Vai al contenuto

distanza...


Annika76
 Condividi

Messaggi raccomandati

Annika76

Conoscete una donna, vi piace istantaneamente. Non solo attrazione, perdete proprio la testa. E' la donna ideale, che avete cercato da una vita.


La lontananza è davvero un problema così insormontabile?


Lui, 39 anni, abita in America, ha un figlio da una precedente relazione, io, 38, in Italia e ho una bambina (precedente relazione) ma tra di noi c'è qualcosa di veramente speciale.


Ci vediamo una/due volte all'anno quando viene in vacanza in Italia a trovare i suoi (senza figlio) e abbiamo instaurato un rapporto di amicizia, pur sapendo che vorremmo entrambi di più. Non ne abbiamo mai parlato apertamente perché, credo, entrambi abbiamo paura di rovinare la nostra amicizia.


Quando riparte però, si distacca completamente per almeno un mesetto...


Vorrei capire se voi uomini preferite non iniziare nemmeno una storia che reputate "impossibile" (che poi, io potrei trasferirmi in America domani, se me lo chiedesse!) e provare a troncare i rapporti per evitare di stare male oppure, come succede a me, continuare a sentirci anche a distanza, perché preferisco averlo almeno come "amico" che perderlo del tutto...perché come persona la trovo eccezionale...


So per certo che non ha un'altra relazione, so che ha smesso di andare a letto con la qualunque da quando mi conosce (questo perché la sua migliore amica è mia amica e mi tiene aggiornata)


Spero di non essere stata troppo confusionaria...


Link al commento
Condividi su altri siti

alchimista

Innanzitutto credo tu sbagli a pensare anche con la sua testa. A dirci quello che, è ovvio, lui vuole.

Ti conosce, gli piaci istantaneamente. Lui perde la testa per te. Sei la sua donna ideale, che ha cercato da una vita. (ho solo trascritto la tua frase).

Poi dici che tra di voi c'è solo amicizia. Non ne avete mai parlato, ma si sa, entrambi volete qualcosa di più. Entrambi avete paura di rovinare la vostra amicizia. Ma se non la volete toccare, volete che rimanga... non potrà mai esserci alcuna relazione.

Non vorrei sembrare il solito scontroso, ma ci vedo molte contraddizioni. E ti dico di stare molto attenta, perchè è facile idealizzare una persona. E' facile autoconvincersi di quello che l'altra persona vuole da noi. Ma sono sole nostre autoconvinzioni. Nostri pensieri. E se per caso non corrispondono alla realtà, si finesce nel baratro più profondo. Laddove è difficile poi risalire.

Io non so nulla di voi. Non mi permetterei mai di dirti "no ti sbagli, non è come tu percepisci". Però senza chiarire, senza parlarne, stai attenta. Io ci sono stato di merda per diversi mesi, perchè avevo idealizzato un rapporto perfetto, ma impossibile. Ero uno straccio, trascurando un sacco di occasioni lavorative e professionali. Ora sto recuperando, ma forse è tardi.

L'idealizzazione di un rapporto perfetto, quando ci si scontra poi con una realtà diversa, è pericolosa.

Inoltre, se davvero tu fossi la donna della mia vita, l'ultima volta che ero venuto in italia non avrei avuto un solo biglietto Italia - America, ma due!

Detto ciò, una premessa che mi andava di fare....

Affrontiamo il discorso "distanza". Personalmente, è difficile. Non vorrei passare per il solito materialista, e poi sono molto più giovane di voi. Non conosco il corpo di una persona alla soglia dei 40. Sicuramente gli ormoni calano, però... il sesso è fondamentale in una relazione. Direi che è un istinto primario, per il proprio benessere psico-fisico. Ti posso garantire che un uomo in astinenza per qualche giorno, cambia carattere. Ho conosciuto donne (e altre me l'hanno confermato) che una donna che non scopa, o scopa male, è isterica, nervosa, irascibile. Probabilmente è anche il vostro caso. Credo che eventualmente, vogliate una relazione monogama. Come pensi di gestire questa cosa?

L'automasturbazione è triste. Anche se abbellita con skype.

Altro problema... è la mancanza della vicinanza. Dell'abbracciarlo. Del viverlo nella quotidianità. Dal dormire abbracciati, al guardarsi mentre si fa colazione. Credo che col tempo, anche se entrambi vi amate, possa solo portare sofferenza. Sentirete una grande mancanza nel vostro rapporto.

Sicuramente è un argomento delicato. Quello che secondo me può essere il miglior consiglio, è parlarne con lui. Possibilmente di persona. Non con estranei di un forum, che neanche sanno com'è la storia. Lo so che questa è la soluzione più facile. Vuoi una risposta. Vuoi sapere. Ti sei già fatta probabilmente dei film. Però coinvolgilo in questi tuoi pensieri.

Se invece hai possibilità di raggiungerlo, allora il discorso è tutto diverso. In ogni caso, consiglio mio personale, se hai possibilità di andare in America vacci indipendentemente da lui ;) Sicuramente meglio che restare qua.

Spero di non aver demolito il tuo sogno.

Modificato da alchimista
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Frankso

Volevo risponderti.

Ho letto alchimista e non avrei da aggiungere altro, anzi, lui ha aggiunto molto di più.

Mi trovo totalmente d'accordo.

L'idealizzazione del rapporto può essere una spinta forte, ma col tempo potrebbe dimoatrarsi per quello che era, idealizzazione.

Potrà sembrare cinico ma io lo vedo come un presupposto da dove partire. Da lì ci costruisci quello che vuoi.

Ora rispondo alla tua domanda diretta.

Personalmente non amo i rapporti a distanza, sarò molto legato alla mia terra, e moooolto difficilmente mollarei tutto per seguire una donna. Forse in passato ma ora no.

E a me non piace l idea di una storia importante così distante. Mi priverebbe troppo della presenza dell' altra persona.

È un momento della mia vita dove sto bene attento a farmi prendere dall' istinto emozionale. Ovviamente perché ho preso le mie sberle... potrò aggiustare il tiro ma in linea di massima la vedo così.

Link al commento
Condividi su altri siti

black mamba

(premessa: intervento in modalità antipatica, quindi se sei in periodo suscettibile, salta pure...)

-tu sei poco chiara: sei innamorata ma lo vorresti anche solo come amico. lui per forza non capisce perchè sbilanciarsi. gli stai mandando segnali contrastanti, molto probabilmente.

-lascia perdere immediatamente l'amica: in linea di massima diamo i peggio consigli alle altre donne (quindi prendi con le pinze pure i miei ;) ) un uomo non smette di scopare spesso anche quando è in coppia, figurati se non è impegnato formalmente...

io farei due cose: valuterei concretamente che possibilità ho di mantenermi e trasferirmi con un figlio negli USA (spero che tua figlia sia molto piccola, nel caso...) e inizierei a occuparmi anche concretamente dei risvolti pratici (ovviamente parto dal presupposto che tu negli USA ci possa andare da donna INDIPENDENTE, altrimenti cancella e lascia perdere qualsiasi cosa io scriva qui sotto)

poi lo chiamerei e gli direi che senti che il rapporto che hai con lui sta cambiando, e sta diventando più profondo di una semplice conoscenza e che ti è capitata l'occasione di trasferirti negli USA, quindi ti farebbe piacere capire se potreste vedervi anche lì perchè UNO dei vantaggi che stai valutando sarebbe anche quello di approfondire la conoscenza con una persona di cui hai molta stima. NON dirgli che sai che anche i suoi sentimenti sono forti e che sei innamorata, magari non alla primissima occasione, ecco...

se lui non fa i salti di gioia, avrai avuto le tue risposte...

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

lemanski

i consigli che sono stati suggeriti mi trovano ampiamente d'accordo........idealizzazzione, voglia di vivere una relazione "perfetta" necessità e desiderio di avere un partner.........etc..........la difficoltà nei rapporti a distanza nasce semplicemente da una forbice...più si và avanti, più si investe più la forbice si allarga, ovvero nasce la necessità di una decisione definitiva.......dopo un pò di tempo di "euforia" si rende evidente ad entrambi che "così la cosa non può andare se non" se non uno dei due a breve medio o lungo termine lasci la sua quotidianità per raggiungere l' altro...........è qui il grosso problema di questi tipi di relazione......i rapporti a distanza esistono vanno avanti ma poi dopo un tot di tempo nasce comunque questo problema........chi và dall' latro, sempre che entrambi siano fermamente convinti di volere l' altra persona..la "quotidianità o la vicinanza anche fisica" è imprenscindibile

se c'è già questo è un buon punto di partenza, se poi questa persona ha i genitori qui in italia è un altro punto a favore, ma se te addirittura sei disposta a trasferirti ancora meglio............evita come la peste di parlare, discutere, confrontarti con questa persona di queste cose per telefono...............assolutamente nò...........proponi te un tuo soggiorno magari di qualche giorno da lui.......queste cose devono essere "discusse" di persona e necessitano anche di un pò di tempo di metabolizzazzione reciproca...

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...