Vai al contenuto

fuori frame o cosa?


xyz-79
 Condividi

Messaggi raccomandati

xyz-79

CIao PuaS!

é da piu di una settimana che ho il frame piccolo come un moscerino,le conseguenze si fanno sentire.

Cause bho...

Sarà il C&B dell'hbmail forse,ma tutto si ripercuote a cascata.

L'ug6 del post :" i giochi cambiamo " l'ho rincontrata,e in quel frangente ho condotto un game tale da vanificare quello nel post...;mi son salvato in calcio d'angolo 2 giorni dopo (day2 bis) non cannando gli st e con qualche neg.

Il tutto in 5 min... mi aveva chiesto poi di pranzare insieme;ho accettato,ma poi le ho tirato buca.Una buca non per fare un Push,ma xche un po depresso...

Un altro giorno apro sul terno un hb8 con opern direct raggiungo il punto d'aggancio un po di dhv ,ma poi lascio cadere la conversazione...non avevo voglia.Ero scocciato e annoiato.

Idem per la mia prima hb9,7 aperta in vita mia...l'unica soddisfazione è stato lo sguardo e la faccia dei fighetti (di cui non ho mai fatto parte ,purtroppo)che da afc commentavano sull'hb ma a distanza senza aprirla;quando l'ho aperta si sonoo ammutoliti e un po straniti.

cosi altri 4 casi...in cui arrivo ai minimi...mi fermo e perdo interesse dopo l'open.

Oggi al corso dopo aver creato rapport , trust e estract ,ma senza intenzione(pero ne ero consapevole),con un hb6,5( BL e EC molto favorevoli e altri iois)lei mi dice:"Sai io sono timidia,pero prima ero peggio....".

Vedendo un po piu in la...la interrompo,mi viene da dire:"Sai qui al corso se vai un po oltre alla scorza iniziale,ci sono persone davvero speciali,delle perle.."mi giro e la neggo con BL

Premetto che al corso siamo in tot 15 di cui 11 hb e 4 boys...e tranne uno ho teoricamente avrei campo libero....

Cmq Lei riprende :" sai sono un po timida..."

La interrompo e mi ripeto: "Sai qui al corso se vai un po oltre alla scorza iniziale,ci sono persone davvero speciali,delle perle"mi giro e la neggo con BL

silenzio tombale quando eravamo seduti vicino dopo ,causa ripresa lezioni,non ho fatto nulla nonstante una sua timida e fievole disponibilita.

Strano scrivendo questo post e ricordando queste cose mi si è fatto questo pensiero:"hb,caxx0 volete da me?...andate a ....uff."

non so che mi sta succedendo e dire che meno meno di 7 gg fa avevo il frame a palla e mi stavo traducendo l'mm3 con tutte le difficolta che mi comporta dato il mio inglese livello zero.Mi facevo gli schemi , i diagrammi...

A voi è successo?

:rolleyez:

Link al commento
Condividi su altri siti

Pifferaio magico

Mi viene in mente, ma non so se è il tuo caso, una trappola in cui ognitanto cado.

Ci sono delle volte che le cose vanno a gonfie vele, e ovviamente, è naturale compiacersi per questo. il problema è che in tutti i processi di apprendimento procediamo, come inevitabile che sia, tramite fasi oscillanti, due passi avanti, uno indietro. a volte immagino un andamento sinuosoidale dove man a mano che si avanza nel tempo i picchi verso il basso (negativi) sono sempre meno intensi di quelli positivi. ma al di là delle mie strambalate rappresentazioni mentali, a volte mi succede che se non tengo in conto tutto ciò, vivendo un momento di "picco positivo" tendo a credere che quello ormai sia il mio nuovo standard raggiunto, e perciò, quando ottengo di nuovo un certo tipo di fallimenti, per un motivo o per l'altro (non siamo, perfortuna, padroni totali della nostra realtà) mi demoralizzo, resto deluso di me, non comprendendo invece che anche se apparentemente va peggio, in realtà sto comunque (e forse anche di più) crescendo, migliorando. E' come se mi facessi intrappolare da una serie di successi raggiunti.

Me ne rendo conto perchè poi quando devo scendere sul campo e replicare tutto ciò (che si tratti di un day2, di una sargiata, o dell'invito ad una festa da parte di un amico) sento come un ansia, che a ben dire, definirei "da prestazione", ansia che ovviamente non era presente le volte che ho prodotto quei risultati, ecco che inconsapevolmente si è instaurata una piccola macchia nera nel Frame di sempre.

Assurdo he?..

Forse neanche troppo, in fondo ognuno ha su di se delle aspettative, e ognuno e più o meno un giudice severo di se stesso.

In questi momenti mi viene utile tornare a vedere le cose in una visione di insieme, abbassare il mio ego, rendermi conto che mi trovo in una fase di apprendimento, che (perfortuna) sono la virgola di una riga e non il suo punto.

Allora tutto ritorna al suo posto, e mi rendo conto che non c'è di nuovo niente da perdere. allora posso fare quel numero di telefono e fissare quel day2 fregandomene se poi non mi mostrerò congruente col day1, perchè in fondo, questa è una skill che sto costruendo, e quel day2 mi serve proprio a questo :).

In bocca al lupo per il tuo frame ;).

(scusa per la sintassi un pò strampalata ma sono ore che traduco dall'inglese all'italiano. :look: )

Link al commento
Condividi su altri siti

xyz-79

Il tuo post utilissimo mi fa venire in mente queste considerazioni, le scrivo di getto.

Il primo ostacolo che ho dovuto superare è stato capire emotivamente che agganciare il nostro valore al risultato è errato,perche diventiamo dipendenti e insicuri,e poco stabili col frame.

Oscillavo come un pendolo dal good frame al bad frame...

Noi siamo noi e il risultato finale è la sommatoria di tante variabili derivante dal nostro comportamento dal contesto e dall'hb.

Sono ancora algli inizi ,ma credo che il puing inizia col prendere atto di queste variabili e modificarle a nostro favore in funzione dell'obbiettivo.

Con la pratica processi e dinamiche cioe variabili diventano note...ma non sempre controllabili fino in fondo.

Pensiamo di aprire un 'hb sconosciuta che è appena venuta da un funerale o un'hb lesbica...quante probabilita di risultato positivo abbiamo? Poche.

Probabilita di risultato negativo?Molte!

Dipende da noi?al 90% credo di no.

Esempi estremi,ma attenzione a non cadere nella trappola degli alibi che diamo a noi stessi.

Poi ero troppo orientanto al risultato immediato;

Le cose sono migliorate ,quando ho incominciato a vedere il tutto come l'allenamento all'omino di legno,prendere confidenza e incominciare a provare le cose,mi allenavo...non mi fregava dell'hb e del singolo risultato,consapevole dei piccoli mattoncini che mettevo l'uno sull'altro.

Nello stesso tempo,ogni mattoncino aggiunto da un lato mi dava scioltezza maggiore facendomi avvicinare ai miei obbiettivi di crescita personale,ma dall'altro incominciava a svanire quella rabbia nei confronti delle hb , quell'autostima-zero che avevo dentro e quella mia incapacita di relazionarmi con gli estranei.

Nessun orientamento al singolo risultato,solo un approccio dinamico alle relazioni sociali dove siamo sistemi aperti (nessun uomo è un' isola) e creando opportunita il next one ne diventa un corollario.

Siamo persone non siamo macchine dove accendi l'interruttore e 3,2,1 e bam!!!

grazie di avermi ricordato che il passo indietro è normale,lo voglio considerare come un'incubazione come il baco e la farfalla!!!

Quando mi avvicinai alla comunita avevo rabbia contro le hb perche loro potevano decidere,scegliere e filtrare con naturalezza e leggerezza a 360 gradi e anche la piu ugly credeva di avere un valore piu alto del mio.

Rabbia contro me stesso perche non sapevo farmi “rispettare” e sopratutto mi sentivo un essere asociale da isolare e ingabbiato in cio.

E' sparita parecchia di quella rabbia e il mio relazionarmi con le hb ha molto meno paronoie e autolimiti,ma quello che mi stupisce è che ho incominciato per un attimo a scegliere a decidere a dire no alla prima mal capitata che mi cerca e che “ mi accetta” ,intravendendo il mio ruolo attivo e vedendo le girl nel mondo come potenziali hb al mio fianco;Oggi non mi sento piu asociale da isolare,e il metteremi in gioco e a nudo ,facendo le opportune differenze,oggi mi risulta possibile.

A questo punto,non posso fermarmi,non voglio,sono vicino a quelli obbiettivi ce mi fecero avvicinare alla comunita,ma credo che debba ritararli per ritrovare la motivazione di andare avanti.

Per ora aggiungo una parolina importante al mio meta frame principale:”Nessun orientamento al singolo risultato,solo un approccio dinamico alle relazioni sociali e SESSUALI dove siamo sistemi aperti (nessun uomo è un' isola) e creando opportunita il next one ne diventa un corollario.

Perdonatemi se sono andato ot,ma scrivendo è come se avessi fatto un po di luce in me stesso.

Spero che questo post arricchito con i vostri feedback possa essere d'aiuto a me e a tutti perchè c'è tanta aria fresca da respirare fuori :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...