Vai al contenuto
lipstickjungle

Sospetto

Recommended Posts

Voyager
51 minuti fa, Percival ha scritto:

Grazie.

Ti ho messo un cuore perché voglio che ci siano più donne così.

Dirette, brutali, e subito. Non dopo insistenze.

Donne che non la tirano per le lunghe o che pigliano il giro largo, ma che al contrario dicono senza tanti giri di parole esattamente cosa pensano (so che forse è un'utopia, ma voglio promuovere questo retto agire):

Sei brutto, povero, sfigato, non hai una rete sociale sufficientemente vasta, ecc.

Al diavolo se è una percezione distorta o meno: intanto ha detto cosa sente e puoi toglierti dai coglioni ed eliminare il numero/contatto, evitare di riscrivere o riproporre uscite.

 

"Ciao lip, mi piacerebbe farci un giro insieme al lago, quando sei libera?"

"Ciao Ubaldo, ritengo che il tuo materiale genetico non sia degno di essere propagato dai miei ovuli/ ritengo che tu sia un patetico straccione/ ritengo che tu non sia abbastanza social/ ritengo che il tuo segno zodiacale non sia compatibile col mio/ ritengo ecc ecc, quindi quest'uscita non s'ha da fare. Saluti e baci"

 

Bellissimo.

Nel giro di qualche messaggio, nell'ipotesi e nell'utopia in cui questa sia stata la pura espressione del suo sentire di pancia, ti sei levato dalle scatole una noia.

Hai risparmiato messaggi, fantasia, tempo, ragionamenti, mal di pancia, benzina in eventuali uscite inconcludenti.

I have a dream: un mondo di ragazze che non hanno paura di urtare i sentimenti del povero fiocco di neve (credetemi, è frustrante e vomitevole per un maschio eterosessuale essere trattati con tanta delicatezza) e che gli sparano dritta in faccia la verità del loro sentire di pancia.

Che non stanno a rimandare inutilmente fantomatiche date che non vorrebbero vivere nemmeno sotto tortura (solo per non doverti dire "NO, PUSSA VIA").

Che non perdono tempo a risponderti solo per cortesia. Ma cortesia di che? La cortesia è dirmi cosa senti e sparire ognuno dall'altrui campo percettivo.

Che non ti lasciano il numero perché "Sennò poi ci resta male" (non mi è stato mai detto, ma qualche volta si capisce ed è vomitevole).

Che non restano lì, durante l'uscita in cui si rendono conto che non c'è chimica, "per diplomazia/cortesia". Ma che cazzo è? Se ci si fa schifo, la cosa più ecologica ed estetica da farsi è salutarsi dopo 5 minuti. Fine. Non sono lì per fare due chiacchiere, sono lì perché mi piaci.

 

Io voglio un mondo pieno di donne brutali e che non menano il can per l'aia.

Più cuori, like, baci e abbracci per tutte le aderenti al movimento.

 

Ok, ora torno alla realtà.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giraluna
1 minuto fa, Percival ha scritto:

Io sto parlando del prima.

Convengo con te che trattandosi di un estraneo non servano orpelli di genere. Tuttavia credo che comunque sia più funzionale un severo e giusto "Guarda, non voglio farti perdere tempo: non provo attrazione perché non sei il mio tipo esteticamente" che "veramente non mi piaci perché sei brutto". 

Poi per carità, ognuno è fatto a modo suo. Mi concentrato sul fatto che in determinati casi alimentare questa brutalità non fa altro che generarne dell altra. Nei casi di evidente psicoterapia (ricordiamoci che oggi lip è in crisi) la brutalità è uno dei motivi per cui poi sta male con gli altri. 

Per esperienza sono sempre stata sincera e brutale. Qualcuno qui lo può affermare. Con estranei e non. Alla fine ora che posso rimanere severa e giusta senza essere brutale francamente noto dall altra parte un atteggiamento molto diverso e che mi fa piacere. Anche io di recente ho affrontato una conversazione simile. Ho comunicato che non c è attrazione. Senza nessun flame o schizzo, c è stato uno scambio adulto. 

Comprendo che degli estranei non ce ne po frega de meno, ci mancherebbe. Ma allora se le femmine debbono comportarsi come maschiacci, a che serve migliorare se poi appena uno è estraneo decade tutto perché è estraneo? 

Penso che al di la del grado di conoscenza serva innanzitutto calibrarsi per se stessi e per saper stare nel mondo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tempesta91
4 ore fa, Human ha scritto:

vorrei non poter essere incatenato in qualche fottuta parola, vorrei non dover riempire di verità dei fottuti simboli grafici neri su sfondo bianco, ma poterti mostrare che qualcosa esiste

Sei consapevole della potenza della tua penna. Può bastare.

 

4 ore fa, Human ha scritto:

diversa.

Senti come suona bene questa parola, quanto cazzo è dolce il suo suono in questo teatrino di marionette e di gente vuota. Senti quanto è poesia...

Sempre ❤

Non chiedevo altro, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lipstickjungle
6 minuti fa, Percival ha scritto:

In questo caso non è un discorso di gerarchie o di "posti", siamo proprio a un livello pre-relazionale.

Si può parlare di "posti" in un contesto di relazione, in cui c'è una qualche forma di rapporto stabilito.

Io sto parlando del prima.

 

Non mi cambia nulla il modo in cui me lo dice (ripeto, siamo ad uno stadio pre-relazionale), fintanto che mi dice ciò che sente e non lascia puntini da riempire/finestre di illusione e possibilità, è tutto ben accetto. E' un'estranea, che vuoi che mi importi di come si relaziona con gli altri? Anzi, in questi casi le forme di gentilezza parallela a un senso di repulsione mandano proprio in bestia. Sanno di mammina che cerca di preservare il suo cucciolo dai dolori del mondo. Umiliante e vomitevole, mi domando che concezione di maschio abbiano queste persone.

Se Tizia prova repulsione o comunque non prova alcun desiderio per Caio, qualunque sia la ragione, nel mio mondo ideale - chiaramente irrealizzabile (ma ci voglio sperare) - glielo dice subito, chiaro e tondo, così Caio fa i conti con la realtà e risparmia tempo, illusioni, magari pure soldi, eliminando quella persona dal suo campo percettivo.

Ecco, non ci voleva tanto a capirlo che si parlava del rapporto pre-relazionale . Io sono sempre schietta con chi non mi piace . Potrei tenermi i servitori serventi pronti a sganciare piaceri e favori e soldi nell'illusione di arrivare nelle mie mutande (profumiera docet) ma per il mio concetto di stare al mondo questa è una mancanza di rispetto per l'altro e una gran rottura da parte mia perché se uno non mi piace,non lo sopporto né ora nè mai. La cortesia è ben altra e spesso viene fraintesa. Ho un cliente che solo perché sono gentile con lui a lavoro si è sentito autorizzato ad aggiungermi sui social e chiedermi se fossi impegnata ,davanti al mio sì ha risposto: "intendo sentimentalmente" come se fosse Naturale che io avessi dovuto disprezzarlo e trattarlo male solo perché non mi piace fisicamente...

@Giraluna magari un giorno smetterai di tifare per gli uomini a prescindere e comincerai a fare pace con il tuo femminile invece che ostinarti a trattarmi da handicappata . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Percival
27 minuti fa, Giraluna ha scritto:

Convengo con te che trattandosi di un estraneo non servano orpelli di genere. Tuttavia credo che comunque sia più funzionale un severo e giusto "Guarda, non voglio farti perdere tempo: non provo attrazione perché non sei il mio tipo esteticamente" che "veramente non mi piaci perché sei brutto". 

Poi per carità, ognuno è fatto a modo suo. Mi concentrato sul fatto che in determinati casi alimentare questa brutalità non fa altro che generarne dell altra. Nei casi di evidente psicoterapia (ricordiamoci che oggi lip è in crisi) la brutalità è uno dei motivi per cui poi sta male con gli altri. 

Per esperienza sono sempre stata sincera e brutale. Qualcuno qui lo può affermare. Con estranei e non. Alla fine ora che posso rimanere severa e giusta senza essere brutale francamente noto dall altra parte un atteggiamento molto diverso e che mi fa piacere. Anche io di recente ho affrontato una conversazione simile. Ho comunicato che non c è attrazione. Senza nessun flame o schizzo, c è stato uno scambio adulto. 

Comprendo che degli estranei non ce ne po frega de meno, ci mancherebbe. Ma allora se le femmine debbono comportarsi come maschiacci, a che serve migliorare se poi appena uno è estraneo decade tutto perché è estraneo? 

Penso che al di la del grado di conoscenza serva innanzitutto calibrarsi per se stessi e per saper stare nel mondo. 

Sì e no.

Da una parte è giusto quel che dici, dall'altra a volte c'è proprio bisogno di una secchiata d'acqua ghiaccia per svegliarsi dal torpore anestetico in cui si vive.

Se una donna non prova nulla per te, ma non ha repulsione, è corretto che si esprima come dici tu. Non c'è necessità di brutalità.

Se invece una donna prova schifo per te, è giusto (per te, uomo) che ti esponga alla realtà di ciò che prova.

 

Spesso non c'è nulla di meglio di una pillola rossa, dell'esposizione alla bruta realtà, per un maschio, per trovare la motivazione per lottare, accettare la realtà e inventarsi vie nuove per prendersi ciò che desidera.

Altri accettano la realtà ma decidono di fregarsene e tirarsi fuori dalla competizione.

Altri vanno in depressione, si demoralizzano pesantemente e boh, si metteranno pure un cappio al collo.

Eh, mi dispiace, dovrebbero seriamente considerare della terapia. Ma non tutti sono così, anzi. Anche il più apparentemente sensibile e deboluccio, spesso, ha solo bisogno di qualche schiaffo in faccia per risvegliare la Bestia che è in lui e scegliere la sua strada. Ovunque lo porti.

Modificato da Percival

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gerard
1 ora fa, Percival ha scritto:

I have a dream: un mondo di ragazze che non hanno paura di urtare i sentimenti del povero fiocco di neve (credetemi, è frustrante e vomitevole per un maschio eterosessuale essere trattati con tanta delicatezza) e che gli sparano dritta in faccia la verità del loro sentire di pancia.

Che non stanno a rimandare inutilmente fantomatiche date che non vorrebbero vivere nemmeno sotto tortura (solo per non doverti dire "NO, PUSSA VIA").

Che non perdono tempo a risponderti solo per cortesia. Ma cortesia di che? La cortesia è dirmi cosa senti e sparire ognuno dall'altrui campo percettivo.

Che non ti lasciano il numero perché "Sennò poi ci resta male" (non mi è stato mai detto, ma qualche volta si capisce ed è vomitevole).

Che non restano lì, durante l'uscita in cui si rendono conto che non c'è chimica, "per diplomazia/cortesia". Ma che cazzo è? Se ci si fa schifo, la cosa più ecologica ed estetica da farsi è salutarsi dopo 5 minuti. Fine. Non sono lì per fare due chiacchiere, sono lì perché mi piaci.

Un mondo del genere esiste, ma solo su pellicola cinematografica.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Creamy
2 minuti fa, lipstickjungle ha scritto:

Ecco, non ci voleva tanto a capirlo che si parlava del rapporto pre-relazionale . Io sono sempre schietta con chi non mi piace . Potrei tenermi i servitori serventi pronti a sganciare piaceri e favori e soldi nell'illusione di arrivare nelle mie mutande (profumiera docet) ma per il mio concetto di stare al mondo questa è una mancanza di rispetto per l'altro e una gran rottura da parte mia perché se uno non mi piace,non lo sopporto né ora nè mai. La cortesia è ben altra e spesso viene fraintesa. Ho un cliente che solo perché sono gentile con lui a lavoro si è sentito autorizzato ad aggiungermi sui social e chiedermi se fossi impegnata ,davanti al mio sì ha risposto: "intendo sentimentalmente" come se fosse Naturale che io avessi dovuto disprezzarlo e trattarlo male solo perché non mi piace fisicamente...

@Giraluna magari un giorno smetterai di tifare per gli uomini a prescindere e comincerai a fare pace con il tuo femminile invece che ostinarti a trattarmi da handicappata . 

Sono uguale a te ahaha

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giraluna
1 minuto fa, Percival ha scritto:

Se invece una donna prova schifo per te, è giusto (per te, uomo) che ti esponga alla realtà di ciò che prova.

 

Repulsa. Ecco il punto. Capisco. No, io non ho ancora provato reale repulsione. Francamente solo un po di schifo per l alito o per odori forti. Una reale repulsione no, soprattutto se debbo ancora vederli. Sarebbe un pregiudizio creato nella mia testa. Si insomma, il classico mondo reale che si scontra con quello belloccio in testa nostra (parlo delle femmine). 

Mi spiace leggere di episodi di repulsione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Boulevard
12 minutes ago, Gerard said:

Ti rispondo con questo

e poi con questo

Corona-Mondadori.jpg

Tutte coloro che scrivono che con Corona non andrebbero mai, tutte coloro che si professano serie, tutte coloro che dichiarano di cercare storie durature e monogame, tutte coloro che si dichiarano contrarie alle avventure (compresa te), sono le stesse che, messe nella possibilità di fare sesso con un maschio alpha, rinnegano tutto: educazione, amore, valori, ideali, patria.

 L'anno scorso trollai per circa un mese una mia conoscente col profilo di un belloccio da 8, e per quanto io mi dichiarassi poligamo, per quanto la mia presenza fosse altalenante, per quanto le avessi detto a chiare lettere che mi frequentavo con altre 2 ragazze, per quanto tutto questo a volte la faceva imbestialire sfociando in vere e proprie scenate di gelosia, alla fine organizzamo un primo appuntamento in cui lei avrebbe dovuto dormire da me. Stesso letto, io e lei da soli, senza nemmeno conoscerci.

Messaggio dedicato anche agli aspiranti Casanova in difficoltà. Mentre voi vi dannate l'anima per cercare l'opener perfetto, per organizzare una uscita piacevole, per mantenere la conversaizone vivace e interessante, per far trapelare il vostro interesse senza mai apparire needy e morti di figa, per trovare il momento giusto della giornata in cui chiamarla, c'è un altro uomo di cui ignorate l'esistenza che la fa venire a casa sua all primo appuntamento e riesce a farci sesso senza spendere 1 centesimo in benzina, drink, locali, cene. Uno che non deve fare nemmeno lo sforzo di chiedere il numero, perchè lei glielo dà lei nel giro di qualche ora, e dopo un paio di settimane ha la possibilità di scoparla con un investimento di tempo minimo.

 Guardate e piangete! 🙂

 

Tornando a Creamy, tu e tutte coloro che si dichiarano sante, lo sono soltanto coi normalbruttini da 5-6. Da loro pretendete fedeltà, rispetto, dedizione totale. Volete trasformarli in dei perfetti cagnolini ammaestrati. Ma appena si presenta la possibilità di ipergamare, appena un belloccio entra nel vostro radar e vi degna delle sue attenzioni, siete le prime a infilarsi nel letto di un estraneo con le mutandine abbassate. Anche se il suddetto belloccio è un poligamo dichiarato che si fa sentire solo quando gli gira e 24h prima ha fatto sesso con un'altra.

 

Ora, somma la spinta biologica ad accoppiarsi con gli uomini migliori, al desolante quadro umano e normativo dei tempi moderni di cui ti parlavo, ed ecco spiegato perchè quelli più svegli fuggono le relazioni fisse. Da fondatori di case e città, a cercatori d'oro. Esaurita una miniera, passano alla successiva, e poi a quella successiva ancora.

Quello che molti raccontano qui con termini poetici, altro non è che l'applicazione nuda e cruda della filosofia MGTOW.

Tutto il forum, in fin dei conti, è improntanto al MGTOW. Andare per la propria strada inteso come lo smettere di inseguire le donne (stop chasing women!), smetterla di amarle nel senso tradizionale del termine (don't love these hoes!!) dedicarsi alla propria vita, alle proprie passioni, al proprio lavoro, migliorarsi a 360° nel fisico, nel business, negli hobby, e rifuggire qualunque forma di relazione fissa, normata o meno dalla Chiesa o dalle leggi dello Stato Italiano. Esistono poi altre varianti di MGTOW (una su tutte il cosiddetto "ghosting-MGTOW", che invece è improntato al minimalismo/downshifting), ma non è questa la sede per parlarne.

Considerata l'incapacità di una donna di restare fedele al proprio uomo, considerate le pretese assurde di una donna, considerata l'assenza di stigma sociale per la donna che tradisce o che ha molti uomini (guai a definire "zoccola" una zoccola...), considerato che dal punto di vista legale la donna in Italia è più protetta di quanto è protetta una mucca in India, chi è sveglio e vive in una situazione di abbondanza, preferisce anteporre la propria sanità mentale e fisica a una relazione che è morta ancor prima di nascere.

 

Molti si dilungano in poetiche disquisizioni che forse ti fanno perdere il filo. Connessione testa-pancia, il riscoprire il lato più genuino del proprio essere, restare fedeli alla propria biologia, finendo a volte a parlare di uomini del paleolitico, tribù, clan, ecc...quando in realtà si riduce tutto a un differenziale, a una sottrazione, e ad un fattore culturale.

 

Vuoi uomini capaci di "amare" nel senso più tradizionale del termine?

Volgi lo sguardo verso la moltitudine di ragazzi che costantemente ti approcciano, ma tu betapercepisci perchè non abbastanza belli, virili, ricchi, comunicativi, popolari (pressappoco in quest'ordine di impotanza). Volgi lo sguardo a coloro che piacciono a poche e non piacciono a tante, agli uomini esteticamente in zona grigia, ai cosiddetti bravi ragazzi. Là fuori è pieno di bravi ragazzi pronti ad amare te e solo te, ma per te sono invisibili. Semplicemente non esistono. Ma se tu come tante altre vi innamorate puntualmente di uomini che vanno dal carino al bello (ipergamia), se tra te e lui c'è un salto di 2 punti estetici (tu sei una normie da 5-6, lui un belloccio da 7-8), i tuoi buoni propositi sulle classiche relazioni monogame, si sfaldano come un castello d'argilla. Sei la prima a tirarti giù slip... E se neghi questo, MENTI!!

Oppure, rinucia agli ultimi 40 di anni progresso in campo sociale. Basta femminismo, basta parità di genere, basta leggi sbilanciate a favore della donna che divorzia, ritorno allo stigma sociale per la donna libertina, possibilità per il marito di uccidere la moglie che lo tradisce (ritorno al delitto d'onore).

Compiamo questo epocale cambiamento culturale, torniamo al modo di vivere pre-sessantottino, e vedrai che troverai molti più uomini (compresi quelli migliori di cui puntualmente ti innamori, scartandone contemporaneamente altri 100 perchè hanno 5mm di osso fuori posto) disposti a trasformare un cumulo di pietre in uno sfarzoso castello di cui prendersi cura da oggi fino alla fine dei tuoi giorni. E da lì a costruire una intera città.

 

Oppure non rinunciare a nulla di tutto questo. Viva le donne, viva la parità di genere, viva le famiglie allargate, viva il rispetto, viva la libertà di fare ciò che vogliamo col nostro corpo, viva tutto! Ma poi non lamentiamoci se qualcuno più fortunato e sveglio di altri, intuisce che oggi il gioco è palesemente truccato nelle sue fondamenta, e vi batte sul vostro terreno. Su quello che voi utilizzate come ricatto (l'accesso gratuito all'amore e al sesso) per tenere al guinzaglio decine di uomini.

La botte piena e la moglie ubriaca non esistono nemmeno nei proverbi.

Da che libro è stata tratta la foto? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per partecipare

Devi essere un utente registrato per partecipare

Crea un account

Registrati ora, bastano due click!

Iscriviti a ItalianSeduction

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Lo sai già, ma te lo dobbiamo dire comunque...

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.