Vai al contenuto

non c'è PU senza One-itis? Più consiglio


 Condividi

Messaggi raccomandati

dandywarhole

Ciao a tutti,

leggo molto e scrivo poco. Sto in piena fase di "apprendimento", quindi preferisco parlare solo se ho qualcosa di significativo da dire... o se devo chiedere consigli ;)

intro:

bazzico qua dentro già da un po', cercando di assorbire e cambiare nella direzione che mi sembra migliore. C'è però un fatto che ho osservato: non riesco (voglio?) ad aprire sconosciute. Il mio game è drasticamente migliorato rispetto a mesi fa, e mi sento spesso "in controllo" di situazioni che un tempo sarebbero andate per conto loro. Ma nada approcci "a freddo", ancora. Continuo a fare affidamento al "social network". Da un lato, poco male, ho la fortuna di avere un lavoro che mi dà possibilità di entrare in contatto con molte persone, dall'altro comincia un po' a starmi stretto, e il baricentro tra "sta fermo" e "buttati" si sta spostando verso quest'ultimo.

Una considerazione che è da tempo che voglio postare è questa. Mi sono reso conto che, nonostante porti avanti game praticamente con ogni ragazza con cui venga in contatto, non riesco ad avere lo stimolo ad alcun tipo di chiusura in assenza di - chiamiamola - un'attrazione chimica particolarmente forte. Ci sono state nell'ultimo periodo molte possibilità di */f close che ho comodamente tralasciato (si badi, in momento di "castità", quando l'ormone comunque si faceva sentire) perchè non mi sentivo "attratto" dalla ragazza in questione.

Mi chiedo se questa cosa sia un effetto di un problema di fondo, o se semplicemente sia carattere, o se la cosa abbia un senso. Attorno vedo (e sento) molti amici o conoscenti che vivono l'esperienza del close come o una necessità fisica, un feedback rispetto alle proprie capacità, o - detto brutalmente - perchè un */f-close ha sempre un suo perchè :)

E' normale che "butto via" molte possibilità se non mi sento "innamorato"? (bruttissima parola...)

Ovviamente la cosa ha un pericolo molto grave in agguato, che è la one-itis. E infatti ci sono ricaduto. Non si tratta di one-itis "dramma", ma comunque si tratta sempre di concentrazione delle proprie energie emotive verso una singola ragazza. Continuando a portare avanti game paralleli, ma game che sempre prescindono da qualunque tipo di close (ovviamente oltre al #), non percependo attrazione per queste altre situazioni. Diciamo, per pratica.

Ergo, non riesco a trovare un equilibrio: da un lato non sopporto di cadere ogni volta nella trappola della one-itis, dall'altro non riuscendo a farne a meno. Cosa c'è sotto???

In quest'ultima parte del lungo post chiedo un consiglio specifico, sulla one-itis attuale :)

*-chiusa mesi fa. Poi data la presenza di un BF, mi ha mostrato un bel BR e si è ritirata. Portato avanti un LTG, alla fine ha lasciato il BF, ho ripreso il game e sono arrivato all'f-close. Bene. Settimana successiva, messaggini e chiamate, tutto ok. Poi il w-end, c'ha da fare con le amiche. Io silenzio. Il lunedì successivo (lei) riprende con gli IOI, di nuovo fino al venerdì quando le DICO che ci vediamo ma rinascono scuse (a metà, un po' lavora un po' puzza di menata). Il lunedì ricomincia. E io mi trovo spiazzato per incapacità di calibrazione. Non so come gestirla, gradirei repliche di quanto accaduto ma non riesco a capire questi giganteschi P&P che mi molla. Non ho fatto pressioni di sorta. Nessun discorso del menga. A volte non rispondevo ai suoi messaggi. Le lasciavo l'iniziativa. E riprendeva. Qualcuno ha idee su come smuovere la situazione o di cosa le giri in testa??

grazie e sorry per la lunghezza

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...