Vai al contenuto

Distruggiamo le ONE-ITIS


 Condividi

Messaggi raccomandati

Sognatore

Ragazi non voglio fare il solito post in cerca di consigli, volgio solo illustrare la mia situazione che spero possa essere utile a qualcuno.

Sono, (ma ancora per poco) in una one-itis di amore non corrisposto.

Da circa una settimana ho preso la decisione di dimenticarla di fare in modo che tutta l'infatuazione svanisca.

In questo percorso per fortuna mia, sono seguito da uno specialista.

Quello che è emerso è molto interessante...

Preso nella situazione non mi sono reso conto di come lei si sia approfittata di me e dei miei favori per scopi materiali o semplicemente per ricaricare la sua autostima. Dico questo perchè?

Le donne sono molto più sveglie di noi a capire i nostri interessi e vedono al volo se noi siamo interessati o meno.

Lei ha cambiato atteggiamento nel momento in cui io ho messo le cose in chiaro.

Perché direte voi, se lo sapeva anche prima visto che lo aveva intuito?

Il motivo è semplice, una volte scoperte le carte anche io so che lei lo sa, e quindi se continua il suo gioco passa per opportunista o per gatta morta.

Per quanto riguarda me invece è emerso questo: Nel mio passato mi è successo più volte di non essere ricambiato nei miei innamoramenti e di uscire da una one-itis per entrare in un'altra.

Cosa succede nel nostro cervello in queste situazioni?

La One-itis successiva acquisice anche il peso della precedente del tipo: Se riesco questa volta dimostro che valgo e anche gli insuccessi precedenti vengono cancellati.

Quindi di volta in volta si soffre sempre di più e si carica sempre di più di significato la situazione non riuscendo a liberarsi.

Per assurdo se si dovesse riuscire nella titanica impresa di conquistare lei, ci si sentirebbe liberati e si avvertirebbe tutto il peso e le tribolazioni che lei ci ha fatto patire, tanto che ottenuto il risultato probabilmente non ce ne importerebbe più nulla di lei.

La soluzione sta nel vedere un finale diverso, fino ad ora ho cercato di risolvere un problema nel modo sbagliato:

Voglio una storia e cerco a tutti i costi di avere una che non ci sta.

Probabilmente potrei averne una migliore più carina, più dolce più disponibile e che ci sta.

Trovare questa seconda è la soluzione al problema e la dimostrazione che stavo perseguendo un obbiettivo sbagliato.

Questo è a quanto sono arrivato fino ad ora.

Se qualcuno è interessato posterò come prosegue il mio percorso e le tecniche che uso per

annullare la one-itis nel mio cervello.

  • Mi piace! 8
Link al commento
Condividi su altri siti

Tolomeo

Lo trovo molto interessante, una meccanica che non avevo mai notato consciamente.

Link al commento
Condividi su altri siti

byron

A me ha aiutato molto...

http://www.italianseduction.club/forum/t-7736-uccidere-beatrice/

Di seguito, il Beatricidio secondo Future. Le parentesi sono tutte sue, tranne una segnalata

Parliamo d'amore- Uno dei più grandi capolavori letterari è un poema d'amore. Quando Dante Alighieri compose la Divina Commedia il suo intento era quello di descrivere il viaggio spirituale di un'anima tormentata che l'amore per una donna stupenda trasforma in modo profondo. Nel caso di Dante, la donna era Beatrice. Lui la incontrò una volta quando aveva 9 anni e poi di nuovo a 18. Dalla sua infatuazione nacque uno dei più grandi poemi mai scritti. E lui non ebbe mai la donna.

Ci siamo passati tutti, credo, anche se la maggior parte di noi non scrive poemi epici quando una bella ragazza attraversa la strada. Troppi restano vittime dell'effetto alone (halo effect - ben descritto in molti libri di marketing - nota del Dabaf): lei mi eccita, e quindi non può avere difetti. Si tratta di una condizione che nasce da solitudine, inesperienza e paura. (...) Quando un allievo mi chiede come conquistare quella CERTA RAGAZZA io gli rispondo di passare ad un'altra domanda. Prima di diventare attraente per le donne, c'è una cosa da fare: uccidere Beatrice.

Non lo dico con astio. Sono un amante. Mi piacciono le donne con cui sto. Cerco davvero di trovare il meglio nelle persone, anche se spesso mi deludono, come certamente succede anche a voi. Nonostante tutto, cerco ciò che di buono mi possono offrire. Quando approccio una donna, spero davvero che non si rivelerà un'oca senz'altro valore se non quella bellezza esteriore che mi ha spinto ad iniziare a parlarle.

Non sono solo. Ogni volta che chiedo agli studenti dei boot camps sui loro progetti per il futuro, molti di loro mi dicono che vorrebbero trovare quella CERTA RAGAZZA SPECIALE, anche se ne devono sedurre 100 per trovarla.

Pausa.

Qui ci vuole una certa enfasi. Devi - devi- diventare una creatura di opzioni. Per il tuo bene. Non un pupazzo. Finchè non ottieni un significativo, consistente successo con le donne che desideri, le tue limitazioni sminuiranno il potere del tuo amore e limiteranno la tua abilità non solo di conquistare ma anche di tenere QUELLA CERTA RAGAZZA.

Il game comincia e finisce con le opzioni percepite. Le belle donne sono solitamente abituate ad essere accettabilmente stronze perchè glielo consentono. [vedi il cap 3 di Magic Bullets, sulla psicologia femminile, per maggiori dettagli]. Le loro opzioni non si riducono quando si comportano male, quindi loro continuano a farlo. le ragazze grasse e brutte imparano ad essere gentili quando incontrano una persona. Perché altrimenti le loro opzioni si riducono drasticamente. Le ragazze carine possono comportarsi come vogliono e, visto che difficilmente sono state educate come si deve, spesso sconfinano nel cattivo gusto. Non sono io che faccio le regole. (Da notare che con le tecniche del Mystery Method, le donne con meno opzioni saranno spesso allontanato dalle tattiche del MM, realizzate per piacere alle donne con molte opzioni)

Molti uomini si comportano come ragazze brutte: non osano, non mettono in gioco nulla e non trattano la donna come solo una opzione fra tante. Il che è male. Le donne lo capiscono, lo sentono, percepiscono la vibrazione sotterranea in ogni momento. Questa neediness -- l'accorgersi che non le tratti come donne di fronte ad un uomo -è la radice di molte seduzioni fallite. La ragazza con cui ci provi potrebbe anche essere attratta da te...almeno un pochino...poco poco.

Ma dentro di sè sente pizzicare il proprio senso di inadeguatezza e innato discomfort, che dice: a questo ragazzo piaccio troppo. Boom. Ragazza persa.

Eccoci così venuti alla cosiddetta seduction community. Ci viene ripetuto sempre quanto siano brutte le “oneitis”. I forum sono pieni di messaggi a riguardo, duramente imparati. Ma se siete in mezzo a quel maelstrom emozionale, è duro sentire PERCHE' è così importante uccidere quei sentimenti, uccidere Beatrice.

Perché? Perchè non è speciale, nè lo sei tu.

Ascolta la radio. Quasi ogni canzone è una testimonianza di quanto l'amore sia bello.

E lo è davvero.

Uno stato di pienezza trabboccante, che ispira, confonde e chiarisce. Attraverso di esso, tutti i tuoi potenziali emozionali si affinano. In effetti, in Getting the Love You Want, il dott. Harville Hendrix distilla l'esperienza dell'amore in 3 emozioni fondamentali:

Questa persona è molto rara, e disegnata specificamente per amarmi

Non mi sentirò mai più così

Questo sentimento dovrebbe durare per sempre

Dal punto di vista biochimico, siamo PROGETTATI per reagire così all'amore. Queste emozioni non sono speciali. Anzi, sono da manuale.

Comunissime.

Lei ha amato prima

Tu hai amato prima

Lei lo farà ancora

E anche tu

No, lei non è differente. Quando sento ragazzi vaneggiare su "lei è unica", mi gira la testa. (...)Immagina la cosa più sporca, depravata e schifosa che puoi concepira. Ora, renditi conto che qualcuno che conosci ha fatto qualcosa di simile. Così va il mondo moderno. Meglio rendersene conto. Ora, probabilemente tu sei una persona aposto. E quindi i tuoi pensieri più turpi non sono NULLA paragonati al festival di porcate che è la tua vita sessuale di fantasia. Cosa separa i tuoi gesti dai tuoi pensieri?Probabilemte, e tristemente, un mix di volontà e capacità nel game (e, in certi casi, anche le leggi, ovviamente).

Nessuno è così speciale. E lo sono tutti. Non c'è donna magica con un brillante incastonato nel petto. La bellezza interiore è una cosa che abbiamo tutti. But there Così, nessuna donna è fatta per te. Nessuna. no. nessuna . Qualcuno sta leggendo e pensando "si, vabbè, ma questa tipa che dico io..." No, seriamente, neanche lei. ANCHE SE CIò CHE DICI DI LEI E' TUTTO VERO, C'E' COMUNQUE DI MEGLIO, SOLO CHE NON L'HAI ANCORA INCONTRATA. Quella dea meravigliosa è solo una delle numerose, meravigliose dee. Ci sono 6,200,000,000 esseri umani a questo mondo. E le donne sono la maggioranza. Onestamente, lei non è così speciale.

Ecco perchè bisogna uccidere Beatrice. Quella musa ti sta trattenend dalll'essere il vero, glorioso te stesso. Trova 70'000 altre donne. E poi torna, avendo maggiormente comprenso la realtà.

Esperienza e determinazione ad apprendere conducono ad un aumento della prospettiva. Chi non ha molta esperienza con le donne, viene spesso deviato dalle illusioni, dimentico di quanto queste divine creature siano, in realtà, terrestri. Solo con l'esperienze puoi trovare e tenere la donna che ami. E sarà un sentimento sincero, non frutto di abitudine o semplice aspetto esteriore. Perchè nella tua vita ci possono essere donne alternative!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Silver_Owl

Il motivo è semplice, una volte scoperte le carte anche io so che lei lo sa, e quindi se continua il suo gioco passa per opportunista o per gatta morta.

Hmmm..non regge, anzi, ad essere sinceri la prima a mandare messaggi abbastanza chiari anche se non sempre diretti è stata lei, io mi sono rivelato molto dopo e non pago, dopo la rivelazione la faccenda si è intensificata.

Ma a ben vedere probabilmente è proprio un'opportunista :p

P.S.: ad ogni modo sto rivalutando la cosa,o meglio, la MIA oneitis per varie ragioni.

Punto primo, non l'ho mai "messa su un piedistallo" ma al massimo ho cercato di coprirla con una campana di vetro per quanto mi è stato possibile

Secondo neanche avevo cominciato io la cosa, è stata una lenta evoluzione che mi ha fatto infatuare di lei, e quello che mi piaceva di più era l'apparente clima di fiducia e complicità che si era creato...tanto da far capire anche ad altre persone che sotto sotto c'era qualcosa

Terzo ed ultimo, mai e poi mai l'ho considerata come un qualcosa di divino da adulare, anzi, anche se posso ammettere che per un certo periodo l'ho considerata ad un livello superiore al mio per la capacità di sopportazione agli ostacoli della vita, ma analizzando la cosa, penso che "non fosse farina del suo sacco" sta sopportazione :p

Modificato da Silver_Owl
Link al commento
Condividi su altri siti

Sognatore

Continuiamo, scrivere fa bene anche a me per motivarmi...

Ho dimenticato un punto chiave nel post precedente.

Il cervello umano ha la tendenza naturale a risolvere i problemi. E' per questo che rimaniamo nelle one-itis nonnostante la sofferenza e le sconfitte, il cervello e l'inconscio soprattutto continuano a lavorare per trovare una soluzione al problema che noi abbiamo posto: "conquistare lei".

Come mi sto approciando ad una soluzione diversa....

Sto facendo esercizi di pnl, non entro nel dettaglio ma si tratta di rigare il disco, di distruggere quegli schemi che si no costruiti nel cervello, immagino le scene e le situazioni in maniera bizzarra, voce di lei ridicola, lei con naso da pagliaccio, lei sporca di merda... e si ci vado giù pesante :)

Così il suo valore scende...

Per quando riguarda invece la tendenza del cervello a risolvere il problema. Sto proponendo un problema diverso. Io voglio una storia di amore, liscia, magari con un po' di game, ma se do qualcosa ricevo qualcosa, non con una che succhia solo energie, e mi immagino come dovrebbe essere la tipa in questione. La soluzione al problema è trovarla.

Sto notando che in questi giorni sono molto più attento alle ragazze che incontro per strada e valuto molto di più. Insomma sembra funzionare.

To be continued...

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

Manr80

Continuiamo, scrivere fa bene anche a me per motivarmi...

Ho dimenticato un punto chiave nel post precedente.

Il cervello umano ha la tendenza naturale a risolvere i problemi. E' per questo che rimaniamo nelle one-itis nonnostante la sofferenza e le sconfitte, il cervello e l'inconscio soprattutto continuano a lavorare per trovare una soluzione al problema che noi abbiamo posto: "conquistare lei".

Come mi sto approciando ad una soluzione diversa....

Sto facendo esercizi di pnl, non entro nel dettaglio ma si tratta di rigare il disco, di distruggere quegli schemi che si no costruiti nel cervello, immagino le scene e le situazioni in maniera bizzarra, voce di lei ridicola, lei con naso da pagliaccio, lei sporca di merda... e si ci vado giù pesante :)

Così il suo valore scende...

Per quando riguarda invece la tendenza del cervello a risolvere il problema. Sto proponendo un problema diverso. Io voglio una storia di amore, liscia, magari con un po' di game, ma se do qualcosa ricevo qualcosa, non con una che succhia solo energie, e mi immagino come dovrebbe essere la tipa in questione. La soluzione al problema è trovarla.

Sto notando che in questi giorni sono molto più attento alle ragazze che incontro per strada e valuto molto di più. Insomma sembra funzionare.

To be continued...

Descrivimi le altre tecniche che usi per distruggere le ONE-ITIS. Sono sotto con una HB da troppo tempo e lei mi ha respinto già 3 volte. Non mi vuole proprio. Io proprio non ce la faccio a non cercarla, resisto massimo 3 giorni. Grazie!

Modificato da Manr80
Link al commento
Condividi su altri siti

Sognatore

Allora sto lavorando in questo modo:

Normalmente in one-itis ci fa stare male il fatto di non sentirla.

Io mi sono scritto le caratteristiche della mia donna ideale, che ovviamente ne ha molte che a lei mancano: sincerità fedeltà, che sia innamorata di me.

Ora associo dolore al fatto di pensare a lei, pensare a lei vuol dire svalutarmi, l'unico modo di rivalermi è arrivare alla più completa indifferenza.

Se proprio devo pensare ad una donna, penso alla donna ideale che ho trascritto su carta e immagino quanto sarà bello quando ci incontreremo.

Altra tecnica... Hai avuto qualche ragazza per cui sei entrato in one-itis ma che ora non ti fa ne caldo ne freddo?

Rilassati, chiudi gli occhi e concentrati sulle emozioni che ti provoca pensare a questa ragazza, poi sostituisci questa ragazza con la tua attuale one itis. Lo scopo è di entrare in contatto con la sensazione che sia già tutto passato, arriverai a non provare nulla e questo ne è la dimostrazione.

Poi ci sono le tecniche di PNL.

Immagina lei nelle scene che ti fanno più male o che ti legano di più emotivamente. Ora falle andare al contrario. Poi distorcile, aggiungi a lei un dettaglio ridicolo che so un naso da pagliaccio. Amplifica i suoi difetti: voce stridula, culone largo, denti irregolari e sorridi, la cosa te la farà sembrare più umana e distrugge l'idealizzazione.

Immagina una scena attuale nel tuo cervello in cui ti struggi e mettila in primo piano nella tua visualizzazione.

Poi immaggina una piccola immagine in cui lei è ridicola e non suscita il tuo interesse, con dettagli ridicoli o in qualsiasi modo tu riesca. Immagina una fionda e carica questa piccola immagine. Carica la fionda e lancia questa piccola immagine su quella grande in modo che vada a sovrapporsi e grida "Via"

Fallo 5-6 volte al giorno.

Poi devi imparare a conoscerti e sapere quali sono i tasti da toccare per svincolarti, pensa a come hai dimenticato le altre, poi usa la tua creatività. L'altro giorno stavano concimando i campi con concime liquido, non ti dico l'odore mentre passavo in macchina, bhè ho preso la palla al balzo ed ho immaginato lei e pronunciato il suo nome in modo di associare quella puzza a lei.

Il fatto che tu mi abbia chiesto le tecniche è buon segno, vuol dire che dentro di te hai preso la scielta di lasciarla andare e di aprirti alle altre miriadi di donne che ci sono in giro. Ora usa l'impegno e non demordere se un giorno ti sembra tornare indietro. Va così a volte fai dei passeri da gambero ma nel lungo periodo vai nella direzione giusta. Io sono tre settimane che non la chiamo, e resisto bene.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

giamino

se sei innamorato di una persona, non è facile trovare cose ridicole e anche cercare e trovare gli elementi del carattere che sembrano essere gli opposti di quelli della nostra persona ideale, può non essere semplice...

Chi è innamorato, certe cose non le vede e anche le mancanze di rispetto, le situazioni psycho che si creano, rigirando la frittata, possono far pensare nel cervello dell'innamorato/a che quello è un comportamento che ci piace.

Non voglio dire che il tuo metodo non funziona, anzi, mi sembra metodicamente valido, solo che se uno nella one itis c'è infangato fino alla gola, o se la storia è stata importante, e il lasciato/a non riesce ad andare avanti, non basta associare la puzza di letame al suo nome, non basta amplificare le dimensioni del suo culone (che tanto,diciamocelo, era perfetto quando ci stavamo insieme), la sua voce stridula (per la quale la prendevamo in giro e ci ridevamo insieme)

Penso sia più utile pensare che se quella persona ora non ci fa stare bene, se il suo pensiero è associato REALMENTE ad uno stato negativo, non ha alcun senso starsi a massacrare la psiche

Non ci sono pregi..non ci sono.."si,soffro però...." però NIENTE. Stai male solo tu.

tanto se la ami, la ami anche se puzza di letame (oddio..mo non esageriamo) :db:

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
Sognatore

Cazzo fratello non è vero hai 31 anni pochi meno di me. Non puoi essere innamorato di una persona che all'atto pratico non ti ha dato nulla.

Si siamo animali e sentiamo gli odori e l'istinto di accoppiarci con certe. Ma è anche vero che gli animali se non riescono con una ne trovano un' altra con cui provare.

Fissarsi è leopardiano e patologico.

Poi sinceramente, certi tipi di profumiere esistono per colpa nostra. Se trovano sempre il maschio di turno che si infatua e fa lo zerbino, continua a usare la tecnica visto che funziona. Se invece tutti noi le mandassimo non dico a cagare, ma a farsi ascoltare dai loro stronzi di turno e non ci rendiamo più disponibili, potremmo anche insegnare loro qualcosa.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Underdog

La one-itis è un problema molto più radicato.

Ed è un problema che ha molto a che fare con l'identificazione.

Chi soffre di one-itis in genere sono persone che vivono in condizioni di fascino.

L'attenzione e calamitata da un oggetto ESTERNO.

Nel peggiore dei casi si diventa dei veri e propri mendicanti di considerazione.

Immagina un qualcosa di esterno a te che ti attrae verso di lui come un magnete attrae una metallo ferroso.

Con la crescita, questo atteggiamento si cristallizza è diventa una vera e propria tendenza di vita.

....Un atteggiamento mentale, emozionale ed istintivo....

A quel punto è un bel guaio perché ti ci ritrovi dentro è neanche te ne accorgi.

Diventa un vero e proprio automatismo!

Vai in one-itis con la stessa velocità con cui ti allacci le scarpe..

Per uscirne ci vuole uno sforzo pazzesco.

Accade che la sofferenza e l'angoscia ti diano quell'energia per risalire la china nei momenti di caduta del cuore.

Poi?

Come ci si ri-stabilizza emotivamente, si ritorna daccapo.

Quando te ne accorgi?

Semplice

Non quando ne "trovi una nuova che ti fa dimenticare la vecchia".

Bensì quando "ti molla la nuova e ti fa ricordare la vecchia".

E spesso inconsapevolmente ti trovi costretto a fare il famoso chiodo scaccia chiodo.

Chissà perché abbiamo bisogno di una donna o meglio al plurale "di donne" per dimenticare altre donne..

Ad Maiora..

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...