Vai al contenuto

Professional one-itis?


 Condividi

Messaggi raccomandati

CoproNauta

Ciao amici, era da un bel po' che non frequentavo, perché avevo rinunciato ad uscire dal mio stato di AFC, però di recente mi è capitato un fatto curioso ("affascinante" direbbe Spock) e volevo condividerlo. Non cerco consigli, avevo solo il desiderio di scriverne. Se poi a qualcuno è capitata una cosa simile, mi piacerebbe sapere come l'ha vissuta e come si è evoluta.

È necessario premettere che le mie esperienze "amorose" si limitano alla (sempre meno) assidua frequentazione di professioniste. Da poco mi sono trasferito e uno dei miei primi pensieri è stato quello di trovare una nuova esperta di fiducia. Dopo un po' di proposte insoddisfacenti ho incontrato una ragazza davvero splendida. Non solo è disgustosamente bella (direi un 10 e lode) ma mi ha trattato con una dolcezza e una gentilezza che non avrei mai sognato di sperimentare. Dopo la mia prima seduta, per molto tempo non ho fatto altro che pensare a lei, la sua assenza mi sembrava intollerabile. Mi sono autodiagnosticato una one-itis. Il fatto sensazionale è che in tutta la mia inutile esistenza non mi era mai capitato. Mi sembrava finalmente di capire le canzonette che si sentono spesso oggigiorno :D

Ma non è finita. Avevo la consapevolezza che questa situazione mi avrebbe solo provocato un'intensa infelicità, ciononostante ho continuato a frequentarla e senza accorgermene la sensazione di lacerazione si è placata: adesso il suo pensiero non mi provoca più dolore (perché io SO di essere solo uno dei Dio-solo-sa quanti "utenti") ma una specie di calma sovrannaturale. La mezz'ora che trascorro con lei è sufficiente a cancellare ansie e cattivi pensieri, proprio come una droga. Ma una droga buona, perché soltanto sapere di poterla chiamare e raggiungere in poco tempo mi riempie di felicità: non c'è quasi bisogno che io la chiami davvero.

La cosa più bella è che le altre donne mi sono diventate totalmente indifferenti: il mondo si è riempito di HB6! Sono il signore degli AFC e non me ne importa più niente :D

È tutto nuovo per me, a volte mi chiedo se questo non sia altro che il preludio alla perdita del lume della ragione. Forse tutti quelli che si sono suicidati hanno vissuto un breve periodo di euforia come questo.

Se siete curiosi vi tengo aggiornati.

A presto.

Link al commento
Condividi su altri siti

revenant

E se ti dovessi trasferire o dovesse farlo lei come la prenderesti?

Link al commento
Condividi su altri siti

Mario.Law

ma cosa ha a che fare con la seduzione? con il miglioramento personale?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciuppolo

Cioè vieni a raccontarci che ti senti soddisfatto di andare a prostitute? C'è qualcosa che non quadra :/

Link al commento
Condividi su altri siti

revenant

mario --> A me sembra che se vuoi parlare di miglioramento qua di margine ce n'è eccome!

ciuppolo --> il punto della discussione è più che altro che non era mai stato in oneitis ed adesso, dopo il malessere iniziale, è contento di esserlo.

Link al commento
Condividi su altri siti

CoproNauta

Non è che volevo scrivere di questa cosa per qualche motivo, se mi chiedete qual è il punto la risposta è che non c'è nessun punto. Semplicemente mi andava di condividere questa esperienza.

Più che altro mi affascina la contraddittorietà della situazione: sebbene sia una condizione senza speranza non ne soffro, anzi ho l'impressione che mi faccia bene all'umore.

Magari un amante della ricerca in campo psicologico potrebbe trovare la cosa interessante ;)

Se pensate che non sia un argomento adatto al forum chiudete pure senza remore, non mi offenderò di certo :D

Link al commento
Condividi su altri siti

via nuova

amico non ti giudico , ti consiglio solo , con il cuore in mano , uno psicologo o uno psichiatra , questa situazione ti potrebbe portare a diventare uno stalker o a perdere la testa davvero .

Combatti !

Link al commento
Condividi su altri siti

charlie

Io si, sono curioso di aggiornamenti. In quello che descrivi c'è qualcosa che non ho ancora mai sperimentato ma che mi sembra di capire.

Quando dici che sai che è una situazione senza speranza ma sei felice.. beh forse il fatto è che l'amore è sempre senza speranza, con la differenza che mentre in questo caso tu LO SAI, e sembra che tu l'abbia accettato, negli altri casi "normali" di tipologie di rapporti che sono socialmente accettati, è più o meno sempre una sorpresa.

Forse da qui la calma innaturale.. e in effetti è la speranza che fa soffrire, senza speranza non c'è QUEL TIPO di sofferenza, perchè non ci sono aspettative.

D'altro canto non le hai nemmeno su te stesso le aspettative, perchè ti accetti pienamente per quello che sei, e questo (altro paradosso:)) secondo le definizioni dei vari maestri pua.. è l'uomo alpha ;)

La cosa più "pericolosa" (ma non c'entra niente che lei sia prostituta o no) è che metti la tua serenità in mano a qualcun altro al di fuori di te. La pace con te stesso non dipende da te ma da qualcuno all'esterno di te.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 settimane dopo...
CoproNauta

Rieccomi qui dopo un po' di tempo per aggiornare la situazione. Sono in vena di scrivere perché oggi pomeriggio ho avuto un incontro con lei particolarmente soddisfacente, che mi ha messo di ottimo umore.

In effetti di tempo ne è passato parecchio e anche la mia situazione è cambiata. Per prima cosa, la one-itis è guarita da sola, senza che me ne rendessi neanche conto. Continuo ad andare da lei perché mi fa stare bene, è sempre molto dolce e comunque mi ci sono affezionato (come ad un cucciolo :) ). Inoltre ha messo su un paio di chili diventando praticamente perfetta, un 10 con lode e bacio accademico, la concretizzazione della mia donna ideale (dal punto di vista fisico, ovviamente, perché quello che mi fa vedere della sua personalità è, immagino, funzionale al business €€€). La frequenza degli incontri diminuisce vieppiù per motivi meramente economici, ma la cosa non mi fa soffrire più di tanto.

Posso trarre delle conclusioni? Credo di sì: in fin dei conti mi sembra di essere maturato, di essere cresciuto. La mia autostima è salita di una tacca e il mio rapporto con le donne mi sembra persino migliorato. È come se fossi diventato all'improvviso meno timido, meno insicuro. L'altro giorno mi sono messo a fare lo scemo con due colleghe, niente di speciale per un non-AFC, ma per me...

Vi dirò di più: ho eseguito con successo un paio di missioni newbie DA SOLO, senza battere ciglio, come se fosse la cosa più facile del mondo. Se penso a me stesso solo due mesi fa rabbrividisco...

A me sembra un inizio promettente per un percorso di automiglioramento. Strano, certo, ma promettente. È come se nella mia mente si fosse radicata l'idea "c'è molto da guadagnare e niente da perdere". Che in fondo è solo uno slogan, ma ora ne sono intimamente convinto.

Forse la cosa che prima mi bloccava era l'opprimente desiderio di diventare una persona normale, e la paura agghiacciante di non riuscirci in tempi accettabili. Ora so che non sarò mai una persona normale, rimarrò per sempre un disadattato del c#@*o, ma posso riuscire a diventare un disadattato più felice, una persona che io disprezzi di meno :) In più, adesso so dove andare per farmi consolare quando registrerò gli insuccessi più clamorosi!

Che strana la vita, a volte...

Ok, ho finito, non vogliatemene se vi ho tediato, e cancellate pure se ritenete non idoneo ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...