Vai al contenuto

Sindrome della Crocerossina / del Crocerossino: debelliamo il morbo


Kyra
 Condividi

Messaggi raccomandati

Kyra

La Crocerossina/ il Crocerossino si riconoscono per la loro tendenza ad innamorarsi di persone che " hanno dei problemi, ma se volessero potrebbero essere persone meravigliose". Nel tentativo di aiutarle i Crocerossini accettano di pagare qualsiasi prezzo. In genere però i "pazienti" appena dimessi dall'ospedale scappano con la salumiera maggiorata che ha bottega di fronte a casa loro. Eppure i Crocerossini sono recidivi . Si comporteranno ancora così, cercando persone "da salvare".

Cosa spinge a diventare Crocerossini?

Di che tipo di persona si innamorano i Crocerossini?

Che tipo di persona accetta le cure dei Crocerossini?

Qualcuno di voi è affetto da questa sindrome?

Qualcuno ne è guarito?

Consigli terapeutici?

Parliamone

candy_10.jpg

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

capitansomaro

La Crocerossina/ il Crocerossino si riconoscono per la loro tendenza ad innamorarsi di persone che " hanno dei problemi, ma se volessero potrebbero essere persone meravigliose". Nel tentativo di aiutarle i Crocerossini accettano di pagare qualsiasi prezzo. In genere però i "pazienti" appena dimessi dall'ospedale scappano con la salumiera maggiorata che ha bottega di fronte a casa loro. Eppure i Crocerossini sono recidivi . Si comporteranno ancora così, cercando persone "da salvare".

Cosa spinge a diventare Crocerossini?

Di che tipo di persona si innamorano i Crocerossini?

Che tipo di persona accetta le cure dei Crocerossini?

Qualcuno di voi è affetto da questa sindrome?

Qualcuno ne è guarito?

Consigli terapeutici?

Parliamone

Kyra,

la crocerossina, come tutte quelle personalità fortemente tipicizzate, è un facile bersaglio. Si riconosce subito ed esiste un copione per coinvolgerle. Stesso discorso vale anche per il maschio, che nel gioco dei copioni, potremmo chiamare cavalier servente.

Stiamo parlando di persone che hanno bisogno di essere gratificate e che hanno però paura del giudizio altrui. Allora scambiano la loro generosa presenza, dimostrata ad oltranza, con il contentino di sentirsi indispensabili per la persona che riceve le attenzioni. La crocerossina, sistematicamente, si innamora di chi la fagocita e la rende schiava perchè, apparentemente, l'equilibrio e il controllo è spostato dalla sua parte, dalla parte dell'individuo sano, ma molto meno vistosamente, tale equilibrio mentale non esiste visto che per avere una parvenza di virtù e di generosità ha bisogno di assorbire il "male" degli altri.

Un mio amico, molto "spontaneo", sostiene che anche se non c'entri nulla e stai nella merda degli altri, alla fine puzzi. Lo so...poco cristiano...ma molto evocativo. Inoltre lui vive in una serenità che molte persone generose che conosco non hanno e si impegna moltissimo con gli altri; ma non è un cavalier servente.

la maniera per smettere di essere crocerossina è, secondo me, iniziare a capire che l'affetto e la riconoscenza degli altri viene dopo l'affetto e la riconoscenza che ognuno di noi deve dimostare a se stesso. Prima di poter pensare di aiutare gli altri bisogna essere sani dentro, equilibrati nel desiderare e capaci di godere sia da soli che in compagnia.

(ohi?...mi fai un massaggio che sento dolore?...no qui..un po' più un basso...ancora di più..un po' più...ahhhhh...sììììììì....ecco, proprio lì...grazie...che cara ragazza che sei)

Modificato da capitansomaro
  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Cosa spinge a diventare Crocerossini?Di che tipo di persona si innamorano i Crocerossini?

Mio parere..

Il cocerossino/a, non s'innamora della persona ma, della situazione. O, volendo approfondire, di se stesso realizzato nella situazione.

E' innamorato dell'idea di salvare una persona, di ciò che può fare per lei. Non è attratto dalla persona ma, da ciò che può ricavarne. Il crocerossino si ripete ( e ti ripete) il mantra "Tu non lo sai ma, hai bisogno di me!"

E, spesso, quando il "paziente" mostra sintomi di guarigione, il crocerossino si sente tradito, sente di essersi sbagliato e di non essersi realmente innamorato.

Qualcuno di voi è affetto da questa sindrome?

Più che "affetto", la "trasmetto".. Per via di alcune mie vicende passate, ho trovato diverse crocerossine pronte a guarirmi (meglio dire "a rompere" :) )

Consigli terapeutici?

La causa è da ricercare nei bisogni insoddisfatti e nelle carenze affettive del crocerossino.. e ciò lo rende un'ottima preda per approfittatori vari.

Link al commento
Condividi su altri siti

revolver

:/ mi sa che sono uno di quelli, almeno in parte. parlando di una mia vecchia hb che riesce sempre ad avere legami con persone poco raccomandabili, alle volte le dicevo che doveva smetterla e che solo io sarei stato quello giusto, convincendomi e 'tentando' di convincerla.

sono però sicuro che questo è accaduto solo con lei in quanto ero fortemente preso...e che cmq non ho mai voluto intervenire per 'salvarla', ma mi limitavo solo a dirle di fare attenzione.. consigli per 'uscirne'?

ps: ho anche avuto una ltr in cui era lei la crocerossina:''hai bisogno di me'' o anche ''se volessi potresti essere migliore di così'' e menate varie che mi hanno rovinato per più di un anno... da dimenticare!

Link al commento
Condividi su altri siti

Kyra

Kyra,

la crocerossina, come tutte quelle personalità fortemente tipicizzate, è un facile bersaglio. Si riconosce subito ed esiste un copione per coinvolgerle. Stesso discorso vale anche per il maschio, che nel gioco dei copioni, potremmo chiamare cavalier servente.

Stiamo parlando di persone che hanno bisogno di essere gratificate e che hanno però paura del giudizio altrui. Allora scambiano la loro generosa presenza, dimostrata ad oltranza, con il contentino di sentirsi indispensabili per la persona che riceve le attenzioni. La crocerossina, sistematicamente, si innamora di chi la fagocita e la rende schiava perchè, apparentemente, l'equilibrio e il controllo è spostato dalla sua parte, dalla parte dell'individuo sano, ma molto meno vistosamente, tale equilibrio mentale non esiste visto che per avere una parvenza di virtù e di generosità ha bisogno di assorbire il "male" degli altri.

Un mio amico, molto "spontaneo", sostiene che anche se non c'entri nulla e stai nella merda degli altri, alla fine puzzi. Lo so...poco cristiano...ma molto evocativo. Inoltre lui vive in una serenità che molte persone generose che conosco non hanno e si impegna moltissimo con gli altri; ma non è un cavalier servente.

la maniera per smettere di essere crocerossina è, secondo me, iniziare a capire che l'affetto e la riconoscenza degli altri viene dopo l'affetto e la riconoscenza che ognuno di noi deve dimostare a se stesso. Prima di poter pensare di aiutare gli altri bisogna essere sani dentro, equilibrati nel desiderare e capaci di godere sia da soli che in compagnia.

(ohi?...mi fai un massaggio che sento dolore?...no qui..un po' più un basso...ancora di più..un po' più...ahhhhh...sììììììì....ecco, proprio lì...grazie...che cara ragazza che sei)

Beh.. la penso anche io come te. Se la crocerossina o il crocerossino sapessero di valere qualcosa, difficilmente "si darebbero" così tanto. Se non sa di valere qualcosa, le attenzioni dell'altro sono fondamentali per te e pur di avere questo sostegno sei disposta a fare tutto. Il fatto poi che tu infondo sappia di dare tanto, ti fa sentire importante. L'altro lo sa, e accetta il gioco, sapendo in cambio di poter fare il tiranno.

La cosa di cui mi sono accorta però, è che infondo il crocerossino e la crocerossina, proprio per questo non sono poi così buoni. Danno per ottenere per se, anche se non lo sanno. E che forse nemmeno possono amare veramente. Più spesso sono dipendenti.

Come si fa a provare affetto e riconoscenza per se stessi?

Se me lo dici ti faccio il massaggio. Giuro angel.gif

P.s.

Per me il cavalier servente è diverso. In genere adora chi sente superiore, e quindi non un "malato". :rolleyes:

Mio parere..

Il cocerossino/a, non s'innamora della persona ma, della situazione. O, volendo approfondire, di se stesso realizzato nella situazione.

E' innamorato dell'idea di salvare una persona, di ciò che può fare per lei. Non è attratto dalla persona ma, da ciò che può ricavarne. Il crocerossino si ripete ( e ti ripete) il mantra "Tu non lo sai ma, hai bisogno di me!"

E, spesso, quando il "paziente" mostra sintomi di guarigione, il crocerossino si sente tradito, sente di essersi sbagliato e di non essersi realmente innamorato.

Più che "affetto", la "trasmetto".. Per via di alcune mie vicende passate, ho trovato diverse crocerossine pronte a guarirmi (meglio dire "a rompere" :) )

La causa è da ricercare nei bisogni insoddisfatti e nelle carenze affettive del crocerossino.. e ciò lo rende un'ottima preda per approfittatori vari.

Anche secondo me.

Perchè quella situazione risulta così invitante per i crocerossini? da che dipende?

E' vero anche che quel rapporto che si regge sul dare e ricevere aiuto sta in piedi finchè uno ha bisogno e l'altro vuole occuparsene.

In genere il secondo smette quando inizia ad essere sicuro di se, e il primo quando smette di piangersi addosso.

Perchè dici che erano pronte a rompere?

Erano loro che avevano deciso che eri "malato" e che dovevi guarire? :DD

Capita anche questo..... :unsure:

Link al commento
Condividi su altri siti

Perchè quella situazione risulta così invitante per i crocerossini? da che dipende?

Come ho già scritto, semplicemente, perché ne hanno bisogno (l'origine di questo "bisogno" è da ricercare nella storia personale del singolo individuo affetto da "crocerossismo")

A noi può sembrare irrazionale o stupido ma, per quella persona, è la via più naturale per soddisfare il proprio "bisogno".

Un po' come ci sono persone che hanno bisogno di essere dominate, di essere liberate o di essere "distratte" dalla routine quotidiana.

Diventi il mezzo per soddisfare il loro bisogno...... e loro ne sono irrimediabilmente attratte.

Perchè dici che erano pronte a rompere?

Erano loro che avevano deciso che eri "malato" e che dovevi guarire? :DD

In un periodo della mia vita, ho vissuto il classico lifestyle "come se non ci fosse un domani" con tutti gli eccessi che ne derivano... Quando rievoco questi ricordi, molte donne sono attratte dall'ideale romantico della vita spericolata, ribelle & incompreso, droga&rocknroll etc. etc.

Il bello è che ognuna si crea una fantasia diversa :) e così, vogliono vivere quel sogno attraverso me.

Spiegagli tu che ormai i bei tempi sono passati...........

Link al commento
Condividi su altri siti

Kyra

Il bello è che ognuna si crea una fantasia diversa :) e così, vogliono vivere quel sogno attraverso me.

E' un difetto femminile questo, mi sa :)

Link al commento
Condividi su altri siti

ambigramma

Buongiorno, Kyra.

Mi chiamo Ambigramma e ho una predisposizione genetica per la sindrome da crocerossina.

Secondo me le "crocerossine" e i "crocerossini" rientrano in diverse tipologie.

Ci sono quelle che, non trovando uomini o donne come li vorrebbero interessati e disponibili, optano per quelli "col potenziale per essere persone meravigliose" ma con un po' (troppi?) problemi.

E' una specie di investimento, ai loro occhi. Non possono permettersi l'articolo esente difetti a prezzo pieno, e si prendono l'articolo fallato in sconto, fiduciose di poterlo aiutare a migliorarsi.

Ora, mia nonna, mastro Yoda e le persone sagge in genere suggeriscono che è inutile cercare di cambiare un uomo(o una donna), e che il segreto dell'amore è accettare il pacchetto completo, difetti compresi.

Ma le crocerossine non brillano per saggezza...

....per cui almeno, fratellini crocerossini e sorelline crocerossine, se proprio volete cimentarvi nell'impresa di cambiare qualcuno scegliete un soggetto

- che sia d'accordo (vi incazzerete meno)

- i cui problemi da superare assomiglino più a una collina che all'Everest

Visto che stiamo parlando di soggetti cooperativi (quelli felici di avere una crocerossina che cerca di aiutarli),

ecco un altra tipologia: i pigmaglioni, quelli la cui massima aspirazione è essere gli artefici del passaggio da cacchetta a stella splendente del loro amato o della loro amata. Quelli che sognano di essere il compagno della top model o la moglie del politico. Forse per brillare di luce riflessa? Che abbiano paura della luce diretta?

Poi ci sono le crocerossine che aspirano ad avere la eterna ed imperitura riconoscenza di qualcuno. La logica è che se ti tiro fuori dalla cacca dove tutti gli altri ti hanno lasciato, dovrai amarmi per il resto della tua vita. Non funziona così, purtroppo....

E che diciamo degli autolesionisti? Che cercano persone complicate come se dovessero punirsi per qualcosa?? Credo che la loro massima fantasia sia vedere che qualcuno cambia dal bianco al nero, dall'irresponsabile alla persona matura, dai tre porcellini a batman per amor loro.... peccato che se uno non ama sè stesso abbastanza da cambiare, è improbabile che potrà amare un'altra persona abbastanza da cambiare... è come dimagrire o smettere di fumare...è più facile riuscirci per sè stessi che perchè il fidanzato rompe i maroni...

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 settimane dopo...
Kyra

Buongiorno, Kyra.

Mi chiamo Ambigramma e ho una predisposizione genetica per la sindrome da crocerossina.

Secondo me le "crocerossine" e i "crocerossini" rientrano in diverse tipologie.

Ci sono quelle che, non trovando uomini o donne come li vorrebbero interessati e disponibili, optano per quelli "col potenziale per essere persone meravigliose" ma con un po' (troppi?) problemi.

E' una specie di investimento, ai loro occhi. Non possono permettersi l'articolo esente difetti a prezzo pieno, e si prendono l'articolo fallato in sconto, fiduciose di poterlo aiutare a migliorarsi.

Ora, mia nonna, mastro Yoda e le persone sagge in genere suggeriscono che è inutile cercare di cambiare un uomo(o una donna), e che il segreto dell'amore è accettare il pacchetto completo, difetti compresi.

Ma le crocerossine non brillano per saggezza...

....per cui almeno, fratellini crocerossini e sorelline crocerossine, se proprio volete cimentarvi nell'impresa di cambiare qualcuno scegliete un soggetto

- che sia d'accordo (vi incazzerete meno)

- i cui problemi da superare assomiglino più a una collina che all'Everest

Visto che stiamo parlando di soggetti cooperativi (quelli felici di avere una crocerossina che cerca di aiutarli),

ecco un altra tipologia: i pigmaglioni, quelli la cui massima aspirazione è essere gli artefici del passaggio da cacchetta a stella splendente del loro amato o della loro amata. Quelli che sognano di essere il compagno della top model o la moglie del politico. Forse per brillare di luce riflessa? Che abbiano paura della luce diretta?

Poi ci sono le crocerossine che aspirano ad avere la eterna ed imperitura riconoscenza di qualcuno. La logica è che se ti tiro fuori dalla cacca dove tutti gli altri ti hanno lasciato, dovrai amarmi per il resto della tua vita. Non funziona così, purtroppo....

E che diciamo degli autolesionisti? Che cercano persone complicate come se dovessero punirsi per qualcosa?? Credo che la loro massima fantasia sia vedere che qualcuno cambia dal bianco al nero, dall'irresponsabile alla persona matura, dai tre porcellini a batman per amor loro.... peccato che se uno non ama sè stesso abbastanza da cambiare, è improbabile che potrà amare un'altra persona abbastanza da cambiare... è come dimagrire o smettere di fumare...è più facile riuscirci per sè stessi che perchè il fidanzato rompe i maroni...

Ciao Ambigramma...

anche io ho avuto ( almeno spero di non ricaderci) questa pre disposizione.

Concordo con la tua suddivisione delle crocerossine e dei crocerossini i due categorie ( anche se entrambi i comportamenti possono sovrapporsi nella stessa persona). Io ero del primo tipo. Mi identificavo con chi soffriva perchè io soffrivo e quindi curando loro, cercavo di curare me.

E forse nemmeno credevo di poter meritare di meglio. Come se non valessi o avessi colpe da espiare... chissà.

Penso che la differenza tra i due sia che il primo tipo ne soffre, mentre il secondo ( quello dell' eterna riconoscenza)si appaga così.

Si tratta di una forma di potere infondo.

Link al commento
Condividi su altri siti

BackToLife

Perchè quella situazione risulta così invitante per i crocerossini? da che dipende?

dal desiderio di riscatto di una situazione vissuta nell'infanzia.

Se guardi i casi di codipendenza è ancor più chiaro, figlie che vogliono salvare il padre alcolizzato e che sposeranno un uomo alcolizzato proprio per "riscattare" quel vissuto.

ah, ovviamente.... salvarlo non si può, questo è chiaro.. ma supponendo che lui si "salvi" da solo la fine del rapporto è vicina, è un rapporto basato sul bisogno e sulla reciproca dipendenza, non sul sentimento.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...