Vai al contenuto

La mia storia, verso una vita migliore


enritarta
 Condividi

Messaggi raccomandati

enritarta

Ciao a tutti, oggi volevo raccontarvi la mia storia e magari, perchè no, ricevere qualche suggerimento o consiglio da chi è più esperto di me o da chi comunque ha passato esperienze simili alla mia.

Da sempre sono stato un ragazzo estremamente timido e questo mi ha portato ad avere un bruttissimo periodo. Da fine terza media alla terza superiore sono sempre stato un vero emarginato sociale: niente amici, niente ragazze (mai baciata una fino a inizio quarta superiore), niente autostima, niente vita sociale: più volte pensai a suicidarmi e farla finita (eh già). A pensarci adesso mi chiedo come potessi essere stato così stupido: il mio più grande rimpianto è appunto non aver potuto vivere quel periodo pienamente come i miei coetanei e di fatto aver buttato via 4 anni della mia giovinezza. Ad un certo punto però decisi di cambiare..mi tagliai i capelli, cercai di essere più socievole e iniziai a uscire finalmente: trovai una compagnia e nel 2012 finalmente passai una bella estate costruendo amicizie e divertendomi. Durante l'inverno ebbi la mia prima ragazza e tutto preso finii per essere un sottomesso del cazzo. Fortunatamente me ne resi conto e la mollai. Durante l'inverno 2013-14 ho cercato di uscire e essere più socievole ma comunque la mia timidezza è veramente radicata in me e nonostante sia migliorato tanto non riesco ancora ad essere estroverso o comunque una persona che riesce a dare una certa positività. A capodanno ho conosciuto una ragazza molto bella e dopo essermela fatta quella sera ci siamo messi insieme. Un mese fa mi ha lasciato senza spiegazioni e adesso io mi ritrovo in una fase veramente importante. Ho capito che quella che sto vivendo è una fase di grande cambiamento (inizierò anche l'università a milano) e ho capito cosa voglio diventare: non voglio diventare semplicemente un seduttore, voglio diventare una persona forte, positiva, completa, che aggredisce i problemi, una persona espansiva e che pensa in grande. So che se riuscirò a diventare così i risultati con la seduzione arriveranno. Ora sto girando il forum, leggendo libri, cercando di cambiare stile di vita, stile di vestire, mi impongo di accettare ogni occasione per crescere e ho messi giù 5 punti che mi sono appeso in camera da seguire

1. COGLI OGNI OCCASIONE

2. DIMOSTRA AL MONDO QUANTO VALI

3. PENSA IN GRANDE

4. UNA VOLTA OTTENUTO CIO’ CHE VUOI NON FERMARTI

5. CONTINUA A MIGLIORARTI

So che posso farcela a diventare ciò che voglio e volevo chiedere a voi se avete qualche consiglio per me visto che qui ci sono molte persone che hanno avuto un'esperienza simile alla mia. Scusate per il papiro ma volevo condividere la mia storia con voi perchè so che molti di voi sicuramente mi capiranno.

Peace B-)

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

Anonimo.92

Ciao enritarta. :)

Per quel che vale, vorrei darti un paio di suggerimenti, prendili per quel che sono, il mio punto di vista.

Ti capisco perfettamente, capisco la tua rabbia.

Ho avuto esperienze simili e, ti garantisco, peggiori delle tue.

Se vuoi puoi dare un'occhiata al mio diario, credo potresti trovarlo interessante.

http://www.italianseduction.club/forum/t-44221-il-grande-diario-di-anonimo92-la-mia-storia/

Tuttavia... non è la rabbia quella che devi coltivare, ma la tua persona e la tua serenità.

Dopo averci riflettuto a lungo, credo che forzarsi (che è diverso da sforzarsi) di fare le cose, possa solo risultare alla lunga sfiancante.

Cerca di vivere come la tua natura ti suggerisce, apportando qua e la delle migliorie dove senti che ci sia bisogno.

Per rispondere ai tuoi 5 punti:

1) Giusto.

2) Non devi dimostrare niente a nessuno. Al massimo a te stesso. Ma nemmeno... MOLTO IMPORTANTE.

3) Un detto taoista dice: "chi vuol brillare, si metta in ombra"

4) Il modo migliore per assecondare l'infelicità. In un video che ho già postato diverse volte sul forum, Tiziano Terzani suggerisce: "C'è una parola in italiano che rende meglio di felicità, ed è accontentarsi. Chi si accontenta è un uomo felice".

5) Giusto.

Cari saluti, spero di esserti stato d'aiuto! :)

Andrea.

Link al commento
Condividi su altri siti

Keran92

Io mi limito a ricordarti come ha già fatto anonimo 92 che devi migliorare per te stesso non per gli altri, e soprattutto tu, e noi altri, non dobbiamo dimostrare niente a nessuno :)

è questa la differenza tra chi sta su questo sito e i "comuni mortali"..noi tutto quello che facciamo lo facciamo per noi stessi e cerchiamo di raggiungere quello che noi desideriamo..gli altri non contano e soprattutto il giudizio o l'approvazione degli altri non ci deve interessare minimamente..certo non vuol dire che non bisogna ascoltare gli altri ma nel caso qualcuno ti giudica e ti dà consigli positivi/negativi non devi vederli come "affronti personali" ma ponderarli e scegliere tu di seguirli o meno reinterpretandoli in base al tuo pensiero e alle tue scelte di vita :)

per quanto riguarda l'accontentarsi la penso diversamente..cioè ovviamente devi puntare a cose raggiungibili, non puoi pretendere una vip senza esperienze..però non accontentarti mai, se desideri qualcosa lavoraci e non mollare...questa vita è fatta di emozioni e di avventure quindi perchè accontentarsi se quando andiamo nella tomba tutto ciò smette di avere valore? quindi se hai dei sogni o obiettivi grandiosi cerca sempre di raggiungerli, ma ricordati senza duro lavoro e impegno non si ottiene niente..in poche parole meno sogni e più fatti :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Anonimo.92

Ciao Keran92. :)

A costo di andare leggermente fuori tema, vorrei argomentare questa parte del tuo discorso, sperando possa essere di aiuto anche ad enritarta e ad altri:

per quanto riguarda l'accontentarsi la penso diversamente..cioè ovviamente devi puntare a cose raggiungibili, non puoi pretendere una vip senza esperienze..però non accontentarti mai, se desideri qualcosa lavoraci e non mollare...questa vita è fatta di emozioni e di avventure quindi perchè accontentarsi se quando andiamo nella tomba tutto ciò smette di avere valore? quindi se hai dei sogni o obiettivi grandiosi cerca sempre di raggiungerli, ma ricordati senza duro lavoro e impegno non si ottiene niente..in poche parole meno sogni e più fatti :)

Accontentarsi, non vuol dire essere felici di vivere nella miseria.

Per come lo intendo io, ha un valore più elevato:

Saper apprezzare veramente quanto abbiamo, che è tanto.

Chi più chi meno in questo forum, abbiamo già TUTTO e più di tutto ciò che ci serve.

Già per il fatto che abbiamo una connessione ad internet, e dunque un computer (o smartphone), mi fa pensare che tutti noi abbiamo un tenore di vita per lo meno medio, se non medio-alto.

In termini di possesso. Ma di felicità?

Vedi, oggi il povero non è più quello che non ha il pane, ma quello che non ha lo smartphone. Il tablet. La macchina.

Tutte cose superflue.

Se tu ambisci ad avere tante donne, tanti soldi, tanto potere ---> in Italia abbiamo un esempio: Berlusconi. Tu diresti, che Berlusconi è una persona felice?

Se ambisci ad essere in pace con te stesso, e con gli altri, avendo poco ma il giusto, abbiamo anche qui tanti esempi ---> Papa Francesco, il Dalai Lama, Ghandi. Persone che si sono private di tutto. Sono persone che vivono in pace? Diresti che vivono male?

Il desiderio suscita solo altro desiderio. E' una macchina. Raggiunto un obiettivo, c'è n'è un altro. Poi un altro. Fino a che ti poni obiettivo che non puoi più raggiungere, ed il risultato è la frustrazione.

Vorrei consigliare un libro che è stato fondamentale nella mia formazione: L'arte della felicità, Dalai Lama (in collaborazione con Howard C. Cutler).

Spero di essermi spiegato bene, ma per ogni dubbio, non esitate a farmelo sapere! :)

Andrea.

Link al commento
Condividi su altri siti

dickinson1

1. COGLI OGNI OCCASIONE

2. DIMOSTRA AL MONDO QUANTO VALI

3. PENSA IN GRANDE

4. UNA VOLTA OTTENUTO CIO’ CHE VUOI NON FERMARTI

5. CONTINUA A MIGLIORARTI

1-perfetto,anche perche' certi treni passano una volta sola

2-di mostralo prima di tutto a te stesso

3-sempre,puntare in alto e' la base per crescere

4-anche perche' ogni obbiettivo raggiunto e' solo l'inizio...

5-se arrivi a 10,perche' non puntare ad 11?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...