Vai al contenuto

Sarge in discoteca


Aboutaboy
 Condividi

Messaggi raccomandati

Aboutaboy

Ieri ennesima serata in discoteca..ed ennesimo 4 in pagella...anche ieri nulla...volevo segnalare gli errori che a mio parere ho fatto e faccio sempre quando vado a ballare.

Ho tipo avuto una ventina di "contatti visivi" con tante ragazze...con una in particolare ho avuto un vero e proprio gioco di sguardi, ed ero sicuro di piacerle, solo che non mi piaceva abbastanza, era carina ma non era il mio tipo, per cui non sono partito...purtroppo se una non mi piace abbastanza, non parto...l'unica cosa che volevo chiedervi è questa: ma il contatto visivo non è sempre un fatto positivo, cioè una può anche guardarti perchè sei un cesso o per puro caso...nn penso che un contatto visivo basti a dare l'impulso a partire.

Prima ho letto che c'è una regola dei 3 secondi nell'approccio: cioè una volta individuato il target, bisogna partire subito con l'approccio. Purtroppo questo a me non riesce, ho bisogno di un pò di tempo, soprattutto se la hb in questione mi piace molto.

Un altro errore che faccio è nell'approccio vero e proprio: in pista mi avvicino alle ragazze sempre da dietro, ma questo da molte è considerato da maiali o cmq da senza palle. Solo che ci vuole una gran dose di coraggio per tentare l'approccio face to face. Vi volevo anche chiedere se ci sono delle frasi con cui rompere il ghiaccio con le hb mentre si balla...non penso che "come ti chiami"vada bene...quindi, se avete consigli in questo aspetto, dite pure. :p

Però boh, c'è proprio un qualcosa di sbagliato nel mio atteggiamento...boh...

Link al commento
Condividi su altri siti

JALABERT

la regola dei 3 secondi a rispettarla sono pochi e solo i migliori,

approccio da dietro capita praticamente a tutti...bisogna eliminarlo, ma è proprio il comportamento delle hb che lo impone: si mettono a ballare tra di loro chiuse a riccio e mettersi face to face diventa quasi impossibile,

se ti metti face to face spesso capita che s'imbarazzano, scappano anche se esteticamente gli piaci,

per evitare questo bisogna dirgli subito qualcosa e comunque sarebbe meglio approcciare fuori dalla pista dove il rumore diminuisce e si riesce meglio a conversare.

le hb in pista si sentono meno al sicuro e alzano il famoso bitch shield, cmq non mi sento il più indicato a parlarti di rimorchio da discoteca, il casino lo stress rendono a me le cose più complicate rispetto ad altri luoghi.

Link al commento
Condividi su altri siti

nonloso

Aboutaboy, se vuoi un consiglio da un novellino come te, che prima la pensava come te, liberati da tutti questi problemi:

La ragazza che ti ha guardato non ti piaceva? Perchè non l'hai approcciata lo stesso? E' tutto allenamento, anzi con quelle che non ti piacciono fai meno fatica a fare la prima mossa, mica te la devi sposare e non ti precludi di conoscere le altre, metti in atto alcune tecniche, disinteressato, non te la devi per forza portare a letto o non le devi per forza chiedere il numero, tanto non ti piace, però intanto fai allenamento! Non sei tu che devi piacere a lei (anche..) ma primo devi vedere se lei è degna di te (sbaglio?)

Dici che ci vuole del coraggio per l'approccio face to face, è verissimo, però tu nn ce l'hai, hai ancora paura di essere rifiutato e ti metti nello stato mentale di essere rifiutato. E poi, per come la vedo io, la pista non è adatta per il sarge puro, in pista devi ballare e risultare divertito.

E poi se ti ritieni un bel ragazzo, perchè non dovresti essere attraente alle ragazze? Perchè dovresti essere rifiutato?

Hai lavorato bene sul tuo inner-game? Tutto parte da lì...

Ciao!

(Leggi la mia firma!! Misa :p)

Modificato da nonloso
Link al commento
Condividi su altri siti

nicotico
era carina ma non era il mio tipo, per cui non sono partito...purtroppo se una non mi piace abbastanza, non parto...

...

Purtroppo questo a me non riesce, ho bisogno di un pò di tempo, soprattutto se la hb in questione mi piace molto.

cioè, se non ti piace non vai, se ti piace non vai ... in 2 parole: non vai.

ma se non vai non rimorchi ... e può essere un problema. quindi, il mio consiglio è: vai.

la ragazza è carina, anche se non è il "tuo tipo", vai. tanto per cominciare non puoi veramente sapere se è o no il tuo tipo finchè non la conosci un po'; e poi diciamocelo: è una scusa. mica devi per forza combinare. si può anche solo chiacchierare e stare bene e -pensa- si può fare anche con le bruttine.

non dovresti pensare al risultato, ma a stare bene e far stare bene sul momento.

Prima ho letto che c'è una regola dei 3 secondi nell'approccio: cioè una volta individuato il target, bisogna partire subito con l'approccio. Purtroppo questo a me non riesce, ho bisogno di un pò di tempo, soprattutto se la hb in questione mi piace molto.
la regola dei 3 secondi a rispettarla sono pochi e solo i migliori,

se la gente dice che la regola dei 3 secondi è una delle più importanti (per alcuni LA più importate) c'è un motivo: è importantissima. difficile da attuare, ma vitale.

poi come tutte le regole ha le sue diverse applicazioni, le volte in cui puoi non usarla, in cui puoi stravolgerla, fregartene, cambiarla, e così via. ma prima devi impararla, e bene.

la regola dei tre secondi ti permette di fare proprio quello che tu non riesci a fare: approcciare senza temere le conseguenze. dire che non ci riesci è limitante. non è che non ci riesci, e che non lo fai.

e poi impara a ricevere vagonate di no, e a farteli rimbalzare addosso.

e a stare bene e far stare bene sul momento le persone, non fissarti su delle aspettative future. certo, tu vuoi arrivare ad un punto preciso -dieci centimetri sotto l'ombellico- ma per farlo devi percorrerla una strada, non immaginarti una meta, vederla lontana, faticoso il cammino, e rinunciare ... fatti piuttosto una passeggiata godendoti il panorama. e se oggi non arrivi dove vuoi arrivare comunque ti sei tenuto in forma, ti sei divertito, hai fatto esperienza.

sul serio. applica la regola dei tre secondi. non pensare.

Modificato da nicotico
Link al commento
Condividi su altri siti

..non penso che "come ti chiami"vada bene..

Ne sei proprio sicuro? L'hai provato? Se si, con quanta convinzione l'hai detto?

Link al commento
Condividi su altri siti

PartyBoy
Ieri ennesima serata in discoteca..ed ennesimo 4 in pagella

...

Però boh, c'è proprio un qualcosa di sbagliato nel mio atteggiamento...boh...

Secondo me se uscissi con uno wing cambierebbe tutto! Apriresti più set e acquisiresti più fiducia in quello che fai e soprattutto avresti il parere di una persona che ti vede da 'un'altra angolazione' che ti potrebbe dire dove e se sbagli. Pensaci...

Se hai problemi ad aprire per la 'paura del rifiuto' allora applica la tecnica del 'mordi e fuggi' io l'ho battezzata così ed ho iniziato con quella: approccia qualsiasi set dicendo una cosa qualsiasi, aspetta una risposta e poi ejetta subito dopo se non sai o non ti ricordi cosa dire... Niente implicazioni, niente conseguenze!!! B)

Link al commento
Condividi su altri siti

Maximo
Però boh, c'è proprio un qualcosa di sbagliato nel mio atteggiamento...boh...

Be', i vari libri di Mysteri&C. sono chiari (sempre se li vuoi seguire B) ).

Devi fare amicizia con tutti. Anche se puo' non sembrarti, verra' notato e aumentera' il tuo social proof. Inoltre ti dara' piu' sicurezza. ;)

Prova cosi' la prossima volta. Vedrai che risolverai il tuo problema

P.s. E leggi :D

Modificato da Maximo
Link al commento
Condividi su altri siti

..:: - Gil - ::..
Vi volevo anche chiedere se ci sono delle frasi con cui rompere il ghiaccio con le hb mentre si balla...non penso che "come ti chiami"vada bene...quindi, se avete consigli in questo aspetto, dite pure. B)

Bhe, sinceramente credoc he questa frase non vada MAI bene!

Link al commento
Condividi su altri siti

AlanCarter
Ne sei proprio sicuro? L'hai provato? Se si, con quanta convinzione l'hai detto?

"Come ti chiami" è l'opener più vecchio di questo mondo. Vecchio di millenni, ovviamente. Ci sono delle situazioni in cui il massimo della semplicità può essere "spiazzante" e quindi colpire. Ma credo si tratti di casi eccezionali.

Altrimenti perchè inventarsi decine e decine di altri opener?

Link al commento
Condividi su altri siti

nicotico
"Come ti chiami" è l'opener più vecchio di questo mondo. Vecchio di millenni, ovviamente. Ci sono delle situazioni in cui il massimo della semplicità può essere "spiazzante" e quindi colpire. Ma credo si tratti di casi eccezionali.

Altrimenti perchè inventarsi decine e decine di altri opener?

no, l'opener più vecchio è: ciao!

e ti assicuro che funziona.

un'altro che funziona è fare un gran bel sorriso... pure questo credo sia vecchiotto.

ci si inventano decine di altri opener per superare le proprie paure, perchè riusciamo meglio a concatenarci quelcos'altro, perchè è divertente, perchè è naturale, perchè è comodo ...

B)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...