Vai al contenuto

Donne = Insicurezza??


Analogico
 Condividi

Messaggi raccomandati

Analogico

il fatto di voler avere a tutti i costi una donna vicino(spesso più di una), oltre al fatto che è la natura che ce lo impone ecc. ecc., non è un sintomo d'insicurezza? non è voler metter fuori da sé il proprio benessere?

Link al commento
Condividi su altri siti

SamO

Non penso sinceramente.

In primis, si è in grado di gestire bene una relazione (parlo di LTR) solo quando si è stabili e quindi sicuri.

In secondo luogo, ritengo che la felicità che si ottiene in una relazione sia un surplus, un aggiunta alla felicità che hai da solo (in quanto mentalmente stabile, vedi sopra). È un cerchio che si chiude. E ovviamente, tu vai a cercare quella felicità "superiore" che si può ottenere solo in due. Ovviamente, tu hai comunque la tua felicità derivante da te stesso, ma non è paragonabile.

Link al commento
Condividi su altri siti

Syrion

No assolutamente, non è sintomo di insicurezza. E' normale desiderare una donna al proprio fianco ed essere felici con lei, anch'io la desidero e mi sto impegnando per ottenerla.

L'uomo è fatto per stare insieme agli altri, non è bene che sia solo. Uomo e donna devono insieme completarsi a vicenda e rendersi la vita più piena e piacevole sotto tutti gli aspetti.

Per il resto la penso esattamente come Samo.

Link al commento
Condividi su altri siti

zerozero

il fatto di voler avere a tutti i costi una donna vicino(spesso più di una), oltre al fatto che è la natura che ce lo impone ecc. ecc., non è un sintomo d'insicurezza? non è voler metter fuori da sé il proprio benessere?

Non più di quanto sia sintomo di insicurezza procurarsi da mangiare ogni giorno.

Modificato da zerozero
  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

foljack

Dipende dalla motivazione per cui ti serve una donna vicino.

Se ti accontenti delle prima che ci sta perchè non sai stare solo/ perchè così hai una che apre le gambe abbastanza regolarmente/ perchè non hai la necessità di esporti conoscendo e provandoci con altre donne, un filino di insicurezza c'è.

Questo se intendevi il bisogno di una relazione stabile. Se intendevi sesso, leggi zerozero.

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Amog_Cattivo

il fatto di voler avere a tutti i costi una donna vicino(spesso più di una), oltre al fatto che è la natura che ce lo impone ecc. ecc., non è un sintomo d'insicurezza? non è voler metter fuori da sé il proprio benessere?

in che senso metter fuori da sè il proprio benessere? Intendi che stai male vicino alle donne?

Comunque la natura non impone nulla di ciò, semmai è la società occidentale che lo impone. Ti educano sin da piccolo a credere nella bella principessa da sposare e con cui avere tanti bei bambini. Naturalmente deve essere l'unica donna della tua vita, e anche oltre, se muore, lei resta la tua unica donna. Questa è insicurezza, ma non è un sintomo, è semplicemente il risultato di una cattiva educazione. Io ho ricevuto un'educazione di questo tipo, e questo mi ha reso insicuro, inoltre altri insicuri come me educati allo stesso modo e che dopo il matrimonio invidiano la mia posizione di giovane e single, non fanno altro che ricordarmi di quanto sono sfigato a star solo e a poter avvicinare o allontanare chi voglio senza "costrizioni divine".

Questo crea un tremendo conflitto che alla fine ti fa rimanere appiccicato alla prima che passa e questo perchè l'alternativa è "il terrore di stare soli". Questa è l'insicurezza.

Io non cerco chi mi completa, la dolce metà o stronzate varie, cerco solamente chi ha qualcosa da poter condividere insieme, sia sesso o divertimento o una spaghettata.

Ogni uomo è composto da due metà che si completano attraverso il proprio benessere psico-fisico, yin-yang.

Gli altri servono semplicemente a soddisfare i propri bisogni, e non la sopravvivenza!

La natura impone all'uomo semplicemente di riprodursi, non costringe nessuno a rimanere attaccato a nessuno, anzi, più ti riproduci e meglio è per la natura!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

Analogico
Inviato (modificato)

non intendevo che è sbagliato avere una donna o farsi una scopata.

però ci sono molti modi per farsi una scopata e molti per avere una donna.

qui sul forum ho notato che l'approccio che va per la maggiore è quello del cercare di avere quante più donne possibili.

ho visto gente sciorinare numeri, classificare le donne sopratutto in base alla bellezza...

idem sul manuale di Franco. sembra che l'unica cosa importante sia rimorchiare(è vero che Franco dice anche di non lasciar perdere i propri interessi a causa delle donne ecc., però è anche vero che avendo lui almeno 5-6 - così dice - MLTR a volte, mi pare un po' difficile riesca a far molto altro).

non so, sembra un mondo ficacentrico.

boh.

mi sembra come se la FICA fosse l'ultimo obiettivo. raggiunto quello si sta a posto.

ma è davvero tutto qui un uomo? ho letto di gente che consiglia di farsi tanto circolo sociale, di farsi amici i bidelli dell'università, consigli su come farsi amica gente che sta sul cazzo, il tutto poi, alla fine, per raggiungere un certo successo sociale.

e il successo sociale passa anche - forse troppo?- per la FICA.

questo intendevo quando parlavo di insicurezza.

il sentirsi zero solo perché non si ha un numero minimo di FICA attorno.

Modificato da Analogico
Link al commento
Condividi su altri siti

dickinson1

il fatto di voler avere a tutti i costi una donna vicino(spesso più di una), oltre al fatto che è la natura che ce lo impone ecc. ecc., non è un sintomo d'insicurezza? non è voler metter fuori da sé il proprio benessere?

uno puo' avere anche il suo benessere avendo una donna.

Pero' ognuno vive a casa propria.

Se poi entrambi sono autonomi,con casa propria (e non insieme ai genitori)...

meglio ancora.

Ci si vede un tot di volte alla settimana,una volta si si scambia l'invito a casa...

e poi il resto lo si fa da "single".

Insomma,non si convive:

non si ci vede tutto il giorno (dopo il lavoro),meno litigi (forse).

Link al commento
Condividi su altri siti

Amog_Cattivo

non intendevo che è sbagliato avere una donna o farsi una scopata.

però ci sono molti modi per farsi una scopata e molti per avere una donna.

qui sul forum ho notato che l'approccio che va per la maggiore è quello del cercare di avere quante più donne possibili.

ho visto gente sciorinare numeri, classificare le donne sopratutto in base alla bellezza...

idem sul manuale di Franco. sembra che l'unica cosa importante sia rimorchiare(è vero che Franco dice anche di non lasciar perdere i propri interessi a causa delle donne ecc., però è anche vero che avendo lui almeno 5-6 - così dice - MLTR a volte, mi pare un po' difficile riesca a far molto altro).

non so, sembra un mondo ficacentrico.

boh.

mi sembra come se la FICA fosse l'ultimo obiettivo. raggiunto quello si sta a posto.

ma è davvero tutto qui un uomo? ho letto di gente che consiglia di farsi tanto circolo sociale, di farsi amici i bidelli dell'università, consigli su come farsi amica gente che sta sul cazzo, il tutto poi, alla fine, per raggiungere un certo successo sociale.

e il successo sociale passa anche - forse troppo?- per la FICA.

questo intendevo quando parlavo di insicurezza.

il sentirsi zero solo perché non si ha un numero minimo di FICA attorno.

Persone di quel tipo si chiamano egocentriche, hai presente quelle persone che iniziano ogni frase con la parola "io", ecco, quella persona è un egocentrico (ed anche io lo sono :D ). Una persona egocentrica tende a mettere il proprio ego al centro di tutto. Ora, senza fare analisi psichiatriche, l'ego non è nient'altro che un'immagine riflessa del sè! Il sè in sostanza è il nostro essere così come nasciamo, la nostra presenza, mentre l'ego è una seconda presenza che costruiamo negli anni, e che costruiamo usando come modello base il sè. Per dire il sè è nudo, noi lo modifichiamo vestendolo, il problema è che questi vestiti non sempre sono adatti ad essere indossati!

Quando non possono essere indossati la nostra immagina riflessa sfuma, e per evitare questo l'ego mette a forza questi panni, che tuttavia prima o poi si strappano.

Un esempio è la credenza di essere il premio, ergo di essere sicuri di sè. Una persona che ha bisogno di essere il premio, significa che non può indossare questi panni, e che in qualche modo cerca di metterseli a forza lo stesso.

I risultati li vedi nella sezione one-itis!

Non è sbagliato considerarsi sicuri, il problema è che questa sicurezza, questo sentirsi il premio, non va indirizzato all'esterno, ma al proprio interno, bisogna essere il premio di sè stessi, cioè il risultato delle proprie fatiche!

Bisogna essere egoisti fuori e altruisti dentro, se si è solo egoisti fuori, è evidente che manca qualcosa, che viene mascherato da un bisogno esterno, e questa maschera dell'egocentrismo è il vestito strappato.

L'egocentrico cerca l'approvazione fuori da sè anzichè al suo interno perchè soffre di un conflitto con sè stesso causato dall'immagine di sè che è assolutamente fasulla ed irreale! E' uno straccione! E' solo Yama, l'illusione che trattiene la ruota della vita

Link al commento
Condividi su altri siti

Analogico

si ma che centra tutto questo col ficacentrismo e col fatto che qui si fa a gara a chi scopa di più?

Link al commento
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un membro per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...