Vai al contenuto

Al Limite...


 Condividi

Messaggi raccomandati

marko80

Salve a tutti è da tanto che non scrivo ma ho sempre seguito le varie discussioni e i vari post con molta attenzione e curiosità.

Siete in gamba. Tutti.

Ero indeciso se aprire la discussione in questa sezione o su " INNER GAME" ma credo che questo sia il posto giusto.

Veniamo al dunque :

A Giugno inizio a sentire questa " conosciente" HB 7.5 amica di una mia ex Psyco. Lei (Hb.7.5) da un 'anno single dopo una storia di dieci anni, inizia a uscire con qualcuno, niente di chè, io inizio a guardarla con altri occhi, inizio a interessarmi a lei, le mando ogni tanto qualche messaggio simpatico , sono allegro, forte, distaccato insomma non sicuramente un PUA ma un onesto ragazzo a cui fa piacere conoscere meglio una ragazza del suo gruppo.

Lei sempre molto vaga e sbarazzina mi riempie di shit-test. Io non do peso e vado avanti, continuo allegramente la mia vita, sentendola sporadicamente, cercando di essere sempre più forte e luminoso dopo un periodo assolutamente buio e triste dovuto alla storia con la Psyco.

Organizziamo una cena di gruppo nella mia villetta in campagna, viene anche la Hb 7.5, e insieme a lei anche la sorella della psyco che essendo un elemento del gruppo era inevitabile invitarla. Io cucino, rido e scherzo con la Hb. 7.5 , (che per più di un mese ha sempre rifiutato in modo carino e gentile i miei inviti ad uscire) . Per farla breve, la sorella della psyco riferisce tutto alla mia Ex e la tipa tratta di merda la Hb ...litigano, il rapporto tra le due finisce. Io me ne frego e continuo a chiedere alla Hb di uscire a cena con me , senza essere insistente ma con aria disinvolta...Lei mi risponde che ok , che prima sentiva i sensi di colpa perché essendo l'amica della mia ex non se la sentiva di uscire con me , ma che ora essendo finita l'amicizia poteva uscire tranquillamente....

da qui lo schifo : Usciamo a cena serata bellissima. a parte il fatto che lungo il tragitto lei mi fa un discorso non troppo ambiguo tipo : succeda quel che succeda non voglio rovinare l'amicizia.

Andiamo avanti. Io lavoro a 60 km di distanza e lei ha fatto ritardo ..mangiamo in un mc-drive , è stato divertentissimo..ci spostiamo in una panchina chiacchieriamo un po' . k-Close. F-close. Io sono uno molto passionale a letto e lei rimane colpita e piacevolmente stupita da questo . diceva che non si aspettava fossi cosi...la mia autostima cresce a dismisura, il giorno dopo ci sentiamo e il giorno dopo ancora....Io parto per Roma per una piccola vacanza che avevo in programma...lei mi manda un messaggio molto chiaro dove dice che sono un uomo meraviglioso ma lei non ha intenzione di legarsi e vuole vivere senza programmare nulla, io rispondo che per me è ok . Rientro a casa ci vediamo, sesso, sesso, tantissimo sesso, parliamo ancora di cosa vuole o meglio, di cosa non vuole lei e lei non vuole una storia. Io continuo ad accettare la cosa ma intanto ci sto cascando con tutte le braccia e tutto il corpo.....

Io cerco di mostrarmi forte e sereno ma dentro di me sentivo un fastidio e un irrequietezza.... Lei da segni di cambiamento sembra migliorare, viene nella città dove lavoro, sta da me, io sto da lei....mi fa sorprese..è gentile e carina , ma comunque senza darmi mai certezze.... Fino a quando ad un certo punto, un bel giorno chiacchierando al telefono mi confida che anni fa ha avuto un esperienza sessuale a Tre, un po' per compiacere il ragazzo di cui era innamorata e un po' perché è porcellina, (ma questo non l'ha detto..) Io ci rimango male , insomma non me l'aspettavo.

C'è stata una Piccola discussione e due giorni di muso infantile da parte mia, da li il crollo . Discussioni , lei che dice che si è rotto qualcosa e durante un chiarimento dice : e poi parliamoci chiaro, Io non sono presa! .

Mi crolla il mondo addosso, non so più a cosa appigliarmi...intanto continuiamo a sentirci e a fare sesso( sembravano sessioni da film porno) fino a che tre settimane fa c'è stato qualche giorno di silenzio da parte mia per lasciarla libera di pensare e insomma prendersi un po' di tempo. Lei dopo due giorni mi scrive che le manco, io rispondo che anche per me è cosi, lei mi dice di prenderci ancora qualche giorno per realizzare se effettivamente questa mancanza è fondata su un sentimento io accetto , mi ero promesso di non assillarla di messaggi e di lasciarla tranquilla. Dopo un giorno viene nella mia città , a trovarmi nel mio posto di lavoro, ci abbracciamo sembrava la conclusione di una tormentata indecisione da parte sua.

Mi dico che per la prima volta la vita mi ha premiato dandomi lei e invece dopo qualche giorno lei è di nuovo fredda, i messaggi sono sempre meno, non mi conferma gli appuntamenti ecc. la classica scenetta di sempre.

ci distacchiamo , dopo una settimana le scrivo un messaggio patetico, dove le dico che mi manca e mi manca tutto di lei. La sua risposta è stata che lei si è allontanata da me e non riesce più a tornare indietro che come aveva detto all'inizio non vuole rovinare l'amicizia. Dopo tre giorni scopro che aveva conosciuto un altro. Faccio un casino le mando messaggi sfogandomi ecc. Il risultato è che lei ne p uscita pulita e io sono distrutto.

Lo stesso pomeriggio che ho scoperto che vedeva un altro lei pubblica foto con lui...con tanto di commenti da parte delle amiche .

Io ci sono cascato, inutile negarlo, Ho sperato, ho combatutto , ho fatto i Km per lei , per noi perché credevo e speravo che si innamorasse di me e invece mi ritrovo con una sensazione di solitudine dentro, la serenità che avevo costruito prima di iniziare ad uscire con lei è svanita; Piango ogni giorno a lavoro striscio , dormo male , mangio male . Oggi ho contattato una amica psicologa che mi indirizzerà da qualcuno perché sento che da solo questa volta non riesco.

Non so da dove ricominciare, gli amici li ho e mi vogliono bene ma, sento un senso di vuoto e non riesco a reagire.

Il problema è MIO! io sono DEBOLE, Io mi illudo troppo facilmente, io non sono abbastanza cinico e realista, Lo sono solo quando nn sono legato sentimentalmente a nessuno, ma poi perdo le difese ,,,, le perdo TUTTE e mi lascio assorbire dall'idea di un amore romantico, dall'idea di aver trovato finalmente la donna della mia vita e cosi la idealizzo all'estremo , la giustifico, la inseguo lascio che mi violenti l'anima, sogno una vita con quella persona e poi finisce tutto e io? Io crollo in un abisso tremendo, piango mi dispero mi chiudo in me stesso, gli amici e le amiche più care cercano di starmi vicino come possono ma il vuoto è troppo grande; Dopo mesi passati con lei vivendo una mezza convivenza il vuoto è troppo grande. Non riesco a risalire, non riesco a reagire, Ho paura di incontrarla e ancora peggio ho paura di incontrarla con lui. Lei mi ha bloccato dappertutto però mi riferiscono che scrive cose romantiche per lui e status dove dice che è in estasi!!. Mi rendo conto che il problema è MIO e solo Mio, in un certo senso lei è stata sincera ma io testardo non ho voluto vedere, non ho voluto sentire ; a me bastava un suo " mi manchi" per ricominciare a sperare come un bambino.

Lei non tornerà. Lei è di qualcun altro ora e lo è stata subito dopo aver smesso di sentire me( quindi lo sentiva già da prima).

Io devo crescere, smetterla di farmi annientare da tutte quelle che decidono che devono scopparmi perché come dicono loro non sono bellissimo ma ho fascino. Devo smettere di credere a tutto. il problema è che non so davvero come fare, non so come maturare sentimentalmente, ho bisogno di affetto e loro se ne accorgono subito. Ora mi sento sull'orlo della depressione, senza un motivo per credere ancora in qualcosa, lei mi manca e il pensiero che sia impossibile che lei non mi veda nemmeno più è sconvolgente. Piango, piango mentre la penso e piango mentre scrivo qui di lei. Ma il problema sono io.

Se c'è qualcosa che posso fare, leggere, seguire per uscire da questa situazione sono ben lieto di conoscerla e ascoltarla. Devo dimenticarla sopportare l'idea di vederla ( anche con lui) e poi Imparare, Imparare a vivere, Imparare a crescere.

Scusate per la lunghezza del messaggio.

Ps: complimenti a voi ed a come affrontate e discutete di tutto con tutti gli utenti, Ripeto siete fantastici.

Link al commento
Condividi su altri siti

CarlGustav

Come hai detto tu il problema è tuo, e già ammettere auesto è un bel segno di consapevolezza, la sofferenza ci sta tutta e sta a te tramutarla in positivo, da quel che vedo scritto mi se,bra che le risposte te le sia già date da solo, no? Mi sembra inoltre positivo che tu non sia qua ad accusare la tua ex etc. Ma che ti concentri sugli errori fatti da te, continua su questa strada e migliorati. mi sembra evidente che da amante ti sei trasformato in bisognoso di affetto, lei lo ha percepito e se n'è andata con un'altro. Perdipiùmi sembra più orgoglio ferito che dolore per la "donna della tua vita " (ammesso che esista), quindi tempo, attesa e tempo e vedrai che ne esci, hai passato una psycho quindi dai, puoi passare anche questa! Cerca di capire dove hai sbagliato, cosa ti rende così needy e tramutala in forza per più avanti. In bocca al lupo!

Link al commento
Condividi su altri siti

marko80

Grazie per le tue parole, in realtà non so dove ho sbagliato. Forse niente, forse tutto. Lei non era presa e non lo era sin dall'inizio, il discorso che mi ha fatto sul non voler rovinare l'amicizia, mentre per la prima volta andavamo a cena era il preludio ben chiaro. Il mio sbaglio è forse stato quello di non saper accettare che non ero abbastanza. Lo ero per una frequentazione di solo sesso, lei non è uscita fuori di testa per me. Ora se tu vedessi la sua bacheca diresti che è impazzita, dediche su dediche al nuovo. Io credo di essere stato uno stronzo appena scoperto il tutto, le ho scritto che era finta e sporca e che non ha aspettato un minuto in più per andare con qualcun altro. Ma ora anche se sono passate solo due settimane mi rendo conto che se avessi preso tutto più alla leggera ora non starei soffrendo cosi tanto.

Mi devo risollevare ma non ho forze; mi rendo conto che la reazione può sembrare esagerata ma è l'ennesima botta, questa è solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso troppo pieno di illusioni e delusioni che prendo da troppo tempo ormai, e sono infinitamente stanco.

Link al commento
Condividi su altri siti

erre

Dunque, prendendo per buona la tua diagnosi che la tua ex è una psycho....

non te l'hanno insegnato che, quando chiudi con la psycho, devi chiudere anche con tutti coloro che sono anche solo vagamente collegati a lei?

Secondo te, l'amica di una psycho può essere normale?

A me sembra disturbata pure lei.

O forse lei è stata dal primo momento e voleva una cosa senza impegno e tu hai creato chissà cosa nella tua fantasia.

La psycho non ti ha insegnato nulla?

Di solito, se c'è una cosa buona che lasciano è l'esperienza di gestire i rapporti futuri.

Hai fatto bene a chiedere aiuto.

Perché un problema ce l'hai anche tu, se sei ridotto così.

Link al commento
Condividi su altri siti

marko80

Ciao Erre. la risposta è : Lei è stata sincera sin dal primo momento( come ho scritto) e voleva una cosa senza impegno e io ho creato chissà cosa nella mia fantasia.

Però, perché c'è un però, lei mi ha destabilizzato perché mi ha frequentato come se fosse la mia ragazza senza esserlo, messaggi, cene insieme ai miei amici, al mare con le mie sorelle, addirittura si è messa in contatto con una delle mie sorelle (con la quale aveva instaurato già un buon rapporto) per farmi una sorpresa, (mi aveva detto che non sarebbe venuta a una cena e poi si è fatta trovare li). Ho detto e ribadito che il problema sono IO.

ma forse non ho proprio tutte le colpe, forse un po' sono anche stato illuso, ho voluto combattere perché diceva che era indecisa, non era sicura di quello che voleva, la decisione l'ha presa non appena ha conosciuto un altro.

Link al commento
Condividi su altri siti

erre

Sicuro tu hai le tue colpe ed è sui tuoi comportamenti che devi lavorare.

A me, però, pare pure che lei sia un po' incoerente e instabile.

Per cui.... accenderei un campanellino d'allarme!

Link al commento
Condividi su altri siti

marko80

Dimenticavo, un problema c'è l'ho eccome. Mi anniento, do tutto me stesso, mi illudo come un bambino e soffro come un cane.

Ora sono completamente a terra, per di più con la paura di vederla, di vederla con lui.

Nell'ultimo messaggio le ho scritto che dovevo dare ascolto a chi mi aveva detto di stare attento a lei ( sorella della mia ex Psycho).

La sua risposta è stata: "Non mi puoi condannare per non averti scelto, mi piace un altro e non puoi pretendere che non continui a vivere la mia vita. Visto che dovevi dare retta alla tipa stai con la tua amica a confidarti per me sei morto".

Mi ha bloccato dappertutto e adesso si sta facendo la sua vita felice con lui.

Ma il problema sono io, ripeto. Non le ho dato la giusta dimensione, l'ho fatta entrare nella mia vita, nelle mie " cose" troppo presto pensando che le sue fossero solo paure di ripartire dopo dieci anni con una storia. E invece è prontissima a ripartire, ma non con me.

Link al commento
Condividi su altri siti

marko80

Erre, come lavoro sui miei comportamenti?...Sono perso, e mi manca. Ma soprattutto mi manca la mia serenità e la mia spensieratezza, mi ero ripromesso di non soffrire più e invece eccomi qua di nuovo a soffrire per qualcuno che mi diceva a parole non ti voglio abbastanza ma con i gesti faceva intendere tutt'altro.

voglio dimenticarla, sopportare il peso di vederla e, rivoglio me stesso.

Non voglio soffrire ancora perciò eviterò di legarmi troppo in futuro, perché Io soffro troppo, sono troppo fragile e troppo poco preparato all'abbandono. Non reggo proprio.

Non c'è soluzione credo, la soluzione è scappare appena sento che mi sto innamorando.

Link al commento
Condividi su altri siti

erre

Hai un problema di dipendenza affettiva.

E' su questo che devi lavorare.

Devi imparare ad amare te stesso, a bastare a te stesso e a riconoscere il tuo valore.

lei si e' comportata da stronza. Dovresti odiarla.

Non ti manca lei. Ti mancano le aspettative che avevi proiettato su di lei.

Fatti aiutare dal terapista a cui ti sei rivolto.

E leggi un po' sulla dipendenza affettiva.

Link al commento
Condividi su altri siti

marko80

Credo che tu abbia pienamente ragione Erre, Io da solo non mi basto, non mi sono mai bastato.

Mi manca avere una persona a fianco, mi manca passare le domeniche con qualcuno che mi ama e mi manca non sapere a chi cazzo scrivere la buonanotte. Vivo solo, perché è cosi, lo subisco ma non mi piace. Sento sempre un vuoto, un incompletezza che mi affligge.

Lei mi manca nel momento in cui penso alla sua compagnia e ai nostri momenti insieme. Però da una parte mi diceva " non voglio legarmi" e dall'altra mi regalava gesti da innamorata o comunque presa.

Ho la sensazione che più lei sta bene più io sto male.

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...