Vai al contenuto

Peacocking e instant k-close


^X^
 Condividi

Messaggi raccomandati

^X^

Dunque dunque,

qualcosa ho già scritto nella risposta ad un thread in cui si parlava di ST: tuttavia credo che sia meglio chiarire meglio il contesto di riferimento, in modo che le situazioni descritte possano essere replicabili e non solo frutto del caso.

Parliamo un po’ di peacocking. Il primo impulso è quello di pensare che sia semplicemente l’uso di un abbigliamento stravagante o l’indossare qualche accessorio vistoso. Beh ahimè non è proprio così semplice.

Il confine tra l’essere percepito come uno sfigato o come un tipo interessante è labilissimo, e questa differenza di percezione minima (nella mia esperienza) si amplificherà immediatamente in tutta la location creando o un enorme successo o una risata generalizzata alle nostre spalle. Quindi prima di cimentarsi con il peacocking occorre fare un serio esame di coscienza sull’importanza pesata che diamo al giudizio altrui. Nel mio caso, l’ebbrezza emotiva che provo quando una serata di peacocking riesce e il totale disinteresse del giudizio altrui che provo quando una serata non riesce, mi porta naturalmente a farlo e rifarlo anche se in percentuale le serate giuste sono la minoranza (delle altre, banalmente, mi dimentico).

Sabato scorso è stata una di quelle che si possono definire riuscite.

L’abbigliamento era studiato nei minimi dettagli, e sperimentato in tutte le sue varianti almeno altre 10-15 volte nei più svariati contesti. Voi vorreste che ve lo descrivessi… ebbene no, non perché temo chissà cosa, ma perché è IRRILEVANTE. Essendo tagliato sul mio modo di agire e fare, su altri non funzionerebbe: ognuno deve trovare la sua propria combinazione a furia di testate sul muro.

Nell’ambiente di sabato (=età media 12-15 anni minore della mia), vestirmi in quel modo era necessario per poter attirare l’attenzione e per non fare la figura del vecchio sfigato. Mi spiego meglio: se voi aveste 20 anni e siete in mezzo ai vostri coetanei, cosa pensereste di un gruppetto di 35enni che si aggira nei dintorni? Ecco. Ma se quel gruppetto viene scambiato continuamente (per l’atteggiamento che ha) per un gruppo di rockstar, ecco che tutto cambia di colpo.

Altra regola fondamentale del peacocking: fatto da soli ha un certo effetto, ma all’aumentare del numero di amici che supporta allo stesso modo l’effetto è enormemente amplificato; nei nostri esperimenti l’ideale è essere in 4, divisi in due gruppetti di due che ogni tanto si ritrovano. L’effetto scenico è micidiale.

Mad Rockstar Behaviour

La prima verità è che per fare la rockstar non è affatto necessario suonare davvero… per la serie “mettiti una corona in testa e gli altri ti chiameranno re”!

Ovviamente occorre miscelare i seguenti ingradienti:

1)non essere particolarmente attraenti (mica vogliamo essere popstar da rivista adolescenziale patinata, no?)

2)sprizzare sicurezza e arroganza da tutti i pori

3)essere divertenti

4)dare l’impressione di essere transitorio e instabile

5)adorare le scemenze che si stanno facendo con tutto il cuore (fondamentale!)

E ora qualche esempio pratico di vita vissuta… contesto: una serata particolarmente riuscita.

L’uso dei comandi

Non sto parlando di PNL e non sto parlando di comandi subliminali indiretti: perché fare fatica quando con dei semplici comandi diretti puoi ottenere molto di più? Ovviamente, se sei nella posizione di farlo… ma quando sei peacockato per bene questo accade.

Stavo parlottando con alcuni amici, tra cui una HB che era venuta con noi. Arriva una HBBionda con il suo entourage, si complimenta con l’abbigliamento, e inizia a ballare e a fare la scema con la nostra amica (non sembrava omosex, cercava solo di attirare l’attenzione).

Al che la fisso deciso e le dico “guarda che puoi tranquillamente baciarla”; lei tituba un po’, le da un paio di bacetti sulla guancia… mi guarda come per cercare approvazione, io continuo a fissarla, lei prende coraggio e la kiss-chiude per bene! Ottimo, cara HBBionda ora ejecto ma ti ribecco sicuramente in serata… (ps l’ho ribeccata, kino escalation con me per qualche minuto ma ho evidentemente forzato troppo perché quasi al k-close si è dileguata… vabbeh forse era davvero omosex!)

L’instant kiss-close

Altra cosa degna di nota; dopo che per 10-20 volte in due ore si viene aperti da una-due-dieci HB con due possibili varianti (“perché siete vestiti così?” Oppure “Sei/siete bellissimi!”), inizia a crearsi l’idea che questa cosa vada sfruttata in modo ATTIVO, perché già è innaturale per una HB aprire… figuriamoci se poi anche proseguono.

L’idea comincia a prendere forma nella mia testa… finchè non mi capita esattamente la situazione descritta nell’altro thread:

HB: “sei bellissimo” (ricordo: parlava del vestito, io non sono certo bello)

X: “me lo dice anche la mia mamma” :)

HB: “posso darti un bacio?” (bacetto sulla guancia)

X: (la blocco con le mani sui fianchi e la fisso con aria di sfida): “e questo lo chiami un bacio?”

HB: “no, hai ragione, aspetta”

Et voilà: kiss-close, saluti e arrivederci a mai più.

Come dire… le cose sono li a portata di mano. Basta chiederle…

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...