Vai al contenuto

Riguardo al vero PUA - post per tutti gli esperti


+Goth+
 Condividi

Messaggi raccomandati

+Goth+

Ciao! Stavo riflettendo sulle risposte che seguirono un 3d iniziato da me riguardo alla mia 1itis... qualcuno scrisse "Se ci sai fare puoi portare al close qualsiasi donna, anche se fidanzata/sposata, quindi la colpa per l'insuccesso è tua" (non sono le testuali parole ma il senso è quello). Ora mi chiedo: è davvero possibile arrivare ad un livello tale di skill da riuscire a closare anche donne sposate/fidanzate di solito tendenti alla fedeltà? Parlo di HB dotate di cervello e di principi morali, magari innamorate o comunque molto legate al loro partner.

La cosa mi incuriosisce: qualcuno qui dentro è mai arrivato a closare una tipa sposata/fidanzata che poi si è pentita o comunque non ha saputo dare spiegazioni razionali alla loro capitolazione?

Link al commento
Condividi su altri siti

JackLoSquartaTope
Ora mi chiedo: è davvero possibile arrivare ad un livello tale di skill da riuscire a closare anche donne sposate/fidanzate di solito tendenti alla fedeltà?

sedurre, etimologicamente parlando, è composto dal prefisso "SE" latino che indica divisione, partizione, allontanamento di una cosa dall'altra:

selezionare

seligere(scegliere)

sezionare

segmentare

secernere

segregare

semovere(scostare)

separare

e dal latino "dùcere" .. ovvero condurre (da cui duce.. condottiero)

quindi se-ducere ovvero:

condurre separando.. inteso come condurre fuori dal cammino, dalla strada intrapresa

ahhh il potere della parola!

quindi la risposta è si.. il seduttore è anche colui che conduce fuori dai principi, dai legami, nel nostro caso .. dalla tendenza alla fedeltà

come?

semplice.. dai ad una donna ciò che lei vuole di più.. ovvero EMOZIONI.. e lei darà a te quello che tu vuoi di più.. :D

Parlo di HB dotate di cervello e di principi morali, magari innamorate o comunque molto legate al loro partner.

attenzione, il potere seduttivo è trasversale, non è la dotazione cerebrale l'elemento discriminante,

tonte, stupidine, intelligenti, biochimiche, filosofe, astrofisiche teoriche... sono tutte uguali

un po' come noi.. analfabeti o poeti.. ci piace a tutti la patata hahahaha

il processo seduttivo non fa leva sul raziocinio ma sull'inconscio che è indipendente dalla ragione

La cosa mi incuriosisce: qualcuno qui dentro è mai arrivato a closare una tipa sposata/fidanzata che poi si è pentita o comunque non ha saputo dare spiegazioni razionali alla loro capitolazione?

si, e non è cosa inusuale e non servono così tanti skill, ma solo la determinazione, le "palle" per andare fino in fondo

ovvero quello che piace alle donne

vedi che giustamente nella tua domanda dai anche la risposta

dici "che non ha saputo dare spiegazioni razionali".. perchè non si tratta di "ragione", "razionalità".. ma di "inconscio", "di attrazione"

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao! Stavo riflettendo sulle risposte che seguirono un 3d iniziato da me riguardo alla mia 1itis... qualcuno scrisse "Se ci sai fare puoi portare al close qualsiasi donna, anche se fidanzata/sposata, quindi la colpa per l'insuccesso è tua" (non sono le testuali parole ma il senso è quello). Ora mi chiedo: è davvero possibile arrivare ad un livello tale di skill da riuscire a closare anche donne sposate/fidanzate di solito tendenti alla fedeltà? Parlo di HB dotate di cervello e di principi morali, magari innamorate o comunque molto legate al loro partner.

Jack t'ha risposto così bene che evito giri di parole: Sì.

La cosa mi incuriosisce: qualcuno qui dentro è mai arrivato a closare una tipa sposata/fidanzata che poi si è pentita o comunque non ha saputo dare spiegazioni razionali alla loro capitolazione?

La razionalizzazione arriva "dopo", perciò non è raro che, a freddo, lei sia particolarlmente stupìta di quanto si sia concessa facilmente con te.

Questo può portarla a fare un passo indietro (anche se non sul brevissimo periodo).

Ed esserne consapevole ti permette di prevenirlo in buona misura.

Sorge ancora una volta la questione etica. Non penso ci sia da chiedersi se la donna sentimentalmente impegnata ci possa stare o meno, quanto più se è ciò che vogliamo. Se è davvero necessario. Di donne ne è pieno il mondo e non penso sia necessario andare a complicare la vita di altre persone per uno (o più) close. Se le tue ragioni ed i tuoi progetti "vanno più in là del close", allora questa è una scelta squisitamente soggettiva. Certo è che con un po di metodo e determinazione sei capace di sedurla.

Un PUA dovrebbe essere una persona migliore (più sensibile, più comunicativa) e penso non debba farsi accecare (per quanto questo accada) dalla sua stessa determinazione e dall'egocentrismo 'cosmico' che tende a sviluppare.

Come dico sempre, "da un grande potere, deriva una grande responsabilità".

Link al commento
Condividi su altri siti

Urza
Ciao! Stavo riflettendo sulle risposte che seguirono un 3d iniziato da me riguardo alla mia 1itis... qualcuno scrisse "Se ci sai fare puoi portare al close qualsiasi donna, anche se fidanzata/sposata, quindi la colpa per l'insuccesso è tua" (non sono le testuali parole ma il senso è quello). Ora mi chiedo: è davvero possibile arrivare ad un livello tale di skill da riuscire a closare anche donne sposate/fidanzate di solito tendenti alla fedeltà? Parlo di HB dotate di cervello e di principi morali, magari innamorate o comunque molto legate al loro partner.

La cosa mi incuriosisce: qualcuno qui dentro è mai arrivato a closare una tipa sposata/fidanzata che poi si è pentita o comunque non ha saputo dare spiegazioni razionali alla loro capitolazione?

va trovata la soluzione tale che nel sistema dia il risultato voluto, e sottolineo "va trovata". tocca vedere poi se è raggiungibile tramite il dialogo, ad es., etc.

"Sembra che la donna abbia una tendenza assai elevata a legarsi a un solo partner: come se essa fosse per natura più monogama dell'uomo. L'uomo, invece, pur essendo fedele alla partner, non è così strettamente monogamo; del resto non bisogna dimenticare che anche la donna mostra talora il desiderio di stringere relazioni extraconiugali. Ella pure è sessualmente curiosa, ma forse in un modo più controllato rispetto all'uomo." (Etologia umana, Irenaus Eibl-Eibesfeldt, pag. 159)

Link al commento
Condividi su altri siti

lebowsky

Ribadisco quanto già detto da Arachno e da JackLoSquartaTope: si, e non necessariamente è determinante essere particolarmente skillato...basta, come ha detto Jack creare le giuste emozioni (sei hai skills adeguati ti risulterà più semplice, altrimenti dovrai affidarti al tuo lato 'natural'). Comunque anche io mi porrei questioni di carattere etico nel caso la HB fosse sposata (molto meno se fosse fidanzata...che ci volete fare, è retaggio culturale) e se le mie intenzioni si limitassero al f-close.

sedurre, etimologicamente parlando, è composto dal prefisso "SE" latino che indica divisione, partizione, allontanamento di una cosa dall'altra:

 selezionare

 seligere(scegliere)

 sezionare

 segmentare

 secernere

 segregare

 semovere(scostare)

 separare

e dal latino "dùcere" .. ovvero condurre (da cui duce.. condottiero)

quindi se-ducere ovvero:

condurre separando.. inteso come condurre fuori dal cammino, dalla strada intrapresa

ahhh il potere della parola!

Mi permetto di nutrire però dei dubbi nell'etimologia della parola

sedurre. Se non erro viene dal latino se conducere cioè condurre a se...anche se è verosimile pure la tua versione (e funzionale alla spiegazione successiva), per questo, credo, potrebbe rientrare tra gli errori argomentativi (non necessariamente il se di separare ha il solito significato del se di sedurre)

Link al commento
Condividi su altri siti

+Goth+

E qui si torna a parlare della mia 1itis... se qualcuno ricorda ero riuscito a sedurla (diciamo) appena uscita dalla relazione con un tipo. 15 giorni dopo ci ha ripensato perché dice di pensare ancora a lui blablabla.

Sento di aver fatto un errore e voglio imparare da esso. La causa potrebbe essere stata un peggioramento del mio game, un semplice ritorno al raziocinio da parte sua... o altro?

Link al commento
Condividi su altri siti

prieras
sedurre, etimologicamente parlando, è composto dal prefisso "SE" latino che indica divisione, partizione, allontanamento di una cosa dall'altra:

 selezionare

 seligere(scegliere)

 sezionare

 segmentare

 secernere

 segregare

 semovere(scostare)

 separare

e dal latino "dùcere" .. ovvero condurre (da cui duce.. condottiero)

quindi se-ducere ovvero: condurre separando.. inteso come condurre fuori dal cammino, dalla strada intrapresa

Sai, Jack, la tua interpretazione della parola sedurre mi sembra la migliore che abbia mai letto finora. Soprattutto la trovo in perfetta antitesi con l'interpretazione che alcuni hanno dato del termine "sedurre" spiegandolo come "condurre a se".

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^
Sento di aver fatto un errore e voglio imparare da esso. La causa potrebbe essere stata un peggioramento del mio game, un semplice ritorno al raziocinio da parte sua... o altro?

Probabilmente entrambe le cose! Un game non deve essere mai statico, quindi il tuo game non può essere peggiorato, ma non è evidentemente stato adattato ad un cambio di circostanze interne e esterne all'HB.

Cioè sostanzialmente non ti sei accorto e non sei riuscito, IMHO, a prevenire/aggirare il problema una volta che questo si è palesato. Ovviamente questo è molto facile a dirsi... ma a farsi richiede un'esperienza non da poco! :D

Ma l'esperienza è proprio quella che stai facendo! La prossima volta che ti capita uno scenario analogo, sapendo che questo è un risultato possibile, cercherai di coglierne i segnali premonitori con largo anticipo.

Link al commento
Condividi su altri siti

JackLoSquartaTope

.. attenzione che stiamo finendo off-topic

Mi permetto di nutrire però dei dubbi nell'etimologia della parola

sedurre. Se non erro viene dal latino se conducere cioè condurre a se...anche se è verosimile pure la tua versione (e funzionale alla spiegazione successiva), per questo, credo, potrebbe rientrare tra gli errori argomentativi (non necessariamente il se di separare ha il solito significato del se di sedurre)

Sai, Jack, la tua interpretazione della parola sedurre mi sembra la migliore che abbia mai letto finora. Soprattutto la trovo in perfetta antitesi con l'interpretazione che alcuni hanno dato del termine "sedurre" spiegandolo come "condurre a se".

giusto per puntualizzare, in realtà il termine "sedurre" in letteratura ha sempre avuto un'accezione negativa, perchè fondata in modo inscindibile sulla morale cristiana finalizzata al controllo delle masse attraverso l'asociazione del sesso al concetto di peccato

(ed infatti l'etimologia è latina e non greca e quindi già basata sul cristianesimo)

non a caso ad esempio si dice "seduzione del male", e non si può dire altrettanto "seduzione del bene", il diavolo seduce.. dio non seduce!!

quindi.. "condurre a se" è solo una parte del significato e non è in antitesi con il significato totale

ma come tutte le azioni (empiriche) necessitano di un mezzo e uno scopo (pragmatico) per essere calate nella realtà

e quindi basta chiedersi "come" e perchè.. ovvero a quale scopo?

(ed è con queste domande che si smaschera l'errore argomentativo, ovvero si testano le vere argomentazioni... come per la demagogia: "meno tasse per tutti" ----> si ma come?)

condurre a se --- > si, ma come? con che mezzo? perchè?

dal punto di vista della morale cristiana:

per l'uomo quindi (l'azione) "seduzione" è da intendersi come (lo scopo, il perchè) induzione all'atto sessuale (come, con che mezzo) con lusinghe, promesse e inganni ;

e da da parte della donna (l'azione) la "seduzione" è da intendersi come (come, con che mezzo) uso della bellezza (perchè, lo scopo) per ottenere qualcosa non necessariamente sesso, attrarre, manipolare, trascinare, ovvero distogliere dal bene, dalla retta via!

per concludere: nella società moderna, più libera sessualmente e più libera (attenzione non del tutto libera!) dalla morale cristiana, "sedurre" ha perso parte della sua valenza negativa etimologica..

quindi parlando in termini di semantica, (semantica sincronica ovvero che analizza il linguaggio considerandolo in un certo tempo, periodo storico, contesto sociale)

e in virtù dei recenti post di questi ultimi giorni riguardo il problema etico (ara in questo post, manux nel mio sull'errore argomentativo..) mi sento di dire che almeno per quanto ci riguarda

(e ricordiamoci che, senza presunzione, noi di IS siamo un punto di riferimento autorevole e nella nostra globalità, il più autorevole, riguardo la "seduzione" in italia)

siamo sempre attenti all'implicazione etica (o meglio morale laica.. cioè una morale autodeterminata e non imposta) delle nostre azioni nel "se-ducere" .. attenuando per quanto possibile tutta l'accezione negativa del termine

e per tornare in topic

- ovvero non giustificando il fine con il mezzo (donne sposate e skill avanzate)

- ovvero non complicando la vita altrui (sfasciare coppie per un close)

- ovvero non abbracciando e alimentando "il lato oscuro della forza".. cioè quella sensazione di onnipotenza che inevitabilmente si instilla dentro di noi quando ci accorgiamo del nostro vero potere persuasivo

ecc ecc..

per noi sedurre è bello e deve portare solo bene a chi seduce e a chi è sedotto

ecco che anche a me piace di più "condurre a se" (interpretazione semantica).. che "condurre fuori dalla retta via" (interpretazione etimologica)

perchè mi/ci rappresenta di più!

Link al commento
Condividi su altri siti

coral

Mi piace molto il discorso sull'eticità della seduzione :)

Personalmente mi son dato come ambito "tutte le donne tranne le occupate". Dato che so che la seduzione è prevalentemente un fatto inconscio preferisco non fare agli altri ciò che non vorrei venisse fatto a me. ;)

Artista si, stronzo no.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...