Jump to content
Dufresne

Aprire uno studio legale

Recommended Posts

Dufresne

Un mio amico è da poco diventato avvocato e,siccome le varie proposte di lavoro presso studi legali non lo soddisfano (persino lo studio dove ha fatto la pratica non è disposto a tenerlo) e da parte ha un piccolo gruzzoletto, stava pensando di aprire uno studio per conto proprio.
Stava pensando di acquistare un immobile da adibire appunto a studio,in una città di 50 mila abitanti.
Il budget che ha a disposizione è di circa 150 mila euro, aumentabili fino a 200 mila tramite un prestito dei genitori (prestito del quale possibilmente però farebbe volentieri a meno).
Mi ha chiesto alcuni consigli, io però non sono molto esperto nel settore.
So solo che oggi di avvocati ce ne sono tantissimi e aprire uno studio senza esperienza mi sembra un po' avventato.D'altra parte però a lavorare alle dipendenze si prendono quattro soldi da come mi ha detto.
Per il momento gli ho suggerito di trovarsi almeno un socio in maniera tale da ammortizzare le spese,ma lui preferisce "far da sè" ed inoltre non avrebbe nessun potenziale socio.
Altri gli hanno suggerito di rinunciare all'acquisto e di pagare un affitto,per avere più liquidità.
Le spese che più lo preoccupano sono quelle relative alla segretaria.
Voi che mi dite?qualcuno ha esperienza nel settore?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magic Mike

Prima deve trovare i clienti, poi se ne ha davvero bisogno si prende la segretaria....

Strano che dopo la pratica e lo studio non abbia ancora notato che ci sono molti avvocati che fanno da se e non hanno bisogno dell'aiuto di nessuno... si può rispondere alle chiamate anche da soli...

Comprare un immobile da adibire ad ufficio.... non mi sembra molto conveniente...

dovrebbe prima avere un giro di clienti e poi vedere cosa fare (ed inizialmente megli andare in affitto secondo me)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dufresne

Prima deve trovare i clienti, poi se ne ha davvero bisogno si prende la segretaria....

Strano che dopo la pratica e lo studio non abbia ancora notato che ci sono molti avvocati che fanno da se e non hanno bisogno dell'aiuto di nessuno... si può rispondere alle chiamate anche da soli...

Comprare un immobile da adibire ad ufficio.... non mi sembra molto conveniente...

dovrebbe prima avere un giro di clienti e poi vedere cosa fare (ed inizialmente megli andare in affitto secondo me)

Sì lo sa..infatti anche io gli ho detto che almeno all'inizio può rinunciare alla segretaria.

Però dice che uno studio senza segretaria non offre una buona immagine e che trovarsi a rispondere al telefono magari mentre si è a colloquio con un cliente è "poco professionale".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dufresne

Prima deve trovare i clienti, poi se ne ha davvero bisogno si prende la segretaria....

Strano che dopo la pratica e lo studio non abbia ancora notato che ci sono molti avvocati che fanno da se e non hanno bisogno dell'aiuto di nessuno... si può rispondere alle chiamate anche da soli...

Comprare un immobile da adibire ad ufficio.... non mi sembra molto conveniente...

dovrebbe prima avere un giro di clienti e poi vedere cosa fare (ed inizialmente megli andare in affitto secondo me)

Come mai comprare un immobile non ti sembra conveniente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

^X^

Come mai comprare un immobile non ti sembra conveniente?

Perché l'affitto lo detrai dal fatturato come costo, quando acquisti come privato no, perché non è la tua prima casa. O almeno mi sembrava fosse così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcord

Io non comprerei l'immobile a meno di ritenere che l'acquisto in sé (per tutte le eventuali ragioni del caso) possa essere un buon investimento.

Diversamente non lo comprerei perchè non sa se la sua attività come professionista indipendente avrà successo oppure dovrà cambiare strategia ...

In questa seconda ipotesi si ritroverebbe a dover rivendere e (salvo improbabile importante rivalutazione a breve) si troverà ad aver perso le somme relative ai costi di acquisto e rivendita ...

... cioè commissioni di agenzia in acquisto e in rivendita, imposta di trascrizione e catastali varie e parcella studio notarile per il solo acquisto, eventuali lavori di ristrutturazione, eventuale iva se acquisto da costruttore, eventuale differenza di prezzo al ribasso ...

Potrebbe optare per un contratto di affitto con eventuale acquisto a termine e con imputazione delle rate di affitto al prezzo di acquisto dell'immobile ...

Escluderei anche la segretaria, almeno per i primissimi tempi ...

Edited by Marcord

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dufresne

Io non comprerei l'immobile a meno di ritenere che l'acquisto in sé (per tutte le eventuali ragioni del caso) possa essere un buon investimento.

Diversamente non lo comprerei perchè non sa se la sua attività come professionista indipendente avrà successo oppure dovrà cambiare strategia ...

In questa seconda ipotesi si ritroverebbe a dover rivendere e (salvo improbabile importante rivalutazione a breve) si troverà ad aver perso le somme relative ai costi di acquisto e rivendita ...

Beh non è detto, lo può comunque tenere e darlo in affitto.

I prezzi degli immobili poi sono davvero bassi in questo momento.

Comunque c'è qualche avvocato o qualcuno dell'ambiente in questo forum?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcord

Sì certo, non è che se spende 150 mila € in un immobile sono soldi buttati ...

... sono immobilizzati ... se sono immobilizzati bene dipende da quanto bene lo compra e da come andrà il mercato nel futuro ...

Però partiamo dall'idea che il suo scopo principale sia fare l'avvocato

Diciamo che io sono nell'ambiente, ho studiato giurisprudenza e ho fatto il tirocinio per un po' ... poi ho cambiato direzione ...

E' un momento difficile della professione perchè in parte risente ovviamente dell'andamento economico generale del sistema ...

... ma soprattutto dell'esplosione numerica della categoria ...

Alla fine degli anni '90 gli avvocati in Italia erano 70/80 mila, un numero che era cresciuto a partire dai 40/50mila del primo dopoguerra con lenta costanza e in adeguata, per non dire favorevole, proporzione alla crescita economica e demografica del paese ...

Adesso sono 250 mila

E' facile capire che di questi 200 mila in pratica sono "giovani" (ipotizzando un residuo di 50mila o poco più di coloro che erano già avvocati a fine anni '90)

Avvocati di mia conoscenza "della vecchia guardia" che hanno una clientela economicamente elevata si difendono ancora, per gli altri è dura ...

Conosco un paio di avvocati decisamente in là con l'età che, da appassionati di motori, negli anni '80 (considerati anni d'oro per la categoria) sono andati in giro in 308, 328 e Testarossa ...

... oggi, dopo un altro quarto di secolo di carriera, pur mantenendo un livello economico più che soddisfacente, il tenore di vita dell'epoca l'hanno dovuto nettamente abbandonare ...

Edited by Marcord

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jumpy

Prima deve trovare i clienti, poi se ne ha davvero bisogno si prende la segretaria....

Strano che dopo la pratica e lo studio non abbia ancora notato che ci sono molti avvocati che fanno da se e non hanno bisogno dell'aiuto di nessuno... si può rispondere alle chiamate anche da soli...

Comprare un immobile da adibire ad ufficio.... non mi sembra molto conveniente...

dovrebbe prima avere un giro di clienti e poi vedere cosa fare (ed inizialmente megli andare in affitto secondo me)

Una delle mie più intime... ehm... amiche è avvocato infatti... e lo studio se lo porta avanti da sola.

Ha avuto tirocinanti e collaboratori: mi dice che, tolto qualcuno, negli ultimi anni le capitano tirocinanti che son più d'intralcio che altro.

Vive in affitto e ha studio in affitto: nel corso degli anni ha cambiato studio e casa dove più le conviene in base al giro di clienti e per gli spostamenti, mantenendosi in un range di 50-100km dalla sua città.

Anche a me non sembra l'unico avvocato che fa così, tien però presente che, per il voler gestir tutto da sola, ha tempo libero zero dal lunedì al venerdì... ma a suo parere è tutto guadagnato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dufresne

Sì certo, non è che se spende 150 mila € in un immobile sono soldi buttati ...

... sono immobilizzati ... se sono immobilizzati bene dipende da quanto bene lo compra e da come andrà il mercato nel futuro ...

Però partiamo dall'idea che il suo scopo principale sia fare l'avvocato

Diciamo che io sono nell'ambiente, ho studiato giurisprudenza e ho fatto il tirocinio per un po' ... poi ho cambiato direzione ...

E' un momento difficile della professione perchè in parte risente ovviamente dell'andamento economico generale del sistema ...

... ma soprattutto dell'esplosione numerica della categoria ...

Alla fine degli anni '90 gli avvocati in Italia erano 70/80 mila, un numero che era cresciuto a partire dai 40/50mila del primo dopoguerra con lenta costanza e in adeguata, per non dire favorevole, proporzione alla crescita economica e demografica del paese ...

Adesso sono 250 mila

E' facile capire che di questi 200 mila in pratica sono "giovani" (ipotizzando un residuo di 50mila o poco più di coloro che erano già avvocati a fine anni '90)

Avvocati di mia conoscenza "della vecchia guardia" che hanno una clientela economicamente elevata si difendono ancora, per gli altri è dura ...

Conosco un paio di avvocati decisamente in là con l'età che, da appassionati di motori, negli anni '80 (considerati anni d'oro per la categoria) sono andati in giro in 308, 328 e Testarossa ...

... oggi, dopo un altro quarto di secolo di carriera, pur mantenendo un livello economico più che soddisfacente, il tenore di vita dell'epoca l'hanno dovuto nettamente abbandonare ...

Sai il mio amico non ha in mente di andare in giro in testarossa,obiettivo comunque ormai quasi irrealizzabile per qualunque avvocato di provincia.

Da quello che mi pare di intuire il suo obiettivo principale è essere autonomo, avere il suo piccolo studio da gestire come vuole (per quello niente soci, anche se secondo me cmq un socio ci vuole) e guadagnarsi quei 2000/2500 euro al mese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

Utilizziamo i cookie 🍪 per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.