Vai al contenuto

I Tipi d'Uomo che Hanno più Successo con le Donne


Professor Trickz

Messaggi raccomandati

Professor Trickz

Le Personalità Vincenti con le Donne

Il Seduttore

Chiaramente la personalità vincente che subito salta all'occhio è il Seduttore. Per ragioni logiche, il Seduttore riesece in molte occasioni ad apparire interessante, proprio a causa delle conoscenze stesse che ha dovuto sviluppare. Conosce la psicologia femminile, sa come comportarsi con loro e come trattarle, conosce le debolezze femminili e non si sorprende alle loro reazioni talvolta imprevedibili, è perfettamente cosciente della natura femminile e per questa stassa ragione sa sempre cosa fare. Questo lo rende automaticamente più sicuro di sè e anche più interessante. Sa come parlare a una donna, sa come abbordarla. I seduttori sanno tutto sulle donne, passano la vita studiandole, non solo nella loro natura, ma anche nella loro realtà fisica. Sono specialisti del sesso femminile. Il Seduttore conosce i gesti anche meglio del linguaggio verbale e oltre a essere sensuale riesce qualsi sempre a farle sentire sexy, il che non è niente male e fa piacere a tutte le donne che gli stanno attorno. Nel cinema e nella letteratura, gli esempi più importanti sono evidentemente Casanova e Don Giovanni. I due sono degne incarnazioni del Seduttore e, chiaramente, si spartiscono il ruolo in due categorie: il Seduttore Don Giovanni non concepisce l'amore che attraverso il sesso. "Amarne una" dice "è far torto alle altre", così non ne ama nessuna e fa sesso con tutte. Mentre il Seduttore Casanova, invece di far sesso con tutte senza amare nessuno, risolve il problema innamorandosi di tutte. Ma visto che questo non funziona mai dal punti di vista pratico, Casanova passa allora la sua vita tra una donna e l'altra correndo dietro al sogno impossibile di avere un harem di innamorate. Gli uomini che hanno una personalità di seduttore, oscillano tra il Don Giovanni e il Casanova.

In ogni caso, il seduttore si sente con le donne nel suo habitat naturale, fino al punto di sembrare strano. Sarebbe comunque un errore pensar male di lui. Infatti, il Seduttore segue il cammino delle donne soltanto per capirle meglio. Non può vedere il mondo che attraverso le sue prospettive romantiche, il che raddoppia le sue capacità di rendersi interressante. I seduttori sono anche i migliori cavalieri che si possano immaginare, anche se tutto questo è solo un atteggiamento per raggiungere i suoi scopi, cioè star con tutte le donne che trovano.

Generalmente un seduttore perde l'interesse verso tutte le donne già conquistate, soprattutto nel caso di Don Giovanni. Invece quando un seduttore è più simile a Casanova, ogni volta che conquista una donna si fa molte illusioni sul fatto che se ne innamorerà, senza sapere che tutto questo durerà fino all'incontro con la prossima "preda". Certo, a volte succede anche che i seduttori si innamorano davvero visto che, non bisogna dimenticarlo, la seduzione è un'arte che come tale può essere applicata in tutti i modi possibili. Quindi, un seduttore può usare la sua arte per ottenere relazioni sia a corto che a lungo termine.

L'uomo macho

Ecco un'altra personalità che ha un'influenza piuttosto forte sulle donne. Questo tipo d'uomo è efficace soprattutto nelle relazioni a corto o medio termine, a causa del suo gran fascino immediato. L'errore più comune commesso da questa personalità è che alla lunga una donna può perdere il suo interesse se non si stabilisce un equilibrio tra il modo di essere machista e quello di condurre una relazione. IL Macho può creare un'attrazione immediata, visto che raggruppa un insieme di qualità tipicamente maschili che fanno colpo sulle donne, ma molti uomini abusano di questo modo d'essere e cadono nella gelosia estrema, nel non rispetto della donna, nella brutalità eccessiva, nella mancanza di affetto, nel non saper ammettere i propri errori per il fatto di essere il maschio e così via. Comunque se il machismo è ben dosato e si limita a manifestarsi nelle sue caratteristiche interessanti, risulta estremamente magnetico per una donna. Il machismo è definitivamente una forma di fascino e una delle più potenti. Il Macho agisce in modo molto maschile e virile in tutte le cose che fa. Appare come un uomo dall'aspetto rude e tenebroso, che sembra duro all'apparenza e incapace di avere una debolezza, anche se poi sa essere molto dolce con una donna. La chiave del lato interessante del machismo è proprio questa: la tenerezza mischiata alla rudezza caratteristica di questa personalità, il che fa impazzire una donna, visto che le dà l'impressione che quest'uomo è too much con tutti ed ha "debolezze" soltanto per lei. Questo tipo d'uomo è inflessibile e dà spesso l'impressione di non aver mai versato una lacrima in vita sua. Sembra per definizione impossibile che possa farlo. È molto dominante con le donne e molto sicuro di sè, fino al punto di dare l'impressione che possa fare virtualmente qualsiasi cosa. L'uomo macho dà sempre l'impressione di essere un pò pericoloso, anche se realmente non lo è. E se è anche intelligente e colto, allora è un killer.

Le donne che reagiscono positivamente a questa personalità si sentono soggiogate e dominate da questi uomini e vorrebbero essere "maltrattate" da loro. In definitiva, il Macho è principalmente il tipo di uomo che non deve chiedere mai.

Il Prode Cavaliere

È piuttosto raro trovare uomini di questo genere, almeno nel senso concreto del termine. Il mondo d'oggi non è più quello dei cavalieri d'un tempo. Ad ogni modo, la personalità continua a esistere e a essere desiderata dal sesso femminile.

Cos'è un Prode Cavaliere? Corrisponde in altri termini alla personalità di "eroe", la possiamo trovare ovunque nella letteratura, Robin Hood, D'Artagnan, Lancelot, il conte di Monte-Cristo, Zorro, Bruce Lee, ecc. Anche i videogiochi abbondano di eroi coraggiosi e ragazze da salvare.

Certo, alcuni dei personaggi citati, ad esempio il conte di Monte-Cristo non è che siano concretamente dei cavalieri, ma la loro personalità corrisponde comunque a questo tipo di "eroe totale" che è tipico di questo stereotipo.

Come il Macho, il Prode Cavaliere è anch'egli sicuro di sè, estremamente bravo e capace di qualsiasi impresa. Va, come un mulo al combattimento e non retrocede davanti a nulla. In altri termini è un eroe, ma un eroe dal punto di vista romantico del termine. Nel registro moderno, il modello corrisponde all'uomo che, senza essere macho, ha una grande sicurezza, non si scoraggia mai e non si arrende davanti a nessuna difficoltà. È di quelli che non mollano, che hanno a volte idee e manie di grandezza che lo fanno apparire come se stesse dicendo: "se qualcuno l'ha fatto, non c'è ragione che non possa farlo anch'io". Contrariamente al Macho, il Cavaliere è duro in battaglia ma fragile, romantico e spesso riservato con le donne. D'altra parte, abituato ai "ferri della battaglia" non ha molta dimestichezza con le donne ed è proprio questo contrasto "coraggioso in battaglia - timido con le ragazze" che ha un effetto sulle donne. Come il Macho, neanche il Cavaliere conosce le lacrime, salvo quando sono d'amore. Se il Macho non piange mai, al Cavaliere è lecito piangere soltanto per una donna. Quante volte vediamo in letteratura, specie nei romanzi di Dumas o Zévaco, l'intrepido Cavaliere che, in pena d'amore per la lancella rapita, piange scuotendo anche il lettore?

Le donne attratte da questo stereotipo portano in loro questo mito fin dall'infanzia, quando sognavano per tutti i racconti del "Principe Azzurro", del "Moschettiere intrepido", del "Salvatore". Infatti, queste donne vorrebbero sempre "essere salvate", sognano di avere un eroe personale sul quale avere una fiducia totale. Al rapimento non temono il pericolo e dicono al cattivo della favola Verrà lui a salvarmi. Il Cavaliere è quindi e soprattutto un Protettore, non dimentichiamolo, nel registro della vita moderna. Tutte le donne che cercano protezione in un uomo hanno il "complesso del Cavaliere" e in questa categoria entrano tutte quelle che sono ossessionate dal "Principe Azzurro", di queste che spesso - per il fatto di non aver trovato il tipo corrispondente - non arrivano a tenere mai relazioni stabili.

L'Avventuriero

L'uomo Avventuriero è innanzitutto un uomo avventuroso e non per la vita che conduce, ma bensì per le sue stesse tendenze, per la sua personalità. Possiamo trovarlo, per esempio, in un uomo che viaggia molto, che non teme le novità e le situazioni imprevedibili, che ama la vita e le esperienze forti, che ama gli sport pericolosi o gli piace correre in macchina. Non bisogna comunque dover necessariamente fare tutte queste cose per essere avventuroso, è piuttosto il nostro modo di essere che conta. In altri termini, l'uomo avventuriero non ha limiti. Ama lottare, ma contrariamente al Cavaliere, non lotta contro il "nemico", ma bensì contro gli elementi e le circostanze. Come il Macho, gli piace lasciare le donne con il fiato sospeso e con il cuore in gola, ma invece di ottenere questo effetto facendo il duro, l'ottiene facendo cose pazze. La sua personalità è imprevedibile e l'imprevedibilità, lo vedremo, è una delle cose che maggiormente attirano le donne. Che dicono di lui che è un pazzo, un "pazzo" nel senso interessante, romantico e allegro del termine. L'uomo d'avventura non inveccha mai neppure a cinquant'anni, conduce una vista instabile, ma vincente. Non è il tipo d'uomo che piace per la sua stabilità e per avere la testa sulle spalle, di fatto questa personalità funziona con molte donne, ma non con tutte. Quest'uomo è anche un ottimo senso dell'umore e lo coltiva molto. Per lui non ci sono dubbi: fate ridere una ragazza e avrete tutto da lei.

L'Artista

Nulla, più dell'arte, si avvicina di più alle emozioni più pure e vere, specialmente parlando di emozioni tipicamente femminili. Quando diciamo "artista", ci si riferisce al significato amplio del termine, cioè esiste una "personalità artistica" al di fuori del fatto di essere artista o no. Possiamo vivere da artisti senza necessariamente suonare uno strumento, usare il pennello o scrivere versi, nello stesso modo in cui possiamo essere veri artisti senza averne la personalità! E infine possiamo essere artisti di personalità e di fatto. Ci sono persone che considerano la loro vita come un'opera d'arte, esiste una poesia nel modo di vivere che non ha nulla a che fare con i versi. L'Artista vive spesso la poesia che non riesce a scrivere, nello stesso modo in cui il poeta esprime in poesia la vita che non riesce a vivere.

La personalità artistica è al tempo stesso complessa e ingenua. L'aspetto più caratteristico dell'Artista è la sua capacità di combinare percezioni e sensazioni in modo inusuale, risvegliando l'immaginario femminile. L'Artista vive con gusto e armonia, ama fare le cose ben fatte e non lo fa perché si preoccupa di farle bene, ma perché teme di fare qualcosa che non risulti bello. In altre parole, l'Artista si preoccupa soprattutto del risultato estetico delle cose che fa. Questo "modo artistico di vivere" è spesso meglio compreso dalle donne che dagli stessi artisti. L'Artista ha sempre bisogno di essere compreso e le donne attratte da questo stereotipo stanno sempre in cerca, o a caccia, di qualcuno che ha bisogno di qualcun'altro per essere compreso e per comprendere sè stesso. Per questa ragione, gli artisti non sempre sono coscienti del fascino che evocano, e possono solo corroborarlo dai risultati.

L'Artista seduce all'insaputa di sè stesso, cioè non è mai cosciente del suo fascino e il fatto di sedurre non è per lui un atto volontario. Le donne l'amano perché gli artisti hanno un modo diverso di vedere le cose e per il fatto che vivono con creatività.

Per l'Artista, l'amore è una poesia, al punto da tendere a confondere tra sesso e amore, legando così le due cose inestricabilmente. A volte l'Artista non arriva neppure ad afferrare la differenza tra relazioni a corto e a lungo termine, per lui l'amore è poetico così come il sesso e dal momento che per lui avventura e relazione non fanno troppa differenza, allora considera qualsiasi relazione come un quadro dove le sfumature si fondono in modo che nulla si demarchi nettamente dalla visione generale. Per lui, qualsiasi relazione è come un'improvvisazione musicale. Il registro di vita dell'Artista è molto specifico e complesso, allora, a meno che non siate artisti per natura, prendere esempio da questa personalità non vi riuscirebbe molto.

Lo Stabile

In questa categoria possiamo mettere tutti gli uomini dalla carriera sicura e dal salario generoso. Questo implica un buon lavoro e la possibilità di garantire una grande stabilità a una donna. Quasi sempre questi uomini sono professionisti, conoscono bene la loro specialità e nient'altro che per questo già emanano un certo fascino, sebbene il loro punto forte sia definitivamente la loro comodità economica e la loro stabilità.

Lo Stabile è spesso anche un capo al lavoro e nella sua relazione, quindi è dominante e simbolizza la figura classica del capo di famiglia. Tutto sommato, lo Stabile ha dovuto lavorare duramente per raggiungere il successo, quindi crede fermamente che queste stesse abilità nel lavoro le saranno ugualmente utili per ben condurre la sua vita sentimentale. Insomma, chi sa condurre una barca, sa condurre una donna, per lui non ci piove.

Lo Stabile ha successo soprattutto con queste donne che credono sia molto meglio un uomo che guadagna un buon salario assicurato piuttosto che qualcuno che guadagna molto ma senza garanzie di continuità. Certo, lo Stabile è amato anche per la sua intelligenza, la sua cultura, la sua competenza, anche se nessuna di queste cose vale tanto come la sua stabilità. Questo personaggio è l'esatto inverso dell'Avventuriero, la sua vita non conosce alcun soprassalto. È per questo che il titolo di Stabile si applica di più ai professionisti (avvocati, medici, ecc.) che ai commercianti. Un commerciante può guadagnare molti soldi, ma questi guadagni dipendono dagli affari che fa, non sono assicurati dal rango.

Questo personaggio è ideale per una relazione a lungo termine, non tanto perché questa sia la sua scelta più frequente, ma perché sempre finisce in queste relazioni. Porta soldi e stabilità sulla tavola, le donne quindi lo vogliono soprattutto come partito da sposare, più che altre cose, in modo da dimenticare così tutte le preoccupazioni contingenti della vita. Comunque lo Stabile può sfruttare la situazione e ispirarsi ad altre personalità per ottenere anch'egli avventure. Certo, in questo caso dovrà necessariamente dissimulare.

Raccomandazione: non porvate a imitare questo personaggio se non avete la sua posizione e il suo tenore di vita. Ci sono uomini che si fanno passare per stabili per impressionare le donne e volerle attirare attraverso i soldi o la posizione. Se aspirate a relazioni corte o avventure, sappiate che facendo gli stabili non otterrete sesso tanto facilmente. Le donne tendono a lasciare il sesso per ultimo con questo tipo di uomo. Se invece fate gli stabili perché aspirate a una relazione a lungo termine, sappiate che non funzionerà lo stesso perché se non siete quello che lasciate credere di essere, il sesso rischiate di non ottenerlo mai, né a corto né a lungo termine.

Il Capo

Il Capo è il tipico uomo che seduce per il suo leadership, che ama comandare ed esercitare il potere. Può essere un campo di azienda, un uomo di Stato o semplicemente qualcuno che è abituato al comando. In breve, qui non si parla di un capo che è tale necessariamente per la posizione che occupa, ma piuttosto di qualcuno che ha una peronalità di capo e un carisma, indipendentemente dalle circostanze. Da questo risulta che il Capo è un uomo sicuro di sè, è qualcuno che sa trasmettere questa sicurezza agli altri e che ispira rispetto e fiducia. Può essere così per abitudine, per lavoro o per carattere.

In questa categoria possiamo mettere tutti gli uomini che esercitano un certo carisma. Questi uomini attirano le donne a causa della loro energia e del senso di protezione che possono dare. Essere la donna di un capo non è un'aspirazione nuova ed esistono un gran numero di donne che non sognano altro.

Certo queste qualità non si sviluppano da un giorno all'altro. A volte le abbiamo dalla nascita o le acquisiamo a causa del nostro ambiente o della nostra posizione che ci obbligano poco a poco a svilupparle. Il miglior modo di integrerle nella nostra personalità è aspirare a situazioni che ci permettano di esercitare il comando. Poco a poco ci abituiamo a questo ruolo e le caratteristiche di capo entreranno in noi come una seconda natura.

Avere qualità di capo è molto utile in tutti i casi quindi bisognerebbe sempre tenerle in considerazione.

La figura paterna

Spesso vediamo donne attratte da uomini relativamente o molto più vecchi di loro. Si tratta di un atteggiamento tipido di chi cerca una figura paterna nelle sue relazioni, donne che amano essere condotte, controllate e trattate come bambine. Queste donne vedono il padre nell'uomo che amano, una specie di padre simbolico che si occupa di loro e che le guida.

Osservate questa personalità nella vita e imparate se amate le giovani e aspirate a relazioni a lungo termine.

L'Assecondante

È un uomo molto compiacente, soprattutto sessualmente e si lascia condurre dalle donne. Qui non si sta parlando dell'uomo ultra disponibile e ultra prevedibile di cui abbiamo già avuto occasione di parlare, ma bensì di un uomo aperto di spirito che tende a essere docile con le donne restando al tempo stesso una persona regolare, addirittura dominante con il mondo esterno. Si tratta di un uomo che partecipa attivamente a comprendere le donne, a integrare le loro idee e i loro principi come se fossero stati suoi. Questo può notarsi normalmente nelle copie che parlano in modo praticamente identico e uno si chiede chi dei due stia imitando le idee dell'altro. Dopo un certo tempo scopriamo che è la donna che sta dirigendo l'orchestra. Comunque l'Assecondante non è neppure un uomo moscio. È semplicemente un uomo che si fa guidare soltanto dalla sua donna e da nessun altro.

L'Assecondante va molto d'accordo con le donne dominanti e molte donne lo sono, di queste che amano condurre gli uomini e vorrebbero essere obbedite da loro. L'Assecondante è, insomma, il tipo perfetto per questo genere di donne indipendenti, emancipate, forse femministe che vogliono condurre una relazione e mantenere al tempo stesso una certa libertà di azione. Insomma, se lo Stabile è l'esatto inverso dell'Avventuriero, l'Assecondante è allora l'esatto inverso del Macho.

Di solito una personalità di Assecondante è abbastanza buona per le relazioni a lungo termine, per il matrimonio, ma anche per alcune relazioni a corto termine. Comunque, attenzione, una personalità di questo genere può annoiare alla lunga. Se volete ispirarvene, è consigliato mischiarla con altre caratteristiche.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×
×
  • Crea Nuovo...