Vai al contenuto

Il waxing, ovvero il sesso a luce di candela


Silver_Owl
 Condividi

Messaggi raccomandati

Silver_Owl

Ho cercato con il search se ci fossero topic simili ma non ne ho trovati :)

Orbene colombelle.

Bignamino sull'utilizzo delle magic und romantic candles, ma in un modo totalmente differente da quello che potrebbe essere l'illuminazione di una cenetta a due.

Qui si parla di pratiche BDSM, anche il waxing (da wax, ovvero cera in inglese) ne fà parte e puo' assumere connotati e intensità assai differenti, il tutto dipende da quello che piace a voi e a lei.

Basi:

L'utilizzo della cera calda, puo' essere fonte di estremo piacere sia in soggetti che amano le pratiche BDSM, sia in soggetti che le apprezzano una tantum, sia in soggetti che solitamente ne sono impauriti.

il tutto deriva dalla sensazione di calore sprigionato dalla cera a contatto con la pelle e dall'effetto "avvolgente" che ne puo' derivare (insomma vi si appiccica alla pelle) nonchè, per le HB avvezze, alla dominanza che ne scaturisce

Anche qui, come ovvio, ognuno ha livelli di sopportazione e godimento differenti, sta a voi dosare il tutto

Cominciamo dal principio...

-candele da sexy shop

Normalmente le più utilizzate da chi pratica sesso vanilla (vanilla=naturale, non bdsm) in quanto non scottano e non provocano dolore, la sensazione (grazie alla particolare composizione della candela stessa) è molto simile a quella dell'acqua di un bagno molto caldo, e non si discosta molto dallo stesso principio dell'eventuale uso di cubetti di ghiaccio (9 settimane e 1/2 docet), ovvero l'intensa anche se pur non "estrema" differenza di temperatura che stimola i centri nervosi e amplifica le sensazioni

Di solito questo tipo di giochini, sono apprezzati quindi anche da soggetti che non amano provare dolore prima durante o dopo il rapporto, ma sono una simpatica alternativa alle normali effusioni amorose che ci si scambia solitamente.

-candele di paraffina

Premetto che le candele di paraffina, sono tutte diverse fra di loro e quindi, per la vostra e altrui incolumità, consiglio di testarne la temperatura sul dorso o sul polso prima di procedere all'atto pratico.

Questo tipo, è solitamente il migliore da utilizzare se la vostra lei è un amante del sesso trasgressivo e ha dalla sua, una certa dose di sano masochismo.

Possono essere utilizzate in alternativa alla tipica graffiata.

Da evitare principalmente per motivi che andrò ad elencare fra poco, candele colorate e profumate o comunque aromatizzate.

Gli additivi usati infatti, al contrario di quelle che si trovano nei sexy shop che sono anallergici, possono provocare in soggetti predisposti reazioni allergiche, e vi lascio immaginare la portata della cosa se unite una reazione allergica all'effetto di una scottatura (perchè queste scottano...non ci sono cazzi!!), senza contare che gli stessi possono aumentare la temperatura di fusione della candela, facendola aumentare vertiginosamente coi rischi che ne seguono

ad ogni modo, come già detto...testare il tutto prima di procedere.

-candele di cera d'api (per veri estremisti)

ahhhhh...la natura...niente di meglio della candela comprata alla sagra del miele o in qualche negozietto di artigianato eh??

Una sega!!!

Queste sono a mio avviso, cose da riservare a chi ha veramente qualche perversione molto estrema, e i rischi di scottature e ustioni lunghe a guarire sono abbastanza elevati.

A differenza della paraffina (eccezione: vedere punto precedente a riguardo di profumi e coloranti) la cera d'api ha una temperatura di fusione molto alta, e di conseguenza l'intensità e il rischio aumentano in modo esponenziale.

C'è a chi piace...lasciate che ve lo chiedano e ponderate l'idea di assumervi le vostre responsabilità

Fanno....molto....male

-pece, petrolio, plastica fusa.

Come ho detto...c'è a chi piace...molto più calde della cera d'api....per soggetti estremamente masochisti o nel caso abbiate beccato la vostra lei a letto con un altro mentre voi eravate all'oscuro di tutto

Fanno...un male....maiale, e il rischio di sfoghi è quintuplicato.

Dimensioni:

le candele molto grosse (diciamo quelle delle dimensioni di un cero) sono solitamente di difficile gestione, tendono ad avere lo stesso effetto che ottenete quando cercate di travasare dell'acqua da un grosso recipiente ad uno piccolo...in pratica...fanno quel che pare a loro. Possono però essere utilizzate in modo assai produttivo per lo "splash", ovvero il lasciare che si formi un certo quantitativo di liquido sciolto dentro la candela per poi gettarlo addosso alla partner ma nuovamente, con risultati poco controllabili (lo vidi indirettamente solo una volta fatto da una spogliarellista alla fine della sua esibizione, molto suggestivo e intenso senza dubbio)

Io preferisco di gran lunga la candela classica, delle dimensioni, per intenderci, simili a quelle che trovate in chiesa (ecco svelato i reale motivo della presenza di candele in chiesa)

Candeline da thè...sono solitamente una via di mezzo fra le candele grandi e le normali, molte volte hanno una temperatura di fusione molto bassa.

Alcuni accorgimenti:

-Attenzione ai capelli lunghi

-La cera è difficile da togliere dai tessuti....asciugamani e simili risultano più facilmente lavabili

-il calore sprigionato è inversamente proporzionale alla distanza di caduta della cera, più sarete lontani dalla pelle, minore sarà l'intensità

-state reggendo in mano una fiamma...il fienile non è un luogo adatto direi (per i duri di comprendonio...tenetevi dell'acqua o qualcosa con cui controllare eventuali fiamme indesiderate se siete in luoghi a rischio...anche la camera da letto è a rischio si)

Tecnica:

Dipende dalla vostra lei.

Solitamente il metodo che preferisco è quello classico, ovvero...goccia a goccia...lentamente, in modo da lasciar assaporare alla pelle la sensazione creando al contempo anche qualche strano disegno o seguendo particolari profili del corpo.

Ovviamente nessuno vi nega di procedere spediti con qualche veloce punzecchiatura per passare poi all'atto pratico una volta raggiunta l'eccitazione.

Un'ottima alternativa, è quella di alternare la cera, al ghiaccio, in modo da raffreddare la pelle e creare eccitazione tramite l'intensa differenza fra il caldo e il freddo.

Consiglio:prendetevela comoda ma non fossilizzatevi solo su quello, stimolazione sessuale alternata alla cera o consecutiva o precedente. Fantasia ragazzuoli!

La sostanza del waxing è di creare qualcosa di intenso ma meno brutale (per questo sconsiglio quindi cera d'api e simili) di altre pratiche, con eleganza insomma, come una lince a caccia che gioca con la preda fra i suoi artigli (un applauso per questo pragone please)

Chi ha una certa confidenza (e abilità nel gestire situazioni "movimentate") può unire il waxing al sesso o alla masturbazione attiva del partner ovviamente.

Zone:

Dal collo in giù, tutto è concesso (collo compreso...ma ricordatevi i capelli!!)

In particolare: i seni e i capezzoli (un bel copricapezzolo non si nega a nessuno), la schiena(in particolare dal collo al culo seguendo la spina dorsale), i piedi (attenzione alla pianta, estremamente sensibile) e le dita dei piedi, l'ombelico (riempitelo, svuotatelo e riempitelo), la linea alba (molto produttiva è la pratica di creare un tracciato dallo sterno fino a poco sopra i genitali) e l'addome in generale , la zona limitrofa ai genitali (i genitali stessi lo sconsiglio...-ma c'è a chi piace-...in quanto sono comunque sede di zone molto sensibili e mucose che reagiscono in malo modo a volte...poi se avete voglia di astinenza, sono fatti vostri) le chiappe e il culo stesso (ma ripeto attenzione alle mucose)

Il viso è offlimits, anche con le candele da sexy shop...gli occhi sono pericolosamente vicini

Addendum:

Avrete notato che tendo ad utilizzare il femminile come parte ricevente, non è un caso.

Nonostante credo ci saranno anche individui di sesso maschile che saranno interessati a ricevere il trattamento, vi sono alcune controindicazioni di natura molto pratica: i peli.

Sconsiglio a chiunque, dotato di peluria, di sottoporsi a tale pratica (e a tal proposito, sempre riguardo alla zona genitali, se la vostra consenziente lei, ha un bel cespuglio in quelle zone, eviterei),rimuovere la cera attaccata ai peli è un procedimento lungo e laborioso e il più delle volte incompleto...e non vogliamo passare la serata a fare solo quello no?

Ovviamente per glabri e depilati, il discorso cambia, e lì è solo una questione di interesse ^^

Modificato da Silver_Owl
  • Mi piace! 6
Link al commento
Condividi su altri siti

Jason Bourne

Non ho capito a cosa servirebbe questa "tecnica", anche se ho letto tutto quello che hai scritto; non ne capisco il motivo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Silver_Owl

Serve per eccitare, come preliminare o durante un rapporto per aplificare il godimento, ovviamente se non hai questo tipo di interessi posso capire la tua perplessità.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...