Vai al contenuto
anxiety

3 anni sopra il cielo

Recommended Posts

anxiety
1 ora fa, F-Knight ha scritto:

Sono certo che se Aivia avesse visto il video avrebbe scritto un post completamente diverso.

 Il video, come chiarito dall'autore del post, si riferisce a casi di pedofilia, dove la parola "pedo" la riferisce chiaramente ad un BAMBINO.

 Nei limiti e nel rispetto della soggettività di ognuno, spero che siamo tutti d'accordo sul fatto che provare attrazione per fanciulle (o fanciulli) in età pre-puberale (che il legislatore ha collocato a 14 anni, usando - ovviamente - un concetto di "media") non è normale, per il semplice fatto che prima di una certa età maschi e femmine non hanno quelle caratteristiche fisiche che sono fonte di eccitazione per un uomo o una donna normali. Certo si può discutere sull'utilizzo di un canone fisso (14 anni) quando ci sono ragazze e ragazzi (una minoranza) che già magari a 12/13 anni (più indietro, francamente, non mi spingerei) sono particolarmente sviluppati e possono già avere una vis attrattiva. Ma il legislatore deve disciplinare la condizione "normale", in quanto la legge deve avere carattere necessariamente oggettivo (allo stesso modo, la legge punisce le sevizie, o chi arreca lesioni lievi ad un'altra persona e poi ci sono i soggetti submissive che godono del provare dolore fisico, ma, appunto, sono una minoranza).

Per quanto riguarda, invece, l'efebofilia, se si tratta di attrazione verso soggetti che abbiano iniziato l'attività puberale, allora nulla da dire, mi pare sia una cosa normalissima e non ho mai visto nessuno indignarsi per questo

Sì infatti mi sono scusato per non averglielo spiegato. In ogni caso, il concetto espresso da aivia rimane pressappoco invariato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti


DreamSpirit
2 minuti fa, ^'V'^ ha scritto:

Guarda, fai una linea nella sabbia. 

Non a scalpello nel muro. 

Perché i granelli di sabbia col giusto vento possono cambiare di posto. 

Da un lato gli umani che parlano per esperienza. 

Dall'altro i subumani che parlano per slogan, pregiudizi, categorie apprese dalla TV. 

Poi non avere nessun tipo di relazione amicale, di scambio, di business, sentimentale, con quelli che devono stare in un porcile o in un parlamento democratico. 

Al massimo se c'è attrazione usali per sborrarci, ma senza antropomorfizzarli. 

Sono semplicemente posti dove sborrare, di cui alcuni troppo brutti perché, pur essendo delle fighe, hanno la barba e il pelo nel culo. 

Non ci sborri perché ti fanno schifo. 

Non perché servano ad altro. 

Non gli spari in testa perché è illegale, non perché non faresti un favore a loro e al mondo. 

La vita si sporcherà le mani. 

Grazie vita. 

Questa è la seconda più bella poesia che hai scritto 

Mi hai traslato a parole le sensazioni 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

^'V'^
3 ore fa, Giraluna ha scritto:

A 12 andavo a ripetizioni di matematica da un ragazzo che ne aveva 27. Era bello e ombroso. Voce bassa. Mi eccitava moltissimo.

Ricordo ancora la scena che immaginavo: lui che mi spiegava il problema e poi iniziava ad accarezzarmi la guancia; da lì in poi si alzava facendo alzare anche me, mi premeva contro il tavolo, avvinghiandomi le cosce intorno a lui e si pomiciava. 

Non avevo ancora in testa il pene dentro la vagina. Non mi venne spiegato ed educazione sessuale la facemmo solo poco dopo.

Quindi per la conoscenza di allora quello era il massimo che potevo fantasticare. Tuttavia c era più carica erotica in quelle fantasie che nelle successive, quando potei sognare più concretamente la penetrazione. 

Non ne parlai con nessuno. Nemmeno con le mie compagnucce. 

Anche io comunque usavo strusciarmi perché ancora non capivo il discorso della stimolazione clitoridea. Sui peluche più che altro. 

E niente ... poi fu la volta del fratello di un mio compagno di classe che ne aveva 19. E poi francamente non ricordo più perché ero già alle superiori, fidanzata con uno più grande. 

Figurati che quel tizio di 27 ti avesse resa felice a vita, ottenendone in cambio la sensazione di dissolversi in petali e non vedere più i problemi come tali, gli avrebbero dato l'aggravante del ruolo educativo, che sposta l'età del consenso a 16.

Poi i giornalisti ignorantissimi avrebbero messo in bocca all'idiocrazia l'etichetta "professore pedofilo" e la gente, la stessa gente che era ad applaudire in piazza mia figlia, mia madre, mia sorella bruciate vive ed accusate di stronzate, quella stessa gente che Giordano Bruno avrebbe dovuto veder chiusa in un lager e invece era a piede libero a guardarlo al Campo dei Fiori, quella stessa gente ti avrebbe detto poverina e lo avrebbe massacrato. 

Allora ti chiedo. 

Non basandoti sulla tua precedente esperienza ma su quello che stai iniziando a sentire ORA. 

Accoglieresti quel "poverina" in cambio di coccole gratis e riguardi. 

O lo rispediresti allo stupido mittente spezzando le catene? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giraluna

Lo rispedirei allo stupido mittente, spezzando le catene. 

8 minuti fa, ^'V'^ ha scritto:

basandoti su quello che stai iniziando a sentire ORA. 

Sento molto adesso. 

L altro giorno ho dato uno strappo ad un mio ex allievo a cui facevo ripetizioni, che una volta mi chiese se il ciclo viene con il primo rapporto sessuale. 

Rivederlo ora mi ha suscitato le stesse sensazioni passate, potenziate dal fatto che è diventato alto e giocatore di basket. Una combo micidiale per me. 

Occasione per espandere Bellessere.

Lo sarebbe, appunto. Condizionale.

Per loro scendere a condizioni e compromessi equivale a vivere. Così la maggior parte delle donne continua a credere alla favola dell uomo da cambiare. 

E Noi ad operare per una Cattedrale Libera. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Edo

Comunque nonostante non sia più teen, per certi molto over, sono ancora molto giovane e appetibile

È così bello farli cadere come birilli, ce la mettono tutta per non farmi arrabbiare o far colpo su di me anche quelli che si vede che ci sanno fare ahahah

Mi godo questi ultimi anni nella consapevolezza che sono agli sgoccioli ma finché sono in pista ballo

😈

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Orph
1 ora fa, anxiety ha scritto:

Ma perché mi hai citato a me l'ho detta io sta cosa strana?🤔

no era di Aivia lo citata dentro ad un tuo post ed è venuto fuori il tuo nome

Roba strana per niente comunque roba VERA.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Orph
2 ore fa, Human ha scritto:

Perse la testa, completamente, e ho sempre avuto compassione per chi si vuole tanto male da spararsi le cazzate in faccia e mentirsi da solo. 

Non gli ho mai rinfacciato di additarmi come uno che si scopava le tipe giovani, perchè più gestibili e addomesticabili.

Ha fatto tutto la vita.

Fa sempre tutto la vita

Guarda lo vissuta cosi da vicino questa cosa che è come se mi si fosse tatuata dentro.

Quando tocca chi ti sta vicino fa male, molto male....

Poi cresci e capisci e provi compassione.

Fa ancora male però.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
^'V'^
8 minuti fa, Orph ha scritto:

Guarda lo vissuta cosi da vicino questa cosa che è come se mi si fosse tatuata dentro.

Quando tocca chi ti sta vicino fa male, molto male....

Poi cresci e capisci e provi compassione.

Fa ancora male però.

Quando fai parte di un'agenzia di 90 operatori di sicurezza e solo in due siete etero davvero, e l'altro ha 21 anni e lo proteggi da tutte le accuse e la merda che i più grandi cercano di "insegnargli" per cambiarlo... prendendoti sulle spalle il ruolo di mostro e lui di suggestionato... 

Quando poi uno, uno di questi 90, viene e ti chiede scusa perché ha aperto gli occhi, era cieco ed era di quelli che accusavano, ma ora ci vede... 

Non certo per convinzione razionale o per averci parlato, ma perché la vita lo ha fatto sbattere contro la realtà delle sue sensazioni... 

La compassione può attendere. 

L'opera al rosso può attendere. 

Quando fai parte di una minoranza che deve emergere da una fanghiglia ribollente di liquami, è il momento dell'opera al bianco, del "tu non sei come me". 

Quando c'è una massa critica, quando hai attorno altri che sono connessi... 

Allora sì, può essere il momento della compassione, e anche di tornare all'inferno per prendere chi è già capace di chiedere aiuto. 

Ma quando sei tutti contro uno o due... 

"Circondarli lo escludo."

Si ha compassione di chi è circondato e non ha più volontà di combattere, non di chi ti circonda e non smette di ferire chi proteggi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!

Iscriviti a ItalianSeduction

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Lo sai già, ma te lo dobbiamo dire comunque...

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.