Vai al contenuto

Template per email PNLlosa


^X^
 Condividi

Messaggi raccomandati

^X^

Ciao a tutti,

in questi giorni sto ragionando molto sullo strumento email, sui pregi e sui difetti.

Leggendo vecchi post (uno fra tutti questo sul pace-lead di John Difool: http://www.italianseduction.club/forum/showt...read.php?t=1213) mi è venuto in mente di strutturare un Template che mi costringa a riflettere molto bene prima di scrivere alcunchè, e che mi tenga incanalato nella giusta direzione mentre scrivo.

I danni maggiori li ho infatti compiuti rispondendo di getto, andando in iperconfidenza sulla mia capacità di scrivere bene. Un conto è infatti scrivere bene, tutt'altro invece è scrivere in modo efficace al nostro scopo.

Visto che l'email non mi permette di avere feedback immediati e soprattutto in tempo reale, è secondo me necessario fare alcune ipotesi e predisporre dei piani di emergenza in caso di fallimento.

Mi spiego meglio: è ovvio che qualunque ipotesi può non essere quella giusta, ma anni e anni di lavoro in consulenza mi hanno insegnato che in assenza di dati certi (in questo caso la mancanza di feedback in tempo reale che possano guidare la conversazione) è molto meglio un'ipotesi errata che nessuna ipotesi.

Quindi, fatte le opportune premesse che dipendono dal contesto, è necessario ragionare sul best case scenario, ovvero l'obiettivo a cui sto mirando... senza però tralasciare il worst case scenario, ovvero la possibilità che le cose vadano storte.

Vi propongo quindi una bozza del mio template, sono curioso di sapere cosa ne pensiate. Per essere disciplinati, secondo me, occorre riempire per iscritto tutte "le caselle" prima di scrivere il messaggio vero e proprio.

[PRECONDIZIONI]

Da cosa è scaturito il desiderio di spedire questa email? Primo contatto dopo @close o risposta ad un'altra email?

[iPOTESI]

Qual'è il più probabile stato d'animo del ricevente? A che ora leggerà? Sarà sul lavoro o a casa? potrà rispondere subito?

[OBIETTIVO]

Perchè sto scrivendo questa email? Dove voglio guidare il ricevente? Cosa voglio farle provare?

[MISURA OBIETTIVO]

Come capirò se questa email ha prodotto gli obiettivi prefissati?

[CONTINGENZA]

Cosa farò se la email viene interpretata in modo molto differente da quanto mi aspetto?

[MESSAGGIO VERO E PROPRIO]

[PACE]

[PACE]

[PACE]

[LEAD]

[PACE]

[PACE]

[LEAD]

[LEAD]

[PACE]

[LEAD]

[LEAD]

[LEAD]

[LEAD]

[LEAD]

[LEAD]

[LEAD]

Link al commento
Condividi su altri siti

SIRCIARLY

Ottimo, io ti posso dirti due o tre cose che magari possono essere utili su questa fase da te descritta:

[iPOTESI]

Hai detto bene, bisogna ipotizzare che impatto avrà questa mail su ricevente. Non è da sottovalutare l'ora in cui si invia. infatti ci sono i pro e i contro di inviarla negli orari lavorativi.

Per esempio leggo la mail a lavoro, sono nei 5 min di svago ho fretta la leggo velocemente e non gli dò molto peso. Magari l'abbiamo scritta bene ma una lettura veloce non permette al ricevente di comprendere il vero significato della nostra mail.

Potrebbe anche però essere un toccasana;mettiamo che il ricevente si sta annoiando a lavoro, và sulla sua posta elettronica e vede il nostro messaggio, potrebbe rianimarla, a quel punto risponderà più volentieri.

Di sicuro è da evitare la posta mattutina, per esperienza tutte le mail che mi arrivano di mattina non le leggo mai con la giusta attenzione.

Ovviamente tutto IMHO, cmq in linea di massima se si crea un buon rapport si riesce a capire il momento giusto per inviare la mail...

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Bene, ne ho giusto preparata una seguendo il template e il suggerimento di SIRCIARLY.

Per me è un grande rischio pubblicarla qui, perchè il destinatario -dopo essere diventata la donna della mia vita- potrebbe scoprire tutto e mandarmi al diavolo.

Per cui, tesorino, se stai leggendo mi raccomando: il messaggio è: cavolo, guarda in che modo intelligente si è impegnato a conquistarmi, cercando di interpretare i miei più profondi desideri, questo si che è un uomo! :cool:

Scherzi a parte...

[PRECONDIZIONI]

Sto rispondendo ad una email inviata da lei; è la sua seconda email dopo qualche scambio di commenti sui rispettivi blog, e si sta qualificando in modo leggero.

[iPOTESI]

Sarà annoiata dal lavoro, se gliela mando durante l'orario lavorativo posso ottenere due risultati: un sollievo momentaneo dalla routine ma anche l’abbinamento di me a qualcosa di spiacevole. Meglio spedirla di sera, ci sono due possibilità: la vede da casa oppure come prima cosa domani mattina: scenario più gestibile.

[OBIETTIVO]

Farle provare affinità e desiderio di approfondire la conoscenza, spingerla a farmi domande dirette alle quali risponderò attraverso evocazioni. Farle nascere il desiderio di incontrarmi. Generare sensazioni positive (energetiche). Scalare: evitare di rimanere intrappolati in infiniti scambi di email.

[MISURA OBIETTIVO]

Tempo di risposta (entro un giorno), presenza di IOI e di domande dirette nella sua prossima email.

[CONTINGENZA]

Freeze-out, ovvero riprendo a frequentarla tramite commenti sul suo blog per un paio di settimane. Poi riapro i giochi con una altra email contestuale.

[MESSAGGIO]

[PACE]

Ciao S.,

nel mio ufficio al mattino si sta bene e freschi,

[PACE]

ma quando arriva a battere il sole, bello alto anche qui, inizia a fare un bel po’ di caldo:

[PACE]

potresti tenere bollente il tuo orzo semplicemente appoggiando la tazza vicino al vetro della finestra!

[LEAD]

Scambiare email con te crea comunque un angolo di armonia nella giornata.

[PACE]

Il tuo punto di vista sulla centralità di noi stessi come responsabili delle nostre interazioni con le altre persone mi piace, è un atteggiamento che appoggio su tutta la linea.

[PACE]

Se più persone la pensassero così, ci risparmieremmo molti fraintendimenti e molte lotte emotive che producono un gran spreco di risorse.

[LEAD]

Dovremmo approfondire questo concetto, perchè un conto è essere superficialmente d’accordo, un altro è comprendere ad un profondo livello i pensieri dell’altro o dell’altra.

[LEAD]

Per fare questo è necessaria una connessione più emotiva che razionale, e paradossalmente questo è più facile che accada tra sconosciuti che non tra intimi amiconi!

[PACE]

Mi scrivi che hai aperto il blog per lagnarti un po’ con un pubblico genericamente non coinvolto, in modo da non stressare troppo gli amici??? ehehh

[LEAD]

Però come vedi, il tuo tentativo di essere “distante” usando la lingua inglese ti ha portato a far avvicinare persone a te affini nella loro totale diversità.

[LEAD]

Credo che questa sia la vera potenza del medium Internet, che ogni anno diventa sempre più sofisticato. Consente di sperimentare sfaccettature di noi molto differenti; non fraintendermi: non maschere diverse, ma enfasi di parti della nostra vera personalità.

[LEAD]

Non amo particolarmente infatti chi su internet finge di essere ciò che non è davvero.

[LEAD]

Anni fa ne ho incontrate tante di persone così, e questo è il motivo per cui generalmente adesso preferisco guardarle negli occhi prima di iniziare a sentirmi davvero coinvolto in una comunicazione interpersonale.

[LEAD]

Ma parliamo di zen! Effettivamente il genere Death/Black Metal non è un gran generatore di rilassamento e non stimola granchè la meditazione.

[LEAD]

Fornisce invece una grande energia quando è accoppiato al Taichi, sembra che io sia l’unico a fare questa cosa strana, ma su di me funziona alla grande! In quei momenti mi sento davvero connesso con il mondo circostante e pieno di entusiasmo.

[LEAD]

Mi racconti invece come tu riesci a generare sensazioni positive? Come le visualizzi e soprattutto, come le fermi dentro di te?

Ora ti saluto perchè voglio fuggire presto dall’ufficio, la serata è dedicata alla palestra e soprattutto alla sua zona termale.

Buona serata

Graditissimi commenti sui contenuti... per me è una prova!

Link al commento
Condividi su altri siti

keener

Secondo me ^X^ hai trascurato un elemento, direi un sotto-punto della sezione [iPOTESI].

Cioè, il momento stesso in cui la tipa, sia dal programma di posta che dall'interfaccia web, vede che ^X^ le ha scritto credo che il suo primo pensiero sarà "Ma chi è ^X^ ?!?!?!" e la mente tornerà indietro all'interazione avuta con te. E questo, IMHO, avrà particolare valore se la tipa la legge di fretta, perchè in quel caso può dire "Aaaaaaaaahhhhhhhhh, ^X^, quel ragazzo (inserire aggettivo preferito della HB in tema di uomini :) ) che ho incontrato sabato sera, dopo gli rispondo con calma...."

Quindi, nel tuo schema, dove pensi di mettere un riferimento all'interazione avuta con lei ?

Ovviamente quanto scrivo credo si possa applicare SOLO alle persone che non conoscevi prima di aver @-chiuso, se la persona a cui scrivi già la conoscevi da tempo, il discorso mi sa che è un po' diverso...

HTH (Hope This Helps)

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Ciao K,

non ho capito se ti riferisci al modello generale, e allora quello che dici fa parte delle precondizioni, oppure se ti riferisci all'esempio che ho fatto.

Link al commento
Condividi su altri siti

^X^

Per chi fosse curioso: ha risposto stamattina! :metal: :metal:

A questo punto la conversazione è passata sul personale, e quindi non riporterò ulteriori evoluzioni (a meno che non si passi al concreto).

Posso però raccontarvi che:

1) La sua risposta ha una strutturazione simile alla mia

2) Non ha particolari IOI ma sostanzialmente ricalca tutte le idee che ho espresso, quindi molta qualifica per darmi ragione

Da questo deduco che comunque è entrata nel mio frame.

Ricordo che gli obiettivi erano:

1) Farle provare affinità e desiderio di approfondire la conoscenza. Raggiunto

2) spingerla a farmi domande dirette alle quali risponderò attraverso evocazioni. Non raggiunto

3) Farle nascere il desiderio di incontrarmi. Non posso dedurlo dalla risposta, anche se si è qualificata sul fatto che mi ha scritto da una email nell a quale è presente il suo nome e cognome

4) Generare sensazioni positive (energetiche). Raggiunto

5) Scalare: evitare di rimanere intrappolati in infiniti scambi di email. Non essendoci suoi open loop, non so come interpretare.

Cosa ho capito? Che mi ero posto troppi obiettivi insieme! Probabilmente allo stato attuale della conoscenza avrei dovuto limitarmi a quelli che poi ho effettivamente raggiunto (1) e (4), oppure andare deciso su (3).

Infatti ho usato lo schema PPPL-PPLL-PLLL-LLLL per far passare 4 messaggi diversi a seconda della loro importanza relativa... quanto più vedevo difficile il messaggio tanto più lo spostavo nella quartina successiva.

Invece avrei dovuto isolare un messaggio solo nell'ultima LLLL, e usare le altre 3 quartine per introdurre l'argomento in modo semplice...

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool

Un commento al volo, visto che sta settimana sono davvero presissimo dal lavoro.

Caro X, troppi troppi troppi lead differenti!!

La struttura è buona e il template può certamente funzionare, ma devi focalizzare assolutamente. Il tuo lead deve centrare un solo fondamentale aspetto dell'interazione.

Nel tuo lead la cerchi di convincere:

- della necessità di conoscervi

- del valore di internet

- del tuo desiderio di sincerità online (!?)

- del valore del metal affiancato al taichi (gulp!!)

e infine usi un lead per farle domande su di lei...

ora, a che ti serve tutto ciò???

Concentra le attenzioni su un solo argomento e bombardala come gli USA sull'iraq. Scegli qualcosa di vitale, di emotivo, di profondo e prendilo da ogni lato, da ogni sfumatura. Hai parecchie spazio per farlo.

Quali argomenti? il tuo valore, il cogliere le occasioni, il vivere la vita con intensità, il godere delle cose nuove. Oppure un valore che le hai estratto e con cui vuoi associarti... Se sei in grado di utilizzare il point2self scritto puoi fare lead sui suoi valori o su valori condivisi. Un esempio: "Ci sono persone che rispettano la vita sopra ogni altra cosa e sono capaci di amore universale. Io, ad esempio, credo che...".

Il "Io" piazzato subito dopo la definzione del valore a cui vuoi associarti crea un legame tra te e il valore, un po' come il point2self nella comunicazione verbale (quando, mentre descrivi qualcosa di positivo, ti appoggi la mano sul petto per associarti all'immagine positiva che stai comunicando). Probabilmente non ha un efficacia mostruosa ma collabora all'impatto del pace-lead.

E poi un altro dettaglio: tu hai strutturato l'intera mail come un lungo pace lead complicandoti la vita non poco.

Prova a scrivere una mail come ti pare e nel corpo infilaci una pace-lead breve e ad alta efficacia (nel senso di intenso, ritmico, con vari pace di una ovvietà banale e un lead affilato come un rasoio).

Nascosto nel corpo di una mail normale la struttura sarà ancor meno visibile e potrai lasciare la fuffa (i convenevoli) nel resto della mail, non inquinando il pace-lead.

Una delle ultime mail pace-lead che ho scritto, mesi fa, era piuttosto lunga e conteneva solo 5 righe di pace-lead. La persona a cui era indirizzata era la mia ex-oneitis che recentemente ho risentito e tra le altre cose mi ha confessato che rilegge periodicamente quella mail, "soprattutto quel pezzo dove parli dell'importanza di..." che era esattamente il pace-lead infilato nel mezzo ;) Pensa, il suo potere è ancora attivo e dopo mesi è ancora capace di risvegliare sensazioni.

Se non è LTG questo... ;)

JDF

Link al commento
Condividi su altri siti

John Difool

Aggiungo a posteriori che il pace-lead può anche utilizzare lead multipli, ma devono essere correlati (nel caso di una relazione: sincerità, passione, ruoli definiti, rispetto, ecc.).

Oppure, ed è la cosa migliore, deve utilizzare quell'oggetto linguistico poderoso che si chiama Climax.

Quindi, mantendendo una coerenza nella direzione verso cui si porta la HB, ad ogni lead farle fare un passettino più in là (un esempio semplice di climax: conoscersi, diventare amici, condividere momenti insieme, desiderarsi, fare sesso, amarsi, fidanzarsi, sposarsi... aaargh, quest'ultima ignoratela!!! :))

Ma il climax può anche fungere da bridge. Ad esempio, per arrivare a parlare di sesso partendo da un viaggio si può usare un climax: comprare un biglietto, partire, viaggiare, scoprire cose nuove, lasciarsi andare al cambiamento, immergersi nelle sensazioni, farsi avvolgere dai profumi e dai colori, aprirsi al mondo... e infine il lead di chiusura: "ecco, viaggiare è come fare l'amore!"

Per questo associare climax e pace-lead è la cosa più dirompente: il PL abbatte le barriere e il climax con la sua excalation amplifica le sensazioni.

JDF

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...