Vai al contenuto

Discussione sulla seduzione a Domenica IN


Midnight
 Condividi

Messaggi raccomandati

Midnight

Su "Domenica IN" (Rai Uno), in questo momento, stanno parlando di "seduzione".

Provo a guardarlo, vediamo se ne caviamo fuori delle info?

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 29
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

  • Spartacus

    7

  • Midnight

    4

  • prieras

    3

  • takesci

    3

Miglior contributo in questa discussione

Midnight

SOLO RIDERE

Vi posto un riassunto dell' illuminante discussione.

Partiamo dal fatto che erano presenti alla discussione 8 donne contro "Er Mutanda" (Antonio Zequila dell' Isola dei Fetusi), insomma, non parlano di "Seduzione", ma "ciò che noi donne vogliamo (pretendiamo) dagli uomini".

Esordisce Anna Mazzamauro (il sogno erotico di Fantozzi, la Signora Silvani) col discorso che la seduzione "è nel DNA delle donne", continua ammettendo che esistono diversi stili di seduzione e ne dà una dimostrazione con dei NEG paurosi verso Antonio sul suo mestiere di attore e showman.

Interviene Erika Blanc, una attrice di teatro over-50, spiegando come ha sedotto i suoi compagni: intervenendo in una lite fisica in difesa di chi era innamorata e cambiando la ruota della macchina a un altro (veramente patetico).

Per la Blanc la seduzione è un' arma impropria, che può avere effetti disastrosi e devastanti.

Ha dato una piccola dimostrazione del suo OPENER: lascia cadere la borsa e si aspetta che il suo target la raccolga, chiudendo con un po' di C&F precisando "Dopo i 55, faccio praticamente la stessa cosa, ma con gli occhiali appoggiati sul naso per coprire le rughe"

Per Flavia Vento (gran bella ragazza IMHO), la conquista si fa con lo sguardo, ne da una dimostrazione lanciando un EC ar Mutanda con la testa lievemente reclinata, un sorriso accennato a labbra serrate e uno sguardo ingenguo e infantile (vero, non traspariva aggressività dai suoi occhi, ma la telecamera non ha fatto un inquadratura decente, quindi mi sono basato sulla sua faccia più che sugli occhi).

Viene dato spazio a Zequila per scegliere la miglior seduttrice, sceglie la Mazzamauro e le dedica una poesia che pressapoco fa così:

Tre fiammiferi nella notte (accende un fiammifero)

Uno per vedere il tuo viso (spegne e ne accende un altro)

Uno per vedere i tuoi occhi (idem)

E uno per vedere la tua bocca e per ricordarmi tutte le cose per cui ti abbraccio (spegne l'ultimo fiammifero fra le risate generali)

...vabbè...

Al che segue un escalation di pareri "Come vorreste il vostro uomo/ chi riuscirebbe a conquistarvi"

Serena Grandi: "Mai preda, sempre cacciatrice" comunque "Amico delle donne e buon conto corrente"

Carmen di Pietro: "Mi seduce coi gioielli" (Naturalmente non l'ha detto, ma l'ha lasciato intendere)

Non identificata: "Con forza e dolcezza"

Flavia Vento: "Con romanticismo e Fiori"

Erika Blanc: "Deve vedere la 35enne che è in me"

Per terminare questo brillante intervento, interviene il Guru dei PNListi Giucas Casella per fare un confronto fra ciò che risponde Zequila sulla sua vita privata da sveglio e da "ipnotizzato", Giucas fà il suo solito teatrino di ipnosi dimostrando non solo di non sapere ipnotizzare neanche un sasso, ma non di non sapere neanche i principi della ipnosi: voce squillante, frettolosa, prona ad errori di pronuncia, comportamento aggressivo.

Risultato:

Giucas: "Eri attratto da uno dell' Isola?"

Mutanda: "A.....A.....Albano...." (risate generali)

Ok, gente, che dire? Se avete un minimo di cognizione, i fatti sono già davanti ai vostri occhi: le donne sono le seduttrici, le donne hanno diritto di scelta, l' uomo che seduce (vorrebbe sedurre) si deve identificare ner Mutanda che tira fuori poesie smielate verso una che parte coi NEG verso di lui manco fosse una HB10 e infine si dimostra una persona che dice una cosa ma pensa diametralmente l'opposto (durante la seduta di "ipnosi" ha smentito tutto quello che aveva detto in precedenza ed ha fatto la dichiarazione citata sopra).

Ah, e non dimenticate che le donne si conquistano diventando loro amici, regalandole gioielli e con un C/C gonfio e pronto a soddisfare ogni loro capriccio.

Il mio commento: :lolpost:

Ragazzi, dov'è Jazz? Dov'è Mystery? Perchè l' Italia stà diventando così? :(

Link al commento
Condividi su altri siti

takesci

Per "consolarti" ti posso dire che qualche settimana fa su italia sul due avevano consigliato di presentarsi ad una ragazza lasciando il proprio numero di telefono(non chiedendo quindi il suo) andarsene ed aspettare che fosse lei a richiamare…tutto ciò per dimostrare di essere dei veri cavalieri galanti…ahhh

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciccio88

Si per dimostrare che si e` dei grandi sfigati e schiavi di un utopia ormai parecchio diffusa e difficilmente cancellabile...basta notare i discorsi che fanno le ragazze,non aspettano altro che un uomo che le "rapisca",giusto a confermare la tesi che le donne vanno prese e non comprese :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Midnight

Ho deciso di prender appunti davanti alla TV (con i miei parecchio incuriositi dalla cosa) dopo aver sentito un paio di giorni fa quel Gran Maestro di Stile di Diego della Palma dire a un talk show:

"Per vestirsi in modo eccentrico o sei un nobile, o sei un attore o sei un pagliaccio"

Con grande approvazione dei presenti... :rolleyez:

Capite, gente? Siete nobili? Siete membri dell' elite dello spettacolo? No? Ma allora come vi permettete di valorizzarvi coi vostri gadget degni di uno scaramacai? Come osate uscire dagli schemi della massa da mungere di ogni umore e di ogni amor proprio da seguire dei canoni diversi che noi, Gran Maestri di Stile vi impon... vi consigliamo?

Davvero, già io ho una naturale repulsione verso il mondo della Scatola Magica, ma adesso arriviamo al complotto globale di annullamento dell' individuo, cazzo! :look:

Link al commento
Condividi su altri siti

Papero

hai presente "sperman"? quando dice "non guardare mai domenica in, potresti avere seri danni al cervello" all'inizio anch'io pensavo che fosse una battuta :D

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool
Davvero, già io ho una naturale repulsione verso il mondo della Scatola Magica, ma adesso arriviamo al complotto globale di annullamento dell' individuo, cazzo! :look:

Se mai ci fosse bisogno di dirlo dopo che ho scritto Essere Uomo, io sottoscrivo in toto Midnight!

JDF

Link al commento
Condividi su altri siti

Spartacus
Se mai ci fosse bisogno di dirlo dopo che ho scritto Essere Uomo, io sottoscrivo in toto Midnight!

JDF

Un intellettuale morto ammazzato trent'anni fa disse che la televisione e la civilta' dei consumi sarebbero riuscite ad omologare le societa' occidentali come nemmeno i regimi totalitari erano riusciti a fare.

Secondo te ci ha azzeccato?

Ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

ataru

Lasciamo stare la televisone che e' piena di ca***te. Secondo me Pasolini ne ha prese di cantonate. Un tempo le societa' erano ancora piu' omologate al loro interno seppure diverse nei vari paesi del mondo. I re e i nobili facevano quello che volevano, avevano cortigiane e concubine, presso il popolo di contadini, artigiani e commercianti vigeva il piu' grande conformismo, un po' come nell'Afghanistan di oggi, solo pochi grandi artisti o letterati si distinguevano, ma per gli altri non c'era sostanzialmente modo di decidere della propria vita se non con scelte drastiche come imbarcarsi su qualche nave in partenza per le Indie, con esiti alquanto aleatori. Certo che la globalizzazione cerca di uniformare lo stile di vita e le opinioni delle persone in tutto il mondo, ma il bello della liberta' e' che possiamo comunque scegliere, io non vorrei un ritorno al bel tempo antico che ci facesse ritornare alle processioni con le vedove e gli orfani che un tempo rallegravano la monotona vita delle nostre campagne!

Link al commento
Condividi su altri siti

prieras
Secondo me Pasolini ne ha prese di cantonate. Un tempo le societa' erano ancora piu' omologate al loro interno seppure diverse nei vari paesi del mondo. I re e i nobili facevano quello che volevano, avevano cortigiane e concubine, presso il popolo di contadini, artigiani e commercianti vigeva il piu' grande conformismo, un po' come nell'Afghanistan di oggi, solo pochi grandi artisti o letterati si distinguevano, ma per gli altri non c'era sostanzialmente modo di decidere della propria vita se non con scelte drastiche come imbarcarsi su qualche nave in partenza per le Indie, con esiti alquanto aleatori. Certo che la globalizzazione cerca di uniformare lo stile di vita e le opinioni delle persone in tutto il mondo, ma il bello della liberta' e' che possiamo comunque scegliere, io non vorrei un ritorno al bel tempo antico che ci facesse ritornare alle processioni con le vedove e gli orfani che un tempo rallegravano la monotona vita delle nostre campagne!

Ma tu ti senti veramente libero!? Pensi davvero di essere in grado di poter fare le tue scelte nella libertà più assoluta in un mondo in cui si inventano i peggio trucchi nel marketing per farti comprare cose inutili spacciandole per necessarie!?

Beh, se questa è libertà allora ha ragione chi dice che si stava meglio quando si stava peggio. Pensa solo al boom dei telefonini (ehm Xsteb abbi pazienza ma oggi sono in modalità "rivoluzionaria"): fino ai primi anni novanta erano uno status symbol da riccone...e di fatti non era così usuale vedere gente in giro con terminali a forma di mattone dal peso di 4kg. Poi piano piano si è iniziato a far passare il cellulare come un qualunque elettrodomestico da avere (e non a caso in Italia la gente per un cellulare è ancora disposta a vendersi la madre) col risultato che oggi pure il cane della mia vicina (bonarda) c'ha il citofono portatile.

Ma non è finita...Siccome ultimamente il mercato delle telecomunicazioni ha ristagnato ecco gli aiuti di stato (incentivi) per chi rottama il tacs o per chi compra un computer predisposto per la banda larga pubblicizzati in pompa magna con la frase "potrai fare tutto e di più da casa"; ti/vi siete chiesti perchè succede ciò!? La mia personale interpretazione è che prima ci si abitua (o prima ci fanno abituare) all'uso di un oggetto, prima questo diventa indispensabile e prima non se ne potrà fare a menoe maggiori saranno i profitti delle varie accomandite nazionali.

Se per te questa è libertà allora io preferisco davvero tornare indietro di un pò d'anni qundo i telefoni andavano a gettoni e funzionavano sul serio.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi


×
×
  • Crea Nuovo...