Vai al contenuto

Le tre posizioni percettive


aRaChNo
 Condividi

Messaggi raccomandati

Un contributo fondamentale della PNL al pickup: le tre posizioni percettive.

Una delle prime cose che impariamo sul mondo è che non tutti condividono il tuo punto di vista. Per comprendere interamente una situazione hai bisogno di prendere differenti prospettive, proprio come quando guardo un oggetto da diverse angolazioni per vedere la sua larghezza, altezza e spessore.

Un punto di vista da un'unica dimensione, una singola prospettiva, vera da quella determinata angolazione, ma un'immagine incompleta dell'intero oggetto.

Non esiste una prospettiva "corretta" in nessuna situazione. La comprensione va costruita da molte prospettive. Sono tutte parlzialmente vere e tutte parzialmente limitate. La PNL fornisce tre di queste prospettive, inizialmente introdotte da John Grinder e Judith DeLozier e sviluppate sul lavoro di Gregory Bateson.

La Prima Posizione è la tua realtà, la tua visione di qualunque situazione. Una forte determinazione deriva da una forte prima posizione. Devi conoscere te stesso ed i tuoi valori per essere un vero e proprio "role model" e influenzare gli altri essendo d'esempio.

La Seconda Posizione è fare un balzo creativo con la tua immaginazione per comprendere il mondo dalla prospettiva di un'altra persona, per pensare come pensa lei. La Seconda Posizione è la base dell'empatia e del rapport. Ci da la capacità di apprezzare le emozioni/sensazioni delle altre persone.

Esistono due tipi di 'seconde posizioni':

- Seconda Posizione Emotiva: consiste nel comprendere le emozioni dell'altra persona.

- Seconda Posizione Intellettuale: è la capacità di comprendere come pensa l'altra persona, che tipo d'idee ha, le opinioni e gli obiettivi che insegue.

La Terza Posizione è appena fuori il tuo punto di vista el punto di vista dell'atra persona, in una prospettiva distaccata. Qui puoi vedere la relazione tra i due punti di vista. La terza posizione è importante quando valuti "l'ecologia" dei tuoi obiettivi. Devi dimenticarti, per un momento, che è il tuo obiettivo e che lo vuoi, e rileggerlo in ottica distaccata.

Tutte le posizioni sono utili. Molta gente è fedele ad una sola posizione, ma non è solito prenderne un'altra. La migliore comprensione viene da tutte e tre.

Le posizioni percettive sono alla base della PNL. In ogni situazione devi essere capace di conoscere la tua posizione e capire la posizione dell'altra persona senza condividerla necessariamente. Dopodiché devi essere capace metterti sopra le parti per valutare la relazione dall'esterno. La soluzione ad un problema nella relazione deve coinvolgere le prospettive di entrambe le persone. Negoziare, sedurre o mantenere un rapporto è impossibile senza comprendere le visioni conflittuali.

Rileggere i problemi passati, presenti o futuri attraverso le posizioni percettive permette una lettura completa della situazione, offrendo soluzioni fino a quel momento impensabili.

La consapevolezza delle posizioni percettive e l'abilità di leggerle in tempo reale, si porta dietro una serie di abilità correlate che ogni PUA dovrebbe possedere.

Nonostante l'apparente semplicità dei concetti alla base di questo modello, la continua pratica è necessaria per poter assimilare questa elasticità mentale (e skillset correlato) e disporne al meglio :)

Sargiuti :)

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

trinciatop

sai questa utile suddivisione mi è servita a far chiarezza su due aspetti della mia vita che rientrano ovviamente nel rapporto uomo donna e quindi anche nel pickup su avevo dedotto alcune considerazioni personali per via delle esperienza, ma a cui effettivamente mancava una teorizzazione più solida.

il primo è la gestione delle obiezioni. Infatti nel puing spesso le hb posso farci una obiezione a ciò che chiediamo/facciamo e spesso vedo che molti pua di questo forum rispondono a tali obiezioni (quando non possono farlo in maniera spiritosa cocky and funny) con una forte imposizione di frame che si può riassumere nella frase "l'uomo che non deve chiedere mai".

Senza dubbio imporre il proprio frame ad una Hb è cosa buona e giusta ma invece di farlo in modo diretto (e quindi più aggressivo) lo si può fare anche seguendo i 3 punti di vista (e quindi più diplomatico). Premetto che un pizzico di frame diretto alpha e maschio allo stato puro ci vuole sempre per creare della forte attrazione. Ma devono essere solo pochi episodi (imho) e non una abitudine. Sennò si rischia di essere etichettati dalle hb come persone poco sopportabili/elastiche.

Facciamo un esempio qualsiasi per far capire i due diversi approcci

alla obiezione della hb.

Per esempio per imposizione diretta a cui mi riferisco intendo

(come spesso mi capita di leggere dai post dei ragazzi di questo forum):

"vuoi venire, ci andiamo a fare un giro in moto che con questo caldo torrido ci faremo accarezzare da un po' venticello fresco?"

"no le moto sono pericolose"

"peggio per te, ci andrò con qualcun altra..." :)

(della serie se la imploro sembro needy e così io sono il premio)

poi se l'attrazione che avete creato in precedenza

è alta l'hb salirà in sella con voi e sarà dentro al vostro

frame. Ma in questi casi è sempre una cosa rischiosa e

va fatta quando la vostra sensibilità di pua vi dice che il

momento di farlo perchè quando fate il duro senza un motivo

dopo arrivano certi shittest paurosi... :)

------------

Seguendo invece 3 punti che dici tu:

tu:"vuoi venire, ci andiamo a fare un giro in moto che con questo caldo torrido ci faremo accarezzare da un po' venticello fresco?"

(sarebbe il 1° punto di vista cioè il mio)

lei:"no le moto sono pericolose"

tu:"sì hai ragione e una cosa che le ragazze mi dicono spesso e penso che abbiate ragione

(qui sono entrato nel 2° punto di vista cioè il suo

oltre a un sottile dhv ;) che ormai mi esce automaticamente sempre :D )

..però poi quando queste ragazze salgono in sella e vedono che, se un ragazzo guida tranquillo come me, la sensazione che si prova diventa rilassante come una passeggiata in biciletta; poi mi dicono sempre che non vorrebbero scendere più perchè è troppo divertente...ma se hai paura per carità per me non c'è problema"

(e qui entrato nel 3 punto di vista)

anche in questo caso ho generato attrazione,ma in modo meno diretto, cioè illustrandole i vantaggi che ne hanno tratto le altre ragazze che condividevano il suo stesso punto di vista (senza però implorarla come un needy come notate) e facendo attrazione tramite dhv sotteso al discorso nel fatto che ci siano comunque tante altre ragazze disposte a salire in sella in caso di gftow... :)

quando le cose sono così limpide e tranquille succede che addirittura dopo un suo primo rifiuto se non dite più nulla, quando passato qualche giorno, lei avrà la calma di decidere si farà avanti da sola con un "sai..c'ho ripensato..effettivamente un giretto me lo farei..."

ma tra questi due tipi d'approcci a cui mi sto riferendo non dico che il primo non sia valido (anche perchè io stesso ne faccio uso) ma solo che non va usato sempre e comunque in ogni caso va usato forse in quantità minore del secondo (sempre imho intendo). In ogni caso ci vuole molta abilità nel calibrare per capire quando e come scegliere determinate modalità.

---------------

il secondo punto della mia vita a cui ritengo utile una possibile applicazione di questa schematizzazione è le gestione delle "litigate ltr" :D

ho notato infatti che in una litigata è sempre meglio riferirsi ad un "noi" impersonale piuttosto che attaccare direttamente lei dicendole cosa non va bene o peggio sdraiarsi a tappetino per implorarle scusa nel caso il torto sia dalla mia parte. E questo succede bene quando si tengono sottocontrollo tutti e tre i punti di vista contemporaneamente. Alla fine la litigata si risolve ma nessuno dei due si sente costretto a rinunciare al proprio frame. Anzi si è convinti di aver fatto entrambi un guadagno e di aver fatto una discussione costruttiva.

Link al commento
Condividi su altri siti

Pifferaio magico
sai  

MEGA CUT

Seguendo invece 3 punti che dici tu:

tu:"vuoi venire, ci andiamo a fare un giro in moto che con questo caldo torrido ci faremo accarezzare da un po' venticello fresco?"  

(sarebbe il 1° punto di vista cioè il mio)

lei:"no le moto sono pericolose"

tu:"sì hai ragione e una cosa che le ragazze mi dicono spesso e penso che abbiate ragione

(qui sono entrato nel 2° punto di vista cioè il suo

oltre a un sottile dhv ;) che ormai mi esce automaticamente sempre :D )

..però poi quando queste ragazze salgono in sella e vedono che, se un ragazzo guida tranquillo come me, la sensazione che si prova diventa rilassante come una passeggiata in biciletta; poi mi dicono sempre che non vorrebbero scendere più perchè è troppo divertente...ma se hai paura per carità per me non c'è problema"

(e qui entrato nel 3 punto di vista)

CUT

Questo (la gestione delle obiezioni) è uno dei molteplici usi delle posizioni percettive, oltre che nello specifico, un valido modo per gestire le obiezioni, essenzialmente si basa sul ricalco e guida.

Altre informazioni su questo modo di gestire le obiezioni si possono trovare in questo post del blog di jazz:

http://jazzpua.blogspot.com/2004/10/fast-lead.html

Le informazioni che si ricavano dalle tre posizioni percettive possono darci utilissime informazioni sulla relazione in atto, e più o meno consapevolmente le usiamo tutti.

Al riguardo, una consapevolezza che nelle relazioni mi è utilissima è questa:

Dopo una discussione, una chiaccherata, un hoop, uno shit test, ecc. ecc.

l'emozione che proviamo in Prima posizione percettiva, è spesso lo scopo della comunicazione dell'altro (ecco che ciò che sentiamo noi soggettivamente diventa una fonte di informazioni sull'altro). Può darsi che la forma del messaggio (verbale,paraverbale,nonverbale) sia in apparenza del tutto in cotraddizione con ciò che proviamo, e che questo ci faccia sentire a disagio con la nostra emozione, ma in realtà, era una comunicazione "escogitata" per farci provare quel determinato stato d'animo.

Capire questo, e rendersene conto durante una comunicazione, vi permette più facilmente di non subire l'emozione provata, ma al contrario di usarla per trarne informazioni, per entrare più facilmente in seconda e terza posizione (2° capire perchè per l'altra persona è importante provocarvi quella certa emozione, 3° osservare la vostra relazione alla luce degli obbettivi comuni e di dove la state portando).

Link al commento
Condividi su altri siti

trinciatop
Capire questo, e rendersene conto durante una comunicazione, vi permette più facilmente di non subire l'emozione provata, ma al contrario di usarla per trarne informazioni, per entrare più facilmente in seconda e terza posizione (2° capire perchè per l'altra persona è importante provocarvi quella certa emozione, 3° osservare la vostra relazione alla luce degli obbettivi comuni e di dove la state portando).

mi piacerebbe approfondire questo pezzo, questa discussione la trovo molto interessante.

cioè tu,intendi dire retroingegnerizzare il meccanismo di seduzione femminile

per capire tramite i miei strumenti di analisi maschile più o meno quello

che la hb vuole generare dentro di me per capire quali siano le sue

reali intenzioni nascoste dietro alle apparenze?

ossia se una tipa fa qualcosa per farmi attrarre (ossia mi lancia ad esempio un vistoso IOI) e mi sento attratto come conseguenza, potrei cercare di mettermi nel suo punto di vista e sforzarmi di capire per quale motivo lo sta facendo (ossia rendersi più attraente verso di me) e sfruttare questa info per analizzare i progressi del mio game (3 punto di vista) a mio vantaggio che è quello che inconsciamente facciamo anche se (io personalmente) sotto questo punto di vista delle posizioni percettive non l'avevo mai considerato...è questo quello che intendi pifferaio?

Link al commento
Condividi su altri siti

ExiBit

Più che altro cose tipo

lei: Ma non ce l'hai tu una ragazza con cui uscire la sera?

Ok vuoi farmi parlare a ruota libera delle mie relazioni, perchè? ah si, perchè sei interessata :) Magari qualcuno qua ci leggerà una guerra di frame in cui rispondere in maniera c&f per imporre chissà che cazzo, buh :)

E' un po' alla base del principio per cui uno ST (quando non è semplicemente bitch shield) è uno IOI. Tanto lo sanno che la gente si qualifica ^^

Link al commento
Condividi su altri siti

superjhonny
E' un po' alla base del principio per cui uno ST (quando non è semplicemente bitch shield) è uno IOI. Tanto lo sanno che la gente si qualifica ^^

E l'analisi delle situazioni attraverso le 3 percezioni è anche la principale forma per riconoscere gli ST e rispondere in modo adeguato (schivandoli, C&F, ignorandoli... come volete!).

Personalmente uso la prima percezione come sorta di campanello di allarme: "questa domanda mi ha messo in soggezione [sTdetector ON]"

A questo punto subentra un condizionamento positivo (almeno per me!) dato dal fatto che uno ST sostanzialmente è uno IOI e il refreaming mi da modo di razionalizzare una risposta adeguata, si ma a cosa? Naturalmente alla seconda percezione: a quello che lei voleva davvero sapere di noi.

In quest'ottica la terza percezione è più una specie di analisi del "cosa è successo": lei mi ha STestato, io ho schivato (forse); con la terza percezione dovrei essere in grado di analizzare l'interazione e cogliere l'effettiva validità delle mie risposte.

Ovviamente questa modalità di risposta ad uno ST è tutta farina del mio sacco quindi altamente criticabile :), visto che si adatta decisamente al sistema descritto da Arachno l'ho condivisa. Spero di non essere andato OT ma di aver dato un contributo pratico alla teoria esposta!

SJ

Link al commento
Condividi su altri siti

-eFFe-

Al di là dell'ovvia raccomandazione di "mettersi nei panni dell'altro" (traduzione della seconda posizione percettiva:)), se ho ben capito il succo del discorso consiste in:

- prendere sempre coscienza dell'esistenza di 3 punti di vista

- impersonarli tutti e 3 nell'ordine elencato, concludendo con la terza posizione, quella impersonale e tendenzialmente più analitica.

O no? :rolleyez:

Link al commento
Condividi su altri siti

Al di là dell'ovvia raccomandazione di "mettersi nei panni dell'altro" (traduzione della seconda posizione percettiva:)), se ho ben capito il succo del discorso consiste in:

- prendere sempre coscienza dell'esistenza di 3 punti di vista

- impersonarli tutti e 3 nell'ordine elencato, concludendo con la terza posizione, quella impersonale e tendenzialmente più analitica.

O no? :rolleyez:

assolutamente Si, anche se non è importante l'ordine proposto.

Più che altro bisogna saperli switchare così rapidamente da annullare lo stesso concetto di 'ordine' ;) avere una visione d'insieme in *contemporanea* è la cosa migliore e, sopratutto, è un risultato ottenibile :)

Link al commento
Condividi su altri siti

sexyPit
è un risultato ottenibile :)
E' tutto molto chiaro, però c'è una cosa che mi sfugge. La seconda posizione(e di conseguenza la terza) non è più adatta ad un'ottica di LTG?! Nel senso, in un'interazione di circa mezz'ora(molto spesso sufficiente per # o *closare), è possibile riuscire a interpretare correttamente le emozioni di una persona? Quali sono i passi da seguire per entrare nella sua mappa mentale in così poco tempo?

Molto spesso si è parlato di rapport con cold reading, è tipo quel concetto li?

Link al commento
Condividi su altri siti

E' tutto molto chiaro, però c'è una cosa che mi sfugge. La seconda posizione(e di conseguenza la terza) non è più adatta ad un'ottica di LTG?! Nel senso, in un'interazione di circa mezz'ora(molto spesso sufficiente per # o *closare), è possibile riuscire a interpretare correttamente le emozioni di una persona? Quali sono i passi da seguire per entrare nella sua mappa mentale in così poco tempo?

Molto spesso si è parlato di rapport con cold reading, è tipo quel concetto li?

Beh PIT, un gioco di mezzora non mi sembra LTG :) comunque è probabile che io non sia stato così chiaro come dici perché non hai compreso perfettamente come e quando si ricorre alle posizioni percettive.

Provo ad essere più chiaro :D

Quando tu dici una cosa ad una HB (qualunque cosa: che sia Opener, routine, la risposta ad uno ST, etc. qualunque cosa, dal Tempo 0 al tempo X) ci sono 3 percezioni del significato di ciò che hai detto:

il tuo, il suo e quello sopra le parti.

In altri termini, a prescindere dalle intenzioni (prima posizione) devi imparare a percepire la tua comunicazione con le orecchie del ricevente (seconda posizione) oltre che, per valutarla nel complesso, attraverso un occhio esterno (terza posizione); il tutto nell'ottica di calibrarti.

Nella comunicazione non è raro essere fraintesi: la seconda posizione è differente dalla prima.

Un esempio 'classico', prettamente didattico (perché immediatamente verificabile), è quello degli sms (ovviamente non ne parli in ottica 'pickup', ma in senso più generale).

Sarà successo a molti di scrivere un sms con un'intenzione ed essere convinto d'avere scritto un messaggio stupendo, capace di generare una determinata reazione e poi ottenerne un'altra. Se lo rileggete 'a posteriori' probabilmente continuerte a dire "Hey, eppure a me sembrava chiaro" ..ma se vi sforzate di 'rileggerlo' con gli occhi del ricevente, ecco che cambierà completamente connotazione ed emergeranno molti punti 'da rivedere' ;)

Questo perché un elemento di forte peso nelle differenti posizione è dato dalla rappresentazione che gli attori sociali hanno l'uno dell'altro, che è differente nelle due parti.

A prescindere dal tempo, A ha una rappresentazione di B, B ha una rappresentazione di A.

Anche in un'opener, la seconda percezione è influenzata da questa rappresentazione: es. "uno sconosciuto, mi ferma per strada, con questo modo di fare e mi dice ..XX". L'XX acquista significato differente per tutti gli elementi in gioco dal punto di vista del ricevente, generando la seconda posizione percettiva: raggiungerla è utopica ma ci si può avvicinare molto :)

Nella speranza d'aver chiarito eventuali dubbi comuni sulle posizioni percettive, sargiuto :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...