Vai al contenuto

ho bisogno di insulti


stanford
 Condividi

Messaggi raccomandati

stanford

eh già... dopo un grande inizio mi sto spegnendo, mi sto facendo sommergere da mille problemi. Più che altro lavoro troppo, troppo, troppo, per lo stipendio che prendo. Questo mi sta deprimendo, cazziatoni dal capo ogni giorno senza motivo, tornare casa tardi... insomma credo che sappiate di cosa sto parlando. Mi sembra che mi venga sottratto troppo tempo, MA questa non è una scusa.

Durante il week end non sono comunque attivo, sento che la depressione si avvicina.

Insulti e consigli sono ben accetti.

Link al commento
Condividi su altri siti

geimsbond

Quando si è depressi, non si ha voglia di sargiare.

Circa la tua situazione lavorativa, non sapendo altro, posso solo consigliarti di cambiare lavoro.

La vita è tua e tu devi migliorarla; in tutti i modi.

Link al commento
Condividi su altri siti

capitansomaro

eh già... dopo un grande inizio mi sto spegnendo, mi sto facendo sommergere da mille problemi. Più che altro lavoro troppo, troppo, troppo, per lo stipendio che prendo. Questo mi sta deprimendo, cazziatoni dal capo ogni giorno senza motivo, tornare casa tardi... insomma credo che sappiate di cosa sto parlando. Mi sembra che mi venga sottratto troppo tempo, MA questa non è una scusa.

Durante il week end non sono comunque attivo, sento che la depressione si avvicina.

Insulti e consigli sono ben accetti.

rompi gli schemi, con piccoli cambiamenti, ma rivoluzionari. roba alla tua portata, che però ti diano l'imperssione che puoi cambiare. te ne dico alcuni, che io ho fatto:

andare a pranzo da solo, mollando i colleghi...ti dà una bella sensazione di rottura degli schemi

chiamare l'amico che non chiami da troppo tempo, ma subito...non fra un'ora

cantarti da solo una canzone, dedicarsela, per se stessi....tipo un "tanti auguri" solo per te...fai gli auguri agli altri, ma non li fai mai alla persona che più ami

vai al cimitero e visita i morti (fallo, non è uno scherzo!!!!) e ti rendi conto della bellezza e fugacità della vita

fa una telefonata a tua nonna, la farai felice e tu sentirai il legame con il sangue

la prossima persona che incorci, anche s enon la conosci, quando ti guarda, tu salutala!!!!

...piccole cose, che ti restituiscono l'identità e ti fanno sentire capace di dare una forma ai tuoi desideri

FALLO!

  • Mi piace! 8
Link al commento
Condividi su altri siti

linerius

A me capita di alternare momenti positivi a momenti nei quali sono un po' più giù. Nel mio caso, quando mi capita una cosa del genere, o ascolto musica allegra o movimentata, oppure guardo qualche film, in particolar modo "Yes Man" con Jim Carrey, non so a voi, ma a me dà una grande carica! :)

Se nel weekend sei libero (magari la mattina), appena ti svegli fatti un bel caffè, vestiti e vai a fare una corsa, anche una mezz'ora va bene. Quando torni ti sentirai più carico :) questo almeno è quello che faccio io, magari puoi vedere se anche a te fa lo stesso effetto :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Rarox

eh già... dopo un grande inizio mi sto spegnendo, mi sto facendo sommergere da mille problemi. Più che altro lavoro troppo, troppo, troppo, per lo stipendio che prendo. Questo mi sta deprimendo, cazziatoni dal capo ogni giorno senza motivo, tornare casa tardi... insomma credo che sappiate di cosa sto parlando. Mi sembra che mi venga sottratto troppo tempo, MA questa non è una scusa.

Tutto questo che ti stai facendo accadere... a quale pro?

E' inutile fare tanti giri di parole. La questione è solo una e semplice: ti porta vantaggi "spegnerti" e farti sommergere da mille problemi?

Se la risposta è No, allora CAMBIA.

Comincia a pensare con la filosofia dell' utile. "Lamentarmi è utile? No." "Cambiare quello che non va nella mia vita è utile? Si."

Link al commento
Condividi su altri siti

Non posso che ripetere quello che gli altri ti hanno già detto: se qualcosa non va nella tua vita, lavora per sistemarlo! Non mi permetto di giudicare sul lavoro perchè non ho la minima idea di quale sia la tua situazione, ma se ti pesa così tanto e ti stressa a tal punto, inizia a guardarti intorno: manda curricula in giro, cerca altro, cambia azienda/datore di lavoro.

Ritrova te stesso, dedicati del tempo, fai sport, inizia attività che ti diano l'opportunità di creare nuovi circoli sociali, chiama ed esci con persone che hai perso di vista.....MUOVITI insomma! Non lasciare che le situazioni decidano quella che deve essere la tua vita. DAI!

Link al commento
Condividi su altri siti

BackToLife

Ognuno ha, le sue strategie per affrontare i problemi, oltre a concordare con il capitano sulla rottura degli schemi io ti consiglio di fissare degli obbiettivi. Fai una lista di ci che secondo te non va/vuoi cambiare. Parti dalle cose semplici, quelle piccole per poi arrivare a quelle più complicate (cambiare lavoro?) e inizia da subito a fare qualcosa per cambiare le cose che non vanno, avere un obbiettivo da una forte spinta positiva, attivi l'energia e questo ti farà sentire meglio! In bocca al lupo!:)

Link al commento
Condividi su altri siti

stanford

ragazzi grazie per i consigli.

Effettivamente sto lavorando per cambiare i lati negativi della mia vita, sto portando avanti un progetto per mettermi in proprio. E appena sarò attivo manderò affanculo il capo, quindi ancora qualche mese di sofferenza.

Cercherò di fare quelle piccole cose che cambiano la giornata per farsela sentire più propria...

E poi nello specifico, io ho un contratto di lavoro fino a fine gennaio, poi A PAROLE dovrei passare a tempo indeterminato, questo al giorno d'oggi è un gran lusso, ma io credo che nella situazione della mia azienda fare carriera sia un po' utopistico... le ore di straordinario non sono pagate, e pensate che alcuni miei colleghi vanno a lavorare il sabato mattina a gratis... per compiacere il capo o che cavolo ne so. Tutto lo sconforto nasce dal fatto che lavoro dal lunedì al venerdì dalle otto alle otto. Io sono sicuro che molti di voi lo fanno e non dovrei lamentarmi, ma non credo, anzi sono sicuro che tutto questo extra verrà riconosciuto. Sicuramente non viene riconosciuto in busta paga, ed è questo che conta. Tutto questo lavoro non mi lascia tempo libero, vorrei magari dedicare la sera alle mie cose, fare esercizio, andare a correre, magari uscire qualche volta con gli amici. E se si vive per lavorare (per il capo) invece di lavorare per vivere....

Ora al momento posso cercare di limare al massimo gli extra lavorativi, non andando al sabato, finendo di lavorare alle sei massimo sei e mezza, tutto questo con lo spauracchio del rinnovo del contratto, posso cercare di introdurre delle novità che mi tengano su il morale. E per questo vi ringrazio dei consigli che mi avete dato.

Nella speranza che il mio progetto lavorativo indipendente si realizzi e quindi possa tornare ad essere di nuovo padrone della mia vita.

un abbraccio

Link al commento
Condividi su altri siti

sergio7

quoto capitansomaro,cose piccole e a portata di mano..la depressione arriva quando non si ha niente da fare,tenendosi impegnati la si allontana ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

GiorgioCatania

rompi gli schemi, con piccoli cambiamenti, ma rivoluzionari. roba alla tua portata, che però ti diano l'imperssione che puoi cambiare. te ne dico alcuni, che io ho fatto:

andare a pranzo da solo, mollando i colleghi...ti dà una bella sensazione di rottura degli schemi

chiamare l'amico che non chiami da troppo tempo, ma subito...non fra un'ora

cantarti da solo una canzone, dedicarsela, per se stessi....tipo un "tanti auguri" solo per te...fai gli auguri agli altri, ma non li fai mai alla persona che più ami

vai al cimitero e visita i morti (fallo, non è uno scherzo!!!!) e ti rendi conto della bellezza e fugacità della vita

fa una telefonata a tua nonna, la farai felice e tu sentirai il legame con il sangue

la prossima persona che incorci, anche s enon la conosci, quando ti guarda, tu salutala!!!!

...piccole cose, che ti restituiscono l'identità e ti fanno sentire capace di dare una forma ai tuoi desideri

FALLO!

in questo periodo ogni tanto faccio delle mappe mentali sulla mia vita... mi rendo conto che sono proprio queste cose quelle che mancano spesso :)

Bisogna imparare a pensare in piccolo, prima di pensare in grande

NOTA: e che palle... pensare in grande senza dar peso alle piccole cose è sempre la solita solfa: fretta, di raggiungere risultati grandi... causa di forte depressione... LOL

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...