Vai al contenuto

Dopo 10 mesi di sarge: problema nella scelta del target


tizzone
 Condividi

Messaggi raccomandati

tizzone

Ragazzi,

Chiedo aiuto ai più esperti. Questo lunedì mattina mi sento riflessivo e mi prendo 10 minuti per mettere giù un pò di pensieri che da tempo mi frullano in testa.

Da quando ho iniziato a interessarmi alle tematiche sulle seduzione, mi sento oggettivamente molto meglio rispetto a prima. In pochi mesi sono uscito dal tunnel post- rottura di una storia sofferta di due anni e mezzo, ho conosciuto tantissime ragazze, baciate una infinità. chiuse, da dicembre in poi (quando ho davvero superato la One-Itis) 7.

C'è una cosa, però, che mi porta ora un pò a tirare le somme, un pò a riflettere su me stesso e su aspetti da correggere.

Premessa: sono un ragazzo che è sempre stato molto emotivo con le donne. Negli altri campi, vado come se non me ne fregasse nulla...sia con gli uomini che sul lavoro ho la fama di sfrontato, deciso, a tratti strafottente....

Ma quando si parla di donne, minchia, mi sciolgo. Per carità, da quando sono qui ho imparato a calibrarmi molto, molto meglio.

Vengo colpito, di solito, da ragazze acqua e sapone, un pò timide, un pò all'antica, che hanno negli sguardi e nei gesti quella dolcezza un pò materna.

Però noto che:

1) Le donne che ho portato a letto erano anche quelle di cui non mi fregava nulla, a parte il sesso, ed erano tutte il contrario della descrizione di sopra (appariscenti, complessate, ciniche, manipolatrici, non affettive);

2) Ho notato resistenze incredibili in donne che mi piacevano davvero, nonostante fossero sicuramente attratte. Ho dovuto mollare il game perchè mi stavo inzerbinando di brutto e in PNP era tutto a mio svantaggio;

3) Con le ragazze che davvero mi sono piaciute (2) non ho chiuso. Con una non sono riuscito ad arrvare nemmeno al bacio.

Ora, sicuramente nel mio game ci sono tanti errori e capisco che le resistenze che trovo sono dovute a imprecisioni e sbagli sul test di congruenza.

Però, c'è un altro però...la cosa che secondo me incide maggiormente sui miei fallimenti è la scelta sbagliata del target.Da lì poi discendono tutti gli errori di calibrazione e congruenza..

Mi spiego meglio: faccio il game con donne che poi si rivelano essere l'opposto di quello che cerco o penso...secondo uno dei miei più cari amici, tratto da troie le brave ragazze e da principesse le troie...e questa sensazione la inizio ad avvertire anche io. Non riesco a capire, sin dalle prime fasi dell'interazione, chi cazzo ho davanti e cosa cerca...non riesco a fare uno screening accurato della ragazza e, visto che ormai prediligo i giochi spontanei, senza tante barriere, quando la cosa si inizia a complicare mi devo sganciare per non rimanerci male. capitato anche con alcune che ho chiuso: me l'hanno data, siamo stati bene, comfort e chimica, ma poi, al 3-4 appuntamento, hanno iniziato a fare giochetti di cazzo, tipo non darmela, dire che erano confuse, bla bla bla...insomma, per come la vedo io vado bene all'inizio, ma poi quelle con cui sono uscito hanno iniziato a giocare sporco, costringendomi a sparire e a farmi cambiare opinione su di loro.

Cazzo, non so se è chiaro e riesco a spiegarmi. E' come se confondessi sempre la merda con la cioccolata. Non sarà che ha ragione Capitansomaro e sono inconsciamente attratto dalle stronze e dalle manipolatrici??? Mi piacerebbe iniziare a fare giochi di un certo livello, delle svuotate mi sono stancato (cavolo, servono sempre però)...possibile che se trovo una brava ragazza la faccio scappare a gambe levate (nonostante sia quello che cerco) e chiudo con quelle più "sveglie", ma poi anche loro invece di buttarsi sul sesso mi inzerbinano da subito manco volessero sposarmi??

Intuisco che è un errore di Inner-Game e di frame...poca coerenza tra gli obbiettivi e le azioni...cosa posso fare per correggere queste tendenze masochiste? Qualcuno che si trova nella mia stessa situazione??

Link al commento
Condividi su altri siti

geimsbond

Ragazzi,

Chiedo aiuto ai più esperti. Questo lunedì mattina mi sento riflessivo e mi prendo 10 minuti per mettere giù un pò di pensieri che da tempo mi frullano in testa.

Da quando ho iniziato a interessarmi alle tematiche sulle seduzione, mi sento oggettivamente molto meglio rispetto a prima. In pochi mesi sono uscito dal tunnel post- rottura di una storia sofferta di due anni e mezzo, ho conosciuto tantissime ragazze, baciate una infinità. chiuse, da dicembre in poi (quando ho davvero superato la One-Itis) 7.

C'è una cosa, però, che mi porta ora un pò a tirare le somme, un pò a riflettere su me stesso e su aspetti da correggere.

Premessa: sono un ragazzo che è sempre stato molto emotivo con le donne. Negli altri campi, vado come se non me ne fregasse nulla...sia con gli uomini che sul lavoro ho la fama di sfrontato, deciso, a tratti strafottente....

Ma quando si parla di donne, minchia, mi sciolgo. Per carità, da quando sono qui ho imparato a calibrarmi molto, molto meglio.

Vengo colpito, di solito, da ragazze acqua e sapone, un pò timide, un pò all'antica, che hanno negli sguardi e nei gesti quella dolcezza un pò materna.

Però noto che:

1) Le donne che ho portato a letto erano anche quelle di cui non mi fregava nulla, a parte il sesso, ed erano tutte il contrario della descrizione di sopra (ma poi quelle con cui sono uscito hanno iniziato a giocare sporco,);

2) Ho notato resistenze incredibili in donne che mi piacevano davvero, nonostante fossero sicuramente attratte. Ho dovuto mollare il game perchè mi stavo inzerbinando di brutto e in PNP era tutto a mio svantaggio;

3) Con le ragazze che davvero mi sono piaciute (2) non ho chiuso. Con una non sono riuscito ad arrvare nemmeno al bacio.

Ora, sicuramente nel mio game ci sono tanti errori e capisco che le resistenze che trovo sono dovute a imprecisioni e sbagli sul test di congruenza.

Però, c'è un altro però...la cosa che secondo me incide maggiormente sui miei fallimenti è la scelta sbagliata del target.Da lì poi discendono tutti gli errori di calibrazione e congruenza..

Mi spiego meglio: faccio il game con donne che poi si rivelano essere l'opposto di quello che cerco o penso...secondo uno dei miei più cari amici, tratto da troie le brave ragazze e da principesse le troie...e questa sensazione la inizio ad avvertire anche io. Non riesco a capire, sin dalle prime fasi dell'interazione, chi cazzo ho davanti e cosa cerca...non riesco a fare uno screening accurato della ragazza e, visto che ormai prediligo i giochi spontanei, senza tante barriere, quando la cosa si inizia a complicare mi devo sganciare per non rimanerci male. capitato anche con alcune che ho chiuso: me l'hanno data, siamo stati bene, comfort e chimica, ma poi, al 3-4 appuntamento, hanno iniziato a fare giochetti di cazzo, tipo non darmela, dire che erano confuse, bla bla bla...insomma, per come la vedo io vado bene all'inizio, ma poi quelle con cui sono uscito hanno iniziato a giocare sporco, costringendomi a sparire e a farmi cambiare opinione su di loro.

Cazzo, non so se è chiaro e riesco a spiegarmi. E' come se confondessi sempre la merda con la cioccolata. Non sarà che ha ragione Capitansomaro e sono inconsciamente attratto dalle stronze e dalle manipolatrici??? Mi piacerebbe iniziare a fare giochi di un certo livello, delle svuotate mi sono stancato (cavolo, servono sempre però)...possibile che se trovo una brava ragazza la faccio scappare a gambe levate (nonostante sia quello che cerco) e chiudo con quelle più "sveglie", ma poi anche loro invece di buttarsi sul sesso mi inzerbinano da subito manco volessero sposarmi??

Intuisco che è un errore di Inner-Game e di frame...poca coerenza tra gli obbiettivi e le azioni...cosa posso fare per correggere queste tendenze masochiste? Qualcuno che si trova nella mia stessa situazione??

"tratto da troie le brave ragazze e da principesse le troie..."

Ottimo, è così che bisogna fare.

"Le donne che ho portato a letto erano anche quelle di cui non mi fregava nulla"

Appunto.

"Ho notato resistenze incredibili in donne che mi piacevano davvero, nonostante fossero sicuramente attratte. Ho dovuto mollare il game perchè mi stavo inzerbinando di brutto..."

Hai mostrato troppo interesse dopo la prima attrazione; le donne del tipo che vuoi tu non vogliono uno zerbino, ma un uomo.

"ma poi quelle con cui sono uscito hanno iniziato a giocare sporco"

Perchè questo tipo di donne (psicotiche, appariscenti, complessate, ciniche, manipolatrici, non affettive), al contrario dell'altro tipo, si divertono ad inzerbinare i maschietti.

Insomma, nella tua analisi ci sono già le risposte.

Modificato da geimsbond
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

ilmaredinemo

Ciao. Innanzitutto noto che con le donne sei cresciuto molto. Un altra cosa che noto da quello che scrivi è che avevi bisogno di fare molto sesso, senza impegno, per superare il dispiacere e la delusione dovuti alla tua sofferta relazione precedente. Evidentemente hai attratto per questi motivi donne sulla tua stessa "frequenza d'onda", con le quali è poi risultato difficile proseguire un rapporto. Ora che la tua virilità è "ricostuita" e sviluppata, forse stai cercando semplicemente una fidanzata, una donna con la quale costruire qualcosa, ma come piace a te. Probabilmente stai solo continuando a crescere e ti stai ricalibrando. Questa è almeno l'impressione che ho avuto leggendo i tuoi scritti.

Se cosi' fosse, in bocca al lupo :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Fedee

Vengo colpito, di solito, da ragazze acqua e sapone, un pò timide, un pò all'antica, che hanno negli sguardi e nei gesti quella dolcezza un pò materna.

Però noto che:

1) Le donne che ho portato a letto erano anche quelle di cui non mi fregava nulla, a parte il sesso, ed erano tutte il contrario della descrizione di sopra (appariscenti, complessate, ciniche, manipolatrici, non affettive);

2) Ho notato resistenze incredibili in donne che mi piacevano davvero, nonostante fossero sicuramente attratte. Ho dovuto mollare il game perchè mi stavo inzerbinando di brutto e in PNP era tutto a mio svantaggio;

Minchia Tizzone, siamo all'incirca coetanei e abbiamo la stessa testa.

Ho sempre cercato la ragazza acqua e sapone ma quando la trovo sono io a mollarla.

E poi vado in one-itis di brutto con le non affettive.

Madonna che testa di minchia che abbiamo...

Dobbiamo calibrarci Tizzone, non essere needy, e stare bene solo con le nostre occupazioni. Ma purtroppo per come siamo fatti noi non sappiamo stare senza le donne e andiamo in cerca della sfida continua...ci facciamo tanto male ma siamo fatti così.

Per come sei ora Tizzone ti consiglio di allontarti sempre in tempo da una ragazza che comincia a farti P&P e giochetti...se vai in one itis sei finito. Non lo so se sia da codardi...ma la serenità prima di tutto..!

Io sono molto superficiale perchè cerco la bellezza e le tette grosse...e poi mi aspetto che abbia il carattere da brava mammina.

Tsk utopia!

Di che segno sei?

Link al commento
Condividi su altri siti

tizzone

Ciao. Innanzitutto noto che con le donne sei cresciuto molto. Un altra cosa che noto da quello che scrivi è che avevi bisogno di fare molto sesso, senza impegno, per superare il dispiacere e la delusione dovuti alla tua sofferta relazione precedente. Evidentemente hai attratto per questi motivi donne sulla tua stessa "frequenza d'onda", con le quali è poi risultato difficile proseguire un rapporto. Ora che la tua virilità è "ricostuita" e sviluppata, forse stai cercando semplicemente una fidanzata, una donna con la quale costruire qualcosa, ma come piace a te. Probabilmente stai solo continuando a crescere e ti stai ricalibrando. Questa è almeno l'impressione che ho avuto leggendo i tuoi scritti.

Se cosi' fosse, in bocca al lupo :)

E' proprio così

Link al commento
Condividi su altri siti

tizzone

Minchia Tizzone, siamo all'incirca coetanei e abbiamo la stessa testa.

Ho sempre cercato la ragazza acqua e sapone ma quando la trovo sono io a mollarla.

E poi vado in one-itis di brutto con le non affettive.

Madonna che testa di minchia che abbiamo...

Dobbiamo calibrarci Tizzone, non essere needy, e stare bene solo con le nostre occupazioni. Ma purtroppo per come siamo fatti noi non sappiamo stare senza le donne e andiamo in cerca della sfida continua...ci facciamo tanto male ma siamo fatti così.

Per come sei ora Tizzone ti consiglio di allontarti sempre in tempo da una ragazza che comincia a farti P&P e giochetti...se vai in one itis sei finito. Non lo so se sia da codardi...ma la serenità prima di tutto..!

Io sono molto superficiale perchè cerco la bellezza e le tette grosse...e poi mi aspetto che abbia il carattere da brava mammina.

Tsk utopia!

Di che segno sei?

Cazzo, analisi perfetta...ora sono stabile emotivamente per il semplice fatto che mi sgancio subito (oddio, a volte non subitissimo), quindi ho leggere One-Itis che vengono poi spazzate via dagli eventi (altre HB). Ma è una cosa compulsiva, cazzo! ed è come un processo pazzoide che si autoalimenta. Voglio stabilità emotiva ma in realtà se non ho quelle emozioni che solo le donne mi sanno dare mi sento oppresso:

Apertura - attraction+ comfort - chiusura (eventuale) ===> comfort (cerco di farmi conoscere meglio e di conoscerla meglio) ====> PNP a mio svantaggio - ST paurosi ====> Mi sgancio ====> Leggera One- Itis ====> altra HB e il ciclo inizia di nuovo

La cosa inizia ad annoiarmi, oltre a generare un certo stress (ormai le sargio quasi tutte e la mattina mi alzo con l'obbiettivo di trovare una da portare a letto). Insomma, vorrei trovare una con cui conciliare stabilità e soddisfacimento emotivo...non necessariamente una "fidanzata", ma qualcosa di simile...una con cui aprirmi senza che mi inizi a riempire di ST e a inzerbinarmi violentemente (come certe cercano di fare al limite del ragionevole, obbligandomi a scappare tutte le volte...poi magari tornano ma per me sono storia chiusa - sono abbastanza "permaloso").

Almeno non vado più in paranoia, però sento che sto buttando via ragazze che davvero meriterebbero...quasi non le gioco per paura di bruciarle, aspettando che loro facciano la mossa...poi magari la fanno e me le brucio cmq.

Io non ci credo che siano tutte così...più che calibrarmi, secondo me sbaglio i target....becco quelle che godono a inzerbinrare (ok, ci provo con HB belle fisicamente, di solito più stronze).

P.S.: sono Toro...lo so, è un segno del cazzo....

Link al commento
Condividi su altri siti

tizzone

"tratto da troie le brave ragazze e da principesse le troie..."

Ottimo, è così che bisogna fare.

"Le donne che ho portato a letto erano anche quelle di cui non mi fregava nulla"

Appunto.

"Ho notato resistenze incredibili in donne che mi piacevano davvero, nonostante fossero sicuramente attratte. Ho dovuto mollare il game perchè mi stavo inzerbinando di brutto..."

Hai mostrato troppo interesse dopo la prima attrazione; le donne del tipo che vuoi tu non vogliono uno zerbino, ma un uomo.

"ma poi quelle con cui sono uscito hanno iniziato a giocare sporco"

Perchè questo tipo di donne (psicotiche, appariscenti, complessate, ciniche, manipolatrici, non affettive), al contrario dell'altro tipo, si divertono ad inzerbinare i maschietti.

Insomma, nella tua analisi ci sono già le risposte.

Quindi secondo voi è un discorso di calibrazione....nonostante la legge dell'abbondanza, appaio needy? Mah, secondo me a volte appaio needy, altre volte Alphissimo..sono semplicemente me stesso....ma possibile che non ho trovato una con cui godermi l'interazione e gli eventi senza che provassero a inzerbinarmi di brutto??

Che cazzo, anche dopo che le ho chiuse tre/quatto volte non sono libero di lasciarmi andare che subito mi testano???Vivo il paradosso di sentirmi molto più testato dopo che chiudo rispetto a prima.... Insomma, non vorrei essere destinato a trombarmi sono delle bambole gonfiabili...

Link al commento
Condividi su altri siti

TheItalianBull

tizzone la motivazione per la quale con le ragazze che più ti piacciono ti trovi meno a tuo agio è che, avendo un interesse maggiore, sei spinto a fare un game migliore, vuoi fare del tuo meglio ma questo ti porta ad essere sotto pressione e quindi a trovare maggiori difficoltà. Il problema, credo che tu già lo sappia, non è all'esterno, ma dentro di te...io credo sia normale che se una ragazza ti interessa di più tu sia maggiormente spinto a voler creare un gioco perfetto (anche se non ce ne sarebbe bisogno), quello che ti dico è di usare la maggiore pressione a tuo favore, come un'arma. Usa la tua paura, ma non farti usare da lei, fai si che funga da traino, da motivatore.

Link al commento
Condividi su altri siti

tizzone

tizzone la motivazione per la quale con le ragazze che più ti piacciono ti trovi meno a tuo agio è che, avendo un interesse maggiore, sei spinto a fare un game migliore, vuoi fare del tuo meglio ma questo ti porta ad essere sotto pressione e quindi a trovare maggiori difficoltà. Il problema, credo che tu già lo sappia, non è all'esterno, ma dentro di te...io credo sia normale che se una ragazza ti interessa di più tu sia maggiormente spinto a voler creare un gioco perfetto (anche se non ce ne sarebbe bisogno), quello che ti dico è di usare la maggiore pressione a tuo favore, come un'arma. Usa la tua paura, ma non farti usare da lei, fai si che funga da traino, da motivatore.

Sì. Ho una paura fottuta di andare in One-itis. Posto che ho un metodo per non finirci - per lo meno come ci finivo prima - ossia sganciarmi immediatamente e buttarmi su altre 5, rimane sempre un senso di amarezza. Ma come usare la paura da traino? Come non impelagarmi nelle mille seghe mentali che contraddistinguono i miei giochi che non sono veloci??

Link al commento
Condividi su altri siti

capitansomaro

mmmm

sei il mio paziente preferito.

la prendo da lontano, va bene?

torna al cortile dove giocavi da ragazzino, coi calzoncini corti, il pallone sotto braccio, il moccio al naso e i capelli davanti agli occhi. non sapevi nulla di grammatica, di logica, di giudizi e di valori, eppure, istintivamente, avevi già i tuoi amichetti preferiti e i tuoi nemici giurati. sapevi il motivo per il quale ti stavano simpatici o antipatici? ci pensavi? lo sapevi spiegare?...era semplicemente così. ti saresti fatto ammazzare di botte per difendere il tuo amico del cuore oppure avresti mentito e incolpato senza ritegno proprio il figlio dell'amministratore, che vi bucava sempre il pallone (figlio di mignotta!). simpatia ed antipatia; empatia. hanno tutte la stessa etimologia.

poi sei cresciuto, hai cambiato scuola ed amicizie. prime pugnette e desideri e anche lì, sì, d'accordo, ti paicevano tutte, ma fra le tante, c'era quella che era più ricorrente nelle tue fantasie. a quell'età, con l'attrezzo in mano, non è che ci si interroga sui perchè e i percome c'è sempre la stessa fantasia, come un ologramma reale, dietro la porta chiusa del bagno, con te, a farti compagnia.

poi le esperienze si fanno reali, magari sembra che accadano, senza una reale volontà da parte nostra nel poter scegliere esattamente assecondando il nostro desiderio. chissà, forse sì o forse no.

poi le ltr, le amicizie che nascono e che finiscono, si gira il mondo e si conosce la variegata umanità alla quale apparteniamo.

ecco, retrospettivamente è qui, in questo momento e in chi lo fa, dopo un po' di esperienze, che forse è possibile riconsocere delle costanti che emergono. prova a vedere le tue costanti. lo stai già facedno. il tuo post lo dimostra. mentalmente dai vita ad una ripetizione che è vero trovi sorprendente, ma forse solo perchè solo ora stai iniziando a dare una forma a processi che solo l'anno scorso ti sembravano misteriosi. scrivevi o non scrivevi che finivi in balia di deliri emozionali? che ti facevi e facevi a pezzi? che non riuscivi a mollare?

adesso stai nella fase che riesci ad osservare te stesso durante il flusso e, in parte, anche dal di fuori. non è poco!!!! tutt'altro.

se riesci ad osservare anche le costanti, anche se non le capisci, puoi forse osservare che la "tipologia" di relazioni che imbastisci è sempre la stessa, come quando a pari e dispari facevi le squadre di pallone e te, capitano della squadra, sceglievi nella tua sempre i tuoi amichetti preferiti.

ti piacel'altalena emozionale. ti piace la tensione e sai benissimo, da quando sei ragazzino, alimentarla, farla crescere per poi godere nel salirci sopra fino a farla fermare. funzioni così. a te piace l'altalena, e ti cerchi persona che la sappiano fomentare.

poi, dall'altra parte della rete, vedi ragazzini e ragazzine che giocano a campana. che bello, come ti piacerebbe: un sassetto, tiri dentro, quattro zompi e torni indietro senza errori. bello vero? ma non è il tuo gioco, tu stai da quest'altra parte della rete, quello dell'altalena. tu cerchi chi la muove l'altalena. hai imparato adesso anche tu a muoverla, consapevolmente, e cerchi donne che vogliano farsi dondolare.

siamo tutti istintivametne attratti dal nostro gioco preferito; e siamo anche tutti capaci di vedere cosa c'è dall'altra parte della rete.

secondo me serve solo tempo. un altro po'. stai capendo un sacco di cose. non avere fretta. la giusta voglia sì, ma la fretta non serve, il cambiamento tanto viene da solo perchè è già in corso.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...