Vai al contenuto

IOI fasulli o semplice rizzacazzi? (O entrambi)


Oliver
 Condividi

Messaggi raccomandati

Oliver

Capitato, di recente, questo "caso" :D

Ragazza conosciuta in un corso di studi, con la quale c'è stato subito un certo feeling; si chatta, poi, dopo un po' di tempo, i contatti riprendono sempre in modo accattivate e mai scontato, e dopo poche righe la chiamo per ottenere un day 1. Ok, accetta.

Il day 1 inizia e procede molto bene, il feeling è chiaro, e riscontro, durante la serata, moltissimi IOI (che all'apparenza sembravano sinceri).

Insomma, tutto faceva presagire il meglio, fin quando provo un k-close (dopo esserci spostati altrove), per assistere poi a questa scena: si allontana in modo esagerato, sottolineando il fatto che era uscita "solo in amicizia", anche se, a detta sua, mi reputava una persona interessante (bullshit), per poi uscirsene con l'infelice frase "Ma sono stata io che, sbagliando, ti ho fatto intendere alcune cose??".

Si difende ricordandomi che durante la serata aveva fatto una battuta del tipo "Ma quindi può nascere un'amicizia!", da me classificata come test e snobbata completamente. E continua facendo passare me per quello che fin dall'inizio non aveva capito che mi vedeva come amico o come uno con cui bere un drink e via. Devo ammettere di esserci rimasto un po' stranito (del rifiuto non me ne fregava nulla, non mi sono piaciuti per niente i modi). Ho preferito affrontare la cosa dicendo che la serata si sarebbe conclusa lì, e così è stato.

IOI falsi? Ragazza rizzacazzi? O semplicemente non aveva un cazzo da fare? :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Valmir

E una ragazza in cerca di attenzioni e ti ha trattato come un' amica col pene; capita di incontrarne. Per me dovevi dirle che era colpa sua, perché se un uomo invita a uscire da soli una donna appena conosciuta di solito non lo fa per amicizia. Se lei accetta deve sapere quello a cui va incontro e, almeno, se lo rifiuta, non fare scenate plateali di questo tipo.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Vesper

Capitato, di recente, questo "caso" :D

Ragazza conosciuta in un corso di studi, con la quale c'è stato subito un certo feeling; si chatta, poi, dopo un po' di tempo, i contatti riprendono sempre in modo accattivate e mai scontato, e dopo poche righe la chiamo per ottenere un day 1. Ok, accetta.

Il day 1 inizia e procede molto bene, il feeling è chiaro, e riscontro, durante la serata, moltissimi IOI (che all'apparenza sembravano sinceri).

Insomma, tutto faceva presagire il meglio, fin quando provo un k-close (dopo esserci spostati altrove), per assistere poi a questa scena: si allontana in modo esagerato, sottolineando il fatto che era uscita "solo in amicizia", anche se, a detta sua, mi reputava una persona interessante (bullshit), per poi uscirsene con l'infelice frase "Ma sono stata io che, sbagliando, ti ho fatto intendere alcune cose??".

Si difende ricordandomi che durante la serata aveva fatto una battuta del tipo "Ma quindi può nascere un'amicizia!", da me classificata come test e snobbata completamente. E continua facendo passare me per quello che fin dall'inizio non aveva capito che mi vedeva come amico o come uno con cui bere un drink e via. Devo ammettere di esserci rimasto un po' stranito (del rifiuto non me ne fregava nulla, non mi sono piaciuti per niente i modi). Ho preferito affrontare la cosa dicendo che la serata si sarebbe conclusa lì, e così è stato.

IOI falsi? Ragazza rizzacazzi? O semplicemente non aveva un cazzo da fare? :D

Un po' di tempo fa mi è successa una cosa simile. Anzi a dirla tutta mi era successa un'altra volta molto tempo prima, quasi fanciullo, e la mia poca esperienza non aveva capito il gioco da fare, ma la volta successiva è stata molto semplice. L'importante è capire che tipo di persona hai di fronte e il momento che vuole. Lascia perdere quello che vuoi tu. Che sia stata una bella serata dove ti ha mandato infiniti IOI, sinceramente lascerei stare, cerco di non considerarli mai, visto che le poche volte che l'ho fatto mi hanno solo confuso.

Il discorso dell'amico è un discorso che fanno per "pararsi il culo" mi spiego meglio. Se davvero la colpivi, non gliene fregava un emerito cazzo di esserti amica, anche se avrebbe continuato a dirti siamo amici. Non è una cosa che si decide, succedeva e basta ma, cosa molto importante dovevi giocare sul non detto.

L'implicito è molto più potente dell'esplicito. Quando lei ti partiva con i discorsi dell'amicizia tu dovevi giocare sul concetto di amicizia. Oh quante .. quante mi hanno detto: " ma siamo solo amici .." nude accanto a me mentre erano al telefono con il fidanzato. Tante davvero tante. Non fare calcoli ma devi capire che è un gioco molto lungo. Più ti dicono saremo solo amici e più devi continuare ad essere d'accordo con lei.. e fare il tuo gioco. Sai quelli che cuociono la vittima con calma e tranquillità. I lavori subdoli sono più lunghi ma efficacissimi anche a lungo termine.

Giocando sul campo dell'amicizia ma non essendolo veramente... farle pensare che sei un buon amico ma non quel tipo di amico rinchiuso nella FriendZone. Hanno inventato la MALIZIA apposta. La malizia usata nel modo giusto è un'ottima arma. Ma devi saperla calibrare. Io non ho mai studiato, ma ci vado ad intuito.. so quando inserirla e sento a pelle quando forse non è il momento o sto esagerando. L'amico non chiama tutti i giorni, non manda messaggi di continuo, e non ha quello "sguardo" da chi se la vorrebbe fare. Osserva lo sguardo degli uomini quando guardano una donna che vorrebbero. Dopo che lo hai fatto.. EVITALO anche negli approcci normali. Tranquillità e serenità che puoi avere e raggiungere con le scopamiche.

Dopo un po' che sei su questo livello di confidenza.. parlale di qualcuna con cui ti stai frequentando senza esagerare. Non farti trovare spesso perchè stai con quella che ti frequenti. E così via.. sei disponibile ma non troppo. In lei nascerà la GELOSIA, inevitabile, che sia per un amico o un ipotetico ragazzo, nasce e cresce. Succede anche per le cose quindi figurati alle persone. Gioca su questo, aggiungi un pizzico di malizia e in un paio di mesi ...non concederti subito ovviamente ma ...mi saprai raccontare.

Non so se sia recuperabile.. dovrei vedere la situazione. Ma giocaci un po'.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Oliver

Per me dovevi dirle che era colpa sua, perché se un uomo invita a uscire da soli una donna appena conosciuta di solito non lo fa per amicizia. Se lei accetta deve sapere quello a cui va incontro e, almeno, se lo rifiuta, non fare scenate plateali di questo tipo.

Guarda, dopo il k-close rifiutato in quel modo esagerato, è partito un suo pippotto sulla questione; io ho risposto dicendole esattamente quello che hai scritto te, che ci sono modi e modi di rifiutare questo genere di cose. Come ho già scritto, non è stato il rifiuto a darmi fastidio (quella fase l'ho superata da un pezzo), ma il modo osceno col quale ha replicato.

Un po' di tempo fa mi è successa una cosa simile. Anzi a dirla tutta mi era successa un'altra volta molto tempo prima, quasi fanciullo, e la mia poca esperienza non aveva capito il gioco da fare, ma la volta successiva è stata molto semplice. L'importante è capire che tipo di persona hai di fronte e il momento che vuole. Lascia perdere quello che vuoi tu. Che sia stata una bella serata dove ti ha mandato infiniti IOI, sinceramente lascerei stare, cerco di non considerarli mai, visto che le poche volte che l'ho fatto mi hanno solo confuso.

Il discorso dell'amico è un discorso che fanno per "pararsi il culo" mi spiego meglio. Se davvero la colpivi, non gliene fregava un emerito cazzo di esserti amica, anche se avrebbe continuato a dirti siamo amici. Non è una cosa che si decide, succedeva e basta ma, cosa molto importante dovevi giocare sul non detto.

L'implicito è molto più potente dell'esplicito. Quando lei ti partiva con i discorsi dell'amicizia tu dovevi giocare sul concetto di amicizia. Oh quante .. quante mi hanno detto: " ma siamo solo amici .." nude accanto a me mentre erano al telefono con il fidanzato. Tante davvero tante. Non fare calcoli ma devi capire che è un gioco molto lungo. Più ti dicono saremo solo amici e più devi continuare ad essere d'accordo con lei.. e fare il tuo gioco. Sai quelli che cuociono la vittima con calma e tranquillità. I lavori subdoli sono più lunghi ma efficacissimi anche a lungo termine.

Giocando sul campo dell'amicizia ma non essendolo veramente... farle pensare che sei un buon amico ma non quel tipo di amico rinchiuso nella FriendZone. Hanno inventato la MALIZIA apposta. La malizia usata nel modo giusto è un'ottima arma. Ma devi saperla calibrare. Io non ho mai studiato, ma ci vado ad intuito.. so quando inserirla e sento a pelle quando forse non è il momento o sto esagerando. L'amico non chiama tutti i giorni, non manda messaggi di continuo, e non ha quello "sguardo" da chi se la vorrebbe fare. Osserva lo sguardo degli uomini quando guardano una donna che vorrebbero. Dopo che lo hai fatto.. EVITALO anche negli approcci normali. Tranquillità e serenità che puoi avere e raggiungere con le scopamiche.

Dopo un po' che sei su questo livello di confidenza.. parlale di qualcuna con cui ti stai frequentando senza esagerare. Non farti trovare spesso perchè stai con quella che ti frequenti. E così via.. sei disponibile ma non troppo. In lei nascerà la GELOSIA, inevitabile, che sia per un amico o un ipotetico ragazzo, nasce e cresce. Succede anche per le cose quindi figurati alle persone. Gioca su questo, aggiungi un pizzico di malizia e in un paio di mesi ...non concederti subito ovviamente ma ...mi saprai raccontare.

Non so se sia recuperabile.. dovrei vedere la situazione. Ma giocaci un po'.

Francamente, quando accadono queste cose, io nexto direttamente. Non mi interessa portare avanti qualcosa di questo tipo, specialmente se si credono premi da conquistare o reincarnazioni della madonna. A parte che la tipa tra un paio di mesi (anche meno) si trasferisce altrove per un po', quindi giocare sul lungo termine era escluso ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Vesper

Guarda, dopo il k-close rifiutato in quel modo esagerato, è partito un suo pippotto sulla questione; io ho risposto dicendole esattamente quello che hai scritto te, che ci sono modi e modi di rifiutare questo genere di cose. Come ho già scritto, non è stato il rifiuto a darmi fastidio (quella fase l'ho superata da un pezzo), ma il modo osceno col quale ha replicato.

Francamente, quando accadono queste cose, io nexto direttamente. Non mi interessa portare avanti qualcosa di questo tipo, specialmente se si credono premi da conquistare o reincarnazioni della madonna. A parte che la tipa tra un paio di mesi (anche meno) si trasferisce altrove per un po', quindi giocare sul lungo termine era escluso ;)

Io non ho commentato il discorso di Valmir anche se non lo approvo assolutamente. Far polemica e rigettando la colpa è da sfigato. Sei tu che ci sei cascato in tal caso. La colpa è sempre la propria.

Per quanto riguarda la situazione in questione, certo ne deve valere la pena era ovvio. Odio perdere tempo e immagino anche gli altri.

Link al commento
Condividi su altri siti

Oliver
Inviato (modificato)

Io non ho commentato il discorso di Valmir anche se non lo approvo assolutamente. Far polemica e rigettando la colpa è da sfigato. Sei tu che ci sei cascato in tal caso. La colpa è sempre la propria.

Per quanto riguarda la situazione in questione, certo ne deve valere la pena era ovvio. Odio perdere tempo e immagino anche gli altri.

Ovviamente non ho detto "La colpa è tua" e simili, ho solo fatto presente che per me la serata era conclusa perché non mi era piaciuto l'atteggiamento (non del rifiuto, ma proprio in generale). E visto che tanto ero consapevole che non l'avrei più rivista, ho chiuso così la serata. Poi ha fatto l'offesa, ma sai quanto me ne fregava, visto il comportamento.

Modificato da Oliver
Link al commento
Condividi su altri siti

Vesper

Ovviamente non ho detto "La colpa è tua" e stronzate simili, ho solo fatto presente che per me la serata era conclusa perché non mi era piaciuto l'atteggiamento (non del rifiuto, ma proprio in generale). E visto che tanto ero consapevole che non l'avrei più rivista, ho chiuso così la serata. Poi ha fatto l'offesa, ma sai quanto me ne fregava, visto il comportamento.

Io non avrei detto niente. Chi ti aggredisce, chi ti offende e chi ti fa rimanere male ....se sai di essere "qualcuno" non ti tocca più niente. Ma capisco che non tutti siamo uguale, c'è chi è più suscettibile nell'orgoglio e lo rispetto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Oliver

Io non avrei detto niente. Chi ti aggredisce, chi ti offende e chi ti fa rimanere male ....se sai di essere "qualcuno" non ti tocca più niente. Ma capisco che non tutti siamo uguale, c'è chi è più suscettibile nell'orgoglio e lo rispetto.

Lungi da me, infatti, aggredire anche solo verbalmente. Diciamo che, e questa è una cosa che so che fa un po' girare le palle, dico le cose con calma, ma le dico in maniera schietta e tagliente :D Non sono il tipo che fa finta di niente e lascia correre, specialmente quando riescono a essere così esagerate...

Link al commento
Condividi su altri siti

Valmir

Ovviamente non ho detto "La colpa è tua" e stronzate simili, ho solo fatto presente che per me la serata era conclusa perché non mi era piaciuto l'atteggiamento (non del rifiuto, ma proprio in generale). E visto che tanto ero consapevole che non l'avrei più rivista, ho chiuso così la serata. Poi ha fatto l'offesa, ma sai quanto me ne fregava, visto il comportamento.

Io non ho commentato il discorso di Valmir anche se non lo approvo assolutamente. Far polemica e rigettando la colpa è da sfigato. Sei tu che ci sei cascato in tal caso. La colpa è sempre la propria.

Per quanto riguarda la situazione in questione, certo ne deve valere la pena era ovvio. Odio perdere tempo e immagino anche gli altri.

Se una ti chiede se il suo comportamento ti porta a pensare qualcosa le spieghi tranquillamente come un uomo vede la situazione, senza lamentarti. Non solo non è da sfigati, mi è già capitato e la ragazza in questione mi ha anche ringraziato perché non aveva capito che potesse passare un messaggio di questo tipo. L' importante è rimanere tranquilli e pacati.

Per me è un errore interrompere in maniera brusca un appuntamento parlando di generici comportamenti sbagliati, senza entrare nel vivo delle questioni. Dall'esterno sembra che tu ti sia risentito perché non c'è stata con te e mostri un certa mancanza di imperturbabilità.

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Vesper

Se una ti chiede se il suo comportamento ti porta a pensare qualcosa le spieghi tranquillamente come un uomo vede la situazione, senza lamentarti. Non solo non è da sfigati, mi è già capitato e la ragazza in questione mi ha anche ringraziato perché non aveva capito che potesse passare un messaggio di questo tipo. L' importante è rimanere tranquilli e pacati.

Per me è un errore interrompere in maniera brusca un appuntamento parlando di generici comportamenti sbagliati, senza entrare nel vivo delle questioni. Dall'esterno sembra che tu ti sia risentito perché non c'è stata con te e mostri un certa mancanza di imperturbabilità.

Io probabilmente vivo talmente tanto nella strafottenza che non riesco a capire il pretesto o motivo di un dialogo. Ma non dico che sia sbagliato.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...