Vai al contenuto

La legge dell'attrazione. La più antica del mondo


Liam

Messaggi raccomandati

Liam

Secondo me è come se sino a vent’anni si vivesse per inerzia o meglio viviamo una vita che in realtà non è propriamente la nostra, siamo molto influenzati da tutto, famiglia amici scuola etc… se viviamo in una famiglia protettiva probabilmente saremo dei ragazzi timidi e di conseguenza scarso successo con le ragazze, se invece la nostra famiglia ci insegna che non si può raggiungere la perfezione e ci dice di “fare il possibile” rimarremo nella mediocrità in campo scolastico, e ci lamenteremo sempre, (il professore ce l’ha con me, ho studiato un casino e cazzo mi ha chiesto proprio quello che non sapevo, a quella ha messo otto solo perché si è messa a piangere e a me ha messo 5). In poche parole viviamo come gli altri ci vedono, se ad esempio in classe abbiamo la reputazione di cazzoni faremmo di tutto per rimanere in quella situazione, se siamo considerati degli asini non avrà senso studiare troppo per una interrogazione perché tanto sono un ragazzo mediocre, se ho sempre preso 4 in latino perché adesso dovrei prendere 8 (non sono portato!)

Poi a vent’anni succede qualcosa. Iniziamo a svegliarci, forse non sono proprio così, forse se mi impegno posso realmente diventare qualcuno. Mi sono dilungato troppo. Non serve dilungarsi, la questione è una: NOI SIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO ESSERE! Credetemi è solo questo. Vi faccio un esempio in due situazioni diverse: 1) fate una lezione di prova a kick boxing con altre 10 persone. Subito l’istruttore vi dice che siete bravi che siete portati anche se in realtà magari non è vero. 2) Fate la lezione di prova con altri vostri amici che sono sempre stati più bravi di voi e anche questa volta voi non vi dimostrate all’altezza.

A prescindere dal fatto che siate bravi o meno la situazione mentale che avete quando uscite dalla palestra è molto diversa, nel primo caso sicuramente vi farà avere dei risultati in quello sport, perché sapete di farcela, visualizzate solo il risultato, non ci pensate neanche alla sconfitta perché siete portati!

Nel secondo magari vi impegnate lo stesso. Ma mica siete portati! Quindi stabilirete un limite alla vostra bravura che in realtà è solo immaginario!

In qualunque campo noi tendiamo a stabilire dei limiti alle nostre capacità e nella seduzione questo limite diventa sicuramente più proibitivo che in qualsiasi altro campo. Quando puntiamo una HB non dobbiamo minimamente pensare alla sconfitta, noi siamo PUA! Anche se siamo vergini e non abbiamo mai avuto una relazione, siamo PUA! Dobbiamo esserne convinti. Quella HB sarà sicuramente nostra! Se andiamo dalla HB pensando: “bene questa è una delle prime volte che mi cimento quindi anche se fallisco pazienza, anzi probabilmente fallirò, ma pazienza dagli errori si impara, un passo alla volta, un passo alla volta”. Se invece pensate di essere già dei PUA è tutto diverso. Immaginate il vostro io ideale (immagino un PUA altrimenti che cazzo ci fate in questo sito) e entrate dentro di lui, buttatevi, puntate una HB, e non visualizzatela come una preda che potrebbe o non potrebbe darvela, ma come una HB che è sicuramente attratta da voi perché voi siete dei PUA, siete delle superstar! Quindi puntate una HB,applicate la regola dei 3 secondi di Style http://www.loverart.com/content/view/29/32/ ) e poi boom, quando vi avvicinate pensate solo al successo, pensate che siete dei PUA, impossibile non farcela! Ricordate NOI SIAMO QUELLO CHE VOGLIAMO ESSERE!

Queste mie opinioni non sono casuali si chiama Legge dell’attrazione, è una legge antichissima usata dai più grandi uomini della storia, i quali ne erano a conoscenza, ci credevano e la applicavano. Non sto parlando di Style o Mystery, ma sto parlando di Platone, Shakespeare, Newton, Hugo, Beethoven, Lincoln, Emerson, Edison. Einstein. È tutt’ altro che una legge difficile, in poche parole noi siamo come dei magneti che attraggono esperienze, in sintonia con l'energia e le vibrazioni che ognuno di noi emana nell'Universo, ossia con quello che pensiamo, la nostra visione del mondo. Quindi essa dice che se tu desideri fortemente qualcosa, allora si realizzerà quasi per magia; l’universo ti aiuterà a raggiungere i tuoi desideri e ti permetterà di attrarre proprio le risorse di cui hai bisogno. Anthony Robbins (che molti di voi sicuramente conoscono) la chiama “sistema attivante reticolare”, per intendere che quando la mente umana è focalizzata su un desiderio, allora noterà eventi, persone e discorsi correlati a quel desiderio.

Il discorso è sempre lo stesso, pensare, desiderare fortemente qualcosa in un modo o nell’altro ce la farà ottenere basta non perdersi in pensieri negativi infatti essere focalizzati sul lato negativo della vita,su ciò che ancora manca nell'esistenza di ognuno,non farà altro che attrarre ancora più negatività e più scarsità.

Comunque esiste un film-documentario che parla di tutto questo, è stato il più venduto su Amazon

Il link del film è questo

http://www.megavideo.com/?v=XVIBX6I9 (se dopo 72 minuti il film si interrompe non dovete fare altro che ricopiare il link e portarlo avanti sino al punto in cui si è interrotto)

Il libro di cui parla la protagonista all’inizio del film, ossia quello regalatogli dalla figlia che le ha cambiato la vita, è “la scienza del diventare ricchi” di Wallace D. Wattles è un libro di inizio 900 quindi oramai è di pubblico dominio e lo potete trovare in vari siti. Ad esempio (

http://www.pensierocreatore.it/?&set=1...IVENTARE+RICCHI ) oppure andate sul sicuro con emule, ripeto è di pubblico dominio ormai, quindi non fate niente di illegale nel scaricarlo. Comunque io non l’ho ancora letto, ma è un libro che a quanto si dice ha cambiato molte vite.

Credetemi io sono la persona più scettica del mondo ve lo posso assicurare, ma questa cosa funziona! Sia che noi le diamo un significato scientifico, sia che diciamo che è opera di Dio di Buddha o di altri, sia che diciamo come Tony Robbins non importa. L’importante è che agendo in questo modo si ottengono risultati!

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 30
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

  • Oasis

    2

  • Bit

    2

  • 007

    2

  • senn

    1

Miglior contributo in questa discussione

Frunk31
Il libro di cui parla la protagonista all’inizio del film, ossia quello regalatogli dalla figlia che le ha cambiato la vita, è “la scienza del diventare ricchi” di Wallace D. Wattles è un libro di inizio 900 quindi oramai è di pubblico dominio e lo potete trovare in vari siti

Grazie, intervento molto interessante, soprattutto la tua chiave di lettura della legge dell'attrazione.

Inoltre, avevo già visto il film, ma non avevo capito che questo era il libro menzionato all'inizio. Assolutamente da leggere.

PS: forse questo post dovrebbe andare nella sezione inner

Link al commento
Condividi su altri siti

alexmawashi

questo post dovrebbero leggerlo tutti coloro che mossi i primi passi si scoraggiano alla prima sconfitta! Perchè è vero, perseverando si ottengono risultati favolosi... Ciò che è possibile supera spesse volte l'immaginabile! La mente inconscia è favolosa e racchiude la genialità, quindi se ci poniamo un problema da risolvere od un obbiettivo, seppur non pensiamo in continuazione a come fare, lo farà per noi la nostra mente inconscia, che lavorerà per ottenere un risultato positivo!

;) Sarge on! :D

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 settimane dopo...
hamlet

E' tutto dimostrato empiricamente.....

Una profezia che si autodetermina è anche la conoscenza di sé ("Io sono fatto così") che va a costituire un sistema percettivo-reattivo definibile come la nostra identità.

Conoscere se stessi implica una impresa in cui, l'Io come soggetto dovrebbe restare distinto dall'Io come oggetto pur restandogli identico. Sembra perciò che la mente che osserva se stessa e si conosce in realtà è presa a sua insaputa, nella circolarità autoreferenziale. In effetti, come scrive Watzlawick "Divenire consapevoli di chi siamo "realmente" richiederebbe uscire fuori da noi stessi e guardarci oggettivamente, un'impresa che finora solo il Barone di Münchhausen è stato in grado di compiere quando salvò se stesso e il proprio cavallo dallo sprofondare in una palude tenendosi sollevato per il suo stesso codino." (P. Watzlawick - G. Nardone, Terapia breve strategica, Raffaello Cortina Editore, Milano 1997, p. 6)Se ricordiamo quanto detto nel Teorema di Gödel sulla Indecibilità, ci rendiamo conto di avere a che fare con un paradosso simile: nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso. La domanda "chi sono?" è una domanda formalmente indecidibile.

In questo caso si dice appunto che la profezia crea "essa stessa i presupposti per il verificarsi dell'avvenimento previsto, e in questo senso produce veramente una realtà che senza di essa non si sarebbe verificata" (Paul Watzlawick, "Le profezie che si autodeterminano", in Aa. Vv., La realtà inventata, Feltrinelli, Milano 1988, p. 88).

Link al commento
Condividi su altri siti

TwitterBoy

Come si chiama il film?

Link al commento
Condividi su altri siti

Urza
E' tutto dimostrato empiricamente.....

Una profezia che si autodetermina è anche la conoscenza di sé ("Io sono fatto così") che va a costituire un sistema percettivo-reattivo definibile come la nostra identità.

Conoscere se stessi implica una impresa in cui, l'Io come soggetto dovrebbe restare distinto dall'Io come oggetto pur restandogli identico. Sembra perciò che la mente che osserva se stessa e si conosce in realtà è presa a sua insaputa, nella circolarità autoreferenziale. In effetti, come scrive Watzlawick "Divenire consapevoli di chi siamo "realmente" richiederebbe uscire fuori da noi stessi e guardarci oggettivamente, un'impresa che finora solo il Barone di Münchhausen è stato in grado di compiere quando salvò se stesso e il proprio cavallo dallo sprofondare in una palude tenendosi sollevato per il suo stesso codino." (P. Watzlawick - G. Nardone, Terapia breve strategica, Raffaello Cortina Editore, Milano 1997, p. 6)Se ricordiamo quanto detto nel Teorema di Gödel sulla Indecibilità, ci rendiamo conto di avere a che fare con un paradosso simile: nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso. La domanda "chi sono?" è una domanda formalmente indecidibile.

In questo caso si dice appunto che la profezia crea "essa stessa i presupposti per il verificarsi dell'avvenimento previsto, e in questo senso produce veramente una realtà che senza di essa non si sarebbe verificata" (Paul Watzlawick, "Le profezie che si autodeterminano", in Aa. Vv., La realtà inventata, Feltrinelli, Milano 1988, p. 88).

nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso

non è un Th. di Godel, e neanche una sua derivazione.

-

non ho letto il thread interamente, ma giusto qualcosa qua e là - Godel e affinità con la "mente" non si comprendono da Watzlawick, Nardone e la scuola di terapia strategica di San Paolo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Manat
Come si chiama il film?

The Secret, su youtube lo trovi tutto (italiano, spezzettato)

Link al commento
Condividi su altri siti

Matrix
paradosso simile: nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso. La domanda "chi sono?" è una domanda formalmente indecidibile.

E' per questo motivo che esistono gli allenatori, seno perche un campione di calcio/tennis etc etc ha bisogno di uno che lo alleni?...

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 5 mesi dopo...
Oasis

Ieri ho visto il film e devo dire che ne sono rimasto molto colpito..

Avevo già letto qualche libro sull'argomento ma il film è cento volte meglio..

Anchio ormai sono convinto che questa legge esista..

Già il solo fatto di pensare positivamente ti aiuta, e non poco, nella vita..

Se tu vivi e pensi positivo attiri persone e cose positive nel tuo mondo..

è una cosa quasi matematica :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×
×
  • Crea Nuovo...