Vai al contenuto

mentalità femminile


victorm

Messaggi raccomandati

victorm

Salve a tutti,ho 28 anni e sono nuovo della community. Di natura sono molto curioso e mi piace pormi delle domande e soprattutto capire come la pensano le persone e in particolare le donne. Vorrei avere un vostro parere sul modo di pensare della donna portandovi come esempio una mia recente "esperienza" in materia.

Lei è una ragazza che conosco da una vita, per non dire da sempre, conosco la sua famiglia (le nostre famiglie si frequentavano per anni, feste, vacanze, gite...ecc.ecc.). Dico conosco, perchè sino a 2 anni fa non ci siamo mai frequentati ne sentiti personalmente, ma solo tramite famiglia e circostanze. Due anni fa però le cose sono un po' cambiate, quasi per caso direi, e nonostante lei vivesse lontano dalla mia città per gran parte dell'anno, abbiamo iniziato a sentirci settimanalmente e a vederci tutte le volte in cui lei ritornava a casa, sino a quanto tre mesi fa, è ritornataa definitivamente. Insomma si è creato un rapporto personale, basato esclusivamente sulla volontà reciproca di sentirci e vederci. Credo di volerle molto bene, fisicamente la trovo bella e attraente, ma non ho mai ambito a provarci con lei ne ne soffro. Ho scoperto per caso che si è appena messa con un ragazzo, di cui onestamente ne ignoravo l'esistenza, e di cui non me ne ha mai parlato ne accennato. Lei al massimo mi parlava delle sue grandi amiche, vagamente di amici con cui esce in compagnia e stop. Il punto però non è il solito "ci sono rimasto male, speravo fossi io, soffro per amore...", ma è un altro. Perchè non me ne ha mai parlato ne accennato (quasi tutte le ragazze e amiche che conosco non vedono l'ora di raccontare di ragazzi, spasimanti, obbiettivi ecc.ecc.). Siamo amici in fondo. Perchè inoltre lei non ha mai voluto presentarmi le sue amiche, la sua compagnia, i suoi amici..., il suo mondo insomma? Per dire alla sua festa ha preferito che andassi a trovarla personamente a casa sua piuttosto che invitarmi alla sua festa "ufficiale", mentre io, da amico, le ho sempre presentato i miei amici e le mie amiche (e sottolineo amiche). Credo insomma di avere instaurato un rapporto molto profondo con questa ragazza, ci si intende a meraviglia e le voglio molto bene, ma nonostante tutto da parte sua sento di ricevere un amicizia "strozzata", limitata e che passa da comportamenti (suoi) di grande entusiasmo e affetto a fasi in cui la trovo fredda e quasi distaccata.

Sono arrivato alla conclusione, dopo aver analizzato il suo comportamento quando stiamo insieme, che lei da me si aspettasse qualcosa di più, nonostante il freno della lunga conoscenza anche famigliare che ci lega e delle conseguenze che un rapporto d'amore avrebbe magari potuto comportare. Non lo so, forse sbaglierò io, ma ho l'impressione che la donna, a differenza dell'uomo, si lasci più trasportare dagli eventi, e se le piace uno non ne parla e non appena si fa avanti un altro, piuttosto che risolvere, in un modo o nell'altro il problema precedente, preferisce "consolarsi" con il quello che passa al convento. Boh sbaglierò, pareri ???

Link al commento
Condividi su altri siti

maxmax

Benvenuto in FZ caro victorm, la tipa ti tiene sotto controllo. Forse è qualcosa in più dell'amicizia (anche da parte sua) ma tu non hai osato con lei...e adesso si fa trombare da un'altro.

Link al commento
Condividi su altri siti

nonscordarmi

Esattamente, sei in friend zone, ma al momento giusto - e se seguirai il forum succedera' - potrai giocarti le tue carte :-)

Link al commento
Condividi su altri siti

victorm
Inviato (modificato)

Esattamente, sei in friend zone, ma al momento giusto - e se seguirai il forum succedera' - potrai giocarti le tue carte :-)

Non è che al momento soffra o aspiri a chissà cosa, semplicemente mi riesce difficile da capire il suo comportamento. Teoricamente sarei in friend zone, e in questo caso mi starebbe pure bene, ma di fatto non mi percepisco in friend zone perchè lei porta a rendere troppo esclusiva la nostra amicizia, anche quando non ce ne sarebbe bisogno (vedi feste). Con un amico maschio io non mi comporto così e credo che pure lei non faccia così con ognuna delle sue amiche se non con quella del cuore, che per altro non è il mio corrispettivo femminile perchè per quanto ci sentiamo abbastanza spesso, non lo facciamo giornalmente e ne quando ci incontriamo parliamo di argomenti da amichetti del cuore, roba tipo i ragazzi con cui esce o quello con cui si è messa, di cui non mi ha mai parlato. E timida non è, perchè mi chiede sempre cosa farò il resto della giornata dopo che ci saremo salutati e che progetti ho per il mio futuro.

Modificato da victorm
Link al commento
Condividi su altri siti

aiace08

e se invece si trattasse della classica ragazza snob dai gusti difficili, che frequenta la solita gente "in" o presunta tale? se così fosse, può anche darsi che volesse escluderti dalla sua cerchia di amicizia perché non ti reputa alla loro altezza per svariati motivi..non per questo non ci tiene a te...semplicemente, assume un comportamento, un portamento differente a seconda che si trovi in tua o in loro compagnia...

ovviamente è un'ipotesi..sei tu che conosci la ragazza..

Link al commento
Condividi su altri siti

victorm

e se invece si trattasse della classica ragazza snob dai gusti difficili, che frequenta la solita gente "in" o presunta tale? se così fosse, può anche darsi che volesse escluderti dalla sua cerchia di amicizia perché non ti reputa alla loro altezza per svariati motivi..non per questo non ci tiene a te...semplicemente, assume un comportamento, un portamento differente a seconda che si trovi in tua o in loro compagnia...

ovviamente è un'ipotesi..sei tu che conosci la ragazza..

No lo escludo, è tutt'altro che snob. Diciamo che è una tipa particolare, un po' lunatica e spesso appare insicura, ma non se latira mai. Anzi, spesso si lamenta di avere qualche kilo di troppo e se le fai un complimento e una che ti ringrazia sinceramente. Il rapporto con le sue amiche, a quanto ho dedotto, è molto stretto, soprattutto con un paio di loro a cui è legatissima (impressione mia è che simile rapporto un po' la possa influenzare in molte cose, ma è solo una mia supposizione).

Link al commento
Condividi su altri siti

Methos

Secondo me dovresti entrare in azione entro breve, mi spiego:

Se lei si è appena messa con uno vuol dire che il loro rapporto è ancora in una fase iniziale quindi è fragile e potresti subentrare facilmente; questo pero' solo se nella tua testa credi che tu le possa piacere (e da come hai descritto potrebbe essere) per esserne certo potresti farle qualche test per vedere le sue reazioni con frasi del tipo:

LEI: che stai facendo?

TU: ti sto pensando..

In questo modo potresti intuire dalla sua risposta (o faccia se lo esegui di persona) se è interessata a te sotto quell'aspetto.

Ovviamente dovresti condire il tempo che passate insieme con tanta kino, solitamente la kino la porto fino ad un livello tale da darle la mano intrecciando le dita stile "fidanzatini", tutte quelle che non hanno obbiettato fino ad ora sono andate a segno.

Questi sono miei piccoli consigli, spero ti siano utili, o magari li usavi già, con me funzionano ma sono per l'appunto mezzucci che puoi usare solo con dei rapporti a lungo termine come il tuo.

Buona fortuna ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

victorm

Interessante, però non mi interessa. Io nel topic volevo porre l'attenzione sul modo di pensare e ragionare della ragazza, che non mi sembra coerente con l'apparente volontà reciproca e cioè di amicizia. Siamo amici, daccordo, e non parziali, in quanto non ci si vede ne sente per circostanze o caso (tipo lavoro, hobby, amicizie comuni ecc.), ma perchè lo vogliamo noi. Ed è reciproco. Escludo che si “vergogni” di me, perchè siamo usciti varie volte insieme (sempre soli) in giro per città e locali. Se fossi un fantasma da tener nascosto ciò non sarebbe mai avvenuto. Però rimango dubbioso: io i miei amici e le mie amiche, quelli veri intendo (e son pochi), li invito alle mie feste, ai compleanni, alla laurea ecc.ecc., così come non mi vergogno a dire che mi vedo o che sto con una ragazza, ne minimizzo etichettandola come semplice amica. Pure se una mi piace non lo nascondo. Non ne vedo i motivi. Trovo giusto inoltre vedersi a quattro occhi, soprattutto se il rapporto, come in questo caso, è sincero e personale, però non “censuro” le uscite di gruppo assieme. Il mio è un ragionamento troppo da maschio? Non nego che tra di noi ci possano essere dei freni inibitori e di eventuale imbarazzo, come il fatto che le nostre famiglie si conoscono da una vita, e si sentono spesso (anche se si vedono poco), parlando alle volte pure di noi, ma non spiegano completamente questo tipo di condotta. Posso dire comunque di piacere ai suoi genitori, soprattutto a suo padre, che non ha mai mancato, davanti a lei, di lodarmi e apprezzarmi come persona. Ha sempre voluto sottolineare di essere molto contento che io e lei ci sentiamo e frequentiamo. Credo che per una ragazza sia molto importante il parere del papà. Lei con me è sempre molto curiosa, l'ho già detto, mi tempesta sempre di domande personali, tipo quando, dove e con chi esco, chi frequento e che progetti ho per il mio futuro, alcune volte sembra un po' distratta e pensierosa, è una tipa un po' lunatica è vero (ricordo che pure da piccola era così...), ma chi non è pensieroso alle volte???

Sulle mancate uscite di gruppo e il fatto che mi escluda a priori la conoscenza e la frequentazione delle sue amiche e compagnia, un ipotesi la tengo a dire il vero. Io infatti non credo nell'amicizia tra donne, almeno non completamente. Tra loro sono sempre molto in competizione (in ogni caso), per cui credo che lei nella sua testa tema che in qualche modo io possa venir sottratto da una di esse, indipendentemente se come amico o amante. Una sorta di gelosia tra amiche insomma. Dopo l'uscita di gruppo inoltre ci potrebbero inevitabilmente essere pettegolezzi e commentini su di me, che lei vorrebbe evitare. Così come credo tema di dover assistere all'inevitabile confronto e paragone tra me e gli altri maschietti del gruppo.

La domanda di fondo insomma, verte principalmente sul capire la mentalità femminile, in questo caso legata ad una situazione particolare. Siamo davvero certi che le donne siano così sicure di se e della propria vita, come spesso vogliono farci credere? Che il confine tra friend zone e innamoramento sia per loro così netto? È meglio essere onesti con se stessi, le proprie emozione e gli affetti che ci circondano, o è meglio trovare di volta in volta i compromessi e le consolazioni del caso?

La mia impressione è che la donna non giochi mai per la “posta piena” e che si faccia molto influenzare da fattori esterni. A noi uomini se ci piace l'amica ci soffriamo e quasi sempre siamo disposti a buttare via tutto (amicizia compresa) pur di provarci e toglierci i dubbi dalla testa. Spesso va male, ma alle volte magari ci si azzecca. Loro no, e ho il timore che questa ragazza più di un pensierino su di me l'abbia fatto, ma che tema le reazioni esterne e le complicazioni del caso. Per questo ha scelto di andare con uno che non le dispiace ma che nemmeno la entusiasma (se no ne parlerebbe sempre.., come fanno le sue “colleghe”) e che con me si sia rassegnata a voler passare dei momenti esclusivi ma semi clandestini, in una sorta di compromesso che tutto sommato non la fa soffrire (o almeno le da questa parvenza). A me importa della sua amicizia e ci tengo a lei, però così non mi piace e tutto sommato questo andazzo non lo trovo onesto, ne per lei ne per noi. Sarebbe interessante in proposito, sentire il parere di qualche ragazza.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×
×
  • Crea Nuovo...