Vai al contenuto

L'inizio della fine


Guapo Star

Messaggi raccomandati

GameMaker

Count Down

-24 ore

24 ore dopo le 14.37 sono sempre le 14.37, ergo ci farai sapere a tutti a quell'ora cos'è questo inizio della fine :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Guapo Star

24 ore dopo le 14.37 sono sempre le 14.37, ergo ci farai sapere a tutti a quell'ora cos'è questo inizio della fine :D

eheheheh caro amico GameMaker per mia fortuna,o sfortuna,ero a lavoro....ho preso 24 ore di tempo per riflettere,capire,analizzare,spezzettare,sminuzzare il tutto arrivando alla conclusione che....(lo scoprirete dopo la pubblicità ahhahh)

Mi accodo alla fila d'attesa.

grazie dr.feelgood ho notato che segui spesso i miei post...spero di non deludere la tua attesa ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Guapo Star

Ebbene avete pazientato,avete atteso,avete immaginato cosa volesse dire l'enigmatico titolo di questo post che ho,anzi,che mi sto apprestando a postare(concedetemi i giochi di parole).

Per introdurvi a ciò che ho scritto mi avvallerò della testimonianza di vita di un uomo,vissuto tra dovizia e sfizi,che presenterà il resto della mia storia.

"Consentitemi di essere esplicito sin dall'inizio. Non credo che vi piacerò. I signori proveranno invidia e le signore disgusto. Non vi piacerò affatto! Non vi piacerò ora e vi piacerò ancor meno in seguito. Signore, un avvertimento: io sono pronto a tutto! In ogni momento! Che sia merito o demerito, questo ora è difficile da dire. Tuttavia, è certo che sono un libertino! Continuerò a spassarmela, a provare ardenti passioni. Non doletevene, vi arrecherebbe afflizione! Traete le conclusioni stando alla distanza a cui vi terreste se stessi per mettere la lingua sotto le vostre sottane. Signori, non disperate. Sono pronto a tutto, si! Lo stesso avvertimento vale anche per voi! Placate le vostre squallide erezioni! Perché quando avrete un amplesso vedrò di cosa sarete capaci. Allora saprò se sarete venuti "meno" alle mie aspettative. Vi auguro di fottere, immaginando che la vostra amante segreta vi stia osservando di nascosto. Di provare le stesse sensazioni che io ho provato, e che provo. E chiedervi: era questo lo stesso brivido che sentiva lui? Avrà conosciuto, qualcosa di piu intenso? O c'è un muro di disgrazia contro il quale tutti battiamo la testa in quel fulgido, eterno momento? Questo è tutto. Questo il mio prologo. Nessuna rima. Nessun decoro. Non era quello che vi aspettavate spero! Sono John Wilmot. Il secondo Conte di Rochester. E non ho alcuna, intenzione, di piacervi!"

Come mai ho scelto questo prologo?

Che collegamenti ci sono con quel personaggio?

Perchè usare un linguaggio così volgare?

Ogni risposta verrà naturalmente svelata nel testo che finalmente ora leggerete.

Orsù l'attesa logora la pazienza ma accende l'interesse e ormai la carne al fuoco è molta ed è meglio svelare l'arcano prima che la carne si guasti così come la vostra tolleranza nei miei confronti.

Svelerò il mistero più arduo da svelare,racconterò il racconto più entusiasmante,dirò la verità più difficile da dire...insomma non perdetevi le prossime righe e giudicate il contenuto dell'elaborato con obbiettività e con gli occhi di chi si affaccia a spiare,ghermire,osservare la vita di uno sconosciuto.

Sedetevi sulla vostra poltrona girevole di pelle nera,scorrete le prossime righe con lo sguardo puntato sul monitor e,per Dio,non distraetevi alla lettura per nessuna ragione al mondo perchè questa è una storia speciale e non la troverete nei libri di scuola,in biblioteca o sulla rete.

Buona lettura a TE che hai deciso di conoscere la mia storia,in anteprima assoluta e tieni bene a mente che non sarò la storia del povero che diventa ricco,del buono che l'ha vinta sul cattivo,del brutto che ruba la principessa al bello...LA VITA NON E' UN FILM e la mia è la conferma alla regola.Ciò che è stato è e sarà sempre così,predestinati alla nostra fine aspettandola con gioia e allegria.

L'inizio della fine.

L'EPILOGO.

Sono onesto e voglio essere di parola con te,anche se non ti conosco e non ti devo nulla,ma per rispetto della mia persona voglio mantenere le aspettative che avevi quando hai letto il titolo e hai intuito di cosa volessi narrare.

Comincerò dalla fine,comincerò da ora...si in questo momento.

Orbene se inizio dalla fine devo iniziare da qui,da ora insomma da questo momento poichè il mio futuro non è scritto è il presente e il passato è tutto ciò che posso conoscere e posso raccontarvi.

Oggi è stata una normale giornata,di una normale settimana,in una normale vita con un normale lavoro.

Ma cos'è che la rende tanto speciale?

Questa sera,dopo aver riflettuto per circa 24 ore,ho scritto,come promesso,la storia della mia vita.

Ora sai di che parlerò quindi sei libero di non leggere anche se so che per curiosità,per voglia di confrontarsi,per sete di conoscenza leggerai questa operetta degna di essere conosciuta solo nel circolino.

FINE DELL'EPILOGO

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

L'anagrafe mi ricorda che il sottoscritto nasce il 07/04/1989 nei pressi di Torino.

Padre operaio,madre segretaria....un mutuo sulle spalle e genitori di meridionali venuti anni fa al Nord a cercare fortuna in quel che era il sogno Italiano di taluni,la FIAT.

Da piccolo mio padre si sacrificava molto per me,abitavamo a Torino,e ogni sera prima di tornare a casa cercava parcheggio per circa mezz'ora per poi arrivare a casa con mia madre che lo aspettava con la cena pronta mentre io,probabilmente,piangevo come ogni bambino della mia età.

Avevo 3 anni.

Ma non saremmo rimasti a lungo li,quella vita a mio padre non piaceva...non gli andava a genio che crescessi in un ambiente pieno di smog e traffico e inquinamento quindi decise di farci traslocare tutti nella periferia torinese.

Crebbi in un condominio ci circa una decina di palazzi e un prato enormeeeeeeee!!!! Non finiva mai e lì,dopo la staccionata bianca,c'era il giardino del Signor M. al quale,crescendo,avevo il compito di ordinare e comprare la canasta pagandola ancora in Lire.

Il primo bacio lo diedi all'asilo,non ricordo lei chi fosse e come si chiamasse,ma ricordo la sua chioma bionda sotto lo scivolo rosso.

Questi anni,ahimè,non li rammento molto bene e il primo spezzone di vita ve lo risparmio volentieri(anche le pipì nei pannolini xD).

Finalmente le elementari nel paesino vicino al mio.

Ricordo vivamente di una ragazza che mi piaceva ma che non era interessata a me(la rincontrai anni dopo e rimasi sorpreso per come una stessa persona,a differenza di molti anni,può suscitare diverse sensazioni infatti,dopo molte esperienze di vita, questa ragazza non mi fece nessun effetto).

Tornando a noi,le elementari eggià.

Gli anni spensierati in cui temi i ragazzi della 5 perchè sono i più grandi(temi perchè poi?bohhhh forse perchè tutti dicevano "quello è di quinta!"con tono spaventoso).

Ricordo anche quanto fosse stato difficile per me essere sempre il primo bambino ad arrivare e l'ultimo ad andarsene facendo sia pre che post scuola.

Quella ragazza non l'ebbi mai però alle elementari feci molte conquiste per un totale di circa 5/6 ragazzine.

Non immaginatevi un porno,arrivai a baci a stampo o sulla guancia o intervalli mano nella mano ecc.

Ora vi sbalzerò fuori,momentaneamente,dalla vita scolastica per portarvi in quella privata...

All'epoca il mio mondo era il cortile,le ginocchia sbucciate in strada e i giri in bicicletta e,naturalmente,le ragazzine :D

C'era S che aveva un viso bellissimo e delle tette enormi per la sua età.

E poi C che era di un anno più piccola di me,ma aveva delle mani molto ma molto buone.

E V che incise sull'androne color marrone del mio condominio la scritta "M. ti amo".

G che era pazza di me e io non mi accorsi di quello che lei provava(come facevo ero un bambino ancora).

Ero un leader all'interno del cortile,ero coccolato dai ragazzi più grandi ai quali portavo rispetto e loro mi accettavano con loro come uno di loro.

Dopo anni si spensieratezza e divertimento a giocare a patata bollente(e non pensate male xD) a mangiare il calippo( e non pensata male xD) e a giocare in cortile arrivò il tempo delle scuole medie inferiori.

Nel mio paesino non conoscevo molta gente poichè le elementari le feci,come detto prima,in un paesello vicino al mio e quindi conobbi la gente del posto.

Per le medie stessa identica storia,andai nella frazione del paese delle elementari.

Sempre il primo bimbo a entrare e l'ultimo a uscire....erano gli anni '90 e mi appassionai alla musica degli 883 che,qualche anno più tardi,raggiunsero l'apice nel '98 a Milano,in piazza del Duomo,cantando la mia canzone preferita: GLI ANNI.

Ebbi le prime cotte per ragazza della classe superiore alla mia e della mia professoressa di italiano,inglese e matematica(ho sempre avuto la passione delle MILF e delle ragazze più grandi)

e intanto mi misi con la ragazza più ambita di tutto il mio paese: S.

Stemmo assieme per tutta l'estate e ricordo ancora l'emozione di dare il primo bacio con la lingua.Mi sembrava un passo così importante e ricordo che ore prima sapevo che ci saremmo baciati così e fremevo e mi impaurivo allo stesso tempo.

Non andò male ma poi scoprì,poco tempo depo,che lei usciva con un ragazzo di 6 anni più grande e così ci lasciammo.

Tralasciando sentimentalismi inutili nel periodo delle medie ebbi anche il contatto con il sesso,con una bella ragazza che era amica di una mia amica e che era di un anno più grande di me e più esperta.

Non mi importò perdere la verginità così e sinceramente ora non mi importa ancora.

Con il passaggio alla scuola media superiore e un nuovo trasloco,nella stessa città però in una zona opposta,persi il contatto con gli amici del cortile e dell'infanzia protetta del quale conservo ricordi gelosamente nel mio cuore di cui non parlerò qui poichè naturalmente non potreste capirne l'importanza non avendoli vissuti e per il poco tempo a mio disposizione e anche perchè le parole non darebbero giustizia all'emozione.

Dicevo le superori.

Passarono la prima e la seconda superiore dove conobbi diverse ragazze ci furono F.(per la quale litigai con un ragazzo al quale la strappai) poi E(cugina di un mio amico con delle tette stratosferiche ma lei pensava all'ex e la cosa finì lì) e G per la quale persi il mio primo anno di scuola(la seconda media scusate il periodo incasinato).

Ci furono anche le vacanze e qui ricordo la vacanza in Corsica dove mi feci D. e a Create dove fui la preda di una vogliosa ragazzina che mi chiuse con lei nel cinema del villaggio turistico(tutti i ragazzetti fecero la spia a mio padre xD che bastar*i)

FiNe PRIMA PARTE

a domani con la parte più piccante

  • Mi piace! 5
Link al commento
Condividi su altri siti

Guapo Star

Purtroppo causa lavoro devo posticipare la mia seconda parte

Modificato da Guapo Star
Link al commento
Condividi su altri siti

Kharma Kid

scrivi molto molto bene. davvero una bella storia.

aspetto la seconda parte.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

ilmaredinemo

edit

Modificato da ilmaredinemo
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×
×
  • Crea Nuovo...