Jump to content

L'amore è eterno finché dura


Marcolì
 Share

Recommended Posts

Marcolì

Ciao a tutti...

finalmente ho capito che l'amore eterno non esiste, che si tratta solo di un effimera chimera, non parlo da uomo ferito o che altro, ma parlo su base di esperienze e da profondo osservatore che sono stato e che sono ora più che mai...

Purtroppo a differenza dei tempi passati oggi è quasi impossibile che una donna (vale anche per gli uomini), grazie alla tecnologia, grazie alla marea di informazioni che ormai viaggiano nel mondo a velocità sempre maggiori, grazie anche all'evoluzione del sociale, non sia soggetta a pressioni, emozioni, tentazioni, situazioni, illusioni in modo continuo... quindi è ovvio e facile che ad un certo punto l'equilibrio interiore che prima era indirizzato verso un comportamento sociale standard devi verso una qualsiasi altra parte sconosciuta fino a prima.

Si sa che l'uomo come specie è curioso (questo ha aiutato molto l'evoluzione), non dimentichiamoci che l'uomo fa pur sempre parte del regno animale, e non un caso, ha istinto, ha sentimento... e… "deve" procreare (per mantenere la specie)!

Ossia l'istinto base dell'uomo è: sopravvivere e preservare la specie (riprodursi)

Quello che voglio dire è che ai giorni di oggi è quasi improbabile se non impossibile che esista una relazione sentimentale forte tra due individui (parlo sempre di sesso opposto) che abbia una durata "lunga", ossia una coppia può esistere, restare unita, avere le pietre di appoggio dei figli, della famiglia, ma l'amore?!?!?!?

(Attenzione parlo di AMORE no AFFETTO!!)

L'amore, ho constatato su di me e confermato dai miei molti amici (sempre esperienze e non teorie), quello che ti fa fare le cose più impensate, quello che esisti solo tu e lei e intorno niente, quello che tu vivi in funzione di lei… ecc... ecc... può durare fino ad 1 anno ca (se non mesi), e poi????

Poi c'è il calo... l'assuefazione... l'agiatezza... MA E' NORMALE!!!

Quello che succede praticamente è che il “fuoco” dell’amore è destinato ad esaurirsi, quello che resta poi e solo la fiamma pilota la quale infine basta solo un soffio per spengerla!

Ripeto è normale tutto questo, ma a questo punto noi? Noi cosa facciamo?

C’è chi inventa sempre nuove cose per tenere questa fiamma pilota (ma attenzione può spengersi sempre molto ma molto semplicemente, anche se ci sforziamo e la aiutiamo a restare accesa), oppure c’è come la stragrande maggioranza chi dopo il primo periodo di “fuoco” intenso sta bene, ha la sicurezza (il punto fermo della vita) di una persona accanto, fa quello che ha sempre fatto e dice: “chi me lo fa fare a cambiare?” “sto così sereno!” “posso programmare quello che faccio domani!”…

…COSA SUCCEDE ORA?

L’irreparabile! Te o lui/lei provi attrazione (non puramente fisica) verso un altro individuo, perché magari ti ha sorpreso con un inezia che il tuo lui/lei non ti ha dato… ma non è che ci ragioni è nello stato inconscio che si verifica questo paragone…

E’ comincia quindi tutto quel processo (che io chiamo “tarlo”) che, prima sporadicamente poi sempre più di continuo, ti martella la tua mente e la tua psiche!!!

…e il gioco è fatto!

All’inizio puoi nasconderlo, fare finta di niente, che non ci sia, ma sai , e lo sai bene, che c’è e che non ti lascerà così facilmente… poi ti prende, ti eccita, ti pone in modo che sei “clandestina/o” e quello ti piace ancora di più, l’intrigo, il sotterfugio… la cosa che non si fa, la cosa vietata!!

Ricordate? L’uomo è: CURIOSO!

Link to comment
Share on other sites

ambigramma
Quello che voglio dire è che ai giorni di oggi è quasi improbabile se non impossibile che esista una relazione sentimentale forte tra due individui (parlo sempre di sesso opposto) che abbia una durata "lunga", ossia una coppia può esistere, restare unita, avere le pietre di appoggio dei figli, della famiglia, ma l'amore?!?!?!?

C'è chi ci crede, c'è chi non ci crede.

C'è a chi interessa, c'è a chi non interessa.

C'è chi ci prova e chi rinuncia a prescindere perchè troppo improbabile, troppo difficile o troppo impegnativo.

C'è chi si sforza per tenere unita (e innamorata) la coppia e chi pensa che l'amore debba cadere dall'alto e non sia una cosa che bisogna darsi da fare per coltivare.

Ci si regola di conseguenza. ;)

Detto questo, penso che nell'incontrare la persona giusta influisca molto il fattore culo (nel senso di fortuna), e nel restare assieme anche. Chiaro che se nella coppia l'impegno ce lo mette una persona e basta non c'è fortuna che tenga. E non è nemmeno una coppia vera e propria.

Link to comment
Share on other sites

Quello che voglio dire è che ai giorni di oggi è quasi improbabile se non impossibile che esista una relazione sentimentale forte tra due individui (parlo sempre di sesso opposto) che abbia una durata "lunga"

Questa è una generalizzazione e, come tale, "lascia il tempo che trova" ;) .

Condivido alcuni punti, ma, ci sono moltissimi aspetti da analizzare.

Credo che l'unica risposta possibile sia proprio nel titolo "L'Amore è eterno, finché dura" può durare poco o tutta la vita.

Cambia di volta in volta.

Link to comment
Share on other sites

-eFFe-

tutto sommato condivido il tuo punto di vista, e anzi alcuni studi psicologici/sessuologici/sociologici (*) hanno confermato che:

- l'infatuazione (la "cotta" adolescenziale) e' molto intensa ma di breve durata, qualche mese soltanto

- dopo circa 2 anni in coppia con una persona, si crea una forte dipendenza che in caso di separazione provoca un dolore simile al lutto

- l'amore cosi' come lo intendiamo dura circa 3 anni; dopo si va avanti per affetto, abitudine, e/o per sostenere un progetto comune (casa/famiglia)

Naturalmente tutto ha una base biologica, dato che l'attrazione e' finalizzata all'accoppiamento il quale porta alla procreazione e al perpetuare della specie:

dopo i primi anni, il bambino e' svezzato, inizia a camminare, parlare ed essere autosufficiente e puo' essere accudito anche da un solo genitore (mentre l'altro se ne va a spargere il seme altrove per diffondere i suoi geni piu' che puo' - parlo sempre a livello animale ovviamente)

Ora,

nella societa' umana moderna "occidentale" come frutto di millenni di storia evoluzione condizionamenti morali, religiosi e battaglie sociali siamo arrivati a identificare in un'unica istituzione (matrimonio, o convivenza in senso lato) le seguenti esigenze fondamentali dell'Uomo:

- istinto sessuale

- affetto/attaccamento

- procreazione

- sostentamento reciproco (economico, casa, famiglia, salute)

- abitudine/compagnia

L'errore o illusione, se vogliamo, e' quello appunto di voler soddisfare tutte queste esigenze con una sola persona, per tutta la vita (come richiesto dal matrimonio), mentre basta guardarsi intorno per verificare come quasi sempre ci vogliono piu' persone in vari periodi della vita per soddisfare gran parte di queste esigenze (es: marito per procreare e accudire i figli, amante per il sesso, amico/amica per l'affetto, ex-marito/eredita' per il sostegno economico, ecc)

(*) Grazia Attili: "Attaccamento e Amore", ed. Il Mulino

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...
teuz

Pensa all'Odio, quando noi Odiamo una persona la Odiamo veramente, l'odio è ancora rimasto puro. Mentre con l'Amore è solo ipocrisia. Migliaia di anni che cercano di insegnarci cos'è l'Amore. Politici, Religioni, Psicologi, Genitori: ama il tuo prossimo ama la tua famiglia ama te stesso.. Chi ci ha insegnato cos'è l'Amore aveva mai sperimentato l'Amore vero?

Non è forse la paura del Vero Amore che ha portato la società a imporci unidea distorta dell'Amore? Perchè il Vero amore non è sotto il vostro controllo.

Non riconosciamo più la differenza tra provare attrazione ed amare. L'attrazione non richiede il coinvolgimento mentre l'Amore è Coinvolgimento.

Di fatto la gente ha cominciato a parlare dell'amore in contesti nei quali il coinvolgimento non è necessario. Per esempio c'è chi afferma

"amo i gelati". Come puoi amare i gelati? Puoi avere voglia di mangiarli, possono piacerti, l'amore cosa c'entra? Oppure amo la mia macchina amo il mio cane, Centra veramente l'Amore?

L'Amore è qualcosa di Spirituale non materiale. Tocca l'Anima non il corpo.

Il Vero Amore durà per sempre. Non dipende dalle azioni dell'altra persona, dalla sua personalità, dal suo corpo.

L'Amore raggiunge l'Anima

Grazie Osho.

Edited by teuz
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...
erik blade

"l'amore è eterno finche dura" :-)

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Inchiostro

Non c'è niente di più bello e gratificante che inseguire il sentimento che ti prende e ti travolge. E non appena capisci che sta per finire o che è finito, cambiare, per poi passare a un'altra storia, in grado di darti queste emozioni. Amare una sola donna è da egoisti.

Link to comment
Share on other sites

Brewmaster
Amare una sola donna è da egoisti.

Bella, questa mi è piaciuta

Link to comment
Share on other sites

Phoenixx
Ora,

nella societa' umana moderna "occidentale" come frutto di millenni di storia evoluzione condizionamenti morali, religiosi e battaglie sociali siamo arrivati a identificare in un'unica istituzione (matrimonio, o convivenza in senso lato) le seguenti esigenze fondamentali dell'Uomo:

- istinto sessuale

- affetto/attaccamento

- procreazione

- sostentamento reciproco (economico, casa, famiglia, salute)

- abitudine/compagnia

L'errore o illusione, se vogliamo, e' quello appunto di voler soddisfare tutte queste esigenze con una sola persona, per tutta la vita (come richiesto dal matrimonio), mentre basta guardarsi intorno per verificare come quasi sempre ci vogliono piu' persone in vari periodi della vita per soddisfare gran parte di queste esigenze (es: marito per procreare e accudire i figli, amante per il sesso, amico/amica per l'affetto, ex-marito/eredita' per il sostegno economico, ecc)

E' una discussione interessantissima, di fatto io sono in crisi per questo motivo e sto cercando di avere più consapevolezza e cercare le mie risposte attraverso numerose esperienze.

Quello che ancora nn sono riuscito a comprendere o visualizzare è che secondo le mie emozioni innamorarmi suscita dei sentimenti di protezione, io tendo a coltivare ma anche a proteggere e preservare la persona e il nostro amore, quindi come potrei non soffrire davanti ad una scena in cui la mia donna cerca soddisfazione in uno dei campi da te citati sopra da altri uomini?

Sarebbe naturale per me vivere dei sentimenti di depressione, mancanza o non sentirsi all'altezza di qualcosa.

Attendo curioso una risposta, bel topic.

Link to comment
Share on other sites

-eFFe-
E' una discussione interessantissima, di fatto io sono in crisi per questo motivo e sto cercando di avere più consapevolezza e cercare le mie risposte attraverso numerose esperienze.

Quello che ancora nn sono riuscito a comprendere o visualizzare è che secondo le mie emozioni innamorarmi suscita dei sentimenti di protezione, io tendo a coltivare ma anche a proteggere e preservare la persona e il nostro amore,

non sono *tuoi* sentimenti, sono i sentimenti del 99% degli uomini innamorati: e' il nostro istinto biologico!

Quindi non c'e' nulla di strano o sbagliato, e' il meccanismo che ha permesso alla ns specie di riprodursi e sopravvivere.

Ma oggi non viviamo piu' nelle caverne o nelle savane africane... quindi le cose possono anche cambiare un po' non credi?

Col ragionamento dico, non solo col cuore (che funziona sempre alla stessa vecchia maniera).

Per esempio, 50.000 anni fa non esistevano i divorzi, gli avvocati e gli assegni di mantenimento :DD

quindi come potrei non soffrire davanti ad una scena in cui la mia donna cerca soddisfazione in uno dei campi da te citati sopra da altri uomini?

Sarebbe naturale per me vivere dei sentimenti di depressione, mancanza o non sentirsi all'altezza di qualcosa.

infatti non ho scritto che non si soffrirebbe...

Pero' potresti soffrire di meno o quasi nulla se non basassi tutta la tua vita sulla presenza di un'altra persona (la tua dolce meta').

Perche' una sola persona non puo' essere causa e ragione della nostra felicita', che invece va ricercata in noi stessi, nella fiducia verso le proprie qualita' e nell'armonia col mondo e cogli altri.

L'esempio che ho fatto prima circa la poligamia, vale anche e soprattutto al maschile! Cioe' e' frequente per l'uomo provare attrazione sessuale e anche affetto per altre donne oltre alla propria compagna.

E' del tutto naturale. La forzatura semmai sta nell'obbligarsi ad essere monogami, come ho scritto prima.

E' una scelta fattibile, rispettabile ma che va mantenuta a forza e con attenzione costante, altrimenti tende per natura a degenerare.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.