Jump to content
Balinese

La necessità di sentirsi "UNICHE"

Recommended Posts

Balinese

Sento la necessità di riportare in alto il mio Thread, di confrontarmi con qualcuno su una situazione che comincia a pesarmi

un aggiornamento fresco fresco di fine settimana.

Vedo che sono passati solamente 40 giorni dalla sua apertura, mamma mia mi sembravano molti di più.

Non dico di aver superato la "gelosia", perché ho evitato accuratamente di trovarmi nuovamente in una situazione del genere.

Piccolo riassunto dell'ultimo mese, ci vediamo spesso, almeno  3 volte a settimana perché ci siamo iscritti insieme a due corsi di ballo, ci troviamo bene, ridiamo tanto e altrettanto ci troviamo a stuzzicarci.

Il sesso è diminuito dall'inizio dei corsi, probabilmente per una reale mancanza di tempo, stacchiamo entrambi tardi da lavoro e ci ritroviamo sempre a casa mia, una piccola oasi di tranquillità, dove ovviamente andiamo a letto, a volte si mangia insieme, si parla, si guarda un film abbracciati.

Diciamo che l'80% delle volte aspetto che sia lui a palesare la sua voglia di vedermi anche se a volte è dura devo dire a verità.

In questi 40 giorni sono stata con altri ragazzi, forse anche per questo sono riuscita a mantenere un certo distaccamento emotivo da lui e non mi ha fatto strano fino a ieri sera.

Ma...parto da Sabato.

Sabato sera, contatto il mio amico, mi dice di essere con due suoi amici (che ho conosciuto quest'estate) che mangiano una cosa a casa e sul tardi andranno a prendere una birra, mi dice di raggiungerlo a casa dai suoi amici, che aveva voglia di me e che in caso più tardi saremmo potuti andare a casa mia per stare un pò "soli".

Io accetto, poco prima delle 10 sono li, si ride, si scherza, lui cerca il contatto fisico con me, io anche chiaramente ma sempre in maniera molto soft.

La serata procede bene, si va a bere una cosa, a lui ho parlato del forum e mi ritrovo a consigliare ai suoi amici, che hanno problemi con le donne, di iscriversi.

Mi guarda, conosco quello sguardo, come di chi pensa "guarda che cavolo di persona ho davanti" e scappa quel sorrisetto appena accennato, come se prendesse sempre più consapevolezza di chi sono io.

Fatto sta che verso le 2 di notte ci si muove per andare da me, come al solito sesso stellare ma si fanno le 4 in un attimo e sebbene sapesse che io no lavoravo domenica non accenna a fermarsi da me a dormire e verso le 4 e mezza si avvia verso casa.

Ieri mi ero organizzata con un mio collega, che ho ricominciato a vedere da poco con il quale sono stata diverse volte diciamo da Giugno a Luglio, dopo la serata di Sabato non ero convintissima comunque ci imbarchiamo per andare alle terme di Viterbo.

Mi sentivo diversa nei suoi confronti (del collega), ormai eravamo rimasti che si sarebbe fermato da me e non mi andava di modificare il piano, fatto sta che siamo andati a letto ma ero inquieta, avevo flash del viso del mio amico mentre stavo con lui,

il tutto è stato molto sbrigativo, poco coinvolgimento da parte mia e alla fine mi sentivo le lacrime che mi salivano su, un groppo da sciogliere, come se avessi tradito me stessa.

segue crisi di pianto in bagno

Il mio amico non si è fatto sentire ieri e nemmeno oggi, stasera lo vedrò a lezione e sarò simpatica e spensierata come al solito anche se mi sento un macigno in petto.

Ho già accennato a lui il mio attaccamento anche se all'epoca gli palesai la mia volontà a non iniziare una storia seria.

Ora non lo so più, 

so che probabilmente passerò 2/3 giorni di "crisi" per poi rientrare nei ranghi ma in questo momento mi rimane difficile pensare ad altro e mi manca la concentrazione lavorativa di cui necessito.

Non sono pronta ad innamorarmi e non sono pronta a vivere un eventuale one itis, ci ho messo molto a trovare il mio equilibrio ed ora sembra che stia cominciando a sfuggermi di mano.

un grazie a chi dedicherà tempo per darmi una propria visione della situazione e

se avete domande fatele pure.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

OuterSpace
Il 14/9/2018 alle 11:46 , Balinese2016 ha scritto:

Ho sempre avuto un rapporto conflittuale con il sesso, l'ho sempre utilizzato per sentirmi parte di qualcosa, come se fare sesso significasse sentirsi amata, ma non sempre è stato così.

 

Il 11/9/2018 alle 11:28 , Balinese2016 ha scritto:

Attenzione non ho mai detto che voglio andare con altri anzi ho proprio asserito il contrario, poi le ripicche tu vai con altre (ipotetico perché non ne ho la certezza) allora io faccio lo stesso non fanno per me.

 

24 minuti fa, Balinese2016 ha scritto:

In questi 40 giorni sono stata con altri ragazzi, forse anche per questo sono riuscita a mantenere un certo distaccamento emotivo da lui e non mi ha fatto strano fino a ieri sera.

 

w8rzx2.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

gold86
34 minuti fa, Balinese2016 ha scritto:

Mi sentivo diversa nei suoi confronti (del collega), ormai eravamo rimasti che si sarebbe fermato da me e non mi andava di modificare il piano, fatto sta che siamo andati a letto ma ero inquieta, avevo flash del viso del mio amico mentre stavo con lui,

il tutto è stato molto sbrigativo, poco coinvolgimento da parte mia e alla fine mi sentivo le lacrime che mi salivano su, un groppo da sciogliere, come se avessi tradito me stessa.

segue crisi di pianto in bagno

Mi interessa molto questa dinamica.

Le crisi di pianto sono sintomatiche dell'emersione di qualcosa di intenso che è dentro di noi.

In che modo senti di aver "tradito te stessa"? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

MPhoenix

Sai, la prima risposta che mi è venuta in mente comprendeva concetti come poligamia, relazioni aperte e amenità del genere.

Ma mi sono reso conto che pur rientrando nel registro linguistico di questo forum non ti avrebbe dato una risposta reale.

 

La Verità è una.

Sei infatuata. Punto. 

 

E che tu sia pronta o no ad innamorarti lo stai facendo.

La soluzione, è semplice.

 

Ammetti a te stessa, e a questa persona di volere una relazione

Se accetterà bene, altrimenti come sai la scelta migliore è escluderlo completamente dalla tua vita, per salvaguardarti.

 

Le relazioni sono una cosa bella.

Il sesso senza relazione non funziona, non sempre almeno. E di certo non funziona per tutti/e

 

In bocca al lupo

 

Edited by MPhoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Balinese
32 minuti fa, gold86 ha scritto:

Mi interessa molto questa dinamica.

Le crisi di pianto sono sintomatiche dell'emersione di qualcosa di intenso che è dentro di noi.

In che modo senti di aver "tradito te stessa"? 

Perché l'unica cosa che vorrei è stare con lui, parlo anche e soprattutto fisicamente, l'altra persona è più un ripiego al momento che va ad arginare il mio coinvolgimento.

Me ne rendo benissimo conto.

A questo punto vien da se che non devo forzarmi a fare qualcosa che non voglio, ma se dono l'esclusività a questa persona ho paura di finire per farmi davvero male.

Sia chiaro lui non mi ha chiesto nulla ma non credo sappia che ho visto altri, e non so se avrebbe o meno una qualche reazione.

Lui mi ha detto chiaramente che non può promettermi l'esclusiva (che in realtà non gli ho chiesto) ma nemmeno io so se veda o meno altre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Balinese
13 minuti fa, MPhoenix ha scritto:

Sai, la prima risposta che mi è venuta in mente comprendeva concetti come poligamia, relazioni aperte e amenità leggere.

Ma mi sono reso conto che pur rientrando nel registro linguistico di questo forum non ti avrebbe dato una risposta reale.

 

La Verità è una.

Sei infatuata. Punto. 

 

E che tu sia pronta o no ad innamorarti lo stai facendo.

La soluzione, è semplice.

 

Ammetti a te stessa, e a questa persona di volere una relazione

Se accetterà bene, altrimenti come sai la scelta migliore è escluderlo completamente dalla tua vita, per salvaguardarti.

 

Le relazioni sono una cosa bella.

Il sesso senza relazione non funziona, non sempre almeno.

 

In bocca al lupo

Ti dirò in realtà una specie di relazione l'abbiamo, non facciamo sesso e basta, il rapporto fisico che abbiamo è l'evoluzione di un'attrazione mentale, ma non si può nemmeno parlare di coppia aperta perché non siamo una coppia.

Se mi avesse messo davanti alla scelta di coppia aperta avrei valutato o perlomeno provato.

Non sono pronta ad eliminarlo dalla mia vita, arrivo al punto di sentire la sua mancanza fisica, tanto da non riuscire a pensare a nient'altro fino al nostro incontro successivo.

E' brutto dirlo ma anche quel poco in questo momento mi serve, al semplice fine della sopravvivenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Balinese
54 minuti fa, OuterSpace ha scritto:

 

 

 

w8rzx2.jpg

Carta vince carta perde, non è stata una ripicca la mia ma un tentativo di distaccamento che come è chiaro non ha funzionato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gold86
5 minuti fa, Balinese2016 ha scritto:

Perché l'unica cosa che vorrei è stare con lui, parlo anche e soprattutto fisicamente, l'altra persona è più un ripiego al momento che va ad arginare il mio coinvolgimento.

Me ne rendo benissimo conto.

E tu credi davvero che avere un'altra persona ti aiuti ad arginare il tuo coinvolgimento per quello che, davvero, è l'oggetto del tuo desiderio.

Il fatto che sia una corbelleria lo stai sperimentando in prima persona.

Il pianto e la sensazione di tradimento verso te stessa non sono altro che la reazione del tuo corpo ad una forzatura che tu stessa ti imponi.

A questo punto vien da se che non devo forzarmi a fare qualcosa che non voglio, ma se dono l'esclusività a questa persona ho paura di finire per farmi davvero male.

Sia chiaro lui non mi ha chiesto nulla ma non credo sappia che ho visto altri, e non so se avrebbe o meno una qualche reazione.

Lui mi ha detto chiaramente che non può promettermi l'esclusiva (che in realtà non gli ho chiesto) ma nemmeno io so se veda o meno altre.

Il tuo è un discorso comprensibile ma insensato perché, appurato che ti stai forzando a fare qualcosa che non vuoi, e i segnali sono chiari, dovresti perseguire quello che davvero vuoi. 

Ovverosia il desiderio (legittimo) di avere una relazione esclusiva con quest'altra persona.

Se poi lui VORRA' (è questione di voler fare, non di poter fare) altrettanto, bene.

Se lui non VORRA', pazienza.

Ma stare qui a violentarsi non si sa bene per cosa non ha alcun senso e, anzi, abbassa la tua autostima. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
MPhoenix
13 minuti fa, Balinese2016 ha scritto:

Ti dirò in realtà una specie di relazione l'abbiamo, non facciamo sesso e basta, il rapporto fisico che abbiamo è l'evoluzione di un'attrazione mentale, ma non si può nemmeno parlare di coppia aperta perché non siamo una coppia.

Se mi avesse messo davanti alla scelta di coppia aperta avrei valutato o perlomeno provato.

Non sono pronta ad eliminarlo dalla mia vita, arrivo al punto di sentire la sua mancanza fisica, tanto da non riuscire a pensare a nient'altro fino al nostro incontro successivo.

E' brutto dirlo ma anche quel poco in questo momento mi serve, al semplice fine della sopravvivenza

Non ti darò tante risposte, forse perché non mi piace ripetere su di un forum lo stesso concetto e come dice @Giraluna perché sono misogeno 😄

 

Ti parlo come parlo alle mie amiche. Né più né meno.

Salvaguardati dalla sofferenza.

Tattiche, stratagemmi e razionalità funzionano solo quando non siamo coinvolti.

Quando lo siamo, i comportamenti tradizionali dei nostri nonni (e dei bambini, ben più furbi di noi) sono vincenti.

Ed in questo caso si tratta di chiedere una relazione, perché sei arrivata a questo punto:

 

13 minuti fa, Balinese2016 ha scritto:

Non sono pronta ad eliminarlo dalla mia vita, arrivo al punto di sentire la sua mancanza fisica, tanto da non riuscire a pensare a nient'altro fino al nostro incontro successivo.

E' brutto dirlo ma anche quel poco in questo momento mi serve, al semplice fine della sopravvivenza.

 

Se accetta sono felice per te e per lui, in caso contrario...

E' probabile che passi i prossimi mesi/anni nella devastazione di donare sesso per ricevere Amore.

 

Fare la trombamica mentre si vuole essere la fidanzata, per poi, dopo mesi/anni vederlo infatuato ed innamorarsi dell'ultima sciacquetta che lo inzerbina.

 

No, sono troppo maschilista per non indicarti di salvaguardare te e la tua emotività.

Il tuo equilibrio, che hai faticosamente raggiunto.

 

Ama tanto... ma ama chi ti considera una priorità e non una opzione

(Sai, noi maschilisti amiamo le frasi fatte).

 

Un abbraccio

 

Edited by MPhoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites
Giraluna

Diciamo che Bali è una bella gnocca, dall espressione solare e dolce. E diciamo pure che glielo avevo già detto a voce che si stava forzando a fare qualcosa che non le piaceva e che temeva di uscire dalla confort zone per paura del rifiuto. Piano piano leggo che si sta avvicinando al punto di rottura. Attendo il resto. Nel frattempo, cara Bali, ti lascio quanto segue e che venne scritto anche a me quand ero in una situazione simile:

Viva.png.90d9b92fa475cdf038de0bff66900c9f.png

Edited by Giraluna

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.