Vai al contenuto

i rischi del buttarsi


gio94b10
 Condividi

Messaggi raccomandati

gio94b10

ciao a tutti!

so che il titolo del topic è un pò strano..ma spiego subito...

come ben sapere io soffro di ansia da approccio...perchè ho paura delle reazioni della tipa che approccio e della gente che sta attorno....

ieri sera tornando da bergamo alla fermata del pulman trovo per caso i miei vicini di casa e in fianco a loro una biondina carina..che mi guarda.... e la cosa prosegue anche sul pulman lei scende parecchio prima de me...e io non ho avuto il coraggio di approcciare.. perchè c'era gente..e ho avuto paura di essere giudicato/smerdato davanti agli altri passeggeri.. paura che lei reagisse male etc...

ragazzi help!

  • Mi piace! 1
Link al commento
Condividi su altri siti

lelle

ciao a tutti!

so che il titolo del topic è un pò strano..ma spiego subito...

come ben sapere io soffro di ansia da approccio...perchè ho paura delle reazioni della tipa che approccio e della gente che sta attorno....

ieri sera tornando da bergamo alla fermata del pulman trovo per caso i miei vicini di casa e in fianco a loro una biondina carina..che mi guarda.... e la cosa prosegue anche sul pulman lei scende parecchio prima de me...e io non ho avuto il coraggio di approcciare.. perchè c'era gente..e ho avuto paura di essere giudicato/smerdato davanti agli altri passeggeri.. paura che lei reagisse male etc...

ragazzi help!

Caro anche io son stato come te, e in parte lo sono ancora, ma piano piano sto andando sulla buona strada, ovviamente non è un percorso facile che si fa dall'oggi al domani, ma ci vuole pazienza e buona volontà e un giorno ci rideremo sopra alle nostre stupide "paure", anche a me e capitato un sacco di volte di essere guardando in metro, bus e cazzate varie ma non sapere cosa fare, cosa dire, ecc, e magari anche come te avevo paura di essere "giudicato"......se ti ha guardato non una, ma 2 volte, è palese che gli piaci, non è abbastanza? magari se una non ti ha neanche degnato di uno sguardo forse li viene un po più difficile e ci vogliono altre caratteristiche che magari, noi timidi e con la testa piena di seghe mentali, non abbiamo. Io ti consiglierei, come sto facendo io, di uscire con altra gente che abbia il tuo stesso interesse, cioè la figa ahaha ed andare in locali, pub, bar e parlare con la gente, anche solo per parlare, poi puoi chiedere il numero, a seconda di come ti va la situazione, io sto iniziando a chiedere il numero a quasi tutte quelle che approccio, non tanto per il numero in se (certo quello è ovvio che mi interessa) ma per abituarmi a prendere martellate nei denti, cioè a ricevere i NO, che sono quelli che aiutano a crescere, a detta di molti ;) alle donne piace un casino essere approcciate ANCHE DAI PIU' CESSI, una cosa che ho notato in questa mia settimana di sarge, ero con un wing non proprio bello, però era di sicuro più di spigliato di me e quando approcciava e le ragazze sorrideva a 40 denti, anche perché molti ragazzi e uomini stavano a guardarle ma non combinavano un cazzo. Ci vuole tempo, inizi con un paio di approcci, non devi per forza approcciare 20 set a sera, magari anche un paio, tanto per abituarti a parlare con sconosciuti, cosa per me è inusuale, poi chiedi il numero, come sto facendo io, o magari se sei in disco tenti il Kiss ;) poi se non ci stanno, cazzi loro ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

gio94b10

ok perfetto ! tanto sto sabato replico con treno e pulman...

grazie mille per i suggerimenti!

Link al commento
Condividi su altri siti

dub black

E' normale sentirsi così non credere di essere l'unico a sentirti così anzi se ti consola ci sono anch'io a farti compagnia. Ti continua a guardare le piaci è un chiaro segnale, parti da questo punto e continua a ripetertelo in testa vuol già dire che sei già con un piede dentro la porta=).Ti farai mille pare in quel momento "cosa succede se" ma gli altri cosa penseranno"...Ma ti posso fare una domanda:è meglio vivere con il dubbio se ce l'avresti fatta o con la certezza di averci provato? Io ho il tuo stesso problema e davvero sò cosa si prova in quel momento, so che tra il dire e il fare c'è un abisso ma davvero OGNI LASCIATA E' PERSA. Non parti neanche da zero lei già è interessata quindi la prossima volta ti siediti di fianco a lei e apri con un opener...mi pare di aver aperto un topic nella sezione cannned x gli opener da bus guarda lì. Spero di esserti stato di aiuto=)

Link al commento
Condividi su altri siti

LorenzoVonMatterhorn

ciao a tutti!

so che il titolo del topic è un pò strano..ma spiego subito...

come ben sapere io soffro di ansia da approccio...perchè ho paura delle reazioni della tipa che approccio e della gente che sta attorno....

ieri sera tornando da bergamo alla fermata del pulman trovo per caso i miei vicini di casa e in fianco a loro una biondina carina..che mi guarda.... e la cosa prosegue anche sul pulman lei scende parecchio prima de me...e io non ho avuto il coraggio di approcciare.. perchè c'era gente..e ho avuto paura di essere giudicato/smerdato davanti agli altri passeggeri.. paura che lei reagisse male etc...

ragazzi help!

Quando approcci la tipa devi analizzare i pro e i contro, i vantaggi e gli svantaggi che derivano dalle tue scelte.

In sintesi:

PRO

-Se va bene scopi

CONTRO

-Se va male non scopi, come 5 minuti prima che approcciassi la ragazza

Vedi tu se farti guidare dai pro o dai contro

  • Mi piace! 2
Link al commento
Condividi su altri siti

ξรô†ïcø

I rischi sono solo per la tua psiche.

Se sei TANTO bloccato, associerai alla forzatura la sensazione d'ansia vissuta, e quindi il tuo blocco si rafforzerà.

È per questo che nella risoluzione di disordini psichici come il disturbo post-traumatico da stress lo specialista prepara al paziente esercizi graduali. Ad esempio ad una persona con la fobia degli uccelli non vien detto di infilarsi in una voliera; prima le si mostrano sagome in cartone di uccelli, poi una volta acclimatata, disegni sempre più realistici, foto, video e solo alla fine si fa la prova della voliera.

Il percorso di training al pua ha molte affinità con la terapia cognitivo-comportamentale, ed è per questo che devi ascoltarti molto e capire a che livello sei, per poterti metter fuori dalla zona di comfort in chiave costruttiva.

Non colpevolizzarti se non riesci ad aprire, la colpa non serve a niente.

Assumiti responsabilità piuttosto di trovare un percorso graduale adatto a te. Analizza i risultati che ottieni e calibra la difficoltà.

E non dar troppo retta ai teorici del calcinculo, perché a volte forzarsi può creare danni seri.

Se cerchi nel motorino di ricerca "destroy approach anxiety" troverai una guida con 30 giorni di esercizi che a me han cambiato radicalmente il modo di giocare.

Gradualità.

Link al commento
Condividi su altri siti

gio94b10

Oggi mentre tornavo dal sim sul treno ho visto due americane(scoperto dopo)....dopo parekkie pippe mentali mi sono deciso"hi girls can i ask u a question"?

Le ho kiesto info per una vacanza-studio per migliorare l'inglese....risposya molto educata"ll'be a good idea googleing for it" che tradotto in soldoni vor di "cercatela"..ho ringraziato e sn tornato al mio posto...so chr non e molto...ma e qualcosa...ho provato anke a seriate in stazione...5 minuti di interazione...partiamo dal piccolo

Link al commento
Condividi su altri siti

Ospite
Questa discussione è chiusa.
 Condividi

×
×
  • Crea Nuovo...