Vai al contenuto

[domanda]attract/rapport in serie o in parallelo?


trinciatop
 Condividi

Messaggi raccomandati

trinciatop

ciao ragazzi stavo riflettendo su una cosa.

(lo so.... lo dicono pure gli specchi :D )

spesso in alcuni metodi di seduzione

o in alcuni post del forum

sento parlare di attraction e rapport

come elementi separati e sento cose tipo

"se fai così distruggi l'attraction a favore del rapport"

etc etc e in realtà sono cose che condivido

o almeno condividevo perfettamente fino

a quando mi sono imbattutto in questo dubbio.

Premesso che ci siano tremila metodi di seduzione

al mondo diversi uno dall'altro e che ognuno

parli di cose diverse dalle altre ora vi spiego

su cosa riflettevo.

Leggendo qualche libricino moooolto divulgativo

di pnl e qualche manuale di marketing

ho scoperto che al di fuori del mondo della seduzione

il termine rapport viene utilizzato per indicare

"la giusta via" per entrare nella testa di qualcuno

e arrivare ad affascinarlo col proprio carattere,

insomma come dicono i bambini piccoli..diventare

"simpatici" a quella persona fin dal primo momento

(quindi rapport di CNV+rapport di PNL per esempio attraverso

rispecchiamento,guida,patterns evocativi,analisi del

body language della hb, vostro BL),

quindi in questo caso sembrerebbe che il rapport

sia una cosa fondamentale che in sè comprenda

anche dell'attrazione (insomma se siete simpatici

e sapete puntare alle emozioni...non c'è forse

neanche bisogno di riattaccare il telefono in faccia

ad una ragazza per farvi vedere che siete "un premio"

perchè lei già sarà così tanto interessata a voi

da accettare di uscire o addittura chiedervelo

lei stessa in casi rari).

Quindi io stesso riflettendo su questa cosa

e guardando le cose da questo punto di vista

pensavo che una giusta via per sedurre fosse

di puntare sempre al rapport (inteso come

capire quali sono le cose a cui la ragazza

risponde di più o insomma cosa la eccita/affascina

di più) e creare sempre attrazione IN PARALLELO attraverso

DHV sparso qua e là.

Ad esempio uscite con una ragazza,lei vi chiede

di prendervi un gelato e voi fate "ahhhh...

ma OGNI ragazza con cui esco mi chiede di prendere

un gelato proprio in questa gelateria...perchè

ANCHE TU pensi che lo facciano bene il gelato qui?"

in questo caso ad esempio anche se state

costruendo rapport attraverso una piacevole

chiaccherata, ogni tanto dicendo frasi del genere

generate anche dell'attraction dimostrando

che di ragazze ve ne siete inciufolate parecchie.

stessa cosa vale per lo street, se in quei 20

minuti di conversazioni sieti riusciti a "toccare"

qualche interruttore interno alla ragazza che le faccia

pensare di aver trovato un ragazzo simpatico con

cui ne vale la pena di fare una passeggiata lei

di sicuro accetterà di uscire più fermamente di una che

nel beneficio del dubbio magari accetta solo

perchè quel pomeriggio/o sera non ha nulla da fare

ma che volentieri vi darebbe buca alla prima

opportunità.

Insomma penso che rapport e attraction

debbano essere fatti contemporaneamente

in un sapiente miscuglio di emozioni e dhv

indiretto.

Qualcun altro ha mai avuto questo dubbio

o è d'accordo almeno in parte su quello

che dico??

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool

Questione molto sottile questa.

Certamente devono andare a braccetto, ma se il tuo valore rispetto alla HB si basa sul rapport c'è il fortissimo rischio che lei arrivi a pensare che "l'amicizia con te è troppo importante per rovinarla con una storia"

Questa cosa non è solo una scusa che le HB usano per allontanare gli AFC, ma è qualcosa di molto reale.

Nella testa delle HB l'uomo che loro vogliono non è un amico, ma un alpha. Un individuo che le possiede e le protegge perché è più bravo di loro, più furbo, più forte, più energetico, più capace. In sintesi, non è un pari ma per uno o più versi un essere superiore (questa espressione prendila con le pinze, ma certo se non è un pari non deve neppure essere un inferiore).

Il rapport di cui parlano gli esperti di PNL, la seduzione dei venditori, si basa sul principio opposto. E' la seduzione della fiducia che solo una persona uguale a te ti può generare.

"ho comprato la macchina da quel concessionario perché le sue figlie sono in classe con le mie alle elementari e, si, insomma, mi sembra una persona fidata"

"ho assunto da me quel manager perché quando l'ho conosciuto alla festa a casa di amici comuni mi è parso uno in gamba"

Il nepotismo, che tutti attaccano, è basato su questo principio: "ho dato il posto a quel ragazzo, anche se non ha esperienza, perché conosco bene suo padre ed è un uomo capace"

Ma se una HB pensa di te "è così simile che posso parlargli di tutto, gli ho raccontato del mio ex e lui ha capito la situazione, ero in crisi e lui mi ha aiutata a uscirne...", ciò che accadrà nell'arco di giorni o settimane è che la vedremo accoppiarsi con un qualche jerk conosciuto in discoteca. E quando, nel tentativo di fare una di quelle mosse che al cinema ci hanno detto che funzionano (e che non funzionano MAI!!) le andremo a dire "Ma perché ti sei messa con Mr.Jerk? Era così bello quando ci frequentavamo e pensavo che ci saremmo messi insieme un giorno di questi..." lei ci risponderà "insieme? io e te? ma se siamo come fratello e sorella!!" Situazione che in varie sfumature è capitata almeno una volta a tutti noi nella vita, credo.

Ora che in rapporto stanno rapport e attrazione?

Il rapport precede e sostiene l'attrazione.

La HB deve considerarci simpatici, fidati, interessanti, e quetso è rapport.

Ma la HB deve anche considerarci misteriosi, un po' stronzi, seduttivi, sexy, passionali, forti, superiori e questa è attrazione.

Vari PUA, lo stesso Ara, hanno scritto che l'attrazione sorge dall'interruzione repentina del rapport. Es.: conosco una HB, estraggo i suoi valori e le dimostro di essere uguale a lei, le chiedo il numero e lo ottengo sulla base del rapport, la invito fuori tutto carino e... all'ultimo minuto le do buca. La HB comincerà a chiedersi "ma se lui è come me, perché si comporta così? lo fa apposta o è un caso?". Il giorno dopo telefonata mia, inizio col rapport, la metto a suo agio, ma a un certo punto comincio a farla qualificare pesantemente (attrazione). Lei comincia a ridere (tipica reazione nervosa al qualifying da parte di chi sentiamo simile e quindi reputiamo inoffensivo).

Le dico "tra mezz'ora sono da te, preparati". Lei risponde cercando rapport "no oggi devo studiare, non posso mica cannare l'esame, tu capisci vero?" e io spingo sull'attrazione "oggi ho tempo, se no mi libero settimana prossima... dai preparati!" (da leggere: io sono più importante di te e del tuo cazzo di esame)

Ecco, adesso immagina sulla base dello stesso inizio che al primo appuntamento io mi sia presentato con in tasca un libro di cui le ho accennato quando l'ho conosciuta. Lei "ah, me lo presti?" e io "no è per te, un regalo..." lei "ohh, che carino!!!" e io "Ti va se andiamo al cinema?" e lei "si, dai, vorrei vedere il caimano" e io "wow, odio i film di moretti ma avevo proprio una gran voglia di vedere questo film! Dai andiamo!" e lei "ma piove!" e io "non ti preoccupare, ti riparo col mio corpo! " ecc. ecc.

Questa è la strada senza uscita, anzi l'autostrada al LJBF. Puro rapport, quasi mellifluo. La strada che moltissimi uomini imboccano pensando che porti alla passerina della HB (perché si sa ad hollywood le donne si innamorano sempre del più sensibile, attento, carino uomo che conoscono e mandano al diavolo lo stronzo... un'esempio per tutti? McFly di "Ritorno al Futuro"... ma per favore!!)

NB: in questo modello l'errore non sta nel regalo, nel film o nella pioggia ma nella somma di tutte queste cose, nella predominanza totale del rapport. Il rapport deve essere presente in qualche modo, ma essere bilanciato o predominato dall'attrazione, che dobbiamo alimentare tramite i nostri discorsi, il nostro atteggiamento, la nostra alphaness, col BL, col SP, col nostro valore percepito... da ciò che ci pare in base a come siamo fatti.

Una case history personale. l'ultima HB che ho chiuso è letteralmente circondata da AFC che la riveriscono. Quando ci siamo trovati mezzi nudi e mezzi vestiti a casa mia mi ha detto "tu non mi fai mai complimenti, penso di non piacerti". Fantastico non trovi? Lei tra tutti gli AFC che la riempiono di attenzione ha scelto di darsi a me che sono l'unico che queste attenzioni non gliele da (ovviamente ho anche creato rapport con lei, ma su cose slegate dalla sua bellezza o sensualità: gli hobby, il lavoro, la cultura, ecc. questo le ha lasciato il dubbio su ciò che io penso del suo fascino e avvenenza e sulla base di questo dubbio lei ha cominciato a provare attrazione per me...)

Urca, non mi dite, il solito post fiume di JDF!

L'argomento richiedeva attenzione però, spero di non aver annoiato nessuno ;)

JDF

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^
Mega-cut
Ultra-cut

JDF

Ciao,

l'idea che il rapport preceda l'attrazione inizialmente mi ha lasciato perplesso, poi leggendo meglio (soprattutto la frase: attrazione generata da interruzione di rapport) credo di avere capito. Effettivamente ci sono due tipi di attrazione: quella iniziale-istantanea e quella di medio periodo.

Il primo tipo di attrazione è quella dei primi 30 secondi, che si instaura con l'opener e le prime interazioni... ed è attivata dai soliti switch di cui parla molto bene DeAngelo. Senza di questa non è possibile alcun rapport, perchè semplicemente la HB non te lo lascia fare.

Ma poi, e finora l'ho sottovalutata e vi ringrazio quindi per avermici fatto pensare, esistono i "richiamini" - ovvero l'attrazione da alternare al rapport per evitare, appunto, il LJBF.

Era un po' che, causa assenza di JDF, non si parlava di "creazione di confusione" come elemento di attrazione, attrazione che consolida la successiva capacità di creare rapport.

Il rapport è un po', perdonatemela, come il colesterolo. C'è il rapport buono -quello che fa si che lei pensi a te non solo come un jerk ma come un potenziale LTR- e il rapport cattivo -quello che ti trasforma nel suo confidente schiavo-.

Thnx

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool
Il rapport è un po', perdonatemela, come il colesterolo. C'è il rapport buono -quello che fa si che lei pensi a te non solo come un jerk ma come un potenziale LTR- e il rapport cattivo -quello che ti trasforma nel suo confidente schiavo-.

E come il colesterolo fino a un livello X è positivo, oltre quel livello è negativo...

Consiglio agli anglofoni la lettura di questa pezzo illuminante, direttamente dal Bristol Lair

http://www.bristollair.com/innergame/under...ionversusvalue/

Il pezzo si intitola "attraction vs value" dove il value è molto molto vicino al nostro modo di intendere il rapport. Buona lettura!

JDF

Link al commento
Condividi su altri siti

superjhonny
 

....

JDF

Mi avevi già illuminato su questo punto, e, come per magia avevo capito quanto sbagliate fossero le mie convinzioni. Le LTR che ho avuto (e che ho) sono state il frutto di un vero e proprio barlume di PUING ne bel mezzo di una vita da AFC!!!

Ho perso il conto delle volte in cui mi sono sentito dire "per me siamo solo amici", ma non mi ero mai posto l'interrogativo principe: perchè??? Ho sempre dato per scontato che il colpevole era il destino che mi voltava sempre le spalle nei momenti cruciali, non avevo mai nemmeno lontanamente ipotizzato di essere io quello sbagliato, proprio perchè tutto sommato avevo qualche storia qua e là, capitata "casualmente". Ora che invece sto cominciando a vederci chiaro la prima cosa che mi salta all'occhio sono gli errori del passato, e gli atteggiamenti corretti, applicati inconsapevolmente, che stranamente :) avevano dato successo!

Credevo davvero che ad essere accondiscendente (senza sforare nello zerbinismo) avrei conquistato la mutandina, pensavo che l'amicizia fosse un gradino da percorrere per arrivare in cima alla scala del monte di venere, beh... Sbagliavo!

Soprattutto con una HB9 avevo sviluppato una amicizia particolare (a detta sua), in cui lei mi parlava del suo tipo (poi diventato ex) e in cui io ascoltavo ascoltavo ascoltavo senza fare niente per conquistarla, perchè pensavo che bastasse la mia presenza al suo fianco per farle credere di essere un compagno affidabile. Per dirla con le nostre parole... rapport, rapport nient'altro che rapport... e dove volevo arrivare? Esattamente dove sono arrivato: da nessuna parte!

Una cosa che ho notato quando ho capito questo meccanismo: ho cominciato ad applicare attraction ancor prima di avere una base di rapport, ancorché minima. Risultato: nessuno, anzi controproducente! Si rischia di passare per gli stronzi (negativi però!) e di perdere la HB definitivamente. Come sempre ci vuole un po' di sensibilità e di pratica per capire il sottile meccanismo che sta dietro a questo comportamento, ma una volta applicato correttamente i risultati sono visibili!!

Ultima considerazione... se ci pensate ogni HB che ci da l'opportunità di fare rapport (da street, clubbing, o da dove volete) ci permette di imboccare la strada che porta a sedurla, se non ci riusciamo è solo colpa nostra (o scelta nostra, perchè no!).

SJ

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool
Ultima considerazione... se ci pensate ogni HB che ci da l'opportunità di fare rapport (da street, clubbing, o da dove volete) ci permette  di imboccare la strada che porta a sedurla, se non ci riusciamo è solo colpa nostra (o scelta nostra, perchè no!).

Già, nessuno ha mai notato come nel momento in cui il rapport diventa troppo (è un momento ben preciso, di solito combacia con uno ST cannato o con qualche discorsone nostro sul rispetto e sul volersi bene) come nello sguardo della HB qualcosa si spenga?

Scena

ambientazione automobile - notte fonda - lui ha accompagnato a casa lei e la sta salutando

lui: sai è stato bello stasera con te

lei: si, anche per me

lui: sei stata splendida e ho scoperto in te una persona speciale, non ci sono altre donne come te in giro (aarghhhh!)

lei: (sguardo che comincia a cambiare, preoccupato) ... dai, esagerato...

lui: (non capisce perché lei non accetti il complimento, si innervosisce) ehehe no perché? è vero! (pausa e sguardo indagatorio) non credi? Sei davvero unica

lei: (raccoglie i pensieri due secondi... ecco lo ST ch arriva per verificare se lui ci fa o ci è) vabbe', è per merito tuo che sei così dolce e carino, un vero cavaliere...

lui: grazie, sai credo che le donne vadano trattate con rispetto e dolcezza (sorride e si sente fico, pensa che lei alla fine abbia riconosciuto il suo valore... insomma, ST cannato alla grande...) Be', adesso ti faccio andare a dormire che domani si lavora.

lei: ok, buona notte allora (il tono si è fatto da dolce a sbrigativo, lei sta già frugando nella borsetta in cerca delle chiavi di casa... segno inequivocabile della fuga in atto)

Lui si avvicina per baciarla, lei ha gli occhi persi nella borsetta, lui esita un istante, si accorge che lei sta pensando ad altro e intanto tra se e se sta valutando "la bacio sulle guance o sulla bocca?". Lei sfrutta l'esitazione per risolvere la cosa nel modo migliore, un bel bacio con schiocco al centro della guancia: Nella sua testa il pensiero "no, grazie, un altro zerbino proprio no!"

Lei: (apre la portiera) ciao bello, fatti sentire eh?

Lui: Ok, ti chiamo domani!

Lei: No, domani no che sono occupata, finisce che non ti rispondo... facciamo settimana prossima, magari, se non parto per il golfo persico...

Questa ipotesi può evolvere in nulla se lei non sente il bisogno di un buon amico maschio, o diventare una LJBF se lei da spazio per questa opportunità. E quando, dopo settimane o mesi lui, a fatica, visto che il BL di lei lo ostacolerà in ogni modo, riuscirà a tentare un *close lei risponderà "ehi, no, io e te siamo ottimi amici... non roviniamo tutto, ok?"

Ma tutto ciò nasce in un momento ben preciso. E' il momento in cui la HB sa che ci sta offrendo l'occasione d'oro, e farebbe tutto il peggio con noi, e noi preferiamo parlare di rispetto, parlare di amore, parlare di ex-fidanzate, insomma parlare e non agire. Cercare rapport e non attrazione. Cercare di farci dare valore quando lei ci darebbe più voilentieri le sue mutandine.

E non è il fatto di baciarla o meno, non è il *close il punto, ma muoverci contro i ritmi naturali dell'attrazione. Cercare rapport quando dovremmo fare attrazione, farle complimenti quando lei vorrebbe essere trattata un po' da zoccola, confermarla quando dovremmo sfidarla...

Se guardo nel mio passato i casi così sono stati davvero tanti... sigh!

JDF

Link al commento
Condividi su altri siti

superjhonny

Ah... bella la scena descritta... ed è una scena che si può facilmente evitare con un briciolo di intraprendenza in più durante la serata... Se si può infatti è meglio non aspettare la fine del day2 per arrivare al *close. Oltre a sembrare più padroni della situazione, si evitano i problemi di esitazione, una specie di riedizione della regola dei tre secondi... Comunque per ritornare alla questione di Trincia... direi che da quello che si è espresso rapport e attrazione vadano in serie... Magari con più HB in parallelo :D:D:D:D

SJ

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool
Ah... bella la scena descritta... ed è una scena che si può facilmente evitare con un briciolo di intraprendenza in più durante la serata... Se si può infatti è meglio non aspettare la fine del day2  per arrivare al *close. Oltre a sembrare più padroni della situazione, si evitano i problemi di esitazione, una specie di riedizione della regola dei tre secondi...

Sono d'accordo, a meno che la serata non diventi un lungo teaser delle nostre intenzioni e in questo caso aiuta alzare la BT creando molti quasi-*close e non arrivare mai al dunque. Un manuale di cinema che sto leggendo dice che la sorpresa negli spettatori non si genera mostrando qualcosa di inaspettato, ma continuando a non mostrare ciò che è aspettato. La tensione è nel killer che continua a fare capolino e non appre mai e non nel killer che appare di punto in bianco senza essere mai stato annunciato.

Così, se cominciamo a fare triangular gaze per farle capire che stiamo per *chiuderla e poi rimandiamo ogni volta, lei sarà in uno stato di eccitazione continua in attesa del bacio che alla fine arriverà...

Magari con più HB in parallelo :D:D:D:D

assolutamente si!!! :D Non vorrai mica cadere in oneitis proprio tu, pochi giorni prima dell'evento, vero?? ;)

JDF

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

superjhonny
Non vorrai mica cadere in oneitis proprio tu, pochi giorni prima dell'evento, vero?? ;)

JDF

:paura: :innocent: :-P

SJ

Link al commento
Condividi su altri siti

trinciatop

ragazzi innanzitutto :clap: :clap: :clap: per le risposte, mi hanno offerto tutte dei succosi spunti su molti aspetti che mi piacerebbe approfondire in maniera seduttiva. (anche se amici più vado avanti e più penso che

la roba da imparare è praticamente infinita :D chissà pure questo è forse

un sintomo di maturità) e soprattutto bentornato JDF...mi ricordo

ancora il post con cui mi hai dato il benvenuto insieme a prieras il mio primo giorno su i.s. dove mi spiegavi che dovevo comportarmi con una tipa come una rockstar e immaginare che lei fosse una mia groupie :D tuttora mi baso spesso su questo teorema. :-P

in ogni caso però ho notato che tutti o quasi tutti quando parlate di rapport

in un modo o nell'altro pensate alla dolcezza o al romanticismo o alla troppa confidenzialità amichevole o cose del genere e che se usato "troppo" ci faccia apparire needy e quindi ljbf.

io invece il rapport lo vedrei come qualcosa che deve essere per noi uno strumento per far pensare alla hb di aver trovato un ragazzo rarissimo.

Avete presente amici quando conoscete una persona e dopo pochi istanti vi sentite in immediata connessione con lei come se sapeste già che risposta lei dia ad ogni vostra domanda e come se lei a differenza delle altre persone che conoscete sia in grado di tirare fuori da voi le emozioni più forti che possiate provare o che addirittura nessuno vi ha mai fatto vivere. E così rendervi conto che quella persona è veramente quella che desideravate incontrare da anni e quando col passare dei giorni o dei mesi voi avrete passato insieme a lei del tempo,ripenserete al passato vi renderete conto che non potrete far nulla per rinunciare a quella persona e che non rinuncereste mai a quel legame misterioso e magico che si è creato con lei grazie ad una opportunità che il destino vi ha offerto nel momento che vi siete conosciuti in mezzo alla strada.

...ecco..quella persona misteriosa di cui parlo sopra è quello che voglio essere io per una ragazza.

E' questo il tipo di rapport che intendo io. Rapport profondo che scava

nelle emozioni (e perchè no anche nei meandri della sessualità che ancora

nessuno è riuscito a portare fuori)rapport di pnl se così si può chiamare

(anche se le nozioni di pnl che si usano in seduzione sono mooolto

diluite rispetto a quelle scientifiche professionali)

A questo rapport "magico" ottenuto con suggestioni,domande, dialoghi bellissimi,però non bisogna mai rinunciare alla attrazione

e come mi avete fatto notare tutti e come anche proponevo io bisognerebbe creare un giusto equilibrio tra le due cose fin dal primo momento e fino alla fine.

Per mancanza di tempo non posso rispondere singolarmente a tutti ma per esempio trovo ottimo l'esempio del killer di JDF sulla tensione emotiva, ottima la "teoria del colesterolo" di ^X^ per esemplificare i rapporti di reciprocità tra attr/rapp e ottimo il discorso che faceva SJ su quando puntando solo esclusivamente sull'attrazione non aveva risultati soddisfacenti esattamente come quando faceva solo rapport.

E queste sono solo poche cose che ho citato dei vostri post solo per mancanza di tempo...ma in realtà di buone idee e critiche me ne avete date molte di più di quelle che ho appena riportato ;) grazie ragazzi sta uscendo fuori un bel 3d.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...