Jump to content

È arrivato il momento


Blaise789
 Share

Recommended Posts

Alexis2
5 minuti fa, Blaise789 ha scritto:

In realtà ti sbagli, mi piace parecchio, ha una bella mentalità, pensa come un uomo, è aperta al dialogo, pare anche equilibrata

Sono contenta se mi sbaglio. E allora perché tutte queste ombre? 

 

49 minuti fa, Blaise789 ha scritto:

Ogni giorno è quasi ricominciare tutto da capo. Ogni giorno perdo un po’ di sangue e riappaiono gli avvoltoi. Ma sono solo ombre. Sono solo ombre.

 

Link to comment
Share on other sites

Blaise789
5 minuti fa, Alexis2 ha scritto:

Sono contenta se mi sbaglio. E allora perché tutte queste ombre? 

 

 

Perchè mi piace spolverare la carbonara di nichilismo. 
 

Dovresti stare con una latina per capirlo. La saudade un po’ rimane. Ma passa, passa. Il tempo distrugge tutto.

 

Link to comment
Share on other sites

Crescendo63
29 minutes ago, Blaise789 said:

Devo togliermi solo la scia di presunta eternità e bellezza indomabile che mi hanno lasciato le ventenni. Scia destinata a sparire anche per loro tra qualche tempo (africane e latine diventano spesso delle chiattone dopo i 30).

Secondo me, nella vita spesso ci troviamo a scegliere se seguire gli ormoni o i neuroni ;-)

Perché, sia ben chiaro, ciascuno vuole cose molto diverse.

  • L'ormone ci spinge verso l'emozione forte, il brivido, l'eccitazione, la follia, l'estasi, l'assoluto.
  • Il neurone si orienta verso l'equilibrio, la saggezza, l'armonia, la serenità, la soddisfazione, lo scambio reciproco, l'intimità.

Non è che uno dei due abbia ragione e l'altro torto: è che vogliono cose belle entrambi, ma spesso incompatibili.

P.es. l'ormone ci spinge verso la psycho (o il "bello e dannato" per le donne), che magari un giorno ci fa sentire in paradiso ma il giorno doppo potrebbe pugnalarci alle spalle (non necessariamente in modo metaforico...).

 

Con gli anni e - si spera - un po' di saggezza, cominciamo a capire che gli ormoni ci fanno divertire un sacco, ma ci fanno fare scelte che sul lungo periodo risultano spesso distruttive. Quindi cerchiamo di dar loro meno retta.

Però rimane sempre la nostalgia per certe emozioni che solo loro possono dare. :-)

Ecco, forse Blaise provi una certa nostalgia per quelle emozioni, quei momenti di "paradiso ormonale".

Ma IMHO "seguire i neuroni" non vuol dire rinunciare a tutto quello. Con un po' di saggezza ed un po' di fortuna, si può trovare un/a partner con cui non ci sono magari i "fuochi d'artificio", ma ci sono cmq un sacco di belle sensazioni a tutti i livelli (affettivo, emotivo, comunicativo, erotico, di intimità).

Una persona con cui non c'è il massimo nel settore erotico/ormonale, ma c'è un sacco di bella roba in tutti i settori della relazione.

Io non lo vedo come un downgrade, ma piuttosto come un sidegrade. Un diverso tipo di felicità: meno travolgente, ma più vasta, diversificata ed equilibrata. :-)

 

PS: IMHO restare pervicacemente attaccati a quel tipo di "estasi ormonale" rivela una personalità adolescenziale, che non si è evoluta oltre quella fase. A 16 anni è normale essere in quello stato; a 36 o 46 lo è assai meno (non parlo dell'averne nostalgia; quello è normale. Parlo del volere solo quello e null'altro).

Lo stesso vale per le donne che continuano a perseguire un'utopia romantica di amore assoluto, totale e travolgente. E che rifiutano ogni compromesso od accontentarsi.

Link to comment
Share on other sites

Blaise789
1 minuto fa, Crescendo63 ha scritto:

Secondo me, nella vita spesso ci troviamo a scegliere se seguire gli ormoni o i neuroni ;-)

Perché, sia ben chiaro, ciascuno vuole cose molto diverse.

  • L'ormone ci spinge verso l'emozione forte, il brivido, l'eccitazione, la follia, l'estasi, l'assoluto.
  • Il neurone si orienta verso l'equilibrio, la saggezza, l'armonia, la serenità, la soddisfazione, lo scambio reciproco, l'intimità.

Non è che uno dei due abbia ragione e l'altro torto: è che vogliono cose belle entrambi, ma spesso incompatibili.

P.es. l'ormone ci spinge verso la psycho (o il "bello e dannato" per le donne), che magari un giorno ci fa sentire in paradiso ma il giorno doppo potrebbe pugnalarci alle spalle (non necessariamente in modo metaforico...).

 

Con gli anni e - si spera - un po' di saggezza, cominciamo a capire che gli ormoni ci fanno divertire un sacco, ma ci fanno fare scelte che sul lungo periodo risultano spesso distruttive. Quindi cerchiamo di dar loro meno retta.

Però rimane sempre la nostalgia per certe emozioni che solo loro possono dare. :-)

Ecco, forse Blaise provi una certa nostalgia per quelle emozioni, quei momenti di "paradiso ormonale".

Ma IMHO "seguire i neuroni" non vuol dire rinunciare a tutto quello. Con un po' di saggezza ed un po' di fortuna, si può trovare un/a partner con cui non ci sono magari i "fuochi d'artificio", ma ci sono cmq un sacco di belle sensazioni a tutti i livelli (affettivo, emotivo, comunicativo, erotico, di intimità).

Una persona con cui non c'è il massimo nel settore erotico/ormonale, ma c'è un sacco di bella roba in tutti i settori della relazione.

Io non lo vedo come un downgrade, ma piuttosto come un sidegrade. Un diverso tipo di felicità: meno travolgente, ma più vasta, diversificata ed equilibrata. :-)

 

PS: IMHO restare pervicacemente attaccati a quel tipo di "estasi ormonale" rivela una personalità adolescenziale, che non si è evoluta oltre quella fase. A 16 anni è normale essere in quello stato; a 36 o 46 lo è assai meno (non parlo dell'averne nostalgia; quello è normale. Parlo del volere solo quello e null'altro).

Lo stesso vale per le donne che continuano a perseguire un'utopia romantica di amore assoluto, totale e travolgente. E che rifiutano ogni compromesso od accontentarsi.

Sintesi perfetta. È questo che volevo intendere con ‘downgrade’.

Il termine ha un’accezione spregiativa, infatti poi ho parlato di decrescita felice.

Quando ho salutato la mia ultima HB9, bella e impossibile, ho deciso di crescere e di accommiatare più che altro una parte di me stesso che rischiava di diventare anacronistica.

Questa ragazza mi stimola, è più matura, è seria, ha delle ferite simili alle mie. Quando parlo con lei c’è simmetria, non asimmetria per discrasia di ciclo di vita. 
 

La bellezza sfuma per tutte e poi per tutti. Poi rimane altro, il neurone. E quello non si può imbellettare o rinvigorire con la chirurgia plastica. O c’è o non c’è.

Vi tengo aggiornati. E nel frattempo mi diverto senza scleri e bipolarità al gusto di avocado.

E per me non è poco.

  • Wow 1
Link to comment
Share on other sites

Gianilo

Ora capisco l'intesa iniziale: vengo da una relazione con una bellezza di oltreoceano.

Quando salpi da un porto europeo in direzione Sud Sud-Ovest, be', forse hai imparato a conoscere un po' quel che ti lasci alle spalle ma non sei pronto a scoprire quello che ti attende. Terre di tripla mistura genetica e culturale. E di tripla forza, fascino, potere seduttivo. Che pelle, che sorrisi, che ritmi in quei cuori. L'avessi saputo in quali fatali foreste avrei perso la ragione sarei rimasto a combattere battaglie campali in qualche pianura europea. Pure lì, vita grama e pericolosa, asta in resta, munizioni scarse e paura ad ogni assalto ma con cavalleria alle spalle e rifornimenti sicuri.

Quando sbarchi in quelle insenature lontane e ti lasci il galeone alle spalle sei solo. Senza mappe in terre sconosciute. 

Ti auguro di trovare la strada di casa. 

  • Mi piace! 1
Link to comment
Share on other sites

Blaise789
6 ore fa, Gianilo ha scritto:

Ora capisco l'intesa iniziale: vengo da una relazione con una bellezza di oltreoceano.

Quando salpi da un porto europeo in direzione Sud Sud-Ovest, be', forse hai imparato a conoscere un po' quel che ti lasci alle spalle ma non sei pronto a scoprire quello che ti attende. Terre di tripla mistura genetica e culturale. E di tripla forza, fascino, potere seduttivo. Che pelle, che sorrisi, che ritmi in quei cuori. L'avessi saputo in quali fatali foreste avrei perso la ragione sarei rimasto a combattere battaglie campali in qualche pianura europea. Pure lì, vita grama e pericolosa, asta in resta, munizioni scarse e paura ad ogni assalto ma con cavalleria alle spalle e rifornimenti sicuri.

Quando sbarchi in quelle insenature lontane e ti lasci il galeone alle spalle sei solo. Senza mappe in terre sconosciute. 

Ti auguro di trovare la strada di casa. 

I hear you.

Solo chi ha provato può capire. La bellezza, la follia, il platano fritto, il senso della famiglia, le cinque valigie per stare via tre giorni, le foto con i cambi di abito come se fosse SanRemo, la musica sempre accesa, il fuoco a letto.

Non dimenticherò mai. Ma ora è tempo di guardare avanti. 

Link to comment
Share on other sites

Bozzarelly

La base mentale é tutto, il porto a cui tornare e da cui partire. Poi, eventualmente, nulla ti impedisce di compensare con una relazione parallela o pro.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...
Blaise789

Come va ?

Lo chiedo a voi e lo chiedo a me, dopo mesi di frequentazione con questa nuova ragazza, a cui voglio bene e che fa parte della mia vita. Bella dentro, bella fuori, è iniziata una ltr che soddisfa tutti. Penso sia la donna più sana di mente che abbia conosciuto. All’ inizio scherzavamo, pensavo fosse un uomo per quanto lucida e centrata. Mi ha accolto a casa sua ma con delicatezza, non ha fretta, a letto è fuoco puro, fuori dal letto non mi pone problemi seri. L’ideale per ogni uomo: nessuna rottura di coglioni.

Però.

Ora sono all’estero da solo. 
Al diavolo il Covid e tutto il resto.

Sono nel punto panoramico in cui feci l’ultimo viaggio con la mia LTR (9 anni). La penso.

Penso a cosa potrebbe essere stato, a cosa non è.

Ormai non è più One Itis, è solo guardarsi indietro più che guardare avanti. Ormai sia io che lei abbiamo altri rapporti. Tra pochi giorni è il suo compleanno, quanti ne abbiamo spesi assieme…

La Vita è ingiusta ma va accettata.

Ho preso una birra enorme e brindo a quel che non è stato e a quel che sarà.

In fondo va tutto bene, volevo aggiornarvi e dirvi che c’è sempre una soluzione. C’è sempre un giorno nuovo. C’è sempre una birra grande.

Link to comment
Share on other sites

thehappyunicorn
Cita

In fondo va tutto bene, volevo aggiornarvi e dirvi che c’è sempre una soluzione. C’è sempre un giorno nuovo. C’è sempre una birra grande.

Ti capisco, anche io ho fatto un downgrade tempo fa, volevo serenità, pace, amore. E mi è stato dato. Inizialmente. È finita il giorno dove mi sono affezionato a lei sul serio. Lo ha sentito, e ha capito che poteva infine iniziare a farmi pagare tutto quello che si era segnata sul taccuino nel tempo. Ho scoperto che il taccuino era grande. Un archivio-taccuino. È una strana sensazione quella di essere maltrattato da una che all'inizio nemmeno ti piaceva troppo fisicamente, di arrivare a provarne gelosia addirittura, la guardi e pensi: ma come sono finito qui? Con questo non voglio assolutamente metterti di malumore. La mia downgrade era particolare sul serio. Mi sono piaciuti i tuoi post, mi ci sono ritrovato molto e volevo lasciare due righe per dirtelo. Alla tua  

Edited by thehappyunicorn
  • Grazie! 3
Link to comment
Share on other sites

leavingmyheart
6 ore fa, thehappyunicorn ha scritto:

strana sensazione quella di essere maltrattato da una che all'inizio nemmeno ti piaceva troppo fisicamente, di arrivare a provarne gelosia addirittura, la guardi e pensi: ma come sono finito qui?

 

super classico 😬

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.