Jump to content
Sign in to follow this  
daniele.12345

Estrazione Dei Valori

Recommended Posts

daniele.12345

Saluti a tutti :DD

Innazitutto volevo ringraziare tutti quelli che lavorano sodo e duramente per rendere questa community sempre più ricca d'informazioni...e lo dico soprattutto per chi è agli inizi ...IS è un patrimonio inestimabile che può rendere le vostre vite straordinarie, basta solo volerlo.

ringrazio in anticipo anche a chi molto cortesemente mi aiuterà a chiarire alcuni dubbi..

Ma ora torniamo a noi....tempo fà lessi un articolo in cui Taurus parlava del concetto legato ai valori ....disse che era il modo migliore per creare rapport e comfort,e di lasciar stare concetti come il rispecchiamento e altre menate di pnl, in quanto lavoravano su bassi livelli logici.

ok il punto è questo...qualcuno sarebbe in grado di dirmi come e perchè funziona l'estrazione dei valori??

Share this post


Link to post
Share on other sites

GiorgioCatania

E' abbastanza complesso da spiegare in due parole, quindi ti consiglio di leggere qualche articolo approfondito o di leggere qualche libro di robert dilts. Ci provo comunque :)

Dilts suggerisce come la nostra mente lavori a livelli differenti, appunto, i livelli logici. Ogni livello è influenzato da quello superiore e da quello inferiore. Ci sarebbe molto da discutere sui tipi di influenza che possono esserci tra un livello e l'altro, ma, per brevità, dico solo che sarebbe più opportuno adattare i pensieri di un livello in modo che siano assolutamente coerenti con i livelli superiori e al contempo ci aiutino a risolvere i problemi dei livelli inferiori; in poche parole i compromessi a cui scendiamo devono essere fatti in modo da rispettare i livelli logici più alti, cosa che purtroppo raramente accade. Sottolineo che più sali di livello più ciò che sta in quel livello è difficile e lungo da modificare, già i valori stessi sono modificabili solo nel lungo o lunghissimo termine (in teoria almeno, ma anche nella quasi totalità dei casi pratici). Per quel che ci interessa, consideriamoli non modificabili.

Questi sono i livelli logici:

1) AMBIENTE: dove e quando?

2) COMPORTAMENTO: che cosa?

3) CAPACITA': come?

4) VALORI e CREDENZE: perchè?

I VALORI sono "ciò che riteniamo essere IMPORTANTE per noi";

le CREDENZE (o CONVINZIONI) sono "ciò che riteniamo essere VERO".

5) IDENTITA': chi?

E' il senso di identità personale o "aziendale": chi crediamo di essere, le nostre credenze su noi stessi, i nostri pensieri, le nostre sensazioni.

6) SPIRITUALITA' (o MISSION): per chi e per che cosa?

Che senso ha la mia vita? (significato profondo) Per quale motivo sto al mondo?

Copiato e incollato da un sito :) Secondo alcuni la mission (nostra missione nella vita, cosa vogliamo fare) va con l'identità e la vision (visione globale della realtà) di cui in quest'elenco non si è parlato va con la spiritualità. Comunque questi ultimi due concetti sono dannatamente profondi ed è molto difficile trovare persone che abbiano una mission o una vision radicata, e in ogni caso trascendono dai nostri scopi.

Prima di andare avanti faccio una piccola premessa: la maggior parte delle persone si "muove" al livello dell'ambiente e al massimo va a modificare i propri comportamenti in base all'ambiente stesso, e certe volte pure le capacità (esattamente al contrario di ciò che avevo detto prima sarebbe opportuno, cioè senza rispettare i livelli logici più alti); in ogni caso la quasi totalità della gente si muove attorno pochissime capacità. Ti renderai dunque conto che il livello dei valori è molto ma molto profondo, molte persone nemmeno conoscono i propri valori (razionalmente si intende), e per questi motivi, come giustamente suggerito da Taurus, il rapport che si crea è decisamente di un altro livello. Ma andiamo con ordine.

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Riguardo i punti 1, 2 e 3 ci sarebbe molto da dire, ma in linea generale i nomi sono azzeccati e ti sarai già fatto un'idea di ciò che rappresentano. Passiamo al punto 4. Le credenze sono quelle regole che noi stessi ci imponiamo e in base alle quali ci comportiamo. Per esempio, credenza: "sono timido" ----> comportamento: "non parlo con nessuno"

I valori sono un ristretto gruppo di credenze, quelle più profonde e che vanno a formare la nostra "morale". Come detto prima, la gente in genere modifica i livelli partendo dal basso, solo che i valori come già detto non possono essere modificati - al contrario delle altre credenze - e quello che succede è che a questo punto ci sono delle incongruenze che portano le persone ad avere notevoli problemi psicologici, abbastanza gravi da compromettere la felicità dell'individuo. Esempio: la società ci spiega che il sesso è sbagliato, ma arrivato al livello dei valori c'è qualcosa che non va. Infatti c'è un qualche valore (può essere l'amore, il piacere o il successo o qualunque altro) che ci spinge a voler trombarci quella bella fanciulla che ci passa davanti. Il risultato lo conosciamo tutti benissimo.

I valori sono ordinati dentro di noi con una ben precisa gerarchia, non per forza lineare, che cambia ovviamente da persona a persona. Se vuoi trovare i tuoi valori (e quindi anche quelli degli altri) sarebbe utile riuscire a definirli, se non a parole - che in realtà sarebbe l'ideale - almeno con delle immagini che ti richiamano quel valore ben definito (LOL, quante ripetizioni! :D ). Da notare che ci sono delle cose che per una persona non sono definibili come valori, ma per altre si. Ad esempio prima ho parlato di successo, amore, piacere. Per me, di questi, solo l'amore è un valore, ma conosco persone per i quali anche il successo lo è; dipende tutto da quello che la persona intende e associa a quel determinato termine e a quanto sia importante nella sua vita ciò che gli ha associato. In linea di massima i valori sono moltissimi, ma ce ne sono alcuni molto più importanti, proprio in base alla gerarchia di cui parlavo prima. Per esempio, nel mio caso, i valori principali sono i seguenti: Libertà, Amore/Profondità (per me coincidono queste due cose :) ) e "espressione di se". Entrambi sono allo stesso livello nella mia gerarchia, tutti sono ben definiti nella mia mente e da essi dipende tutto ciò che faccio - balle...1shifty.gif in realtà non sono ancora così allineato, cioè spesso lascio influenzare i livelli logici dal basso, dove allineato vuol dire proprio fare in modo che siano i livelli logici superiori ad imporsi su quelli inferiori.

Come fare ad individuare i valori? In teoria chiedendo sempre "perché?" (esatto, come i bambini in quella fase dell'infanzia spesso irritante per gli adulti) fin quando la persona non si blocca. In pratica, dato che, come detto prima molte persone non conoscono neppure i propri valori, la persona si bloccherà quasi sicuramente prima di arrivare ai valori (si fermerà probabilmente alle capacità o alle credenze). Personalmente riesco a individuarli da solo facendo partire una qualche discussione e portandola su aspetti sempre più profondi, e quando mi accorgo che c'è un qualcosa di vagamente definito che per la persona è determinante lo chiedo esplicitamente. Ad esempio dico: "Vedo che per te la libertà è molto importante". Anche se la persona è dannatamente timida e terribilmente insicura, se ci hai preso te ne farà accorgere (il rapport, come oramai avrai capito, è altissimo). Ovviamente non basta individuare i valori, ma cosa fondamentale è RISPETTARLI. Spesso può capitare che ci si fa un'idea dei valori delle persone che ci stanno davanti in pochissimo tempo senza per forza passare da discussioni profonde o dialoghi approfonditi, ma solo dal comportamento - ci vuole pratica.

Lo so, sembra complicato, ma in realtà è più semplice di quanto sembri, e di molto anche ;)

Edited by GiorgioCatania

Share this post


Link to post
Share on other sites

GiorgioCatania

1 - Esempi di valori molto comuni: famiglia, amore, libertà, pace, onniscenza, felicità....

2 - Esempi di valori generalmente inculcati dalla società molto comuni: essere il migliore, piacere agli altri, successo, potere, scetticismo, divertimento, denaro, sesso...

Nota come i valori imposti dalla società tendono al materialismo. C'è anche da dire come non è detto che questi valori, generalmente imposti, non possano appartenere realmente alla persona. Inoltre spesso si vedono questi valori come cose superficiali (perché tendono al materialismo appunto), ma tutti, e dico tutti i valori che ho elencato nel punto 2 possono avere un lato "profondo" e "positivo" anche secondo i luoghi comuni. Una mano nell'individuazione dei valori la può dare l'enneagramma, ma solo se interpretato bene e in maniera abbastanza e volutamente vaga. Prenderlo alla lettera è assolutamente inutile :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni86

Post stupendo, veramente molto interessante, ti ringrazio anche se non sono stato io ad aprire la discussione...GiorgioCatania sei stato molto chiaro ed esplicito vorrei solo sapere quali libri hai letto di preciso per approfondire l'argomento e per capire cos'è e come creare l'"ennagramma"

Dico la mia a riguardo: l'estrazione dei valori difficilmente si può fare in un day1 dato che l'HB non si confida con uno sconosciuto quindi quando chiedi un perchè ad un livello più profondo lei potrebbe non qualificarsi pertanto bisogna in genere conoscerla da tempo, l'estrazione dei valori è utile per creare la dipendenza emotiva col target e per dimostrare che si è sulla stessa lunghezza d'onda.

alcuni valori sono universali cioè a tutte le HB piace

-aiutare la famiglia e gli amici

-sentirsi libere

-essere felici

a parte che se l'HB ha un valore che per lei è un DLV (cioè è cattiva e non aiuta gli amici) difficilmente lo dice a te dato che ci tiene ed ha paura di perderti.

Quindi se l'HB fa un azione insolita, qualcosa a cui tu sei contrario, chiedi "perchè lo hai fatto? Non era meglio fare così?" e lei si qualifica quindi comprendi la differenza dei punti di vista ed i suoi valori

Share this post


Link to post
Share on other sites

daniele.12345

Grazie e complimenti per la spiegazione :clapping:.

sei stato sintetico al punto giusto....ma ho ancora dei piccoli dubbi a riguardo...

In pratica mi stai dicendo di verbalizzare certi valori ,che una persona potrebbe ritenere importante per sestesso, in maniera tale da creare un rapport sempre più profondo??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianni86

tu ti trovi a tuo agio se una persona guarda il mondo dal tuo stesso punto di vista, pertanto se capisci i valori dell'HB con cui parli e dimostri di avere i suoi stessi valori sei in un rapport profondo...quindi non devi verbalizzare i suoi valori ma devi farli tuoi, devi capirli.

In altri termini se l'HB dice che le piace essere libera tu non solo devi dire "anche io" ma la fai sentire libera magari organizzando qualche viaggio cioè le fai provare le emozioni che lei stessa ti dice di voler provare...tutto qui :-)

Il difficile è estrarre i valori poichè ripeto devi sperare che l'HB si qualifichi e che sia sincera.

Share this post


Link to post
Share on other sites
GiorgioCatania

Post stupendo, veramente molto interessante, ti ringrazio anche se non sono stato io ad aprire la discussione...GiorgioCatania sei stato molto chiaro ed esplicito vorrei solo sapere quali libri hai letto di preciso per approfondire l'argomento e per capire cos'è e come creare l'"ennagramma"

Dico la mia a riguardo: l'estrazione dei valori difficilmente si può fare in un day1 dato che l'HB non si confida con uno sconosciuto quindi quando chiedi un perchè ad un livello più profondo lei potrebbe non qualificarsi pertanto bisogna in genere conoscerla da tempo, l'estrazione dei valori è utile per creare la dipendenza emotiva col target e per dimostrare che si è sulla stessa lunghezza d'onda.

alcuni valori sono universali cioè a tutte le HB piace

-aiutare la famiglia e gli amici

-sentirsi libere

-essere felici

a parte che se l'HB ha un valore che per lei è un DLV (cioè è cattiva e non aiuta gli amici) difficilmente lo dice a te dato che ci tiene ed ha paura di perderti.

Quindi se l'HB fa un azione insolita, qualcosa a cui tu sei contrario, chiedi "perchè lo hai fatto? Non era meglio fare così?" e lei si qualifica quindi comprendi la differenza dei punti di vista ed i suoi valori

Per l'enneagramma ho letto un ebook, ma neppure ricordo il titolo e non ce l'ho più pardon.gifSu relazioni sociali avevo scritto un post dove lo introducevo, magari li c'è scritto, dagli un'occhiata se ti interessa

Libri riguardo i valori non ne ho letti, ho un master in PNL e ho solo fatto esercizi col trainer.

Sono comunque contrario al fatto che l'estrazione dei valori NON si può fare in un day 1. A me capita di farlo anche quando ho appena conosciuto una persona. Riguardo il fatto di chiedere perché, come detto prima, fai attenzione. Io ho chiesto perché in continuazione per un'ora e mezza ai miei colleghi al master in PNL, ma se fai così con una persona per strada dubito riuscirai a cavarci qualcosa, e se ci riesci passi comunque per una di quelle persone analitiche che studiano e squadrano le persone e che vogliono giudicarle (mi capitava spesso subito dopo il corso). Bisogna trovare altre vie ;) - almeno per me è stato così

I valori che hai elencato appartengono quasi a tutte le persone, ma non è detto che siano i più importanti; se vuoi creare subito un rapport notevole devi lanciarti su quei quattro o cinque valori fondamentali - o anche di meno, che spesso sono pure originalissimi :D Il fatto del DLV non l'ho mica capito comunque....huh.gif

Inoltre non bisogna fingere di avere i suoi stesi valori e la sua stessa visione del mondo per creare rapport (nota che valori e visione del mondo sono due cose del tutto diverse), ma basta rispettare profondamente i suoi valori, a prescindere da tutto, e comportarsi con lei tenendoli bene a mente; questo è quello che si fa anche con gli amici, con i quali spesso si ha una visione del mondo diversa; ovviamente più il rapporto è profondo più valori vanno tenuti a mente (esempio: per me anche la privacy è fondamentale, ma difficilmente una persona sconosciuta la violerà; un amico deve invece farci attenzione).

Nota personale: utilizzare i valori per innestare dipendenza emotiva o per scopi di attraction (e non di rapport) personalmente non mi piace - è in contrasto con i miei valori basilari :)

EDIT: Ripensandoci approfondire enneagramma e valori contemporaneamente potrebbe portare confusione. Se proprio volete farlo sappiate che l'ambizione di ogni tipo (o come la si voglia chiamare, esempio: tipo 5 ---> onniscenza) non è in genere un valore, ma generalmente coincide con la mission. Tra l'altro io ho letto solo un testo sull'enneagramma, come detto, e non so se anche gli altri autori trattano l'argomento come quello del mio ebook... consiglio infelice quindi, scusate :)

Edited by GiorgioCatania

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianni86

Bisogna trovare altre vie ;) - almeno per me è stato così

su questo siamo tutti d'accordo, bisogna far sembrare un discorso casuale

basta rispettare profondamente i suoi valori, a prescindere da tutto, e comportarsi con lei tenendoli bene a mente

Questo è l'obbligo cioè se si va contro uno dei valori fondamentali dell'HB si evocano i suoi stati emotivi negativi e la si potrebbe perdere...questa è la "calibrazione" che io ancora non so fare :-( tuttavia se oltre a rispettare i suoi valori dimostri che tu e lei avete gli stessi valori, il rapport è più profondo!!

Del tipo io non solo rispetto la tua privacy (è d'obbligo, se dicessi i fatti tuoi in giro litigheremmo sicuramente e non saremmo amici) ma dico che anche io ci tengo alla mia beh saremmo uguali ed il rapport è più profondo!!

Il fatto del DLV non l'ho mica capito comunque

ti faccio un esempio:

Io ho una routine in cui parlo di una mia amica che ho aiutato poichè ha litigato col padre bla bla per farmi un po di DHV...ad un certo punto chiedo al target "tu avresti aiutato la tua amica se fosse nella stessa situazione?" Tutte hanno detto di si

1) Secondo te sono tutte sincere?

A mio parere hanno detto si per ricalcare i miei valori e per non dimostrare basso valore (DLV) poichè in teoria "nessuno abbandona un amico nel momento del bisogno" quindi chi lo fà si dimostra essere un poco di buono.

2) Se hanno detto così a me che sono uno sconosciuto, immagina ad un tizio per cui sono attratte e che temono maggiormente di perderlo se non si dimostrano alla sua altezza

In sintesi, per non evocare emozioni negative nel target (e non perderlo) è necessario conoscere i suoi valori e rispettarli prima di fare qualcosa di particolare, questa è la calibrazione, se poi si dimostra di avere gli stessi valori (insieme al rispecchiamento ecc ecc) si va in rapport profondo la difficoltà sta nel capire quali sono i valori poichè difficilmente l'HB si qualifica così in profondità con uno sconosciuto e fare troppe domande ti fa apparire come uno che squadra la persona ecco una delle differenze tra un bravissimo PUA esperto di PNL ed un aspirante tale

Share this post


Link to post
Share on other sites
GiorgioCatania

Questo è l'obbligo cioè se si va contro uno dei valori fondamentali dell'HB si evocano i suoi stati emotivi negativi e la si potrebbe perdere...questa è la "calibrazione" che io ancora non so fare :-( tuttavia se oltre a rispettare i suoi valori dimostri che tu e lei avete gli stessi valori, il rapport è più profondo!!

Del tipo io non solo rispetto la tua privacy (è d'obbligo, se dicessi i fatti tuoi in giro litigheremmo sicuramente e non saremmo amici) ma dico che anche io ci tengo alla mia beh saremmo uguali ed il rapport è più profondo!!

Quello che dici tu è valido SOLO se hai realmente i suoi stessi valori. Fingere di seguire dei valori che nella realtà non sono tuoi è possibile solo nel brevissimo tempo e se sei un attore incredibile (da hollywood), dopodiché porta a essere incoerenti e incongruenti - game over. Senza considerare che comportarsi secondo dei valori che non sono tuoi ti fa stare malissimo come già ti ho spiegato. Quindi, in 5 parole: non ne vale la pena!

ti faccio un esempio:

Io ho una routine in cui parlo di una mia amica che ho aiutato poichè ha litigato col padre bla bla per farmi un po di DHV...ad un certo punto chiedo al target "tu avresti aiutato la tua amica se fosse nella stessa situazione?" Tutte hanno detto di si

1) Secondo te sono tutte sincere?

A mio parere hanno detto si per ricalcare i miei valori e per non dimostrare basso valore (DLV) poichè in teoria "nessuno abbandona un amico nel momento del bisogno" quindi chi lo fà si dimostra essere un poco di buono.

2) Se hanno detto così a me che sono uno sconosciuto, immagina ad un tizio per cui sono attratte e che temono maggiormente di perderlo se non si dimostrano alla sua altezza

In sintesi, per non evocare emozioni negative nel target (e non perderlo) è necessario conoscere i suoi valori e rispettarli prima di fare qualcosa di particolare, questa è la calibrazione, se poi si dimostra di avere gli stessi valori (insieme al rispecchiamento ecc ecc) si va in rapport profondo la difficoltà sta nel capire quali sono i valori poichè difficilmente l'HB si qualifica così in profondità con uno sconosciuto e fare troppe domande ti fa apparire come uno che squadra la persona ecco una delle differenze tra un bravissimo PUA esperto di PNL ed un aspirante tale

C'è un po' di confusione. Quello che fai tu non è indagare sui suoi valori. E' chiederle se lei è d'accordo con i tuoi, e se una persona è insicura mentre tu mostri notevole sicurezza al 99% ti dirà che hai ragione, semplicemente perché è caduta nel tuo frame. Indagare sui valori è tutta un'altra storia; in ogni caso, anche se non conosco la storia, l'amicizia è una cosa molto importante per tutti, e probabilmente sul serio avrebbero aiutato un'amica (vera)

Share this post


Link to post
Share on other sites
King84

Franco, Manual of Seduction, "Cominciare a conoscere i suoi valori ed il suo sistema di credenze"

Mi aiutate a fare un momento di chiarezza?

RIporto un brevissimo dialogo online di ieri, puramente a scopo didattico in quanto sono totalmente disinteressato alla HB di turno.

[...]

Io: Allora, ti piacciono gli animali?

HB: solo i mici. ghh, bellini i miciii. attè?

Io: Una volta avevo un cane che si chiamava Bobi! Odi i cani?

HB: non li odio ma.. nn li amo nemmeno

Io: Posso chiederti come mai preferisci i felidi ai canidi?

HB: non lo so, sono più coccolosi spupazzosi

Io: La tenerezza è una cosa meravigliosa! (-> tenerezza = suo valore funzionale ???)

HB: scì blank.gif<3

Io: Scommetto che ti senti molto bene quando fai le coccole a un gattino!

HB: beh, si.. mi sento peggio dopo...perchè sono allergica hahaha (non sono venuti fuori i suoi valori interni)

Io: Sai, a volte mi sembra che uno dei momenti più felici della giornata sia quando si va a dormire e ci si rannicchia nelle coperte!

HB: uh, ti capita mai di appoggiarti sul letto e avere un flash back di quello sognato la notte prima?

Io: Sì! Si sente una stranissima sensazione di connessione totale, come se il tempo non esistesse! Mi è capitato solo in alcuni posti nei quali ho viaggiato!

HB: ma a me capita nel letto di casa -.-

Io: Già, non tutti sono in grado di apprezzare la bellezza del senso di tenerezza. E' tempo di andare a dormire, buona notte!

[...]

Edited by King84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.