunità. O, ripeto, può anche essere che lei, piuttosto di tornare con te, se ne vorrà stare da sola. Le variabili sono infinite!

Tutto è possibile hai ragione anche su questo, io però non voglio dire che sia impossibile ma solamente che ciò è fortemente improbabile rispetto a una grande città dove ci sono un numero illimitato di occasioni, penso che anche tu sia d'accordo con me.

In più c'è un dato da cui tu non devi prescindere: lei ti ha detto di non amarti più! Direi che questa frase, di per sè, è sufficiente per farti capire che non tornerà.

Ma sai cosa c'è? Mentre stavamo insieme aveva litigato di brutto con una sua amica, non era la prima volta e lei aveva detto esplicitamente "Questa volta ci chiudo definitivamente", sono passati due mesi e le ha scritto... Tu mi dirai che le amicizie non c'entrano una mazza con le relazioni ma secondo me questo è un segnale forte riguardo i suoi pensieri. Comunque è vero, non mi devo illudere ma i precedenti ci sono ecco. 

Inoltre io ho potuto vedere con i miei occhi diverse coppie che si sono lasciate e poi si sono ricongiunte dopo un certo periodo, io tra l'altro non so nemmeno come vivrei un suo ritorno, era solo una possibilità ecco. 

Questo è molto giusto. E, di tutte, questa mi sembra l'unica frase da cui traspare il tuo "dolore" per la perdita. Ora, quindi, non è di certo il momento di fare "chiodo scaccia chiodo", perchè, probabilmente, non risolveresti nulla. Devi solo centrarti su te stesso.

Hai ragione, a volte purtroppo mi capita di ragionare più con il cazzo che con la mente, spero di non cascarci ma non perché ho fatto un voto di castità con lei, ma proprio perché secondo me un certo periodo con sé stessi è indispensabile per stare bene. 

Questo non è il "vortice emozionale" del quale parlavo, bensì una delle reazioni standard quando ci lasciano. Ripeto sei giovane (e non è di certo una colpa!) e, dunque, quasi sicuramente è la prima volta che vivi una situazione del genere. Il fattore emozionale/irrazionale è quello per il quale, per esempio, quando ci lasciano ci riferiscono frasi assolutamente non corrispondenti alla realtà o travisano i fatti in una maniera del tutto insana. Per farti capire: una ragazza che ti lascia dicendoti "non soddisfacevi i miei desideri" quando tu, invece, eri lì ad accontentarla in ogni cosa, ecco che sta completamente rileggendo il rapporto in una maniera sbagliata, perchè trascinata dalla sua irrazionalità. E lì, come dice anche xyz, è inutile che tu provi a farla ragionare/cercare logica nei discorsi. 

Purtroppo/per fortuna non è la prima volta che mi capita, è già capitato in passato di sentire queste cose anche se per storie molto più brevi e meno importanti. Dici che ho sbagliato e lei mi ha visto come disperato poiché gli ho scritto prima un lungo messaggio in cui dicevo che lei era importante e sarei cambiato e poi sono andato da lei a cercare di farle cambiare idea? Spero di non essere stato percepito in questa maniera, anche se so che lei sa bene che non sono così e ho alternative. 

Sì, è probabilmente un modo per tenersi uno spiraglio aperto, ma non, come dici tu, per un bluff, bensì perchè è un modo di fare loro tipico. Lasciano ma allo stesso tempo non chiudono del tutto, perchè fa sempre comodo avere una porticina dove rientrare.

Questo spiraglio è presente ma non voglio che lei lo dia per scontato, nel senso che io non farò mai lo scendiletto di qualcun altro, né mi inzerbinerò e tantomeno non sarò mai il suo amico gay che la ascolta mentre piange perché qualcuno l'ha trattata male, ci sarò solo se lei mi vedrà nuovamente come un partner e una persona con cui scopare e sempre che in questo periodo non forzi troppo la mano, perché la dignità è più importante di ogni altra cosa. 

Sei tu che, invece, quella porta la devi chiudere del tutto e basta. Tornerà? Non tornerà? Tornerà e vi lascerete di nuovo dopo due giorni? Tornerà e starete insieme per tutta la vita? Sono domande per te, in questo momento, del tutto inutili.

Hai ragione anche qui, mi sono già messo in testa che è finita ma hai presente quella vocina dentro di te che ripete che non è tutto finito definitivamente? Purtroppo faccio fatica a zittirla pur sapendo razionalmente che è tutto concluso. 

Ripeto: dedicati solo a te stesso, a migliorare e maturare tu come persona singola. Smetti di interessarti a quello che lei fa (social compresi). Adotta il freeze, in pratica, ma nel modo giusto. Dopo che avrai riacquisito serenità e tranquillità potrai fare tutte le valutazioni del caso, compresa quella relativa al fatto se - qualora si presentasse l'occasione - sia opportuno o meno tornare insieme a lei.

Leggendoti mi pare abbastanza ovvio che tu debba fare un po' di ordine circa questo tuo rapporto, comprendere bene cosa fosse e cosa lei rappresentasse.

Sicuramente so che ho bisogno di quel periodo ma ti so già dire cosa lei rappresentava. Era la ciliegina sulla torta quando ci siamo conosciuti, io ero in un momento assolutamente positivo e ho incontrato lei che mi ha completato e fatto stare ancora meglio, ma non venivo e non vengo da un periodo di depressione in cui lei è tutto e tutto si basa su di lei, non so se mi spiego. Lei è importante ma non è tutto, forse era la cosa più importante ma di sicuro non morirò poiché ho una base abbastanza solida sotto di me. 

 

Edited by andreaponte

Share this post


Link to post
Share on other sites

principemassa

Queste tue ultime affermazioni sono molto più interessanti e profonde. Dunque

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

solo che sto meglio di quanto inizialmente preventivato, magari gli effetti arriveranno dopo. Se però tu mi chiedi se mi piacerebbe riaverla ti dico sì, anche se ho avuto dubbi su di noi lei resta comunque importante. 

Può darsi che arriveranno dei momenti più down..però se cominci, da subito, a lavorare su te stesso vedrai che li affronterai con molta più serenità e lucidità. Quanto al fatto che tu ora voglia riaverla è un sentimento normale, perchè sei nel pieno post-rottura. Con il tempo capirai se varrà o meno davvero la pena di riaverla. In questo momento è logico che il tuo unico pensiero sia quello di tornare con lei.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

alla mia età sia facile, probabilmente lo è rispetto alle relazioni dei più grandi

In generale non è mai facile. Ad ogni età ci sono esigenze e problemi diversi cui far fronte. Per esempio alla tua età l'ormone spinge molto di più e si vivono le situazioni a mille, sia in senso positivo che in senso negativo (e ciò, spesso, può essere un problema). 

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

Tu dici che forse inconsciamente mi ero stufato di lei, questo non te lo so dire, avevo dei momenti in cui mi sentivo molto lontano da lei e momenti in cui invece lei era la cosa più importante del mondo. Eppure non penso di essere pazzo, sono un ragazzo normalissimo e non ho problemi di famiglia né niente

No, assolutamente, non è pazzia. Forse erano i primi segnali che qualcosa già non andava. Comunque in ogni relazione ci sono periodi di maggior scazzo. Quello che bisogna capire è se quelli erano realmente momenti o se era l'emergere di una tua insoddisfazione per quel rapporto. Comprendo che sia un ragionamento non semplicissimo da fare ma, credimi, può esserti di grande aiuto.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

ciò è fortemente improbabile rispetto a una grande città dove ci sono un numero illimitato di occasioni, penso che anche tu sia d'accordo con me.

Sicuramente l'ambiente più piccolo porta meno stimoli e meno distrazioni. Poi però l'occasione uno può anche sempre crearsela...

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

Mentre stavamo insieme aveva litigato di brutto con una sua amica, non era la prima volta e lei aveva detto esplicitamente "Questa volta ci chiudo definitivamente", sono passati due mesi e le ha scritto..

Non sai quante donne fanno così! Pure la mia ex ha un milione di volte chiuso i rapporti con una sua amica per poi riaprirli lo stesso numero di volte. Le donne hanno un modo di ragionare diverso da noi, spesso molto più impulsivo e più influenzato dall'emozione del momento.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

io ho potuto vedere con i miei occhi diverse coppie che si sono lasciate e poi si sono ricongiunte dopo un certo periodo, io tra l'altro non so nemmeno come vivrei un suo ritorno

Sicuramente: sono io il primo a dire che, leggendo in giro, sembrano più i casi di ritorno di quelli di addio per sempre. Il problema sta però nelle modalità e tipologie di questo ritorno: direi che solo il 2% dei casi, come ho scritto anche ad un altro utente, è un ritorno sincero, con l'intento di costruire un rapporto 2.0 che deve, NECESSARIAMENTE, essere fondato su diversi schemi e presupposti, nonchè richiede che entrambe le persone siano cresciute e maturate...insomma come capirai non proprio semplice come cosa. Maggiori sono i ritorni per noia, per solitudine o per vedere se ancora tu ci stai sotto e se lei ha potere su di te. Ecco da questi "ritorni" (che tali sostanzialmente non sono) bisogna fuggire, perchè poi si finisce peggio di prima. Sostanzialmente alla prima lieve puzza di bruciato è meglio scappare a gambe levate.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

a volte purtroppo mi capita di ragionare più con il cazzo che con la mente, spero di non cascarci ma non perché ho fatto un voto di castità con lei, ma proprio perché secondo me un certo periodo con sé stessi è indispensabile per stare bene. 

Questa tua frase denota maturità. E' proprio vero, serve un periodo di "solitudine". Questo, però, non vuol dire far voto di castità: se c'è una tipa che vuoi portarti a letto, senza alcun impegno, e lei ci sta, niente te lo vieta, anche perchè, in tal caso, sei tu il primo conscio del fatto che lo fai solo per divertirti un po' e non per dimenticare la ex.

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

ho sbagliato e lei mi ha visto come disperato poiché gli ho scritto prima un lungo messaggio in cui dicevo che lei era importante e sarei cambiato e poi sono andato da lei a cercare di farle cambiare idea?

Non mi sembra tu abbia fatto grandi sbagli. Hai fatto un normale tentativo di recupero che è' finito male e poi non sei andato oltre. Avessi pianto come un disperato davanti a lei, l'avessi riempita di regali/attenzioni o avessi continuato a cercare di riprenderla, in tutti i modi possibili ed immaginabili, allora sì che saresti stato un bisognoso. Nel tuo caso direi di no e, aggiungo, anche se lei lo pensasse fregatene. Può pensare quello che vuole adesso, ciò che conta sono i fatti e tu non hai bisogno di dimostrarle un bel niente!

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

nel senso che io non farò mai lo scendiletto di qualcun altro, né mi inzerbinerò e tantomeno non sarò mai il suo amico gay che la ascolta mentre piange perché qualcuno l'ha trattata male, ci sarò solo se lei mi vedrà nuovamente come un partner e una persona con cui scopare e sempre che in questo periodo non forzi troppo la mano, perché la dignità è più importante di ogni altra cosa

Ecco, questa è una delle cose più importanti che hai detto. Stampatela e tienitela sottomano, soprattutto per i momenti meno belli. Se lei volesse/dovesse tornare avrà tanto da dimostrarti. Altrimenti può tornare benissimo da dove è arrivata. Per dire: farti cornuto ok, ma prenderti pure per coglione no!

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

quella vocina dentro di te che ripete che non è tutto finito definitivamente? Purtroppo faccio fatica a zittirla pur sapendo razionalmente che è tutto concluso. 

Assolutamente normale adesso, non preoccuparti. Vi siete lasciati da poco!

3 ore fa, andreaponte ha scritto:

Lei è importante ma non è tutto, forse era la cosa più importante ma di sicuro non morirò poiché ho una base abbastanza solida sotto di me. 

Ecco, questo è fondamentale. Come dici tu lei (inteso in senso generico come la donna da avere accanto) deve essere un completamento di quello che si ha, non il motivo della propria vita. E sai perchè lei è stata così? perchè l'hai incontrata in un momento che tu stesso definisci positivo. Vedrai che appena riprenderai ad avere la tua positività avrai mille altre occasioni di incontrare altre ragazze, anche molto migliori - per te - di lei. Ora, però, è un ragionamento prematuro.

Dalle tue ultime parole dimostri una maggiore consapevolezza di quella che traspariva dai primi commenti. Probabilmente sei già incanalato sulla buona strada per riprendere in mano il tuo star bene. Prosegui così, centrato su di te!😉😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

andreaponte
Posted (edited)

Innanzitutto volevo ringraziarti di cuore perché mi stai dando una grossa, grossissima mano e tra l'altro lo fai anche velocemente, grazie veramente! 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Può darsi che arriveranno dei momenti più down..però se cominci, da subito, a lavorare su te stesso vedrai che li affronterai con molta più serenità e lucidità. Quanto al fatto che tu ora voglia riaverla è un sentimento normale, perchè sei nel pieno post-rottura. Con il tempo capirai se varrà o meno davvero la pena di riaverla. In questo momento è logico che il tuo unico pensiero sia quello di tornare con lei.

Sai, io penso che questo evento sia arrivato nel migliore dei momenti, in inverno ci avrei sofferto molto di più e tra l'altro ora non solo ho l'estate davanti, ma come scrivevo sopra sono riuscito anche a coronare un mio sogno. Penso che questo abbia attutito non poco il tutto, spero che non ci sia una ricaduta troppo profonda più avanti e di aver già superato la sofferenza. 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

In generale non è mai facile. Ad ogni età ci sono esigenze e problemi diversi cui far fronte. Per esempio alla tua età l'ormone spinge molto di più e si vivono le situazioni a mille, sia in senso positivo che in senso negativo (e ciò, spesso, può essere un problema).

Guarda ti dirò che secondo me alla mia età le ragazze sono pazze, io ne conosco un buon numero e credimi che sono ingestibili perché hanno sbalzi d'umore improvvisi e vivono delle emozioni che per intensità sono mille volte maggiori di quelle dei maschi, almeno della mia età. Io non so quale sia la causa, sarà la mia generazione che è così squilibrata ahah. Ma soprattutto pretendono una cosa che secondo me è infattibile, cioè loro vogliono che tu capisca quello che stanno provando in quel momento dai loro "segnali" come dicono, ma ciò è difficilissimo, almeno per me. I maschi invece sono molto più spontanei, se ti devono dire una cosa la dicono senza farsi seghe mentali. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

No, assolutamente, non è pazzia. Forse erano i primi segnali che qualcosa già non andava. Comunque in ogni relazione ci sono periodi di maggior scazzo. Quello che bisogna capire è se quelli erano realmente momenti o se era l'emergere di una tua insoddisfazione per quel rapporto. Comprendo che sia un ragionamento non semplicissimo da fare ma, credimi, può esserti di grande aiuto.

Questa cosa la voglio affrontare. Io mentre stavo con lei avevo dei momenti in cui cercavo qui sul forum e guardavo video su youtube su come conquistare ragazze, cosa fare e non fare. Tu mi dirai che allora era palese che non stessi bene con lei, invece no cioè io stavo bene ma sentivo l'esigenza anche di approcciare altre, anche se poi non facevo nulla. Questo capitava ad esempio quando vedevo delle ragazze fighe e pensavo tra me e me "chissà se a questa posso interessare se seguo questi consigli" e quindi mi davo da fare, forse ho perso un po' la strada anche per questo. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Sicuramente l'ambiente più piccolo porta meno stimoli e meno distrazioni. Poi però l'occasione uno può anche sempre crearsela.

Sono d'accordo, soprattutto per le ragazze che sono sicuramente più facilitate anche se non hanno grossi social circle. Io non voglio dire di essere speciale, anzi sono un ragazzo normale, però credo di essere molto calibrato su ciò che faccio, non ho vizi e credo che alla lunga se ne accorgerà quando conoscerà altri. Pensa che, ad esempio, ho aspettato anche diverso tempo prima di scoparci perché lei non se la sentiva e le ho fatto pochissime pressioni. Poi magari ne incontra uno mille volte meglio, questo non è da escludere eh. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Non sai quante donne fanno così! Pure la mia ex ha un milione di volte chiuso i rapporti con una sua amica per poi riaprirli lo stesso numero di volte. Le donne hanno un modo di ragionare diverso da noi, spesso molto più impulsivo e più influenzato dall'emozione del momento.

Io penso che le amicizie tra le ragazze, nella stragrande maggioranza dei casi, siano false e basate su convenienze reciproche. Io vedo tante ragazze che tra di loro si chiamano con nomignoli affettuosi, poi ci parli e buttano merda su quella che dieci secondi prima avevano chiamato amore, bah. Però ho anche notato che con i ragazzi si trovano molto meglio e tendono a non sparlare male alle loro spalle. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Sicuramente: sono io il primo a dire che, leggendo in giro, sembrano più i casi di ritorno di quelli di addio per sempre. Il problema sta però nelle modalità e tipologie di questo ritorno: direi che solo il 2% dei casi, come ho scritto anche ad un altro utente, è un ritorno sincero, con l'intento di costruire un rapporto 2.0 che deve, NECESSARIAMENTE, essere fondato su diversi schemi e presupposti, nonchè richiede che entrambe le persone siano cresciute e maturate...insomma come capirai non proprio semplice come cosa. Maggiori sono i ritorni per noia, per solitudine o per vedere se ancora tu ci stai sotto e se lei ha potere su di te. Ecco da questi "ritorni" (che tali sostanzialmente non sono) bisogna fuggire, perchè poi si finisce peggio di prima. Sostanzialmente alla prima lieve puzza di bruciato è meglio scappare a gambe levate.

Ho letto un post simile sul topic riguardante l'importanza del freeze di Human se non sbaglio. Io sono sicuro che se lei tornerà non mi farò fregare facilmente per una scopata e di sicuro non mi mostrerò ancora sotto il suo controllo, tra l'altro la mia situazione con le ragazze, che lei conosceva, penso che mi aiuterà non poco in questo. Ovviamente se poi dovessi ricrearsi qualcosa, starò molto più attento perché altrimenti sarà la bastonata finale. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Questa tua frase denota maturità. E' proprio vero, serve un periodo di "solitudine". Questo, però, non vuol dire far voto di castità: se c'è una tipa che vuoi portarti a letto, senza alcun impegno, e lei ci sta, niente te lo vieta, anche perchè, in tal caso, sei tu il primo conscio del fatto che lo fai solo per divertirti un po' e non per dimenticare la ex.

I miei amici, subito dopo la rottura mi hanno proposto e anche portato di forza ahah a uscire e fare feste. In queste occasioni mi dicevano sempre di bere per distrarmi, io sono sempre stato uno che si divertiva e a volte alzava anche il gomito ma sinceramente non penso che il detto "bere per dimenticare" sia giusto, o meglio magari ti aiuta sul momento ma poi si ritorna come prima, devo avere la forza di affrontare tutto a mente lucida. 

Andare con un'altra però non sarebbe comunque una sorta di chiodo scaccia chiodo? Anche senza implicazioni sentimentali. 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Non mi sembra tu abbia fatto grandi sbagli. Hai fatto un normale tentativo di recupero che è' finito male e poi non sei andato oltre. Avessi pianto come un disperato davanti a lei, l'avessi riempita di regali/attenzioni o avessi continuato a cercare di riprenderla, in tutti i modi possibili ed immaginabili, allora sì che saresti stato un bisognoso. Nel tuo caso direi di no e, aggiungo, anche se lei lo pensasse fregatene. Può pensare quello che vuole adesso, ciò che conta sono i fatti e tu non hai bisogno di dimostrarle un bel niente!

Per fortuna non ho fatto nulla di tutto ciò, anche grazie alle esperienze passate in cui invece venivo letteralmente travolto dalle emozioni, mi sarò disilluso dopo le prime delusioni evidentemente. L'unica cosa che ho fatto è chiederle di vederci, due volte, per parlarne, la prima è finita con la pausa, la seconda a distanza di pochi giorni, interrompendo prima del previsto la pausa perché avevo capito quanto fosse inutile, è stata un tentativo in extremis di farla riflettere, che si è concluso poi con la rottura. Tra l'altro, non mi ricordo se l'avevo già detto prima, lei mi ha pure minacciato che non mi avrebbe più scritto, io le ho detto che ci avrebbe perso lei e dopo questa risposta lei era ancora più spazientita, evidentemente si aspettava una reazione diversa. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Ecco, questa è una delle cose più importanti che hai detto. Stampatela e tienitela sottomano, soprattutto per i momenti meno belli. Se lei volesse/dovesse tornare avrà tanto da dimostrarti. Altrimenti può tornare benissimo da dove è arrivata. Per dire: farti cornuto ok, ma prenderti pure per coglione no!

Io ho amicizie femminili, ma molto superficiali, cioè salutarsi, due battute, qualche cazzata e basta. Non ho rapporti in cui io mi confido con loro e mi apro come invece faccio con qualche mio amico. Sarà un mio limite ma io con le ragazze non riesco ad avere un rapporto profondo di amicizia, o amici normali o fidanzati. Quindi fare l'amico gay, soprattutto della mia ex, sarebbe impossibile in ogni caso. 

 

11 ore fa, principemassa ha scritto:

Ecco, questo è fondamentale. Come dici tu lei (inteso in senso generico come la donna da avere accanto) deve essere un completamento di quello che si ha, non il motivo della propria vita. E sai perchè lei è stata così? perchè l'hai incontrata in un momento che tu stesso definisci positivo. Vedrai che appena riprenderai ad avere la tua positività avrai mille altre occasioni di incontrare altre ragazze, anche molto migliori - per te - di lei. Ora, però, è un ragionamento prematuro

Questa è una delle cose che ho imparato qui sul forum, proprio per evitare il famoso "frontal crash". In questo ultimo periodo mi sono un po' perso, anche per via della quarantena, ma recupererò tutto ciò che mi faceva stare felice anche da solo. Vedremo ciò che il futuro mi riserverà, tanto non ho nemmeno vent'anni quindi... 

Edited by andreaponte

Share this post


Link to post
Share on other sites

principemassa
21 minuti fa, andreaponte ha scritto:

pretendono una cosa che secondo me è infattibile, cioè loro vogliono che tu capisca quello che stanno provando in quel momento dai loro "segnali" come dicono, ma ciò è difficilissimo, almeno per me. I maschi invece sono molto più spontanei, se ti devono dire una cosa la dicono senza farsi seghe mentali. 

Sicuramente alla tua età è tutto molto più esasperato. Questa cosa, però, del voler a tutti i costi che noi comprendiamo il loro stare interiore senza dirci come stanno chiaramente le cose vale per tutte le età! E' come quando chiedi loro cosa hanno e ti rispondono "niente" anche se è evidente che qualcosa ci sia...E' proprio una forma mentis diversa. Noi siamo decisamente più diretti (fin troppo) e probabilmente in certe cose anche più superficiali, ma di certo, come tu stesso dici, non ci facciamo mille pippe mentali.

24 minuti fa, andreaponte ha scritto:

invece no cioè io stavo bene ma sentivo l'esigenza anche di approcciare altre

Può anche essere - azzardo solo un'ipotesi - che a te stesse bene avere la ragazza fissa per tutti i vantaggi che ciò comporta ma, allo stesso tempo, provando una certa insoddisfazione per quel rapporto di coppia ti guardavi intorno per vedere se fosse possibile approcciarne altre (per sesso? per una relazione? questo non so dirtelo). Ci sta che, comunque, anche quando si ha una ragazza/compagna fissa ci si senta attirati sessualmente da altre donne (è nella nostra natura). Ciò che bisogna capire è se quella fosse solo attrazione sessuale o se ci fosse qualcosa in più, cioè la necessità/desiderio di avere qualcosa d'altro...

28 minuti fa, andreaponte ha scritto:

però credo di essere molto calibrato su ciò che faccio, non ho vizi e credo che alla lunga se ne accorgerà quando conoscerà altri. Pensa che, ad esempio, ho aspettato anche diverso tempo prima di scoparci perché lei non se la sentiva e le ho fatto pochissime pressioni. Poi magari ne incontra uno mille volte meglio, questo non è da escludere eh. 

Può essere benissimo che, più avanti, si accorgerà di quello che ha perso. Però, credimi, quel "più avanti" sarà probabilmente un "troppo tardi" per te. Quanto a trovare di meglio? Sbagli - e lo dico per te - a ragionare in questo modo. Potrà trovare altro, di diverso o di più giusto per lei, ma non metterti nella posizione di valutare meglio/peggio quello che - eventualmente - troverà lei in futuro. I paragoni sono sempre sbagliati e ti fanno solo del male. Tu, sostanzialmente, devi essere il meglio per quella che si mette con te, il resto può andare a quel paese!

33 minuti fa, andreaponte ha scritto:

"bere per dimenticare" sia giusto, o meglio magari ti aiuta sul momento ma poi si ritorna come prima, devo avere la forza di affrontare tutto a mente lucida. 

Andare con un'altra però non sarebbe comunque una sorta di chiodo scaccia chiodo? Anche senza implicazioni sentimentali.

Giusto. Sono situazioni queste da affrontare con mente lucida.

Quanto al discorso di andare con un'altra. Se si tratta solo di una scopata e via, senza alcun tipo di altra implicazione, non è un chiodo scaccia chiodo o, perlomeno, non lo è se tu lo percepisci come tale. Mi spiego meglio: se tu cerchi una ragazza per portarla a letto perchè pensi: "ho bisogno di fare sesso per dimenticarmi di xxx" allora sì può essere controproducente. Viceversa se trovi una che ti piace e ci sta e ti vivi la situazione come "con sta qui mi faccio due/tre salti a letto giusto per divertirmi", allora non ci sono rischi di effetto boomerang diciamo. Tutto dipende da come affronti e percepisci la situazione.

37 minuti fa, andreaponte ha scritto:

Sarà un mio limite ma io con le ragazze non riesco ad avere un rapporto profondo di amicizia, o amici normali o fidanzati.

Comprendo quello che intendi e anche io sono così. La mia  ultima ex, per esempio, ha espressamente detto che vorrebbe che rimanessimo amici visto che sette anni insieme sono tanti (questo, tra l'altro, dopo avermi descritto come il peggior uomo al mondo! Viva la coerenza e teniamo alto il pennone della irrazionalità) ma, per me, non potrà mai esistere tra di noi un rapporto di amicizia. Conoscenza sì, ma amicizia come intendono loro no (le mie altre ex non so nemmeno che fine abbiano fatto, se siano o meno vive, figurati!).

41 minuti fa, andreaponte ha scritto:

In questo ultimo periodo mi sono un po' perso, anche per via della quarantena, ma recupererò tutto ciò che mi faceva stare felice anche da solo. Vedremo ciò che il futuro mi riserverà, tanto non ho nemmeno vent'anni quindi... 

Sicuramente la quarantena ha acuito ed esasperato alcune situazioni e di coppie, in questo periodo, ne sono saltate veramente tante! L'età, poi, gioca solo a tuo favore. Hai energie per spaccare il mondo in due, milioni di occasioni per conoscere nuove ragazze e, soprattutto, non sei ancora nel periodo nel quale si cerca una stabilità di vita (casa, famiglia, figli..), quindi puoi viverti le relazioni con maggiore serenità.

Leggendoti pare evidente che - misurando la situazione emotiva dopo la rottura come una linea retta - non ti trovi al punto 0, bensì sei già piuttosto avanti nel tuo tragitto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andreaponte
42 minuti fa, principemassa ha scritto:

Sicuramente alla tua età è tutto molto più esasperato. Questa cosa, però, del voler a tutti i costi che noi comprendiamo il loro stare interiore senza dirci come stanno chiaramente le cose vale per tutte le età! E' come quando chiedi loro cosa hanno e ti rispondono "niente" anche se è evidente che qualcosa ci sia...E' proprio una forma mentis diversa. Noi siamo decisamente più diretti (fin troppo) e probabilmente in certe cose anche più superficiali, ma di certo, come tu stesso dici, non ci facciamo mille pippe mentali.

Ma secondo te, il pensiero che io avrei potuto avere altre può aver contributo a ciò? Cioè qui si legge spesso che per andare bene non bisogna far capire alla ragazza che lei è la tua unica opzione ma facendo così, anche se indirettamente, la mia storia è entrata in crisi. 

 

44 minuti fa, principemassa ha scritto:

Può anche essere - azzardo solo un'ipotesi - che a te stesse bene avere la ragazza fissa per tutti i vantaggi che ciò comporta ma, allo stesso tempo, provando una certa insoddisfazione per quel rapporto di coppia ti guardavi intorno per vedere se fosse possibile approcciarne altre (per sesso? per una relazione? questo non so dirtelo). Ci sta che, comunque, anche quando si ha una ragazza/compagna fissa ci si senta attirati sessualmente da altre donne (è nella nostra natura). Ciò che bisogna capire è se quella fosse solo attrazione sessuale o se ci fosse qualcosa in più, cioè la necessità/desiderio di avere qualcosa d'altro...

Sarà per l'età e dunque gli ormoni, ma pur avendo una ragazza veramente bella a detta di tutti, avevo comunque il desiderio di farmi anche altre belle ragazze che vedevo, poi magari concretamente non l'avrei fatto però avevo l'impulso ecco. Sicuramente il fatto di avere dei vantaggi era un elemento fondamentale, come diecevo però non cercavo relazioni ma solo sesso, anche se non mi lamentavo per nulla di quello che già avevo. 

 

48 minuti fa, principemassa ha scritto:

Può essere benissimo che, più avanti, si accorgerà di quello che ha perso. Però, credimi, quel "più avanti" sarà probabilmente un "troppo tardi" per te. Quanto a trovare di meglio? Sbagli - e lo dico per te - a ragionare in questo modo. Potrà trovare altro, di diverso o di più giusto per lei, ma non metterti nella posizione di valutare meglio/peggio quello che - eventualmente - troverà lei in futuro. I paragoni sono sempre sbagliati e ti fanno solo del male. Tu, sostanzialmente, devi essere il meglio per quella che si mette con te, il resto può andare a quel paese!

Uno dei miei pregi è quello di avere una autostima sufficientemente alta per non farmi turbare troppo dal pensiero degli altri, non dico che me ne frego ma comunque è molto limitato l'impatto. Non volevo dire che avrebbe trovato uno migliore di me fisicamente o caratterialmente, ma proprio uno migliore per lei, quindi in senso relativo non assoluto. 

 

51 minuti fa, principemassa ha scritto:

Quanto al discorso di andare con un'altra. Se si tratta solo di una scopata e via, senza alcun tipo di altra implicazione, non è un chiodo scaccia chiodo o, perlomeno, non lo è se tu lo percepisci come tale. Mi spiego meglio: se tu cerchi una ragazza per portarla a letto perchè pensi: "ho bisogno di fare sesso per dimenticarmi di xxx" allora sì può essere controproducente. Viceversa se trovi una che ti piace e ci sta e ti vivi la situazione come "con sta qui mi faccio due/tre salti a letto giusto per divertirmi", allora non ci sono rischi di effetto boomerang diciamo. Tutto dipende da come affronti e percepisci la situazione.

Questo non è facile, se avessi questa opportunità molto probabilmente, per non dire sicuramente, farei il paragone con lei pur vivendomi al meglio il momento e divertendomi, di questo ne sono certo. 

 

53 minuti fa, principemassa ha scritto:

La mia  ultima ex, per esempio, ha espressamente detto che vorrebbe che rimanessimo amici visto che sette anni insieme sono tanti (questo, tra l'altro, dopo avermi descritto come il peggior uomo al mondo! Viva la coerenza e teniamo alto il pennone della irrazionalità) ma, per me, non potrà mai esistere tra di noi un rapporto di amicizia.

Azz, rispetto alla tua situazione la mia è quasi una scampagnata ahah, sono d'accordo con te, ma per fortuna lei non mi hai mai chiesto di rimanere amici, glielo avevo già detto in passato che non sarebbe mai stato possibile ciò. Ti aggiungo un particolare, qualche tempo fa discutendo normalmente lei mi disse "Io sono sicura che se un giorno ci lasciassimo poi ci ritroveremmo di nuovo". Giustamente non è un buon motivo per illudersi perché le ragazze dicono una cosa e poi fanno tutt'altro, ma comunque come hai detto in qualche post fa secondo me questo è un altro trucchetto per tenere sempre uno spiraglio aperto, ma so bene che glielo devo chiudere e se vuole tornare deve passare dalla porta principale. 

 

1 ora fa, principemassa ha scritto:

Leggendoti pare evidente che - misurando la situazione emotiva dopo la rottura come una linea retta - non ti trovi al punto 0, bensì sei già piuttosto avanti nel tuo tragitto

Me ne sto accorgendo pian piano anche io, spero di riuscire a completare questo percorso nel più breve tempo possibile e mettermi alle spalle tutto. 

 

Ti voglio chiedere un'altra cosa, tu pensi che sia vero che quando una ragazza lascia vuol dire che ha un altro? È sempre così oppure veramente solo il fatto di soffrire può essere un motivo per lasciare senza alcuna alternativa? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
principemassa
2 ore fa, andreaponte ha scritto:

Ma secondo te, il pensiero che io avrei potuto avere altre può aver contributo a ciò? Cioè qui si legge spesso che per andare bene non bisogna far capire alla ragazza che lei è la tua unica opzione ma facendo così, anche se indirettamente, la mia storia è entrata in crisi. 

Eh, diciamo che è un gioco sul filo del rasoio...non bisogna esagerare nè dall'una nè dall'altra parte. Poi quel discorso è molto generalizzato. Diciamo che nella maggioranza dei casi funziona, poi, però, bisogna rapportarlo alla propria realtà. Se hai a che fare con una ragazza perennemente insicura che cerca qualcuno che le dia stabilità allora giocarla in quel modo è rischioso, perchè diventa un modo per alimentare le sue insicurezze. Va tutto calibrato in base alla situazione in essere.

 

2 ore fa, andreaponte ha scritto:

se avessi questa opportunità molto probabilmente, per non dire sicuramente, farei il paragone con lei

Ci può stare il paragone, basta che non diventi continuo e ciclico.

2 ore fa, andreaponte ha scritto:

"Io sono sicura che se un giorno ci lasciassimo poi ci ritroveremmo di nuovo". Giustamente non è un buon motivo per illudersi perché le ragazze dicono una cosa e poi fanno tutt'altro, ma comunque come hai detto in qualche post fa secondo me questo è un altro trucchetto per tenere sempre uno spiraglio aperto, ma so bene che glielo devo chiudere e se vuole tornare deve passare dalla porta principale. 

Ecco, appunto, hai capito tutto! Non bisogna attaccarsi a queste frasi (giusto per riprendere la mia situazione pensa che la mia ex a me ha detto: "adesso voglio star da sola, poi non so cosa sarà tra sei mesi, magari torniamo insieme"...affermazioni sconcertanti, come quella detta a te). Ti aggiungo: non solo deve passare dalla porta principale ma deve dimostrarti un milione di cose e non, semplicemente a parole, ma con i fatti. Perchè sicuramente avrà perso - forse anche solo in parte - la tua fiducia, e riconquistarla non è un gioco da ragazzi...

2 ore fa, andreaponte ha scritto:

tu pensi che sia vero che quando una ragazza lascia vuol dire che ha un altro? È sempre così oppure veramente solo il fatto di soffrire può essere un motivo per lasciare senza alcuna alternativa? 

Questa è una bella domanda. Per la mia esperienza in relazioni LTR posso dirti che la prima aveva un altro, questa seconda non lo so, nel senso che, nell'immediato forse no (così diceva lei ma, si sa, le loro parole poco contano, ma lo stesso affermavano le sue amiche) ma ora, a distanza di 3 mesi ho il dubbio che qualcuno ci sia (anche se poco mi cambia). Premesso che, anche a te, poco dovrebbe cambiare se ci fosse o meno un altro (capisco il discorso fastidio/gelosia) però sono da valutare diversamente i due motivi del lasciare:

- se ti lascia avendo un altro è molto probabile che questo "nuovo" rapporto sia una sorta di ripiego ed il nuovo arrivato sarà perdente in partenza. Questo accade soprattutto dopo una LTR, perchè chi arriva - volente o nolente - verrà da lei confrontato con te. E sicuramente all'inizio saranno rose e fiori ma, ai primi problemi, tutto salterà. 

- diverso è il caso di chi lascia senza avere un'altra liana. Qui le questioni sono due: o la persona ritiene di dover star da sola sul serio (e inizia, dunque, un percorso di crescita personale) o è un finto star da sola avendo intravisto comunque un nuovo possibile ragazzo o restando in attesa di qualcuno. Posso dirti che i casi relativi alla prima ipotesi (stare da soli sul serio) sono molto rari, perchè vuol dire che la stessa persona che lascia si mette in gioco, non dando per scontato che lei, nella relazione appena chiusa, fosse dalla parte del giusto.

In percentuale quasi sempre quando una ragazza lascia ha un altro o, comunque, ha già puntato qualcuno, soprattutto alla vostra età. Lasciare perchè si soffre troppo è da ascriversi a casi molto gravi. Senza entrare nel dettaglio pensa alle donne che non lasciano gli uomini che le picchiano! E, dunque,' molto ma molto raro, ma può succedere. 

In fin dei conti penso che non ci si debba star lì a menare troppo l'anima del pensare se ci sia o meno un altro. Ciò che conta è che lei non c'è. Che stia con 50 uomini diversi alla settimana o abbia fatto voto di castità perenne non è un fatto rilevante. Già partendo da questo è un passo verso il "dedicarsi solo a se stessi"

Share this post


Link to post
Share on other sites
andreaponte
1 ora fa, principemassa ha scritto:

Eh, diciamo che è un gioco sul filo del rasoio...non bisogna esagerare nè dall'una nè dall'altra parte. Poi quel discorso è molto generalizzato. Diciamo che nella maggioranza dei casi funziona, poi, però, bisogna rapportarlo alla propria realtà. Se hai a che fare con una ragazza perennemente insicura che cerca qualcuno che le dia stabilità allora giocarla in quel modo è rischioso, perchè diventa un modo per alimentare le sue insicurezze. Va tutto calibrato in base alla situazione in essere

Io notavo che quando veniva a sapere che qualcuna ci aveva provato subito si avvicinava molto di più a me, pur lamentandosi non poco di questa cosa. Invece quando tutto andava tranquillamente era si affettuosa ma molto meno possessiva. 

 

1 ora fa, principemassa ha scritto:

Ti aggiungo: non solo deve passare dalla porta principale ma deve dimostrarti un milione di cose e non, semplicemente a parole, ma con i fatti. Perchè sicuramente avrà perso - forse anche solo in parte - la tua fiducia, e riconquistarla non è un gioco da ragazzi...

Se mai dovesse tornare non sarò sicuramente subito disponibile, questa è una certezza,dovrà dimostrare tanto come giustamente dici tu. Vedremo ma non mi farò dare per scontato, soprattutto dopo essermi esposto tanto le ultime volte, altrimenti mi vedrebbe come un fallito. 

 

1 ora fa, principemassa ha scritto:

In fin dei conti penso che non ci si debba star lì a menare troppo l'anima del pensare se ci sia o meno un altro. Ciò che conta è che lei non c'è. Che stia con 50 uomini diversi alla settimana o abbia fatto voto di castità perenne non è un fatto rilevante. Già partendo da questo è un passo verso il "dedicarsi solo a se stessi"

Su questo hai più che ragione, a me non deve interessare d'ora in avanti cosa farà lei, ma di sicuro lo verrò a sapere perché come dicevo prima tutti qui conoscono tutti. 

 

2 ore fa, principemassa ha scritto:

- diverso è il caso di chi lascia senza avere un'altra liana. Qui le questioni sono due: o la persona ritiene di dover star da sola sul serio (e inizia, dunque, un percorso di crescita personale) o è un finto star da sola avendo intravisto comunque un nuovo possibile ragazzo o restando in attesa di qualcuno. Posso dirti che i casi relativi alla prima ipotesi (stare da soli sul serio) sono molto rari, perchè vuol dire che la stessa persona che lascia si mette in gioco, non dando per scontato che lei, nella relazione appena chiusa, fosse dalla parte del giusto.

Io non penso che una ragazza della mia età possa stare veramente da sola per riflettere e considerando che non è successo nulla di grave sinceramente non me lo spiego questo fatto. Bah sinceramente non so cosa pensare, in caso ci siano novità lo scriverò qui. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andreaponte

@principemassa Ciao, scusa se taggo proprio te ma mi hai dato una grossa mano e volevo aggiornarti sulla situazione. Sono passate ormai quasi due settimane dall'ultima volta che ci siamo visti/sentiti e ho scoperto diverse cose. Innanzitutto, come sospettavo, c'è un altro, lei lo mostra come "amico" ma secondo me questo suo amico gli ha già sfondato la figa, ma è meglio che non mi incazzo. Lo dovevo sospettare già da prima perché lei ha sempre avuto una paura boia di rimanere da sola e guarda caso ora che mi lascia c'è un altro. Dopo questa "scoperta" oltre a incazzarmi non poco (non le ho scritto comunque), ho deciso di smettere di seguirla su instagram, forse è una cazzata perché così chiudo tutti gli spiragli ma non potevo più sopportare il fatto di avere il suo profilo sempre in primo piano, anche se l'avevo già silenziato. A questo punto un ritorno mi sembra ben difficile e altamente improbabile anche perché pure lei ha smesso di seguirmi. In ogni caso ho fissato la death line a inizio settembre, ovvero l'inizio della scuola, se lei non tornerà e mi dimostrerà vero pentimento per me sarà definitivamente conclusa. In ogni caso io per ora non resterò con le mani in mano, tra poco parto per le vacanze e cercherò di distrarmi con i miei amici e altre tipe.

Sbaglio qualcosa? Tu cosa pensi? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
principemassa

Non sbagli sull'averla tolta da instagram: così hai eliminato la tentazione di andarla a spiare e di farti del male.

Quanto a quella che tu definisci "death line" io non concordo, nel senso che è sbagliato darsi delle tempistiche. Ora come ora non devi pensare a un tempo limite entro il quale lei possa ritornare, perchè è un ragionamento sbagliato per il tuo benessere: così facendo, inconsciamente, pensi/speri che lei, passata l'estate di "divertimento" torni all'ovile. Lei - come già si sospettava - ha un altro, cosa che, come tu stesso affermi, può essere giustificata dalla paura di rimanere sola (e già questo, di per sè, è un problema non da poco: il voler avere a tutti i costi un compagno/a perchè impossibilitati a viversi la solitudine crea dei rapporti non sani, fondati più sul bisogno che sul desiderio). Questa relazione potrà essere più o meno lunga (anche se, le statistiche, dicono che assai facilmente sarà di breve durata). Mettiamo il caso che lei chiuda i ponti con il nuovo tra poche settimane: rivorresti una ragazza che torna da te per essere spinta, nuovamente, dalla paura della solitudine? Perchè, in fin dei conti, le probabilità che un ritorno siano motivate da questo timore più che dall'amore sono piuttosto alte.

Dare una scadenza breve al - possibile/eventuale - ritorno è un errore in quanto ti ritroveresti la stessa identica ragazza di prima, con tutti i medesimi problemi/dubbi/difficoltà, cui aggiungersi la dose di "agitazione" data dal tentare un rapporto 2.0. Il suo pentimento - qualora ci fosse - sarebbe sostanzialmente inutile se non per il tuo ego: ci sta, infatti, che una persona si possa sbagliare e, di conseguenza, ammetta le sue colpe, ma ciò non può essere sufficiente per una nuova relazione. Perchè, appunto, se vi ritrovaste, dovreste costruire una relazione nuova, fondata su diverse basi e schemi, altrimenti il risultato sarebbe ancora il lasciarvi. Dunque lei dovrebbe venire con i buoni propositi (non solo a parole, ma a gesti) del voler creare qualcosa di diverso e, per certi versi, più maturo. E qui ti faccio la mia domanda: una ragazza che ti lascia e si appende subito ad un'altra liana, per poi - eventualmente - mollare pure quest'ultima per tornare alla precedente, è in grado di fare la valutazioni che ti ho elencato? E' in grado di ragionare sul rapporto (vostro) che si è chiuso, comprendendo le sue responsabilità ed individuando dove c'erano mancanze da parte sua? O, più facilmente, si porrà nella condizione de: io sono stata, comunque, una vittima e se ritorno indietro spetta, in ogni caso, a lui dimostrarmi tutto?

Io temo che la sua impostazione mentale sarebbe la seconda. Nuovo rapporto dopo rottura --->nessun lavoro personale da parte di chi entra nella nuova relazione (la tua lei)--->eventuale rapporto 2.0 con l'ex (tu) alquanto difficile che possa avere esito positivo.

Le tempistiche, in ogni caso, sono sbagliate: tu ora non devi pensare a un suo possibile ritorno nè darti una death line. Dovesse rispuntare oggi, domani, tra 6 mesi quando sarà il momento farai le tue valutazioni.

Ora come ora abbandona il pensiero di lei e preoccupati solo di te stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.