Vai al contenuto

Giurisprudenza e poi?


pretoriano
 Condividi

Messaggi raccomandati

pretoriano

vi scrivo in cerca di rispote e consigli..

quando decisi di iscrivermi a giurisprudenza il mio intento era di fare l'avvocato, successivamente per tutta una serie di motivi ho cambiato idea o cmq capito che non era il caso.

i motivi sono sempre quelli praticantato gratuito e senza certezze, anche da abilitati lo stipendi è molto basso..

ora mi ritrovo o meglio mi ritrovero con una laurea in giurisprudenza molto poco utile :).

..non sto a dirvi quanto poca motivazione ho in questo momento, mi sono reso conto che la laurea in giurisprudenza è quasi inutile, vale molto poco.

se qualcuno si è laureato in giurisprudenza e ora lavora in amito legale (in generale), puo raccontare anche sommariamente la sua esperienza?

che tipo di professioni si possono svolgere nelle imprese? (se potete siate precisi.. dire il giurista d'impresa è un po troppo vago).

mi piacerebbe lavorare nel settore "hotel" quali figure sono accessibili in questo ambito da un laureato in giurisprudenza?

Link al commento
Condividi su altri siti

Eurogianlu

Ciao,

Cerco di risponderti con una piccola premessa e poi nello specifico

Una laurea in giurisprudenza di per se e' poco utile...

Se invece associ ad essa un buon livello in una o piu' lingue, informatica (che per brillare nel mondo del lavoro vuol dire usare un foglio di calcolo) e molte soft skills ( saper fare una telefonata decente) se gia' a buon punto...

Quindi specializzati in un settore (io sono specialista nel diritto marittimo) studia le lingue (inglese francese spagnolo nessuna da madrelingua e saluti e convenevoli in serbo e arabo nel mio caso...) ed impara a stare al mondo (umilta' educazione e simpatia)

Oggi porto a casa da vivere piuttosto bene con ottime condizioni lavorative....

In bocca al lupo!

  • Mi piace! 3
Link al commento
Condividi su altri siti

pretoriano

Ciao,

Cerco di risponderti con una piccola premessa e poi nello specifico

Una laurea in giurisprudenza di per se e' poco utile...

Se invece associ ad essa un buon livello in una o piu' lingue, informatica (che per brillare nel mondo del lavoro vuol dire usare un foglio di calcolo) e molte soft skills ( saper fare una telefonata decente) se gia' a buon punto...

Quindi specializzati in un settore (io sono specialista nel diritto marittimo) studia le lingue (inglese francese spagnolo nessuna da madrelingua e saluti e convenevoli in serbo e arabo nel mio caso...) ed impara a stare al mondo (umilta' educazione e simpatia)

Oggi porto a casa da vivere piuttosto bene con ottime condizioni lavorative....

In bocca al lupo!

ciao e grazie per aver risposto.

apprezzo molto i suggerimenti che mettero sicuramente in pratica.

vorrei farti una domanda visto che sei nel settore.

che tipo di lavoro fai: avvocato, consulente, risorse umane, ecc. ecc.? in una review di una riga come sembra.

crepi il lupo! :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Eurogianlu

Faccio il consulente legale per aziende di trasporti internazionali

Quindi abbastanza di nicchia

Avvocati ne hai migliaia, esperti in un dato settore meno

A meno che uno non abbia proprio la passsione per fare l'avvocato meglio essere preparati per le aziende

Ci sono diversi ambiti giuridici dove (abilitazione o meno) conta la comprtenza

Mi viene in mente: normativa ambientale, alimentare, rifiuti, energia, cosi per dire...

Link al commento
Condividi su altri siti

pretoriano

Faccio il consulente legale per aziende di trasporti internazionali

Quindi abbastanza di nicchia

Avvocati ne hai migliaia, esperti in un dato settore meno

A meno che uno non abbia proprio la passsione per fare l'avvocato meglio essere preparati per le aziende

Ci sono diversi ambiti giuridici dove (abilitazione o meno) conta la comprtenza

Mi viene in mente: normativa ambientale, alimentare, rifiuti, energia, cosi per dire...

grazie per le info.

penso che mi faro il mazzo per arrivare a un buon livello di inglese e poi "speciallizzarmi" o meglio diventare piu preparato in un certo settore piu dei miei competitors.

Modificato da pretoriano
Link al commento
Condividi su altri siti

gelsomino

se fossi in te..mi metterei a far pratica in uno studio notarile,per poi provare il concorso,se lo vinci ..swiss-bank-safe-money-2-690x459-396x264.

Link al commento
Condividi su altri siti

pretoriano

se fossi in te..mi metterei a far pratica in uno studio notarile,per poi provare il concorso,se lo vinci ..swiss-bank-safe-money-2-690x459-396x264.

ma figurati, la pratica è gratuita e si guardano bene dall insegnarti qualcosa. e cmq l'accesso alla professione è praticamente impossibile sia per le raccomandazioni sia per il numero di posti irrisorio

Modificato da pretoriano
Link al commento
Condividi su altri siti

comeback

Nessuna laurea offre ad oggi certezze.

Il buon senso suggerisce di studiare qualcosa che ti interessa e ti stimola.

Il fatto che tu abbia scelto una laurea classica, tradizionale, a mio giudizio può essere già una prima buona decisione. Le statistiche mostrano che l'assorbimento dei laureati nei corsi tradizionali (economia, ingegneria, giurisprudenza, medicina..) è superiore rispetto agli altri corsi, ma è un dato abbastanza generale come tale può non essere rappresentativo di una singola storia.

La laurea è un punto di partenza, l'università è un luogo di apprendimento e anche di opportunità preziose (programmi internazionali, mobilità) ma sarai tu a costruirti la tua strada, sempre che non abbia qualcuno che lo faccia per te.

Occorrono sicuramente capacità, ma anche capacità relazionali, spirito di adattamento, curiosità, apertura mentale, capacità di distinguersi e cercare di costruirsi delle competenze di nicchia, voglia di studiare le lingue e viaggiare, disponibilità alla mobilità (cambiare città, nazione e via dicendo).

A parità di condizioni potresti laurearti 110L e fare lo schiavo per uno studio della tua città, come avere 102 e trovarti all'altro lato del mondo a fare un lavoro che mai avresti immaginato.

Il mio consiglio è di impegnarti a fare ciò che ti piace, e di essere camaleontico, dinamico e disponibile a vedere sempre oltre.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

pretoriano

Nessuna laurea offre ad oggi certezze.

Il buon senso suggerisce di studiare qualcosa che ti interessa e ti stimola.

Il fatto che tu abbia scelto una laurea classica, tradizionale, a mio giudizio può essere già una prima buona decisione. Le statistiche mostrano che l'assorbimento dei laureati nei corsi tradizionali (economia, ingegneria, giurisprudenza, medicina..) è superiore rispetto agli altri corsi, ma è un dato abbastanza generale come tale può non essere rappresentativo di una singola storia.

La laurea è un punto di partenza, l'università è un luogo di apprendimento e anche di opportunità preziose (programmi internazionali, mobilità) ma sarai tu a costruirti la tua strada, sempre che non abbia qualcuno che lo faccia per te.

Occorrono sicuramente capacità, ma anche capacità relazionali, spirito di adattamento, curiosità, apertura mentale, capacità di distinguersi e cercare di costruirsi delle competenze di nicchia, voglia di studiare le lingue e viaggiare, disponibilità alla mobilità (cambiare città, nazione e via dicendo).

A parità di condizioni potresti laurearti 110L e fare lo schiavo per uno studio della tua città, come avere 102 e trovarti all'altro lato del mondo a fare un lavoro che mai avresti immaginato.

Il mio consiglio è di impegnarti a fare ciò che ti piace, e di essere camaleontico, dinamico e disponibile a vedere sempre oltre.

la passione sta svanendo a causa del "sistema", amici gia laureati lavorano in societa di recupero crediti dove il loro compito è millantare decreti ingiuntivi, la sola possibilita di finire cosi mi fa venire i brividi..

non che io voglia o pretenda chissa cosa, pero cavolo non si puo studiare una vita fare mille sacrifici e trovarsi a fare poco piu che un call-center per si e no 600€

Modificato da pretoriano
Link al commento
Condividi su altri siti

gelsomino

ma figurati, la pratica è gratuita e si guardano bene dall insegnarti qualcosa. e cmq l'accesso alla professione è praticamente impossibile sia per le raccomandazioni sia per il numero di posti irrisorio

ma ci hai mai parlato con un notaio di questa cosa?! oppure parli solo per "sentito dire"?! 8-)

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...