Vai al contenuto

Seguire le proprie passioni e trovare l'anima gemella


^X^
 Condividi

Messaggi raccomandati

^X^

Bene, stasera mi piacerebbe commentare questo passaggio di ilmaredinemo, che ho trovato interessante:

Mi piacerebbe allargare il mio giro di amicizie, a questo punto meglio frequentare persone interessate al teatro come me (rassegne, festival, laboratori teatrali, spettacoli), infatti unirei l'utile al dilettevole, coltivando rapporti e contatti utili al mio progetto e potendo conoscere donne che hanno un forte interesse in comune con me.

Mi piacerebbe infatti una compagna che mi ami e faccia teatro con me.

Purtroppo per me non sono una persona di successo, tutt'altro

Premesso che ancora non abbiamo definito cosa sia una "persona di successo" (anche se per me il successo non è assolutamente quello economico), mi pare di capire che il teatro sia l'attività appassionante che tu affianchi alla tua fonte di reddito primaria, che è tuttaltro.

Secondo me avere una passione forte, che si concretizza in azioni reali (prepari spettacoli, mica cazzi!), è un'arma estremamente seducente - se ben utlizzata... ma mi permetto di dissentire quando affermi che forse dovresti frequentare più gente amante di teatro per trovare una donna come piace a te.

Infatti per una donna già nell'ambiente, tu sei uno di tanti... a meno di non essere davvero bravo, in che modo potresti spiccare?

L'ideale è invece cercare, in altri ambienti, una donna che sia *potenzialmente* o *celatamente* amante di quello che fai, e che magari non ha avuto nella vita ancora l'occasione di seguire questo sogno. Ecco, per lei saresti un faro nella notte! Per lei saresti l'incarnazione di un desiderio... anche se in mezzo ai teatranti non spicchi, per lei saresti un semidio.

Quindi il consiglio che ti do è continuare con la tua passione a tutta forza, ma anche di frequentare altri ambienti - i più disparati: oltre che allargare la mente e creare occasioni, potrai sicuramente trovare una donna a cui far amare il teatro.

[EDIT] devo davvero scusarmi per la mia sintassi, rispetto a 5 anni fa scrivo in italiano come un cane. A parziale scusante posso addurre il fatto che all'epoca era la mia unica lingua, ma da allora ho perfezionato l'inglese (lingua di lavoro), studiato il francese (seconda lingua di lavoro) e ora sono al secondo anno di tedesco (terza lingua di lavoro). Ho un casino in testa che neanche immaginate!

Modificato da ^X^
Link al commento
Condividi su altri siti

ilmaredinemo

Grazie del consiglio mi sembra corretto, comuque dovrò frequentare l'ambiente teatrale "off" di Napoli per avere la possibilità di rappresentare spettacoli anche in altri spazi, lascare che gli spettacoli di questi vengano al teatrino dove provo, diciamo uno scambio proficuo, dove le merci barattate sono competenze, saperi, informazioni (es.bandi di concorso)rapporti e contatti umani, spettacoli.

Si potrebbe cosi' già fare nel teatrino dove mi trovo una piccola rassegna e in un futuro, con un piccolo teatro da me gestito un vero e proprio cartellone, compresi i miei spettacoli.

Si è vero le donne rimangono molto affascinate dalla creatività e dalla ingegnosità degli uomini, credo perchè questa dote ha un forte valore di sopravvivenza.

Non voglio essere presuntuoso ma l'ho verificato sulla mia pelle, o durante le prove o dopo una rappresentazione: alcune donne mi guardavano con tutt'altri occhi. Può capitare che siano anche loro, incuriosite a farsi avanti. Spesso sono stato io per timore a non approfittarne.

Voglio solo far notare una cosa.: è impotante che queste passioni siano coltivate per il piacere in sè, e non perchè ci faranno rimorchiare, altrimenti si corre il rischio di fare come quelle persone che si iscrivono ai corsi di ballo solo per le donne. Oddio nulla di male, è un modo di socializzare, ma essere a contatto con la propria creatività è un'altra cosa, e i risultati, se ci sono, di tutt'altra pasta. Credo che anche le donne noteranno la differenza.

Si comunque il tuo è un'ottimo consiglio: trovare una ragazza semplice, anche carina, che sia sinceramente curiosa di capire cosa significa recitare, ma ancora "ingenua" da questo punto di vista, non una pseudo soubrettina arrivista.

Grazie per avermi chiarito le idee, e per avermi offerto lo spunto per questo post.

Link al commento
Condividi su altri siti

Frankso

Mmm non sono proprio d'accordo con te a riguardo le post di maredinemo.

O perlomeno, tu hai detto cose giustissime, una donna sarà molto attratta da un uomo amante del teatro e se parliamo di seduzione non possiamo che ammettere che è un aspetto molto profondo e affascinante. Personalmente, come tu hai detto, a me non interessa avere a fianco una donna che mi reputa un "semidio". Deve esserci una sorta di simbiosi. Se il mio obbiettivo è quello di attrarre più donne possibili, di "ammaliarle" con le mie arti di seduttore e non, allora ci sta.

Maredinemo ha parlato di COMPAGNA, e capisco bene cosa vuol intendere. Anch'io ho una grandissima passione, che mi prende la maggior parte del mio tempo libero ed ha a che fare con la musica. Nelle mie storie passate, quando avrei voluto che la mia partner mi fosse stata vicino in certe occasioni, a volte si creavano dei piccoli conflitti perché era un mondo che lei non condivideva.

Non sto dicendo che sia essenziale che la compagna abbia le stesse passioni, a volte può esserci un dare/avere in quello che amiamo, ma rimane il fatto che avere una relazione con una persona che condivide una parte della tua vita, non può che giovare in maniera significativa al rapporto.

E' un po' il gioco delle priorità.

Modificato da Frankso
Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Ciao Frankso,

in realtà diciamo le stesse cose, quindi probabilmente sono stato un po' troppo sbrigativo nella mia spiegazione.

Quello che intendevo è che per trovare una donna affine, con cui condividere delle bellissime passioni, non è necessario cercarla direttamente nell'ambiente che si ama; infatti il mondo è pieno di ragazze con passioni "latenti", ovvero pronte a lanciarsi in qualcosa che amano ma che sino a quel momento non hanno avuto l'occasione di farlo (per vincoli familiari, culturali, giro di amici etc).

Bisogna sempre ricordarsi che spesso le donne non si buttano mai in nuove passioni spontaneamente, ma amano molto essere guidate...

Per questo dicevo di frequentare ambienti in cui il teatro non è generalmente presente, ma nel contempo di parlare sempre apertamente delle proprie passioni per fare da "faro nella notte".

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Frankso

Ciao Frankso,

in realtà diciamo le stesse cose, quindi probabilmente sono stato un po' troppo sbrigativo nella mia spiegazione.

Quello che intendevo è che per trovare una donna affine, con cui condividere delle bellissime passioni, non è necessario cercarla direttamente nell'ambiente che si ama; infatti il mondo è pieno di ragazze con passioni "latenti", ovvero pronte a lanciarsi in qualcosa che amano ma che sino a quel momento non hanno avuto l'occasione di farlo (per vincoli familiari, culturali, giro di amici etc).

Bisogna sempre ricordarsi che spesso le donne non si buttano mai in nuove passioni spontaneamente, ma amano molto essere guidate...

Per questo dicevo di frequentare ambienti in cui il teatro non è generalmente presente, ma nel contempo di parlare sempre apertamente delle proprie passioni per fare da "faro nella notte".

una sorta di "indottrinamento" allora??

beh, allora sì, anzi, sarebbe una cosa molto stimolante.

Hai ragione, forse le donne fanno più fatica a buttarsi nelle passioni, e trovare una partner sinceramente interessta al proprio "mondo" potrebbe essere un buon punto di forza

Link al commento
Condividi su altri siti

Kyra

Secondo me avere una passione forte, che si concretizza in azioni reali (prepari spettacoli, mica cazzi!), è un'arma estremamente seducente - se ben utlizzata... ma mi permetto di dissentire quando affermi che forse dovresti frequentare più gente amante di teatro per trovare una donna come piace a te.

Infatti per una donna già nell'ambiente, tu sei uno di tanti... a meno di non essere davvero bravo, in che modo potresti spiccare?

L'ideale è invece cercare, in altri ambienti, una donna che sia *potenzialmente* o *celatamente* amante di quello che fai, e che magari non ha avuto nella vita ancora l'occasione di seguire questo sogno.

Io non capisco 2 cose.

1- per quale ragione un uomo per essere scelto deve "spiccare"?

2- per quale ragione un uomo per essere scelto deve fare il "maestro" e "l'incantatore"?

Io sono una donna e non cerco in un uomo un vincente e nemmeno un numero uno nel tipo di vita che io preferisco. Cerco una persona con cui potermi trovare bene e migliorare insieme. Nemmeno cerco qualcuno che mi stupisca con giochi di prestigio, portandomi in modi che non conosco. Vorrei solo accanto una persona, un po' "bella" e un po' "brutta" ( come lo sono io e come siamo tutti) che accetti me come persona.

Non penso di essere l'unica a cercare questo....

Link al commento
Condividi su altri siti

TheItalianBull

Io non capisco 2 cose.

1- per quale ragione un uomo per essere scelto deve "spiccare"?

2- per quale ragione un uomo per essere scelto deve fare il "maestro" e "l'incantatore"?

Io sono una donna e non cerco in un uomo un vincente e nemmeno un numero uno nel tipo di vita che io preferisco. Cerco una persona con cui potermi trovare bene e migliorare insieme. Nemmeno cerco qualcuno che mi stupisca con giochi di prestigio, portandomi in modi che non conosco. Vorrei solo accanto una persona, un po' "bella" e un po' "brutta" ( come lo sono io e come siamo tutti) che accetti me come persona.

Non penso di essere l'unica a cercare questo....

Tu cerchi un uomo che ti dia emozioni....ti cibi di quelle...

Link al commento
Condividi su altri siti

ilmaredinemo

edit

Modificato da ilmaredinemo
Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Io non capisco 2 cose.

1- per quale ragione un uomo per essere scelto deve "spiccare"?

2- per quale ragione un uomo per essere scelto deve fare il "maestro" e "l'incantatore"?

Io sono una donna e non cerco in un uomo un vincente e nemmeno un numero uno nel tipo di vita che io preferisco. Cerco una persona con cui potermi trovare bene e migliorare insieme. Nemmeno cerco qualcuno che mi stupisca con giochi di prestigio, portandomi in modi che non conosco. Vorrei solo accanto una persona, un po' "bella" e un po' "brutta" ( come lo sono io e come siamo tutti) che accetti me come persona.

Non penso di essere l'unica a cercare questo....

Kyra, non tutte le donne sono uguali. Molte infatti preferiscono accoppiarsi con uomini mediocrissimi che però riescono a manipolare e a inzerbinare: insomma soddisfano le proprie insicurezze (non sto dicendo che tu sia così, sto solo facendo l'altro esempio estremo).

Tuttavia secondo la mia esperienza le donne che scelgono un uomo "vincente" o "incantatore" sono più felici, e in particolare hanno più orgasmi e più duraturi.

Modificato da ^X^
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

xyu

Io credo che la dinamica uomo/donna, nei termini di una LTR, sia davvero complessa e difficilmente categorizzabile. Per esperienza, ho notato che gli interessi comuni, per quanto importanti, possono non bastare a sostenere un rapporto. Al contempo, se c'è un forte legame mentale si può sopperire alle divergenze in fatto di gusti. Ciò che ritengo fondamentale, piuttosto, è la scala delle priorità (o degli obiettivi di vita), che deve essere il più possibile la stessa, altrimenti non si riesce a portare avanti la relazione. Limitandomi a osservare le mie più care amiche, vedo che poche di loro hanno un compagno con cui condividono completamente gli interessi; tutte, però, condividono un progetto con lui, i tempi, i modi, gli obiettivi, in generale l'approccio alla vita. Per quanto mi riguarda, negli anni ho capito che per costruire una LTR ho bisogno che sussistano determinati elementi, che l'intesa sessuale, anche se ottima, non basta a far diventare una storia una relazione. Ormai ho come delle "spie" nel cervello che si accendono non appena noto determinati atteggiamenti e che me la fanno "scendere" in maniera repentina. Mi è capitato di conoscere e corteggiare delle ragazze che mi piacevano molto e che apparentemente mi intrigavano, ma che poi, al primo-secondo appuntamento, mi lasciavano abbastanza interdetto - vuoi per un'agghiacciante frivolezza, vuoi per un sistema di valori troppo diverso dal mio - e l'entusiasmo scemava.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...