Vai al contenuto

La polacca che non ti aspetti!


Petruzzone
 Condividi

Messaggi raccomandati

Petruzzone

Ciao a tutti, è un po' che non entro nel forum per gli impegni...ma ogni tanto il caso ci mette lo zampino e ho bisogno di qualche consiglio con una hb!

Ieri sono andato all'università per vedere un esame che svolgerò il mese prossimo, così per farmi un'idea! Figuratevi quindi la mia attenzione, tutta sulle domande dei prof...

Girando per i corridoi noto questa HB 7,5 che avevo già adocchiato un po' di tempo fa a lezione, pelle chiara...lineamenti particolari e due occhi blu ghiaccio.

Scambio di sguardi..finisce lì... mi sposto verso lo studio di un altro prof (erano due esami in uno diciamo) e poi la vedo ritornare con un foglio...aveva passato la prima fase!

Unisco l'utile al dilettevole chiedendole le domande che le hanno fatto, e lì mi accorgo il suo strano accento svoltando quindi la discussione chiedendole di dov'è e se facesse l'erasmus.

C'ho preso..chiacchierata rapida ma la vedo parecchio tesa (mi sembra giusto) e la tranquillizzo (kino) sulla parte di esame che doveva ancora affrontare, anche se a dire la verità non sapeva NULLA, poveretta non aveva capito cosa doveva studiare ma cmq spero abbiano avuto un occhio di riguardo.

Insomma poi la cosa è finita lì e non ho insistito perchè sinceramente non mi sembrava il caso, una hb che sta per fare un esame non mi sembra un bersaglio facile...però voglio rivederla! Mi ha detto gli esami che proverà quindi venerdi posso farmi un giretto all'università e beccarla nuovamente ma come "ambiente" siamo punto e a capo...

Altra cosa, so che magari è una domanda idiota, ma le polacche o in generale le ragazze di quelle zone richiedono gli stessi approcci o posso buttarmi di più? xD

Modificato da Petruzzone
Link al commento
Condividi su altri siti

Ausonio

Per quel poco che può valere... ti do la mia esperienza personale e di amici:

le polacche sono ragazze in genere profonde ma con un carattere un po' complicato. Tendono a metterti alla prova continuamente e non si aprono facilmente e sono un po' diffidenti; a volte malinconiche (Chopin era polacco non per caso...). Nel tempo in cui puoi arrivare a conoscere una polacca, avresti potuto fare lo stesso con 10 russe o 10 spagnole.

Noi, spagnoli,portoghesi abbiamo un fascino naturale per loro (specie i portoghesi col loro fado e saudade nel sangue...) perché siamo l' opposto del polacco medio.

... questa è naturalmente solo la mia limitata esperienza e quella riportata dei miei amici in condizioni "normali" (non mi riferisco a situazioni-limbo tipo vacanza dove tutte sono più aperte e disponibili).

In genere comunque il maggiore sforzo richiesto è giustificato da un maggior coinvolgimento a ogni livello da parte della ragazza. Personalmente eviterei approcci lampo a rotta di collo

Chiedile perché ci chiamano "włoski" (che vuol dire peloso) invece che con la radice ital- come in tutta Europa...

Modificato da Ausonio
Link al commento
Condividi su altri siti

Petruzzone

Beh il tuo è davvero un intervento illuminante, io pensavo avessero un atteggiamento del tutto opposto!

Non ho ben capito la tua frase finale, a parte la pronuncia di włoski che intendi con radice ital-? Ora sono curioso :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Ausonio

I tedeschi ci chiamano Italiener, i francesi Italiens, gli inglesi Italians, ecc...ecc.. tutti Ital- solo i polacchi e gli ungheresi usano altre radici e il termine polacco "włoski" è collegato al significato di "peloso". E' solo una minchiata da chiederle per aprire una conversazione scherzosa,... sfottila chiedendole sorridendo perché fanno economia di vocali con parole con 10 consonanti e solo 2 vocali...

Sono stronzate d'accordo, ma mostri di sapere qualcosa del suo paese... la metti sul piano della simpatia e insomma... è solo un' idea (io ho sempre aperto così e l' accoglienza è sempre stata divertita), fai il tuo gioco, auguri!

Modificato da Ausonio
Link al commento
Condividi su altri siti

maxmax

Non esiste una generalizzazione, il fatto che sia polacca non vuol dire un cazzo, potrebbe essere chiusa come una suora o aperta come una hb7 che conosco io, polacca, che l'ha data a destra e a manca, sai quelle che per principio non ti ci butti proprio perchè se la fanno tutti...

Devi vedere tu com'è sta ragazza e giocare di conseguenza...

Link al commento
Condividi su altri siti

Petruzzone

Non esiste una generalizzazione, il fatto che sia polacca non vuol dire un cazzo, potrebbe essere chiusa come una suora o aperta come una hb7 che conosco io, polacca, che l'ha data a destra e a manca, sai quelle che per principio non ti ci butti proprio perchè se la fanno tutti...

Devi vedere tu com'è sta ragazza e giocare di conseguenza...

Ma certamente, ogni individuo è storia a sé, ma penso sia anche vero che influiscano parecchi fattori culturali connessi al luogo di provenienza.

Quella delle 10 consonanti e 2 vocali è carina :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Ausonio

Chiedile se vive a Szczebrzeszyn ?

haahha una volta conobbi una ragazza polacca che veniva da Rzeszów ...

puoi immaginarti il casino a pronunciare quel nome... è una r mista a una j francese...

fu una chiusura divertente perché ogni volta che io cercavo di pronunciarlo, lei rideva e io le chiedevo di ripetermi bene nell' orecchio la parola... così eravamo vicini, contatto, ecc... ogni volta che lo ripetevo, lei rideva e io mi avvicinavo sempre più alle sue labbra... fino alla chiusura.

insomma, con le straniere c'è sempre modo di scherzare su differenze, stereotipi ecc..

anzi, a proposito di generalizzazioni ... le generalizzazioni sugli italiani sono uno dei primi argomenti di conversazione che tiro in ballo ogni volta... ovviamente per riderci su, fare ironia, mostrare di non avere la minima considerazione né il minimo timore del (pre)giudizio altrui ecc.. Non dirle "io sono diverso", sarebbe un errore madornale... qualificarsi...

Modificato da Ausonio
Link al commento
Condividi su altri siti

victorm

Personalmente ho sempre trovato gli approcci agli esami molto facili. Sarà perchè l'agitazione di fondo per la prova ha il sopravvento sull'ansia da approccio e anche il fatto che bene o male hai un contestuale. Sta di fatto che la maggioranza delle volte sono tornato a casa con n-close e spesso pure day1 fissato.

Sulle polacche posso dirti poco, visto che ne ho conosciute solo 2, presentate da un amico con cui abbiamo organizzato un uscita a 4. Una era una modella HB 9 almeno (spaziale), l'altra carina, hb 7 di sicuro. Tipe abbastanza strane, bevevano come scaricatori di porto e tenevano di brutto. A fine serata noi maschi eravamo ubriachi e loro 2, che avevano bevuto ancora più di noi, no. A parte qualche kiss, le ho trovate sempre sul chi vive, forse prevenute dalla brutta fama di noi italiani..., e se la tiravano tantissimo. Erano le classiche tipe che te la fanno annusare, ma poi non te la danno facile...

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...