Vai al contenuto

Il principio del desiderio nel marketing


satira

Messaggi raccomandati

satira

Molte aziende spingono sul marketing del desiderio. Il prodotto non viene presentato per la sua utilità.

La campagna viene impostata sul creare desiderio di avere quel prodotto. Indipendentemente dalla sua utilità

Quando si vendono dei prodotti firmati, non si vende la loro utilità ma si vende il desiderio di possederli.

E' indubbio che alla gente occorrono dei pantaloni (a meno di girare in mutande). Ma è altrettanto indubbio che la funzione la svolgano allo stesso modo pantaloni da 5 euro che pantaloni da 500.

Si potrà dire, per amor di discussione, che i pantaloni da 500 hanno qualità maggiore di quelli da 5. In realtà non è sempre così. Ma sicuramente la loro qualità non è 100 volte superiore.

Allo stesso mondo si rende desiderabile un Ipod. In realtà l'ipod non è nient'altro che un lettore mp3. Il suo scopo è ascoltare musica. La stessa funzione la svolgono lettori mp3 da poche decine di euro.

Uun orologio serve a conoscere l'ora, è la medesima funzione la svolge un casio da 2 euro o un Patek Philippe da 45 mila. E potrei continuare all'infinito.

Questo ovviamente non è un post moralistico ed anti-consumistico. Esattamente il contrario. Lo scopo di questa discussione è analizzare come si crea il desiderio in un prodotto per farlo pagare 1000 volte un prodotto che svolge la stessa funzione ma non è considerato desiderabile?

E ancora meglio: come si applica questo principio alla seduzione? Come si diventa appunto: desiderati più di altri milioni di donne-uomini che possono svolgere le stesse funzioni (sessuali, relazionali ecc.) che possiamo svolgere noi.

Qual'è in definitiva il principio che rende un Patek Philippe un orologio da 45.000 euro e un seduttore un uomo che le donne voglio :)

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

charlie

Questione interessante... è la differenza del valore dal prezzo, cosa che si tende sempre a confondere. C'è come un'associazione che indica che un prezzo alto equivale ad un valore alto, cosa che concordo, non è sempre vera, ma così funziona.

Seguendo il filo del tuo discorso, anche una ug può assolvere le stesse funzioni di una hb10, il fatto è che la hb 10 ha un valore che non ha niente a che fare con le sue funzioni :)

Link al commento
Condividi su altri siti

GTC

analizzando un Patek Philippe e le sue caratteristiche:

Prezzo:un costo elevato di solito crea sensazione di valore

Qualità:un orologio così costoso si suppone che abbia una buona qualità

Ricercatezza: ambito da molti ma su i polsi di pochi

Fama: un marchio prestigioso indica eleganza e raffinatezza e alto status sociale(status simbol)

Affidabilità: l'ottima qualità da anche un ottima funzione

Estetica: i gusti sono soggettivi quindi è il fattore meno influente

(ad esempio a me non piaciono i rolex ma se lo avessi di certo non lo lascerei in un cassetto)

rappporto con un uomo e le sue caratteristiche

Prezzo:

essere selettivi darsi valore e scegliere con cura

Qualità:

se sei molto selettivo devi avere un motivo valido deve voler dire che stare con te è un privilegio perchè sei un uomo di qualità

Ricercatezza:

La vecchia e cara tanto amata Preselezione

Fama:

le donne che hai avuto indicano il tipo di donne che per gli altri ti meriti (es.se sei andato sempre con dell ug e possibile che tu ti sia fatto quella fama ,così un hb 7 a cui magari piaci ti rifiuterà percheè non vuole essere messa sullo stesso piano delle altre e sentirsi UG)

Affidabilità:

questa dipende dalla funzione che la donna pensa devi avere per lei:

in caso di LTR vorrà fedeltà e buon sesso complicità e emozioni

in caso di Ons vorrà buon sesso e emozioni

in caso di FB vorrà buon sesso e zero legami

comunque le cose più importanti di questo fattore sono emozioni e sesso.

Estetica: i gusti sono soggettivi e quindi e il fattore meno influente

Link al commento
Condividi su altri siti

El Mak

L'opinione altrui è sempre importante.

Una mia personale riflessione che ho ogni tanto:

La mia auto preferita è la Nissan GTR, mi piacerebbe averla, ma tra lei è una ferrari? Vuoi mettere andare in giro con una ferrari? Beh, la ferrari è superiore alla GTR sotto quasi tutti i punti di vista, quindi scelte oggettive o meno, non sarebbe una cazzata prendere quella. Ma se ad esempio mi proponessero una di quelle auto ultra costose che magari fanno in pochi esemplari (Lamborghi Reventon, bugatti veyron ecc.)? Con quale auto andrei a farmi un giro, contando che la gente ed in particolare le ragazze non sanno nemmeno dell'esistenza delle auto appena citate? Cavolo la bugatti 1.000.000 € 1001Cv ha dei diamanti veri da non so quanti carati incastonati nel cruscotto, echissenefrega, non è una ferrari. Quindi a meno che non spiegate le caratteristiche tecniche dell'auto, la gente penserà "oggi ho visto un'auto sportiva" mentre se invece girate con una panda rossa tutti quelli che vi hanno visto da lontano diranno di aver visto una ferrari e avranno le lacrime agli occhi.

Insomma, le ferrari non sono in cima alle mie preferenze, ma nonostante tutto, se dovessi avere un'auto qualsiasi prenderei una di quelle, dato che ferrari è noto come il marchio automobilistico numero uno al mondo e genererei sicuramente molti più WOW al mio passaggio.

Da notare che non ho specificato il modello, dato che basta che sia una ferrari, appunto.

Luoghi Comuni:

Auto che sfreccia/romba:

Wuà ma che è, una ferrari?

Mamma mia meglio di una ferrari!

Wuà ragà, mi so comprato na ferrari ahaha!

Un ragazzo di is ha aperto un topic consigliandoci di essere come una "ferrari".

Il nome conta molto, il valore sociale conta molto.

Quando la parola auto viene associata ad una tra sportiva/prestigiosa/bella/costosta ad esempio, il nome ferrari comparirà nella mente di ognuno di noi.

La stessa cosa vale per le persone, quando penso "vorrei tanto conoscere una ragazza bella", la prima cosa che mi viene in mente è la parola fotomodella.

Una ragazza può essere bella per me, ma se è una fotomodella è universalmente accettate come ragazza bella.

Ci sono tante ragazze stupende in giro, ma se potessi avere chiunque sulla terra, mi verebbe difficile non fare il nome di Adriana Lima, Belen Rodriguez o Megan Fox. Questo ovviamente se non sono innamorato.

Link al commento
Condividi su altri siti

nonno42
Molte aziende spingono sul marketing del desiderio. Il prodotto non viene presentato per la sua utilità.

La campagna viene impostata sul creare desiderio di avere quel prodotto. Indipendentemente dalla sua utilità

Quando si vendono dei prodotti firmati, non si vende la loro utilità ma si vende il desiderio di possederli.

E' indubbio che alla gente occorrono dei pantaloni (a meno di girare in mutande). Ma è altrettanto indubbio che la funzione la svolgano allo stesso modo pantaloni da 5 euro che pantaloni da 500.

Si potrà dire, per amor di discussione, che i pantaloni da 500 hanno qualità maggiore di quelli da 5. In realtà non è sempre così. Ma sicuramente la loro qualità non è 100 volte superiore.

Allo stesso mondo si rende desiderabile un Ipod. In realtà l'ipod non è nient'altro che un lettore mp3. Il suo scopo è ascoltare musica. La stessa funzione la svolgono lettori mp3 da poche decine di euro.

Uun orologio serve a conoscere l'ora, è la medesima funzione la svolge un casio da 2 euro o un Patek Philippe da 45 mila. E potrei continuare all'infinito.

Questo ovviamente non è un post moralistico ed anti-consumistico. Esattamente il contrario. Lo scopo di questa discussione è analizzare come si crea il desiderio in un prodotto per farlo pagare 1000 volte un prodotto che svolge la stessa funzione ma non è considerato desiderabile?

E ancora meglio: come si applica questo principio alla seduzione? Come si diventa appunto: desiderati più di altri milioni di donne-uomini che possono svolgere le stesse funzioni (sessuali, relazionali ecc.) che possiamo svolgere noi.

Qual'è in definitiva il principio che rende un Patek Philippe un orologio da 45.000 euro e un seduttore un uomo che le donne voglio :p

solo una cosa pero' attenzione che alcuni prodotti hanno valore molto di piu di quello che si immagina

ci metto dentro orologi di marca e auto (tipo ferrari)

gli orologi (es rolex)possono avere un mercato dell'usato che ha dell'incredibile (segui qualche asta ebay per intenderci)

se avessi 10 ferrari ultimi modelli probabilmente me li pagherebbero quasi il doppio del prezzo del nuovo

questo perche la lista d'attesa per farsi consegnare una ferrari è di anni (almeno un po di tempo fa era così)

poi la ferrari vende le sue macchine a clienti abituali con conseguenza che qualcuno resta senza

quindi alcune cose il valore lo tengono perche c'e sempre qualcuno che te le compra all'istante piu di quello che hai speso

Link al commento
Condividi su altri siti

mastermind
solo una cosa pero' attenzione che alcuni prodotti hanno valore molto di piu di quello che si immagina

ci metto dentro orologi di marca e auto (tipo ferrari)

gli orologi (es rolex)possono avere un mercato dell'usato che ha dell'incredibile (segui qualche asta ebay per intenderci)

se avessi 10 ferrari ultimi modelli probabilmente me li pagherebbero quasi il doppio del prezzo del nuovo

questo perche la lista d'attesa per farsi consegnare una ferrari è di anni (almeno un po di tempo fa era così)

poi la ferrari vende le sue macchine a clienti abituali con conseguenza che qualcuno resta senza

quindi alcune cose il valore lo tengono perche c'e sempre qualcuno che te le compra all'istante piu di quello che hai speso

Caro satira,

la discussione che hai aperto è molto interessante e ci stavo riflettendo proprio ieri! Tu hai posto giustamente l'accento sulle tecniche del marketing e su come riescano ahinoi ad influenzarci nelle nostre scelte al di là di ogni principio di razionalità facendo leva sulle snsazioni che ci promettono se comperiamo un prodotto x! Hai ragione tu un rolex serve solo per vedere l'ora sarà anche precisissimo, ma possiamo avere la stessa qualità spendendo migliaia di € in meno!....A questo punto riflettendo sulle dinamiche che solitamente ho subito nella mia vita da consumatore, ho cominciato a riflettere sul cd. effetto vetrina e su come un oggetto che noi pensiamo di aver difficoltà ad avere ci possa far perdere il sonno e su come una volta ottenuto magari l'accantoniamo non considerandolo quasi più!....Riportando il tutto al mondo della seduzione, mi è capitato di non provare alcun tipo di attrazione per una hb che sbavava letteralmente per me per poi trovarmi a desiderare di strapparle i vestiti nel momento in cui si mostrava in modo convincente, non interessata per nulla a me e con un aria altezzosa! Mi sono chiesto come mai questo mio cambiamento, la risposta alquanto banale è che trasmettedo in modo efficace l'idea dell'inarrivabilità o dell'esclusività si riesce a scatenare il desiderio del buyer prima non interessato al "prodotto", scatenando anche i suoi istinti sessuali!!! Questa esperiemza da me vissuta, mi ha fatto capire che al di là dell'effettivo valore/bellezza di una persona quel che conta è l'immagine che questa riesce a dare di se stessa,e qui che l'inner game si presenta in tutta la sua potenza!!!...La mia conclusione un po' spicciola e che se veramente siamo sedotti da noi stessi possiamo sedurre qualunque Hb!!!

Modificato da mastermind
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×
×
  • Crea Nuovo...